Poco F1: Xiaomi aggiorna i sorgenti kernel ad Android 9 Pie

27 Dicembre 2018 19

Poco F1 è uno dei terminali più seguiti e supportati dalla community di sviluppatori indipendenti, e per questo motivo il produttore non ha perso troppo tempo nel fornire nuove risorse aggiornate utili per la realizzazione di ROM, tweak vari e personalizzazioni software.

Da poco rilasciati da Xiaomi sul portale GitHub dedicato, i sorgenti kernel per Poco F1 sono ora basati sull'ultima versione Android 9 Pie, rilasciati a circa due settimane di distanza dall'aggiornamento all'ultima release del sistema operativo mobile di Google con interfaccia proprietaria MIUI 10. Le nuove basi di sviluppo permetteranno alla community di lavorare con il software più recente, e a beneficiarne saranno ancora una volta gli utenti finali che potranno divertirsi con nuove custom ROM e kernel modificati.

Non ci resta quindi che lasciarvi alla pagina GitHub - che trovate in FONTE - in cui potrete reperire tutto il materiale necessario.

VIDEO

Poco F1 è disponibile su a 267 euro.
(aggiornamento del 23 marzo 2019, ore 03:46)

19

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Lorenzo Ori

Ma comeee ?? https://uploads.disquscdn.c...

Lorenzo Ori

É perfetto

https://uploads.disquscdn.c...

Techno30

Non ho detto che le patch non servono, anzi sono indispensabili, ho detto solo che non compromettono l'usabilità quotidiana, che mi sembra pure una cosa ovvia.
Per quanto riguarda le promesse fatte da Xiaomi, sono d'accordo in parte, perchè nonostante non ne mantengano alcune, molte altre invece sono state rispettate. La sicurezza è importante, soprattutto di questi tempi dato che la gente ha tutti i propri dati personali sullo smartphone.
Quello che sto cercando di dire è che le aziende sono giovani, poco e Xiaomi pure sotto certi punti di vista: basta pensare alla quantità di smartphone che rilasciano ogni mese, praticamente 2 ogni 30 giorni in media, è assurdo. Questo è un bene relativo per l'acquirente, dato che offre tanta scelta anche se un pò confusionaria, ma fornisce una mole di lavoro immensa al produttore, che deve badare a sostenere rom per una miriade di device. Sono disorganizzati e su questo non ci piove, io personalmente ho fiducia.
Per quanto riguarda l'accanimento di cui ho parlato, mi riferivo non a te, ma alle lamentele in generale riguardo al pocophone, spesso inopportune e inesatte(es: la lamentela più comune riguarda il vetro che secondo una tesi inesatta sarebbe verniciato al di sopra del reale display, risultando più curvo di quanto in realtà non lo sia, cosa inesatta dato che in controluce si nota benissimo uno spazio tra il vetro e il display come in qualsiasi smartphone e quindi questo sta ad indicare chiaramente che il display è tagliato curvo e non rettangolare).
Ora, tu hai fatto un'osservazione corretta, la prima che ha veramente senso, ma visto che stiamo comunque parlando del pocophone in particolare, che costa 300€, cosa si può pretendere? Se non vuoi avere mancanze nelle patch devi acquistare un pixel, sborsi 1000€ ma stai in pace col mondo. È chiaro che come spendi mangi.

Il giorno ven 28 dic 2018, 14:16 Disqus <notifications@disqus.net> ha scritto:

Lorenzo Ori

1- Non si tratta di accanimento, si tratta di fare la giusta informazione; non mi interessa se ci sono altri smartphone che fanno peggio; stiamo parlando di PocoPhone e delle ennesime promesse che Xiaomi ha fatto durante la presentazione di questo nuovo brand che, di rivoluzionario non ha NIENTE

2- Dove sono gli aggiornamenti migliorativi di Xiaomi ?
Forse quelli inerenti all'integrazione di Tencent, AVL, e Cheetah Mobile all'interno della MIUI ?
Ho già dimostrato con una documentazione chiara un deficit di circa 950 patch a supporto del SoC Qualcomm

3- Le tue sensazioni non hanno nulla a che vedere con il reale funzionamento del device; possono essere sfruttate vulnerabilità o presentarsi problemi di varia natura senza che tu possa accorgertene

4- Se credi che la mancanza di patch non sia un problema mi chiedo come mai Google, Linux e tutti i suoi partner stiano investendo risorse umane ed economiche per aggiornare Android

Techno30

Scusami, ma non capisco questo accanimento. Ci sono smartphone che a patch sono messi peggio. Basta pensare ad honor e che è molto simile a poco, dato che entrambe le aziende si appoggiano a delle multinazionali più importanti da cui prendono software e qualche componente hardware, oltre che a marketing e fabbricazione.
Bisogna capire però che poco è un progetto nato "da poco", bisogna dare del tempo alle aziende. Inoltre Xiaomi sta migliorando ogni giorno, gli aggiornamenti sono in continuo miglioramento, sia in tempistiche che in qualità. Ma soprattutto non capisco la gente cosa pretende per più di 300€ quando ha uno smartphone con hardware al top (con qualche mancanza, ma a 300€ invece di 800+€) e un software che gira meglio che la touchwiz su note 9, dato che presenta tantissimi lago ed è anche più aggiornato della maggior parte dei top, e ci hanno lavorato anche molto. Non credo che la mancanza di patch (dipende quali) comprometta così tanto l'uso del device, ma comunque sono avanti rispetto ad altri produttori. Si dovrebbero prima usare e poi commentare questo smartphone

Techno30

Era un problema di poche unità, io non ho mai avuto nessuno di questi problemi

Trygun

Che dire, c'è l'ho da un mesetto, nulla da dire ottimo device il migliore che c'è su questa fascia di prezzo, Xiaomi si conferma come uno dei migliori produttori.

Lorenzomx

Una domanda mi sorge spontanea: quali sono i brand che integrano tutte queste patch?

Lorenzo Ori

Non vedo cosa possa c'entrare la tua risposta con l'argomento rimane il fatto che non ha risposto o almeno motivato la mia affermazione di fronte ad una evidente mancaza da parte di Xiaomi

Felk

Non potevi mancare. Ora torna sui BQ da 500€ con la batteria che non arriva a sera.

kkk66

Scusate ragazzi ma è arrivato e vi ha smerdati tutti XD

Lorenzo Ori

Anche per te mio caro amico...

https://uploads.disquscdn.c... https://uploads.disquscdn.c...

Mi spiace che su disqus non si possano inserire link inerenti alla tematica

Lorenzo Ori

Mi dispiace che tu sia affezzionato a questo brand cinese, non so cosa dirti ma, sta di fatto che dati alla mano la mancanza di 950 patch a supporto del SoC è abbastanza grave sopratutto dopo che, per l'ennesuma volta è stato tirato in ballo il concetto di ottimizzazione
https://uploads.disquscdn.c... https://uploads.disquscdn.c... Sto ancora aspettando questo fantomatico nuovo filesystem pubblicizzato con PocoPhone ma dubito possa arrivare.

"Per tua informazione quei sorgenti sono basati su una versione non proprio attuale datata 10 Agosto 2018; ad occhio e croce dopo una semplice differenza si nota una mancanza di circa 950 patch rilasciate a supporto del SoC SDM845"

Lorenzo Ori

Per tua informazione quei sorgenti sono basati su una versione non proprio attuale datata 10 Agosto 2018; ad occhio e croce dopo una semplice differenza si nota una mancanza di circa 950 patch rilasciate a supporto del SoC SDM845

https://uploads.disquscdn.c...

https://uploads.disquscdn.c...

That's ALL

Adriano

Ori insegna a xiaomi come rilasciare i giusti sorgenti e le giuste patch. Vai e sovrastali tutti!

Gpat. (Mi8+Ryzen)

Poi magari hanno Huawei o Samsung che sono meno moddabili di un iPhone

Gieffe22

ci vorrebbe quel buffone che andava blaterando delle sorgenti vecchie e del poco supporto di xiaomi LOL... (quando esce 1 update ogni 2 settimane)

Guybrush05

molto bene, mi piace come stan lavorando il team pocophone!
hanno sistemato il delay nel touch, il ghost touch ed il bleeding allo schermo...ancora più best buy questo pocophone!

Felk

In Xiaomi son migliorati nella velocità...

Comunque aspetto la asciugatura di scroto da parte di quel buffone di Ori

Recensione Samsung Galaxy S10e: ecco perchè lo preferisco ad altri

Android Q: tutte le novità in costante aggiornamento | VIDEO

24 ore con Samsung Galaxy S10e: difficile tornare indietro...

Recensione Amazfit Verge, smartwatch completo e adatto a tutti