ASUS ROG PHONE, l'unico vero GAMING PHONE | FOCUS ACCESSORI

22 Ottobre 2018 258

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

ASUS ROG Phone è senza dubbio il miglior smartphone gaming in circolazione e si merita questo titolo per più di un motivo. ASUS infatti, non si è limitata a prendere un suo top di gamma qualsiasi, inserirci qualche LED, un launcher tamarro e incollarci sopra l'etichetta Gaming Phone, bensì ha confezionato un progetto composto da uno smartphone perfettamente ottimizzato - sia nell'hardware che nel software - per il mondo gaming e lo ha affiancato ad una serie di accessori ben congegnati che permettono di elevare l'esperienza di gioco. Andiamo a scoprire in che modo.

ASUS ROG Phone

ROG Phone è sicuramente l'elemento più importante di questo focus. Non scenderemo nei dettagli tecnici - per quelli c'è la nostra recensione completa curata da Gabriele Arestivo - bensì ci concentreremo sugli elementi hardware e software che permettono allo smartphone di offrire quel qualcosa in più rispetto a qualsiasi altro dispositivo Android ad oggi in commercio.

ROG Phone integra dei sensori di pressione nella scocca molto simili a quelli che permettono le funzionalità squeeze degli ultimi HTC e Pixel, tuttavia cambia completamente il modo in cui questi vengono sfruttati. Possiamo sempre effettuare la gesture che ci permette di spremere lo smartphone, ma questa non richiamerà il solito Google Assistant, bensì attiverà la modalità X Mode, interamente pensata per il gaming.

Quando ROG Phone entra in X Mode può sfruttare tutta la potenza di Snapdragon 845 e raggiungere frequenze più alte (sino a 2,96GHz) rispetto a qualsiasi altro smartphone Android. Questo consente al ROG di gestire molti dei giochi più esosi di risorse - come ad esempio Shadowgun Legends - toccando anche i 90 fps in alcune situazioni meno concitate. ASUS ha infatti lavorato al fine di dare un senso al pennello AMOLED FullHD+ con refresh rate a 90Hz (60Hz di base), riuscendo ad offrire una piattaforma che - in alcuni giochi - vi consentirà di notare una sostanziale differenza rispetto a quanto possibile su uno smartphone tradizionale.


All'attivazione della X Mode possono essere collegate una serie di attività di ottimizzazione - configurabili nel ricchissimo Game Center - che permettono al ROG di concentrarsi esclusivamente nell'esecuzione dei giochi, interrompendo quindi qualsiasi notifica, disabilitando i tasti a schermo o le gesture e dando priorità massima ai titoli in esecuzione per quanto riguarda la gestione delle risorse.

Il Game Center consente poi all'utente di applicare una selezione estremamente granulare delle impostazioni per ogni singolo titolo e vi permetterà persino di scegliere la frequenza massima della CPU - ad esempio abbassandola nel caso in cui il gioco sia poco esoso di risorse -, di impostare la velocità e il comportamento della ventola accessoria presente in confezione (o quella della Twin View Dock), sincronizzare il LED Aura con gli altri prodotti ROG e di configurare gli account Twitch e YouTube per avviare lo streaming delle vostre partite - con tanto di ripresa dalla fotocamera anteriore - direttamente dallo smartphone.

Ma il vero punto di forza sono gli Air Trigger, ovvero dei controlli fisici presenti sul lato desto della scocca, configurabili per ogni titolo presente sul Play Store. Questi, infatti, permettono a ROG Phone di essere uno smartphone gaming superiore rispetto a qualsiasi altro prodotto anche senza acquistare alcun accessorio secondario, dal momento che vi permettono di ottenere un livello di controllo molto più affidabile e preciso.

Una volta entrati in partita, sarà possibile accedere al menù Game Genie che consente di mappare sia gli Air Trigger che i controlli esterni (come mouse e tastiera) in completa libertà per ogni singolo titolo. Cosa fanno esattamente gli Air Trigger? Semplicemente si limitano a simulare il tap sullo schermo in due punti a scelta dell'utente. Questo significa che in un gioco come Asphalt 9, potrete impostare freno e nitro sui due Trigger dorsali, rimuovendo del tutto la necessità di interagire sul touchscreen, affidando la guida ai sensori di movimento.


In giochi più complessi - come nel caso di Honkai Impact 3rd - che utilizzano un sistema di controllo più complesso, gli Air Trigger non vi permetteranno di gestire ogni singolo comando, bensì vi permetteranno di accedere rapidamente a quelli più utilizzati. Nel nostro caso, citando nuovamente Honkai, abbiamo scelto di impostare un trigger sul tasto attacco, uno sul tasto schivata e continuare ad utilizzare i controlli a schermo per eseguire le mosse speciali. Va da sé che questo approccio permette di ridurre notevolmente le interazioni con il touch e consente di rendere l'esperienza di gioco molto più fruibile e piacevole.

Tutto ciò può essere utilizzato sfruttando la ventolina presente in confezione, estremamente consigliata durante l'utilizzo dello smartphone in X Mode. La ventola si connette alla doppia porta Type-C collocata sul lato destro dello smartphone e quest'ultima è meritevole di una menzione un po' più dettagliata.

Si tratta infatti del secondo elemento hardware che consente di distinguere ROG Phone dalla concorrenza, visto che - banalmente - permette di ricaricare lo smartphone durante l'utilizzo in modalità landscape, senza che il cavo intralci la nostra mano destra. Ma non finisce qui, visto che la doppia porta consente di collegare accessori importanti come la Twin View Dock e la Mobile Desktop Dock, offrendo una porta aggiuntiva che ha il solo scopo di veicolare dati e informazioni, senza interferire con il processo di ricarica che avviene tramite la porta laterale principale. Un sistema particolarmente ben pensato e messo in pratica, che evidenzia ancora una volta la cura riposta da ASUS nella realizzazione del dispositivo e di tutti gli accessori sviluppati per esso.

GameVice Controller

Se poi si è alla ricerca di un sistema di controllo molto più complesso e approfondito, in grado di emulare quello di una vera e propria console, vi è il controller ufficiale realizzato da GameVice. Abbiamo già visto questo accessorio su molti altri smartphone, tra cui Pixel e iPhone, e la versione dedicata al ROG riprende tutte le caratteristiche tipiche di questo accessorio. Troviamo quindi 2 analogici cliccabili, una croce direzionale, 4 tasti dorsali, due tasti menù e 4 tasti principali, accompagnati da un indicatore LED per la connessione, un'uscita jack audio da 3,5mm e una porta Type-C per la ricarica

Il principale vantaggio di questo accessorio risiede nella possibilità di trasformare il ROG Phone in una sorta di Switch wannabe, tuttavia è bene tenere in considerazione un aspetto fondamentale: non tutti i giochi sono compatibili al 100% con il controllo tramite gamepad e questo potrebbe incidere negativamente sulla reale utilità della periferica. Il consiglio è quello di verificare sul sito GameVice la lista dei titoli compatibili prima di investire i 99 Euro richiesti (qui quelli iOS), in modo da capire se i vostri preferiti sono supportati

Nel nostro caso abbiamo avuto modo di metterlo alla prova sia con Asphalt 9 che con Shadowgun Legends e in entrambi i casi si è dimostrato un accessorio eccellente, in grado di offrire un controllo molto più efficace e una risposta degna di un pad tradizionale. Segnaliamo che è possibile utilizzarlo anche mentre il ROG è connesso ad un monitor esterno, in modo da visualizzare la vostra partita sul grande schermo e non rinunciare alla comodità dei controlli fisici.

Twin View Dock

Arriviamo alla Twin View Dock, l'accessorio più ambizioso, costoso e controverso tra quelli realizzati da ASUS. L'idea di base è potenzialmente molto interessante: la dock integra un secondo display identico per diagonale e definizione a quello di ROG Phone (ma di tipo LCD), integra altre due casse stereo (ebbene sì, quando giocherete si attiveranno anche quelle dello smartphone, per un totale di 4 casse in contemporanea), offre due Trigger dorsali che emulano gli Air Trigger - non più accessibili quando lo smartphone è nella dock - e offre una batteria aggiuntiva da 6.000 mAh, oltre a integrare dei motori per la vibrazione, un'uscita jack audio da 3,5mm, una porta SD, un connettore Type-C e una ventola per raffreddare il ROG.

Una volta connesso il ROG alla dock questa permetterà di accedere ad un secondo display che - di fatto - vi permetterà di utilizzare due ROG Phone separatamente. Purtroppo non è possibile invertire rapidamente la posizione dei contenuti sugli schermi, quindi se avvierete il gioco sul display basso non vi sarà possibile mandarlo su quello superiore durante la partita, ma dovrete accedere al menù multitasking, scegliere l'app e farla ripartire, visto che lo spostamento da uno schermo all'altro provoca la chiusura dell'applicazione. Inoltre segnaliamo che, una volta inserito nella Twin View Dock, ROG Phone potrà utilizzare solo la modalità del display a 60Hz per entrambi gli schermi.


Purtroppo non è neanche possibile utilizzare il secondo schermo inferiore come una sorta di mega-pad virtuale e questo è forse il più grosso rammarico, visto che - di fatto - la dock non vi permette di migliorare l'esperienza gaming tramite dei controlli aggiuntivi. Ci sarebbe piaciuto, ad esempio, poter virtualizzare un controller sullo schermo secondario e assegnare i tasti allo stesso modo in cui è possibile mappare mouse e tastiera.

Davvero un peccato, perché i limiti attuali della Twin View Dock rendono difficile consigliarla a tutti e speriamo che un aggiornamento del software di ROG Phone possa sprigionare il potenziale di questo accessorio davvero molto promettente. Allo stato attuale, infatti, possiamo semplicemente usarla per fare altro mentre abbiamo un gioco in esecuzione. Possiamo quindi consultare Chrome, vedere un tutorial su YouTube o accedere senza alcuna limitazione alle app tipo Twitch, Discord Curse per gestirle nel miglior modo possibile, il tutto senza abbandonare la partita.

Probabilmente questo potrebbe far comodo ai giocatori professionisti (avere un secondo schermo su Arena of Valor o Vainglory può fare la differenza) o agli streamer che cercano esattamente queste funzionalità, ma il giocatore comune - che non potrà neanche utilizzare la tastiera a schermo sul display secondario, per lasciare libero quello principale - non troverà un grande valore aggiunto, specialmente a 249 Euro.

Se invece siete veramente masochisti, potete persino eseguire due giochi contemporaneamente, come vedete nel video. Ma non ve lo consigliamo!

Asus Professional Dock

La ASUS Professional Dock non è altro che un semplice dongle Type-C che offre 2 porte USB di tipo A, un'uscita HDMI, Ethernet e una Type-C per collegare un caricatore. Questo consente di collegare il vostro ROG Phone ad uno schermo esterno con mouse e tastiera, anche se è assente qualsiasi interfaccia pensata per l'utilizzo desktop.

L'applicazione Game Center integra la funzionalità Game Genie che consente di assegnare ogni singolo tasto della tastiera ad una posizione dello schermo. Dovrete perderci qualche minuto (a partita avviata) per poter configurare al meglio l'esperienza, tuttavia il gioco vale la candela e l'implementazione fatta da ASUS consente di cambiare radicalmente il modo in cui approcciarsi ai titoli.

Nel nostro caso vi abbiamo mostrato una breve sessione su PUBG Mobile - nella quale non abbiamo completato la configurazione di ogni singolo tasto - e il passaggio dal touch a mouse e tastiera è netto, anche se occorrerà del tempo per adattarsi: non aspettatevi infatti che ogni gioco sia perfettamente in grado di seguire i movimenti rapidi che sarete in grado di eseguire in questa modalità.

Crediamo che ASUS avrebbe potuto rendere più piacevole l'utilizzo in modalità desktop introducendo un launcher pensato per la fruizione su schermi di grosse dimensioni. Sebbene gradita, non sarebbe stato necessario arrivare a proporre un concorrente alla modalità DeX o EMUI Desktop, ma sarebbe bastato che un semplice hub raccogliesse tutti i giochi e ce li proponesse sullo schermo esterno in maniera più semplice, senza richiederci di navigare tra i menù di Android con un mouse e una tastiera o con un gamepad.

Sì perché oltre alle classiche periferiche di input e al già citato pad GameVice, ricordiamo che è possibile collegare ROG Phone a qualsiasi controller bluetooth già in vostro possesso, tra cui l'ottimo pad di Xbox One, il tutto senza dover utilizzare applicazioni, root o altro: basterà effettuare l'abbinamento per cominciare a giocare.

WiGig Display Dock e Mobile Desktop Dock

Per finire menzioniamo la WiGig Display Dock e la Mobile Desktop Dock, due accessori che vi permetteranno di collegare il vostro ROG Phone ad un monitor esterno in maniera totalmente diversa rispetto a quanto possibile con la semplice Professional Dock.

Nel caso della WiGig Display Dock, questa vi permette di inviare il segnale video del vostro smartphone ad un qualsiasi monitor esterno sfruttando tutta la potenza della connettività WiFi Gigabit 802.11ad a 60GHz, in modo da avere una banda elevatissima e latenze praticamente azzerate. Ad oggi solo ROG Phone può offrire questa possibilità e si tratta di un'opzione che può fare la differenza per tutti quelli che non vogliono utilizzare mouse e tastiera - quindi preferiscono collegare un pad bluetooth direttamente allo smartphone - e non vogliono essere intralciati da cavi di alcun tipo. Il prezzo per liberarsi dei fili? 289 Euro.

La Mobile Desktop Dock, invece, è una base molto più completa rispetto alla semplice Professional Dock e offre ben 4 porte USB 3.1 di tipo A, due Display Port 1.3, una HDMI 2.0, una Ethernet, slot SD, 2 jack da 3.,5mm per cuffie e per microfono, porta SATA e connettore Type-C per l'alimentazione. L'enorme dotazione di porte e connettori la rende un accessorio particolarmente versatile, anche se l'assenza di una desktop mode non permette di sfruttarla al massimo delle sue potenzialità. In questo caso il costo è di 149 Euro.

Conclusioni

L'ecosistema di accessori e molte delle accortezze pensate da ASUS per il Game Center di ROG Phone mostrano come si possa proporre un prodotto Android del tutto diverso da quanto realizzato dalla concorrenza, che riesca ad essere originale e - in alcuni casi - persino innovativo per la categoria. Tanti dettagli che non possono essere colti e sviluppati in questo modo se non si proviene da una buona tradizione legata al mondo gaming, come invece ASUS può vantare per la sua linea di prodotti ROG.

È tutto oro ciò che luccica? Sicuramente l'esperienza gaming di ROG Phone è la più completa sul mercato, ma non è certo priva di difetti e potenziali spunti di miglioramento. Il primo dubbio che ci è sorto è relativo alla compatibilità di tutti gli accessori attuali con le future versioni di ROG Phone. Investire 249 euro per la Twin View Dock, per poi scoprire che un'eventuale ROG Phone 2 non sarà compatibile, potrebbe essere una pesante incognita per chiunque voglia avvicinarsi a questo prodotto.

La stessa Twin View Dock, come evidenziato nel paragrafo dedicato, ha un enorme potenziale inespresso che potrebbe portarla dall'essere un ambizioso accessorio al divenire un vero e proprio punto di rottura per tutta la categoria. In ogni caso ROG Phone è un prodotto che si affaccia al mondo gaming mobile in maniera seria e ben congegnata, pronto all'utilizzo e in grado di offrire quel qualcosa in più che riesce a farlo emergere nell'affollatissimo panorama smartphone anche senza l'aggiunta di alcun accessorio.

Video

Asus ROG Phone è disponibile online da Next a 899 euro.
(aggiornamento del 12 novembre 2018, ore 15:31)

258

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
TheAlabek

Allora contestualizzano, quali sono questi immancabile accessori dedicati

pietro

che bello decontestualizzare a caso

TheAlabek

Originale? Ahahahah

TheAlabek

Che accessori mamma mia! Non sapevo come fare senza lo schermo aggiuntivo!

TheAlabek

Mentre sta roba li fa girare identici a qualsiasi smartphone, pure dello scorso anno

pietro

Il punto è questo

TheAlabek

No, fanno girare gli stessi, mica li fanno girare uguali...

gin0

Credo intendesse dire che il gaming su PC non é mai stato costoso come adesso. Fra GPU con prezzi da capogiro, le CPU che non fanno altro che aumentare (di prezzo principalmente) e le RAM anch'esse a prezzi record... SI salvano gli SSD. Se poi ci aggiungi le recenti ambizioni di giocare in 4k sei spacciato.

pollopopo

tutte idee carine che però vedrei meglio come universarli... troppo di nicchia sia lo smartphone che i relativi gadget, stessa idea ma in chiave ufficio in mobilità sarebbe stata meglio credo. Io credo che il mercato gaming in quella fascia (giochi android) sia comandato per lo più da squattrinati o poco più (ragazzi) quindi non vedo il senso di un cellulare/console da oltre 1000 euro....

mi sembra un dispositivo di nicchia nella nicchia...

Rischi che ti freghiamo. Il mio primo assemblato me lo sono fatto fare e ricontrollando anni dopo da più esperto per quello che lo pagai potevo avere qualcosa meglio.

Il consiglio è assemblarlo da solo ( circa 2 ore con una persona che ti aiuta) o chiedere a un amico. Te lo fai veramente su misura. Il mio primo PC l'ho assemblato senza nessun problema. Sono molti meno componenti di quello che sembra

Porco Zio

Beh se gli comprano iPhone o Samsung why not

Porco Zio

Se hanno l’iPhone ..... i bambini no , ma adolescenti sono così

Marco Paternuosto

Ti ringrazio ma allora che fare? Bisogna andare per negozi in cerca di chi ti assembla il computer?

consigliare un preassemblato non lo farei neanche al mio peggior nemico (soprattutto economico da catena). ne ho aperti un paio e avevano certi componenti da rizzare i capelli tra cui alimentatori da discount

pietro

Questo é ancora un altro discorso...legato comunque al gaming in generale. É una bruttissima usanza che sta andando ad apportare anche PC e console

Marco Paternuosto

Ciao non ho un badget chiedevo solo la spesa minima e che macchina comprare per andare qualche anno a giocare tranquillamente...non è neanche per me e per mia moglie

DIXON

Il problema non è l’associazione gaming-smartphone ma bensì il fatto che la stragrande maggioranza dei giochi per smartphone siano pensati ad-hoc per spillare quanti più soldi possibili ponendo il videogiocatore davanti a diversi paywall e mezzucci psicologici (che sui più influenzabili porta anche all’acquisto di pacchetti e/o valuta in-game solo per “disperazione”). Personalmente su smartphone ho giocato i Batman della Telltale, il primo Banner Saga, Valiant Hearts e altri giochi simili.

DIXON

Ciao, per fisso non assemblato intendi dire che vorresti consigli su una configurazione? Se si su che budget sei orientato?

Batteria Removibile SuperStar

La batteria è removibile?

Marco Paternuosto

150€ :)

Non è tanto questo; verissimo, i bambini giocano molto con il cellulare, ma qui si parla di uno smartphone da 1000€ (900+accessori) dato a un bambino, capisci bene che non è proprio la normalità.

Infatti il pc Gaming da 2000€ è una follia.
Il pc da 2000€ per il lavoro che funge anche da Gaming no, ma il pc comprato squisitamente per il Gaming è una follia.

Una console.

Anders Ge (f.k.a."usagisan")

Ok, tutto questo per giocare a dei giochi per dispositivi mobili?
Mah!?

Marco Paternuosto

Non mi pare di aver detto chissà che eresia...che consigli come fisso minimo non assemblato

Stefano Passeri

Il problema non è chiamare gaming phone un cellulare, il problema è chiamare gaming i giochi Android...è diverso.

Lupo1

Basico per poter giocare i prossimi anni, che pretese

Marco Paternuosto

Ciao ot : mi consigliate un fisso senza monitor non assemblato ...piuttosto basico per poter giocare per i prossimi anni

Aster

E si (:

IlFuAnd91

Esatto ;)

Steve Firenze

ah grazie, forse si chiama tim iron adesso.

Desmond Hume
Desmond Hume

Almeno si tratta di titoli veri e propri

klau1987

concordo...tutto quelle che c'è di buono (o diciamo il 98%) non è altro che porting di giochi vecchi di 10 anni. allo stato attuale condividendo il 99% dell' hw con tutti gli altri sphone in commercio e non avendo niente di davvero esclusivo questi aggeggi sono non sono niente di più che top di gamma (in alcuni casi nemmeno) tamarri

Ishmael

Candy Crush READY

Gark121
pietro

Anche One e ps4 fanno girare i titoli di oneX ps4pro e PCgamimg da 2000€, ma non vuol dire nulla.

pietro

Che schifo la comodità degli accessori dedicati

pietro

Niente, come oneX e ps4 pro non fanno niente di extra rispetto alle loro versioni base. Fai le stesse cose, ma maglio.

Odino360

mi stai paragonando le deiezioni canine al cioccolato al latte.
non si possono assolutamente mettere sullo stesso piano.
i giochi per smartphone girano perfettamente su uno xiaomi mi5s di due anni fa con snap 820 (usato lo trovi pure a 100 euro) + combo con un controller ipega.
Nintendo dalla sua ha le esclusive, motion controllers e cose del genere... premettendo che non sono un fanboy, la switch manco la possiedo... pero' dai... il gaming phone è una cagata pazzesca!

pietro

Poi cavolo, nessuno ha bisogno del gaming phone come nessuno a bisogno del PC da 2000€ per giocare. Sono prodotti destinati a un tipo di utenza che cerca il massimo, che gioca in competitivo ed ha bisogno della massima prestazione. Però dire che nel 2018 il gaming non é roba da smartphone é anacronistico

PUTinV2

il Twin View Dock è una càgàtà mostruosa per il semplice fatto che è inutile e costa tanto. Uno di sicuro non si mette a giocare mentre guarda un video o addirittura gioca a due videogiochi contemporaneamente...

pietro

Pubg mobile sta facendo record su record...anche perché a fn mobile che ottizzato col fondoschiena (gira su 10 dispositivi in croce) e assente dal play store sta facendo numeri esponenzialmente più bassi di PUBG mobile. Ritenta.

pietro

Switch é un caso a parte ed a maggior ragione ti da idea di quanto sia apprezzato il gaming in mobilità

Orlaf

Che c'entra, anche gli adulti giocano col cellulare...della penitenziaria.

IlFuAnd91

Attivabile da Ho ma non esiste più. Adesso costa 7€

IlFuAnd91

In realtà no. Questo dispositivo è pensato per i "vecchi" che si comprano i portatili gaming e che hanno led rgb anche nel letto.
La sezione commenti di questo blog PER FORTUNA non fa statistica.

Arghit Gruja

Sì, infatti la switch ha venduto come il pane perché tutti la usano con il televisore di casa!
Sono tutti giochi downgradati nelle meccaniche a parte qualche conversione di vecchi giochi ps2

TheAlabek

Ah scusa non sapevo fossi il market manager Asus...qua la gente dice che vale il prezzo di uscita, mica quello svalutato

Google Pixel 3: live batteria (2915 mAh) | Fine 18.55

Recensione Sony KD-55XF9005, Android TV UHD con Dolby Vision ed elettronica top

Samsung Galaxy A7 2018: live batteria (3300mAh) | Fine ore 22:55

OnePlus 6T (3.700mAh): Live Batteria concluso alle 22:50