Google Assistant: arrivano negli USA i colori per identificare le varie voci

11 Luglio 2018 24

Google Assistant sta ricevendo negli Stati Uniti un aggiornamento lato server che permette all'utente di identificare con maggior facilità tutte le voci a disposizione (come abbiamo visto nel corso del Google I/O 2018 sono otto in totale, sei nuove e due preesistenti) usando i colori. Quando si entra nella relativa pagina di selezione, la schermata sarà così:

Google ha spiegato che i colori sono stati scelti in modo tale che non rinforzino stereotipi di genere, intonazione o accento (esempio banale: rosa per la voce femminile). La società ha comunque precisato di essere disposta a correggere il tiro qualora l'idea sortisse effetti opposti a quelli desiderati.

La distribuzione della funzione è già iniziata per tutti gli americani che usano Assistant in lingua inglese, e dovrebbe completarsi entro fine settimana. Nessun aggiornamento circa l'arrivo delle voci al di fuori degli USA, purtroppo.

L'iPhone più potente di sempre con il design più classico di sempre? Apple iPhone 8, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 586 euro oppure da ePrice a 658 euro.

24

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
qandrav

"Italpetrolcemetermotessilfarmometalchimica "

eheheheh

giuseppe9000

Allora smettetela di fare la lotta a corruzione mazzette e raccomandazioni, la Italpetrolcemetermotessilfarmometalchimica andava avanti con quelle cose.

qandrav

beh ascolta aveva:
1 contratto tempo indeterminato
2 casa di proprietà (partecipa a riunione condominiale quindi non è in affitto)
3 auto di proprietà

non era poi messo cosi male XD

Ulisse Orsato
giuseppe9000

non fa niente

tonyX86

Che fosse una questione di marketing non vi erano dubbi. Mi chiedo però se siano così tante queste persone da giustificare queste strategie.

Laevus

Le aziende si adeguano a ciò che fa buon marketing. Sai che fatica che fanno a Google a mettere dei cerchietti colorati (purché no rosa per femminucce e azzurro per maschietti) in una schermata... Sarei curioso di sapere se garantiscono uguale attenzione per la qualità della vita dei loro dipendenti.

tonyX86

Non ho capito cosa vuoi dire

giuseppe9000

maddai e io che pensavo questo si chiamasse stereotipo

a te non da fastidio? bene
ad altri si ma sei tu quello che prova fastidio? male

fregatene

tonyX86

Non mi sembra di aver parlato di stereotipi... Parlavo di gente che si offende se si associa un nome o un colore ad una voce...

giuseppe9000

in fondo siamo tutti cosi

https://uploads.disquscdn.c...

... e mangiare pizza o spaghetti !!

giuseppe9000

di certo nessun italiano.

ghost

Scondo me sarebbe più immediato rosa per una donna, ma la paura di offendere l'universo fa questo ed altro. In attesa di non uscire di casa per paura di pestare le formiche

giuseppe9000

esatto e l italiano deve avere i baffoni, gridare vivaidduce, e suonare mandolino

asd555

"Google ha spiegato che i colori sono stati scelti in modo tale che non rinforzino stereotipi
di genere, intonazione o accento (esempio banale: rosa per la voce
femminile). La società ha comunque precisato di essere disposta a
correggere il tiro qualora l'idea sortisse effetti opposti a quelli
desiderati."

Ecco, ho immaginato l'algoritmo di Google che si fa più o meno questo dialogo fra sé e sé:

"Joe: Ecco i vostri nomi: Mr. Brown, Mr. White, Mr. Blonde, Mr. Blue, Mr. Orange e Mr. Pink.
Mr. Pink: Perché io sarei Mister Pink?
Joe: Perché tu sei un fròcio, va bene?
Mr. Pink: Perché non ci scegliamo noi il colore?
Joe:
Non se ne parla neanche! Ci ho provato una volta, non funziona. Quattro
ragazzi, tutti a litigare per chi si doveva chiamare Mr. Black! Tutti
volevano averla vinta e nessuno che si tirava indietro. Niente, io
decido! Tu sei Mr. Pink! E non se ne parli più.
Mr. Brown: Già, ma, anche Mr. Brown ricorda un po' il colore della mèrda.
Mr. Pink: E Mr. Pink sembra un nome da fighètta. Che ne diresti di Mr. Purple? Mi sembra che va bene, sì, sarò Mr. Purple.
Joe: Tu non sei Mr. Purple. Qualcun altro su un altro lavoro è Mr. Purple. Tu sei Mr. Pink!
Mr. White: Che ce ne frega del nome?
Mr. Pink: Già, per te è facile, tu sei Mr. White, hai un nome da tipo forte. Se per te è uguale chiamarsi Mr. Pink, facciamo cambio.
Joe:
Ehi, qui nessuno cambia niente con nessun altro. Questo non è un
qualsiasi consiglio comunale del càzzo! Sta' a sentire, Mr. Pink; tu puoi
scegliere, hai due possibilità: o fai quello che dico io, o alzi i
tacchi! Allora, cosa scegli, Mr. Pink?
Mr. Pink: Joe, Crìsto di un Dìo, lasciamo perdere, càzzo. Va benissimo, sarò Mr. Pink, andiamo avanti"

(Quentin Tarantino - Le Iene)

camillo777

Il cinese deve essere giallo

tonyX86

Esatto sono più semplici e le possono capire tutti. Inoltre non c'è molto da ragionarci dietro ma solo da indignarsi. Con così poco ci si sente facilmente un intellettuale. Quello che continuo a non capire è come aziende così grandi diano peso a queste sciocchezze. Spesso è capitato che grosse azienda abbiano preso una posizione di fronte ad una questione etica o morale o politica (attirando critiche) e non mi spiego proprio come possano piegarsi, invece, al cospetto di queste sciocchezze.

Laevus

Perché queste battaglie sono molto più facili di combattere e hanno molto più appeal di quelle per i veri diritti: sanità universale, maternità/paternità pagate, equiparazione dei redditi, licenziamento con giusta causa, ecc. Parlo in ottica americana ovviamente, perché è in genere negli USA dove nascono queste battaglie totalmente inutili e molto "social". Così i finti progressisti possono battersi le mani sulle spalle per quanto sono progressisti, vincere battaglie facili, guadagnare visibilità ma, nella pratica, non cambiare assolutamente nulla.

tonyX86

La cosa che trovo ridicole è che questi hanno scelto colori al posto di nomi per non offendere nessuno (e già qua io mi chiedo come possa un nome essere offensivo) ed in più hanno fatto pure attenzione a non associare i colori ad un genere o al colore della pelle. Praticamente sono messe caso. Non riesco proprio a capire cosa ci sia di offensivo nell'indicare una voce femminile col rosa, maschile col celeste o di un afroamericano col marrone o nero (sarebbe la cosa più comoda per un utente che vuole scegliere una vice(ti immagini un ascensore con i numeri messi a caso per non discriminare gli inquilini dei vari piani!)). Io sono assolutamente convinto che la discriminazione sia una cosa seria e tutto ciò non fa altro che ridicolizzare o fare sembrare una stupidaggine il vero problema. Il fatto che una afroamericano abbia la pelle scura che gli si associ quel colore non riesco a capire come possa essere offensivo o discriminatorio

Michele De Nandi

Io scommetterei che quasi sicuramente qualcuno troverà da ridire.

qandrav

"Google ha spiegato che i colori sono stati scelti in modo tale che non rinforzino stereotipi di genere, intonazione o accento (esempio banale: rosa per la voce femminile)."

Non trovo le parole adatte per commentare una cosa del genere (ben inteso la critica è per google non certo per hdblog :) )

Beh che dire, google sa bene come ragiona l'americano medio... beh odd1o più che ragionare si muovono spinti da istinti animaleschi (primitivi)

L'ipocrisia muricans è spettacolare, puoi girare con un m16 in alcuni stati ma non sia mai che il colore rosa venga "accostato" alle donne AHAHAHAHAH sono veramente sottosviluppati LOL

foxlife

metti che ti mette il colore nero/marrone. Qualcuno potrebbe lamentarsi.
A me non fregherebbe

tonyX86

Ma chi, sano di mente, si dovrebbe sentire offeso perché una voce femminile ha un nome femminile o una maschile uno maschile? Questa situazione sta prendendo una piega grottesca è veramente ridicolo che una società come google che sta presentando un assistente vocale debba prendere tutte queste precauzioni e debba mettere le mani avanti contro eventuali polemiche per una cosa così innocua.

Recensione ASUS Zenfone 5Z, Snapdragon 845 fa la differenza

Anteprima Asus Zenfone 5Z: Snapdragon 845 a 449 euro fino a domenica

Nokia 7 Plus: fotocamera Stock Vs Google Camera | Confronto fotografico #GCamMod

Recensione Honor 10 a 399 euro spiazza tutti (anche Huawei)