Recensione Google Pixel 3 XL e confronto con Pixel 2 XL

15 Ottobre 2018 542

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Cos'è l'innovazione tecnologica per voi? Cosa fa la differenza ad oggi nel mobile? Sono domande che mi pongo più spesso di questi tempi e che pongo anche agli altri, cercando di carpire i desideri e le aspettative di noi utenti, appassionati del settore che seguiamo con tal intensità le sue evoluzioni. Ecco, i Pixel di Google sono sempre stati più o meno destinati ad una nicchia di consumatori, vuoi per il prezzo che è inevitabilmente levitato dopo l'era dei Nexus e la presenza altalenante sul nostro mercato.

Aggiungerei una terza motivazione che, fino adesso, ha relegato i Pixel ad una stretta cerchia (almeno dalle nostre parti): il software, con una stock più indirizzata ai 'nerd' che alla grande massa. Questo particolare è tuttavia cambiato negli ultimi tempi, una mutazione che sta facendo convergere tutti i gli altri brand dell'universo Android verso un'unica esperienza di utilizzo. Lo abbiamo visto con Android Oreo 8.x e lo vedremo ancor di più con l'ultima distribuzione Android Pie 9.x. Penso a Sony, primo in assoluto a commercializzare uno smartphone con questo firmware così aggiornato, seppur la casa giapponese sia riuscita a conservare del carattere grazie ad una fantastica personalizzazione dell'interfaccia su Xperia XZ3.

D'altronde il nemico numero 1 è la frammentazione, Google è riuscita quasi a sconfiggerlo con i suoi dispositivi | Android 9 Pie è installato nel 75% dei Pixel | ma la battaglia con i centinaia di brand affiliati a questo OS è ben più lunga. Allineandosi verso un'esperienza più stock sarà tuttavia più semplice ricevere e implementare le nuove release, così tutti siamo più contenti.

Una lunga, lunghissima premessa prima di aprire le discussioni su Google Pixel 3 XL, il nuovo top di gamma della casa di Mountain View che non stravolge le carte rispetto allo scorso anno ma punta a migliorare in ogni comparto. Ci sono riusciti?

SEMBRA UGUALE MA NON LO E', IL VETRO SATINATO FA LA DIFFERENZA

A prima vista vi sembrerà di aver davanti il Pixel 2 XL se lo guardate sul retro, Google ha infatti cambiato molto ma lasciate più o meno inalterate le linee generali. Il lavoro fatto sulla back cover è eccezionale e forse è stata messa fin troppa poca enfasi sul tema, i materiali sono infatti fondamentali e la cura con cui hanno realizzato questa scocca non è certo comune. Siamo davanti ad un unico pezzo di vetro Gorilla Glass 5, sapientemente lavorato per avere una più ampia porzione più rugosa ed una liscia più piccolina, più stretta dello scorso anno e apparentemente identica.

Tra le due finiture non abbiamo tuttavia alcuna discontinuità, alcuno scalino come quello (brutto al tatto) che invece troviamo su Pixel 2 XL (il passaggio tra vetro e metallo si sente eccome in quel caso). Inoltre, il vetro è curvo e continua anche sui fianchi fino ad incontrare il frame metallico, il tutto con maggior continuità, i lati sono infatti più stondati e facili alla presa.

8.7 Hardware
6.2 Qualità Prezzo

Google Pixel 2 XL

Compara Avviso di prezzo

I vantaggi sono quindi molteplici: miglior feedback al tocco, minor peso complessivo, maggior prestigio e ricarica wireless. Tutti elementi che fanno la differenza nel disegno generale e che ho certamente apprezzato.

Per quanto simili, davanti non potrebbero essere più diversi viste le scelte fatte, con doppia fotocamera anteriore e notch per il Pixel 3 XL, ed un magnifico display OLED flessibile da 6.3 pollici che non mostra alcuna debolezza, colori slavati o strane tonalità blu. Resta una particolare attenzione per il comparto audio, con due potentissimi speaker stereo che fanno davvero la differenza e necessitano spazio, una scelta precisa che spiega in breve il perchè di una cornice leggermente più pronunciata sotto.

Sul notch potremmo stare a discutere per ore. Piaccia o no, è al momento quasi impossibile avere delle fotocamere anteriori di tale livello senza affidarsi alla tacca o ad una cornice più ampia (vedi Xperia XZ3). L'unica via d'uscita è la soluzione ideata da Oppo con Find X, seppur ci siano degli evidenti limiti fisici dell'ottica che vanno approfonditi (il modulo mobile ha uno spessore ancor minore, quindi meno spazio per sensori d'immagine e lenti).

Personalmente non amo la tacca ma sono pronto a conviverci, soprattutto se mi apre le porte a due fotocamere anteriori e ad una grandangolare che fa davvero la differenza. Piuttosto, perchè non le vediamo "di serie" su tutti i modelli?

DISPLAY

Grande passo in avanti per il display, sempre OLED ma decisamente più ottimizzato rispetto allo scorso anno. Il pannello flessibile da 6,3 pollici ha una risoluzione QHD+ con densità di 523ppi e form factor pari a 18.5:9, c'è l'Always On e c'è anche la modalità dedicata alla Pixel Stand che lo trasforma in una cornice digitale quando posto in ricarica wireless su questo accessorio.

Tra questo modello e quello dello scorso anno c'è un abisso, oltre a non esserci tutte le problematiche passate abbiamo un pannello ben equilibrato che vanta un delta E di 3, delta E dei colori di 3,29, copertura RGB del 100% e adobe RGB del 90,3%. In condizioni normali tocca i 400 nits di luminosità e leggibilità più che ottima sotto luce diretta del sole.

HARDWARE E AUTONOMIA

Nulla è stato ovviamente lasciato al caso sotto questo aspetto, il chip Snapdragon 845 è il solito fulmine di guerra e ottimo compagno per muovere un top di gamma che si possa chiamare tale. Dunque massime performance, reattività dello smartphone e zero limiti se lo sfruttiamo al massimo delle sue capacità. I Pixel hanno sempre avuto la fama di esser più rapidi e fluidi, cosa che di certo rimane anche per questa generazione.

  • Sistema operativo: Android Pie 9.0
  • Display 6,3 pollici QHD+ (2960x1440)) in 18,5:9 OLED, HDR, 523ppi
  • Processore: Qualcomm Snapdragon 845 octa-core 2.5 GHz + Pixel Visual Core
  • GPU: Adreno 630
  • Memoria: 4 GB RAM LPDDR4x / 64-128 GB storage
  • Fotocamera posterore: 12,2 MP f/1.8 (76°) OIS+EIS, video max 4K @30fps
  • Fotocamere anteriori: 8 MP f/2.2 wide (107°) + 8 MP f/1.8 (75°), video a 1080p @30fps
  • Connettività: 802.11 a/b/g/n/ac Wi-Fi (5 GHz), Bluetooth 5.0, NFC, GPS/Glonass/Galileo/BeiDou, LTE-A cat 16 4G+ (fino a 1Gbps), USB Type-C, single SIM, supporto di eSIM
  • Batteria: 3.430mAh / ricarica wireless Qi e caricabatterie rapido 18 W/2A
  • Altro: lettore impronte posteriore, Active Edge, sensore di prossimità, luce ambientale, accelerometro, giroscopio, barometro, magnetometro, sensor hub
  • Dimensioni e peso: 158 x 76,7 x 7,9 mm / 184g / certificazione IP68
  • Colori: Bianco, Nero e Rosa
  • In confezione: adattatore da USB-C a 3,5 mm, cavo USB-C a USB-C, Auricolari USB-C Pixel

Più che gradevole il gaming, grazie agli ottimi presupposti hardware (CPU, GPU, display e audio) possiamo tranquillamente dire che è uno dei migliori smartphone per giocare, esclusi ovviamente i modelli di categoria (vedi ROG Phone). Purtroppo ho avuto qualche piccola difficoltà a reperire alcuni titoli come Asphalt 9, ma non vi preoccupate, il motivo è legato alla sola tempistica anticipata con cui noi stiamo provando il terminale. Tutto sarà aggiornato e rivisto in tempo per il lancio commerciale di inizio ottobre.

Sblocco con il sensore d'impronte più che rapido, come al solito, posizionato bene nel retro ma lasciato decisamente solo. Google non ritiene abbastanza sicuro il riconoscimento del volto e su questi Pixel 3 non l'ha integrato, non c'è. Personalmente la vedo come una mancanza non da poco, soprattutto se pensiamo che la concorrenza fornisce già sblocco con il volto, lettore d'impronte sotto al display (Mate 20 Pro e OnePlus 6T in arrivo) e scansione della retina. Qual è quindi la verità? Davvero sono così poco affidabili gli altri metodi appena citati?

Non abbiamo una risposta certa a questo quesito, seppur sarebbe molto importante saperlo. D'altronde Google fa scuola con i suoi prodotti e, seppur non ci attendessimo un lettore d'impronte sotto al display, le loro parole hanno un peso più che importante. Dunque, se il product manager dei Pixel mi risponde che solo con questo metodo (presente sui Pixel 3) sono sicuri al 100% allora tendo a crederci, e magari diffidare degli sblocchi istantanei con "mezza guancia" di qualche partner più spregiudicato.

Autonomia di tutto rispetto, sono 3.430 mAh e qualcosa in meno rispetto allo scorso anno, seppur l'esperienza finale sia praticamente la medesima. Sotto stress ha retto benissimo (vedi Live Batteria qui sopra), e in condizioni normali mi ha portato tranquillamente a fine giornata, arrivando anche oltre. Comodissima poi la Pixel Stand, peccato costi 79€.

FOTO E VIDEO

Fotocamera che non cambia molto rispetto al passato, anzi, la principale posteriore vanta il medesimo sensore d'immagine da 12,2 MP con apertura f1.8 e le differenze con la passata generazione non sono poi così evidenti. Non è certo un male visti i risultati ottenuti dal Pixel 2 XL, tuttavia si notano di giorno delle tonalità più calde e piacevoli per il nuovo arrivato ed un livello di dettaglio molto alto.

Benissimo l'HDR+ come possiamo vedere nel primo scatto.

Notevoli le macro, con background ben sfocato e conferma che anche una singola fotocamera può fare la differenza con l'ottica giusta e le dovute ottimizzazioni software. Stessa considerazione anche per le foto ritratto.

Vi mostro adesso uno stesso ritratto realizzato con Pixel 2 XL e Pixel 3 XL, a seguire il loro crop.


Non mi soffermo molto sulle foto in notturna, vi lascio soltanto qualche esempio come quelli mostrati già qualche giorno fa, siamo in attesa dei prossimi aggiornamenti software che miglioreranno l'esperienza d'uso.


Fotocamere anteriori che fanno davvero la differenza, sono due e sono entrambe da 8MP, ma basta un doppio tap su display per scambiarle e godere di un campo visivo più ampio di ben 107°.



Infine ci sono i video, sempre ben stabilizzati, sia otticamente (OIS) sia elettronicamente (EIS) anche alla massima risoluzione 4K a 30fps. Bene anche lo slow motion a 120fps a 1080p.

AUDIO

L'altra sera stavo stendendo i panni in balcone e ho pensato bene di guardare un video su YouTube appoggiando il Pixel 3 XL su un supporto, dunque diretto verso di me. Ad un certo punto, iniziata la visione, ho dovuto riprendere lo smartphone e abbassare il volume perchè era davvero troppo forte, seppur mi trovassi in un ambiente all'aperto. I due speaker frontali sono tra i migliori e potenti che abbia mai visto e sentito, superano qualsiasi dei concorrenti che ho a disposizione (ovvero quasi tutti i top di gamma 2018).

Un vantaggio evidente per chi ama il gaming, visto oltretutto che i due speaker sono frontali e non vengono coperti dalla mano quando teniamo il dispositivo in landscape. La qualità audio è eccellente, il volume massimo è circa il 20-30% in più rispetto al Pixel 2 XL, oltre a risultare più limpido, carico di più frequenze e complessivamente più ricco. Certamente più completo, un vero passo in avanti su cui Google non ha messo l'accento in fase di presentazione a Londra (e New York).

SOFTWARE

Android Pie 9.0 nella sua massima espressione, con piccoli ma decisivi elementi che cambiano completamente l'esperienza d'uso. Penso alla navbar, completamente rivista e rivisitata in chiave 'swipe', con movimenti che cambiano e aprono le porte verso un utilizzo più fluido e - passatemi il confronto - più vicino alla diretta concorrenza iOS. Non posso andare troppo nel dettaglio su certi elementi perchè mancano ancora degli aggiornamenti in vista della commercializzazione. Lo faremo nel corso della recensione del più piccolo Pixel 3 nelle prossime settimane.

Bene quindi la navbar, meno la gestione del notch quando lo si vuol disattivare. Mi spiego: tramite le opzioni sviluppatore si può infatti uniformare la cornice in alto con la tacca, così risulta tutto nero grazie al display OLED. La cosa è già possibile anche su altri modelli con il notch, tuttavia in molti dei casi è possibile mantenere su quella porzione nera le notifiche, così da ottimizzare gli spazi. Sui Pixel 3 no, quindi eliminare la tacca significa far scendere tutto di circa 1 centimetro.

Seppur mi piaccia molto l'idea degli swipe sulla navbar non trovo perfetta la differenziazione tra l'apertura del drawer (accesso a tutte le app) e il multitasking, spesso mi rimane 'incastrato' in quest'ultimo visto che il movimento è il medesimo. Per accedere alle applicazioni bisogna semplicemente continuare più in alto il movimento, ma non spesso è così scontato.

La novità interessante è ovviamente la categoria "Benessere digitale", ancora in Beta ma già utile per capire quali siano le nostre abitudini e software più utilizzati. Un ottimo spunto che apre le porte di un maggior autocontrollo su mobile, magari non appena saranno disponibili più informazioni, report e schede. Sarebbe ad esempio utile avere una 'vista' settimanale o mensile, con grafici e consigli, anche per diminuire ad esempio i consumi energetici di certe app.

Magari trascorro mediamente 1 ora sul browser Chrome che consuma "X", e decido di provare Firefox che con lo stesso tempo di utilizzo consuma meno ("X-Y"). Giusto per dare un'idea del tipo d'implementazione che vorrei vedere in questa sezione.

CONCLUSIONI

Google ha migliorato in tutto il Pixel 3 XL, seppur rimanga qualche piccolo neo come la mancanza dello sblocco con il volto e un prezzo indubbiamente alto di partenza pari a 999€. Materiali convincenti ed eccellenze qua e là che Google ha mantenuto in sordina: penso al comparto audio su tutti, con audio complessivamente migliore rispetto anche al Sony Xperia XZ3, Galaxy S9+ ed Apple iPhone Xs Max.

Non è di certo il più bello di tutti ma credo sia stato anche maltrattato fin troppo, il retro è infatti particolarmente curato e il monoblocco in vetro a diversa lavorazione riesce a dare un non so che di unico al terminale. Fotocamere anteriori che fanno la differenza e proveremo a cospetto di tutti gli altri top di gamma in commercio. Pixel 3 XL va dritto al sodo e lo fa già bene, seppur siano in arrivo alcune chicche software che non vediamo l'ora di provare.

VOTO 8.7*

*Nota: si tratta di una prima recensione alla quale seguirà un ulteriore approfondimento in seguito agli aggiornamenti in arrivo, abbiamo ribadito la cosa nella video recensione e la ricordiamo anche qui. Ci sono diverse funzionalità che arriveranno soltanto a ridosso della commercializzazione, torneremo sull'argomento con la recensione del più piccolo Pixel 3

PRO E CONTRO

FOTOCAMERE ANTERIORIMATERIALI E FINITURESTABILIZZAZIONE VIDEOBOKEH FOTO
PREZZONO SBLOCCO VISONO MICRO SD (DATO CHE LA MEM. MAX E' 128GB)NOTCH VISTOSO
VIDEO

Google Pixel 3 XL è disponibile online da Amazon Marketplace a 1,153 euro. Per vedere le altre 3 offerte clicca qui.
(aggiornamento del 11 novembre 2018, ore 01:01)

542

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Imparalo tu l’italiano. Fate i professori con Google...devi imparare anche a fare le ricerche professore di stocaz..

Francesco Dongiovanni

Infatti

Frankbel

Da comprare esclusivamente nel colore Not Pink.

Jake11

Ripeto, a me piace, e penso di non essere l'unico. E di certo non mi piace perchè l'ha fatto apple, non sono chiaramente un apple fan

Condiloma Peperlizia

Certo, ma io faccio una valutazione del prodotto indipendentemente dalla vendita. Tra l'altro una domanda mi sorge. Va bene per apple, samsung e huawei che vendono moltissimo, ma lg, sony, htc, ecc.. invece di proporre qualcosa che compensa le mancanze degli altri a prezzi convenienti, fanno uguale e continuano a "non vendere". E il bello che i vari CEO saranno pagati una fortuna per lavorare col deretano. Mah..

Paul'S

leggi bene (dopo aver comunque premesso che 1000 € e oltre per questi dispositivi sono inaccettabili) non ho mai difeso le mancanze dei costruttori, ma solamente il fatto che se per più di mezzo mondo va bene così, per chi invece vuole certe caratteristiche, la vastità del "parco android" permette ancora un certo margine di scelta rispetto ai pixel/nexus

Condiloma Peperlizia

Quindi se non li offre apple allora è cosa buona e giusta? Oggettivamente l'iphone fa anche più schifo dato che ha mancanze a prezzo ancora più alto. Che poi la gente si faccia abbindolare dal marketing e compri ugualmente è un'altra cosa. Anzi è proprio colpa di questi elementi se le aziende producono dispositivi incompleti.

Giamma

Si per quanto riguarda lo squueze, ma per il resto è un pixel 2xl con schermo migliore :)

Paul'S

dire che un telefono è un "schifo" (cit.) perchè mancano microSD, led e jack audio quando non li offre neanche la fascia altissima di Apple e anche altri costruttori android

Condiloma Peperlizia

Ragionamento che fa acqua. La tastiera fisica toglie una grande porzione di schermo, mentre una microSD è solo un valore aggiunto che non toglie nulla al resto.

MattiaA7X

Nah non mi convince. Non sono d'accordo col giudizio. Considerando il prezzo , credo che ci sia di meglio nel panorama Android. Trovo più interessante il "piccolo" a questo punto , almeno ha dalla sua la maneggevolezza. Secondo la mia opinione, anche se conta poco.

Condiloma Peperlizia

No io sto facendo una valutazione oggettiva di quello che offre un prodotto "smart" di fascia alta che è un'altra cosa rispetto alla questione "vendita".

Benedetto

Brevetti HTC credo ma non ne sono sicuro.

Paul'S

stiamo facendo valutazioni in base al mercato attuale... stop
i super smartphone senza led, microSD e jack audio vendono?

Condiloma Peperlizia

Ma si il jack togliamolo perché tanto lo tolgono tutti. La microsd pure. Togliamo anche lo schermo, tanto per quello che se ne fa la gente... Xd

Paul'S

ti do ragione solo sui sistemi di sblocco ... l'autonomia per quel poco che si è visto NON è inferiore ad un note o ad un qualsiasi iPhone
e comunque in fascia alta, a fine giornata devi sempre ricaricare, non c'è storia

Paul'S

premesso che 1000 euro non li vale nessuno (e con alcuni top con i prezzi di listino li stiamo anche superando) ... comunque: display di fascia alta c'è, il jack audio lo stanno togliendo quasi tutti i top (escluso samsung/lg), la micro-sd su apple non è mai esistita, eppure iphone vende da paura, no led notifica idem oltretutto rispetto ad altri telefoni hai un ottimo AOD che, ti assicuro perchè ho 2XL, è molto meglio del led
l'unica "feature" mancante ma forse utile è lo sblocco con il volto, che però è da evitare se non lo implementi come ha fatto apple

Paul'S

vero ... ho 2XL dopo infiniti top è "la pace dei sensi"

maxfkt

Ciao Montix...che voglia che hai a stare a perdere tempo con questi 4 maramao imbibiti fino al collo e marchiati a caldo Samsung ed Apple....il pixel 1 e soprattutto il pixel 2xl, nell'uso quotidiano a 360 gradi fa il pelo e contropelo a tutti gli ultimi Samsung ed Apple che siano. Te lo garantisco, ma quindi si fse.amo alla scheda tecnuca w sparano a zero ..sono poveracci. Complimenti per la laurea se ho capito bene dalle storie su ist ....

MiniPaul

in Italia, di solito, soltanto online.

andrews90

Sapete se i Pixel verranno venduti anche negli store fisici o soltanto online?

Bender l'onesto

mettere no sd come punti a sfavore nel 2018 è uguale a mettere no tastiera fisica

an-cic

Nessun burn in perché lo schermo oled spegne i pixel, però poi avrai quella fascia in cui i pixel saranno "più nuovi" e quindi facilmente più brillanti del resto dello schermo

Lorenzo Cot

Concordo

an-cic

sei tu che fai una media di due aspetti cercando di portare il risultato dove vuoi tu quando in realtà il pixel (sia 2 che 3) è più veloce di op6 ad aprire le app (e non solo)... quindi come ti ho detto prima, la tua è una parziale verità.

PS: sei il primo al mondo che consiglia i cellulari in base al numero delle app che tiene in memoria

Condiloma Peperlizia

Stai cercando di raggirare male l'argomento. Qui non si tratta del mio o del tuo utilizzo, ma di quello che oggettivamente possono potenzialmente arrivare a fare i dispositivi. Un op6, uscito da 6 mesi e a metà costo, riesce complessivamente ad essere più prestante di un pixel 3 xl grazie al maggiore quantitativo di ram. Tra l'altro da come hai modificato la questione si potrebbe dire che per 3 o 4 apps in memoria ti bastava e avanzava uno xiaomi redmi note 5 da 190€. XD

an-cic

quello che dici tu non è un dato oggettivo, io ad esempio non ho mai più di 3 o 4 app in memoria ed anche con 4 gb di ram non ho ricaricamenti, quindi per il mio uso il pixel è il telefono nel complesso più veloce.

come ti avevo già fatto notare prima quindi, quello che hai affermato è solo parzialmente vero

Condiloma Peperlizia

Nell'insieme (ottimizzazione + ram) rimane il più fulmineo perché a ciclo completo è il più veloce. Quindi non è parzialmente vero, ma è vero. ^^

Odino360

si ok, ma un punto negativo per il notch vistoso quando poi c'è anche la versione normale? poi come mai tutte le recensioni parlano solo dell' xL?

an-cic

e quindi come avevo detto io è solo parzialmente vero ;)

Condiloma Peperlizia

Sul display potrei anche aver sbagliato, ma sul resto no. L'autonomia non è in linea perché dalle varie recensiori arriva a sera con residuo basso. Lo sblocco del volto anche per me non ha utilità, ma se parliamo in modo oggettivo è una tecnologia che altri di fascia alta hanno e quindi per stare in linea va messo. Lo sblocco sul retro è fastidioso ogni volta si vuole utilizzare lo smartphone mentre è appoggiato e infatto lo stanno pian piano implementando direttamente nello schermo. Il pixel dato il costo avrebbe dovuto fare altrettanto (come i vari op6t e mate 20 pro che tra poco usciranno). Questa è obiettività, mentre acquistarlo con quei difetti è soggettività.

Condiloma Peperlizia

E' ottimizzato come un sony e un po' meno di un pixel, ma compensa con la ram in più dove riesce a sorpassare i vari cicli di app quando esse vengono richiamate. In più oneplus offre delle gesture molto più comode.

Condiloma Peperlizia

Nei video che ho visto io op è simile al sony nell'avvio, (e un po' più lento del pixel 3), ma poi colma il gap e vince col richiamo delle apps, grazie proprio a quei 4gb di ram che sia sony che google non hanno voluto mettere.

an-cic

Cioè?

Benedetto

Direi che c'è molto di HTC in questo Pixel!

Mughen

volevo interrompere la frase "a ruota tutti devono fare cammellate" con l'inserimento del fattore notch che a ruota tutti hanno copiato subito dopo apple

Damiano Valdameri

Esatto :)

Damiano Valdameri

Ci mancherebbe! ;)

Damiano Valdameri

Costa abbastanza, dichiarando che contiene batterie, il cui valore è basso, si evitano dazi doganali elevati

an-cic

certo, quelle variano da stato a stato

Bio'

Allora attendo la vendita ufficiale in Italia così non avrò problemi con l'assistenza , grazie per l'informazione

Damiano Valdameri

Prezzo di listino senza sale tax..

Damiano Valdameri

Per il pixel 3, 64GB $870, ($799 + sales tax).
In euro credo sia circa 750/760€

an-cic

il problema è la spedizione

an-cic

799 - 899 pixel 3 64-128gb
899 - 999 pixel 3 xl 64 - 128gb

Bio'

Io sono interessato, a quanto ammonta il prezzo del pixel 3?

Damiano Valdameri

Vivo a NY, se interessati posso spedire da qui. Il telefono è davvero valido e credo lo affiancherò al mio iPhone

an-cic

non essere a livello significa essere più scarso... quindi anche adesso confermi che secondo te è più scarso. peccato però che nelle sue conclusioni displaymate abbia detto invece che:

"tra i 3 costruttori (apple, samsung e google) non c'è un display migliore dell'altro in quanto oguno prevale in alcuni aspetti e perde in altri. tutti e 3 però meritano di far parte dell'olimpo perchè le differenze rilevate rientrano nel campo del non percettibile ad occhio umano."

Quindi no, la differenza tra 400 e 600 nits non la noti ad occhio nudo perchè la riflettanza è talmente bassa (valore record mai registrato) che non fa notare quella differenza se non con gli strumenti.

poi ripeto, tu hai la tua opinione, ma se permetti la loro oltre ad essere molto più autorevole è anche suffragata da test di laboratorio. tu neanche hai visto il telefono

Edoardo Giuffrida

dai video su youtube mi risulta veloce quanto un sony e di certo il pixel con andori stock se la gioca in velocità

Google Pixel 3: live batteria (2915 mAh) | Fine 18.55

Recensione Sony KD-55XF9005, Android TV UHD con Dolby Vision ed elettronica top

Samsung Galaxy A7 2018: live batteria (3300mAh) | Fine ore 22:55

OnePlus 6T (3.700mAh): Live Batteria concluso alle 22:50