GarminPay, arriva anche in Italia il servizio di pagamento contactless di Garmin

02 Luglio 2018 84

Garmin ha annunciato l'arrivo di GarminPay anche in Italia. Il servizio di pagamento "contactless" sarà disponibile da domani, utilizzando uno sportwatch Garmin con NFC, a tutti i titolari di una carta di credito Mastercard BNL o Hello bank! BNL Gruppo BNP Paribas ed Hello bank! sono i primo partner di Garmin in Italia.

Garmin compatibili

Gli utenti possono abilitare i pagamenti mobile sul proprio smartwatch tramite l’app Garmin Connect/Mobile. Una volta attivata, si potrà scegliere GarminPay e impostare il passcode di 4 cifre al momento della creazione del wallet che verrà poi utilizzato per gli acquisti e per l'accesso al Wallet sull'orologio. GarminPay permette pagamenti che non superino il tetto massimo di spesa previsto dalla propria carta, senza commissioni bancarie.

La carta di credito Mastercard viene aggiunta nel Wallet utilizzando la scansione con la fotocamera dello smartphone per poi inserire manualmente il resto dei dati richiesti. Una volta abilitato il token tramite SMS, GarminPay è pronto per essere utilizzato.

Prima di confermare ed effettuare un pagamento dal proprio sportwatch viene richiesto di inserire un codice segreto, il passcode, precedentemente impostato nell’app Garmin Connect dall’utente in fase di registrazione della carta di credito, una tantum. Grazie all’accelerometro integrato degli orologi Garmin, ogni volta che ci si toglie l’orologio dal polso, o si disattiva la funzione cardio Elevate la funzione si blocca automaticamente non consentendo alcuna operazione, possibile solo dopo aver inserito nuovamente il passcode. Quest’ultimo sarà inoltre richiesto di default dopo ogni mezzanotte, in modo da accertare che sia proprio il titolare della carta ad utilizzare GarminPay.

Il Wallet può essere impostato dal menu Controllo ogni volta che si vorrà effettuare un pagamento. Se il passcode è stato già immesso per la prima volta si potrà effettuare immediatamente un pagamento utilizzando l'ultima carta utilizzata. Sarà anche possibile registrare più di una carta da scegliere nel momento dell’acquisto.

Una volta concluse le operazioni di pagamento, con un segno di spunta verde in caso positivo o un simbolo X rosso in caso di mancato pagamento, e comunque dopo 60 secondi che il Wallet è in modalità di ricerca POS, la funzionalità NFC verrà disattivata per motivi di sicurezza, e all'utente sarà mostrata la schermata orologio predefinita.



84

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Antonio Guacci

Evidentemente sì, visto che lo han tolto dalla serie FR 6xx e non l'hanno mai integrato nei modelli superiori.

persson

https://uploads.disquscdn.c...

persson

evidentemente Garmin nel corso degli anni ha peggiorato e di molto la qualità dei suoi touch, cosa evidentemente non occorsa in casa Suunto.
Il fatto di esercitare una certa pressione è del tutto normale, nel senso che è proprio la norma, i touch di Garmin erano (e spero, sono) pensati per essere utilizzati nelle condizioni che ti ho descritto prima, sono ben differenti dai touch degli smartphone, Garmin è chiara su questo, sul manuale di uso e manutenzione c'è testualmente scritto:
"Il touchscreen dell'unità Forerunner è diverso dalla maggior parte dei dispositivi mobili. Il touchscreen è stato progettato per essere utilizzato con la punta delle dita. Il touchscreen è ottimizzato per impedire tocchi accidentali durante la corsa. NOTA: per selezionare elementi e cambiare pagina, è necessario premere o scorrere con decisione. Fare pratica con il touchscreen prima di iniziare una corsa"
Quanti secondo te leggono i manuali di uso e manutenzione e quanti invece, nel corso di questi anni sono corsi a blaterare sciocchezze sui forum spacciandosi per dei guru?
Io al rientro da ogni allenamento lavo sempre i miei 610, ed anche sotto lo scroscio dell'acqua corrente il touch funziona alla perfezione.
Sono io ad essere così enormemente fortunato da possedere i soli 4 tuochscreen funzionanti mai prodotti da Garmin?!?! bho...

persson

mha, questa è situazione totalmente differente da quelle prese in considerazione da te prima, cmq plausibile.
li siamo ai limiti estremi del running (per il mio punto di vista saremmo anche fuori...) e quasi completamente nell'alpinismo e se fai certe attività è implicito che devi conoscere bene i luoghi e tutte le variabili del caso e quindi dovresti anche saperle valutare, se così non fosse saresti un pazzo. è cmq possibile che nulla si possa prevedere ... in quel caso un telefono potrebbe far comodo... ma poco, dato che spesso in certi luoghi e date le condizioni meteo in caso di necessità non penso avresti una gran copertura... il contact-less invece resterebbe totalmente inutile.
in conclusione? secondo me, in quel caso o ti senti sicuro anche con un Forerunner 101 o conviene che ti prendi un InReach ;-)

ice.man

il saggio dice: "spera per il meglio, preparati al peggio".
poi tutto dipende da dove corri. se corri in montanga per sentieri ci vuole un nulla perchè le condizioni meteo si stravolgano e ti debba magari rifugiare in baita.

Antonio Guacci

Il Vivoactive 3 Music con le mani sudate dopo mezz'ora di jogging mi dava problemi: reattività del display bassa, dovevo premere forte e anche così perdeva uno swipe su 3.

Sott'acqua, il touchscreen non va.

Ho reso il VA3M dopo una settimana e ho preso un Forerunner 645M: ormai sono quasi 3 mesi di utilizzo quotidiano e sono soddisfattissimo.

persson

perchè, che problema avrebbe il touchscreen?
utilizzo da anni il 610, e ne possiedo ben quattro proprio perchè lo reputo il forerunner più efficiente e meglio costruito di sempre, e con tutti e quattro mai, e dico mai, avessi avuto il minimo problema con il touch, sempre efficiente e preciso in ogni condizione, pioggia lieve, sotto al diluvio, con la neve, con mani sudate, con guanti.
Mi vengono le forze di stomaco a vedere gli attuali forerunner e pensare di dovermi muovere tra i menu con quei ridicoli tasti fisici.

persson

15 anni che corro, uscito ed esco sempre, compresi i lunghi da 38km, senza mai un centesimo o un cellulare con me... e eccomi! miracolosamente sono ancora qua sano e salvo!!! mi cascano le braccia a leggere certe idiozie, compresa quella del latte, ottimo momento, in braghette e sudato marcio, di fermarsi al supermercato o in qualsiasi altro negozio...
Podisti della domenica, siete solo mezzepippe da Apple watch, altro che Garmin... ma Garmin ormai ha capito che nel mondo ci sono tantissime mezzepippe e sempre meno atleti e così si adegua con questi obrobri.

Danilo

Io usavo il cavo e Garmin Connect Mobile e Garmin Express da PC per gli aggiornamenti e per sincronizzare le attività.. Usavo questa tecnica anche per scaricare Watchfaces, Widget e nuove App.. L'unica cosa che non potevo fare era ricevere notifiche dallo smartphone, proprio perchè non ero connesso via Bluetooth a quest'ultimo.. Per il resto lo utilizzavo come stand Alone per raccogliere tutti i dati che poi riversavo su PC e sul mio account Garmin ogni 2 o 3 gg

Giovanni Vaccaro

Lieve OT: gli Apple Watch hanno già questa funzione con qualche banca?

Luciano

Il negozio non deve supportare nessuno servizio, deve avere semplicemente un pos contactless

Antonio Guacci

Le banche sono le prime a vedere fino all'ultimo centesimo di percentuale o di commissione: se non trovano l'accordo con chi offre la piattaforma, non c'è "partnership".

Alessandro Iovino

Però anche le banche si devono dare una mossa in Italia... due istituti in croce con tutte le banche che ci sono!

Antonio Guacci

Ma neppure io ho mai usato come smartwatch i miei Garmin: giusto la connessione a fine giornata per visualizzare tutti i dati e statistiche.

...Anche perché è poco pratico: tra sollevare il braccio per guardare lo sportwatch o sfilare lo smartphone, in caso di notifica, poco cambia e per me è preferibile la seconda opzione (visualizzazione completa della notifica e immediatezza dell'interazione con essa).

...Comunque è un discorso fuori luogo a mio avviso: se ci fosse un Forerunner/Fenix abilitato (o abilitabile) alle chiamate, è secondo me scontato che i più ne abuserebbero (con la scusa che sono usciti senza smartphone). Conclusione: rientrerebbero a casa col Garmin ormai spento.

ice.man

parli con uno che usa un Fenix SOLO come sport watch, nessuna notifica smartwatch e la connessione col telefono la attivo SOLO i 2-3 minuti necessari per trasferire i .GPX sul Fenix o far l'upload degli allenanamenti

Antonio Guacci

E io ti faccio notare che ho già espresso la mia opinione in merito: la SIM è meglio che non sia attivabile, ma solo fruibile per mandare messaggi di testo o vocali preimpostati in caso di REALE emergenza.

Una SIM attivabile a piacimento porta automaticamente a un abuso della stessa, è nell'umana natura. Conseguenza prevedibile: uno sportwatch che si spegne a metà escursione.

Un Nokia dei tempi andati non aveva né sensoristica né software tanto complessi quanto quelli in uno sportwatch: ipotizzo che dall'attivazione dell'ipotetico modulo telefonico, un Garmin morirebbe dopo non più di un paio d'ore di utilizzo.

Le tue stime sono secondo me esageratamente ottimiste: ho provato con mia mano che già solo il riproduttore musicale attivo consuma il 20-25% di batteria all'ora (con tutta la sensoristica attiva) e un 12-15% orario in semplice modalità orologio. E parliamo di una semplicissima (e parca) connessione Bluetooth.

ice.man

ti faccio notare che è dal PRIMO post che ho specificato che il modulo telefonico dovrebbe poter essere attivato SOLO al bisogno che si presume essere di emergenza e quindi molto raro
Se hai qualche anno ricorderai come prima degli smartphone always connected con display da 5 e piu pollici.....potevi tranquiallamente contare su una settimana di autonomia su un NOkia con 3G e batteria da 800mAh
il Fenix 5x ne ha 430mAh.....non credo che attivare il modulo telefonico per 1-2 ore giusto per fare una chiamata e attendere di essere ricontattati per "coordinare i soccorsi" possa drenare piu un 5-10% di batteria nel peggiore dei casi
una copertura solo GSM/EDGE sarebbe piu che sufficnete per telefonare e scambiare SMS, E tra l'altro il gsm è l'unico che se ti va bene prende quando sei in alta montagna

Mastro Tracco

mai trovato un pos nfc in cui non andasse Apple Pay, sono da aggiornare solo i vecchi pos e una volta aggiornati funzionano con tutti i sistemi, non è necessario un firmware specifico per il servizio, se va nfc va anche Apple Pay e simili, se no non va proprio nfc

Mastro Tracco

ma che non c'entra nulla con Apple Pay o samsung Pay (che comunque ha), il vantaggio di Apple Pay e samsung Pay e che basta un tocco per pagare, se devo aprire un app, andare nella funzione e poi pagare... be prendo il portafoglio...

Antonio Guacci

Certo, ma una cosa è il GPS/Glonass/Galileo, un'altra è aggiungere connessioni GSM/EDGE/GPRS/UMTS 3G/HSDPA/HSUPA/LTE che variano tantissimo i consumi anche in base alla copertura (spesso indecente).

...Ho appena reso un Vivoactive 3M dopo un solo giorno di utilizzo (causa poca sensibilità del touch a mani molto sudate), il quale per me aveva già un'autonomia limite; ho ordinato un FR 645 Music in sua sostituzione e già non riesco a smettere di storcere il naso continuando a pensare che ha un'autonomia minore del VA3M con musica attiva: un Garmin con autonomia ulteriormente ridotta mi farebbe letteralmente vomitare.

ice.man

considera che a parità di batteria il nuovo modulo GPS ha praticamente raddoppiato l'autonomia sul Fenix 5x PLUS rispeto al precedente 5x
e un ulteriore taglio dei consumi arriverà col supporto al GPS dual-band di Galileo (non presente purtroppo nemmeno sulla nuova serie PLUS)

ice.man

Ho ben presente, sono passato per Fenix3HR e 5x
e ho anche ben presente le pecche e gli infiniti bug che saltano fuori ad ogni aggiornamento del firmware o della app connectMobile
Detto questo il futuro è li
esattamente come hanno integrato NFC e musica.....tempo 2 anni dovranno integrare un modulo telefonico per "chiamate di emergenza" (=non necessariamente per chimare il 118, ma appunto da usare solo in caso di necessità e quindi potrebbe essere anche un po scomodo da usare)

Antonio Guacci

Può anche starci, ma come ti ho scritto nell'ultima risposta solo come SOS: un Fenix che non offra ottima autonomia in tracking completo (tipo in escursione) verrebbe snobbato anche dai già utenti Garmin (che già ora sono una nicchia).

Antonio Guacci

Inizia a diventare tutto poco pratico così.
Non so se hai presente il software dei Garmin: è tutto incentrato sull'attività fisica e già così ci si perde, accedere/spegnere o impostare nella modalità che si vuole i vari sensori richiede ogni volta il suo tempo; aggiungere ulteriori comandi per la connettività sarebbe un delirio per l'utente.

...L'unica soluzione che troverei ragionevole è questa: una SIM "dormiente", un tasto dedicato per l'SOS, in caso di malore o incidente premere quel tasto e tramite SIM inviare il messaggio di soccorso preimpostato con le coordinate GPS del luogo dove ci si trova.

Ahahahahah samsung....

ice.man

p.s. la mia scommessa è che la eSIM arrivi con Fenix_6 tra un paio di anni

ice.man

esattamente come puoi attivare/disattivare la comunicazione con la app presente sul telefono, dovreti poter attivare il modulo eSIM e il relativo sottosistema software solo quando vuoi tu (ossia quando ti serve)
il microfono eventualmente potrebbe essere sostituito dagli auticolari BT

Antonio Guacci
ice.man

la soluzione è usare il dettato vocale (accontentandosi del risultato a volte approssimativo)

Antonio Guacci

...Anche perché, a parte nei Vivoactive, quel display da 1.2" non è touchscreen (per fortuna).

Antonio Guacci

Lo standard che chiedi c'è già: l'NFC.
...Che poi una banca decida di essere partner di Apple, Samsung, Garmin o Vattelapesca, tagliando fuori gli altri produttori, è tutt'altro discorso.

ice.man

centra che se vai a correre e ti succede qualche imprevisto puoi pagarti un the caldo, un biglietto del bus, un taxi...senza bisogno di uscire col bancomat o i classici 10E
oppure mentre rientri dalla corsa passi davanti al supermercato e ti viene in mente che sei rimasto senza latte.....già che ci sei lo prendi

.
il futuro è che integrino una eSIM per fare chiamate (o inviare messaggi) di emergenza ("ho preso una storta venitemi a raccattare")
attenzione chiamate/messaggi di emergenza, non per chattare tutto il giorno smadonnando su un display da 1.2"

ice.man

Garmin avrebbe dovuto seguire la strada intrapresa da Google col suo sistema di pagamento
invece di perdere mesi a trattare coi singoli istituti bancari su chi si prende quanta percentuale delle commissioni (come fatto da Apple) , Google si è accordata con PayPAL che gli accordi con gli istituti bancari li ha già stipulati da diversi anni
in questo modo da subito sarà pienamente operativo
A maggior ragione Garmin che è infinitamente piu piccola di Apple avrebbe dovuto scegliere un parner del genere
altrimenti prima che tuttii millemila istituti bancari italiani siano coperti passeranno secoli

Kaiser

Il problema è che le Banche non dovrebbero mettere commissioni sulla transazione, ma semplicemente far pagare un fisso. Così facendo si ridurrebbero le transazioni in cash e aumenterebbe tracciabilità e riduzione dell'evasione.

Ikaro

"se hai apple pay puoi pagare qui qui e qui, se hai Samsung la la e la se hai garmin ancora diverso."
Rispondevo a questo...ripeto lo standard di comunicazione nfc quello è... Quello sulle banche accettate è un'altro discorso, tecnicamente le app possono supportarle tutte però vogliono accordi proprio per decidere quanto guadagnarci ;)

freerider

A parte il pos e l'nfc non so che infrastruttura ci sia dietro, però se tot banche accettano tot pagamenti da app vuol dire che non è cosi standard. Spero di sbagliarmi.

Tax

Mo dimmi che c'entra Garmin con sto servizio

gioboni

Assolutamente no. Per poter accettare pagamenti tramite questi protocolli, anche se il pos già supporta nfc, è necessario un aggiornamento sia del firmware che del software del tereminale, in più il fornitore del servizio deve supportare quel specifico sistema. Capisci da te che se per ogni diversa soluzione serve una specifica catena di compatibilità, la frammentazione è dietro l'angolo.

Jd

Non si possono rifiutare pagamenti elettronici al di sotto di una certa cifra, è illegale. Mettono i cartelli del tipo sotto i 25€ non si può pagare con carta ma è una truffa, puoi pagare anche un euro di caffè con la carta

Ikaro

Non mi pare che i pos facciano distinzione fra le app, lo standard di comunicazione nfc uno è, può essere diverso tra visa e mastercard ma i pos li supportando tutti e due... I problemi sono altri, primo fra tutti i costi di commissione proibitivi (dovrebbe essere un sistema per i piccoli pagamenti ma se su un euro di caffè il commerciante e a volte anche io ci dobbiamo pagare una percentuale ci guadagnano solo loro...)

freerider

Però sti mille servizi tutti uguali proposti da mille produttori compatibili solo con il loro ecosistema e accettati a macchia di leopardo mi hanno rotto il .... se hai apple pay puoi pagare qui qui e qui, se hai Samsung la la e la se hai garmin ancora diverso. Serve uno standard! Un po come il W3C! IoT è tutto un casino, pagamenti smart idem, assistenti vocali per ora tre vediamo quanti ne arriveranno. Non diche che deve esserci un solo attore, anzi io spero in uno standard per far si che tutti si devono adeguare a quello in modo tale che, se voglio usare apple pay, Samsung ecc.. sono sicuro che verrà comunque accetto visto che è conforme ad uno standard. Invece no, andato avanti cosi, quello che si diffonderà maggior mente sopravvivrà, tutto il resto scomparirà e ciao ciao alla possibilità di scelta!

Ikaro

"differenza di diffusione e non solo"
Cioè?

TheAlabek

Sarebbe fantastico

TheAlabek

Chi ha detto che voglio il monopolio?
A chi più mi piace proprio no vista la differenza di diffusione e non solo

Ikaro

1) non te lo ha ordinato il medico
2) a chi più ti piace
3)scambiare il monopolio/duopolio con sistema unificato è sbagliatissimo

Mauro Corti (Sbabba)

I Garmin non hanno una sim, quindi non hanno connessione ad internet. Si appoggiano al telefono via BT per ricevere update, per aggiornare le attività e tutto quanto richieda comunicazione. Ho un forerunner 235 e un 275xt.

IlFuAnd91

Credo nessuno.

Ikaro

Questa, fattelo dire, è una gran axxata, se un pos ha nfc allora accetta sicuro, lo standard di comunicazione è uno...

Danilo

Chi lo dice che non sono stand alone? Ho un vivoactive 3 e l'ho usato per più di 6 mesi senza connessione al telefono visto che avevo un Lumia.

Salvo

Intesa è stata tra le prime a permettere i pagamenti con la propria app già da prima che arrivassero i vari Samsung e Apple Pay

Huawei Ban | Reazioni e conseguenze delle ultime 48 ore: possibile Huawei OS? | VIDEO

Honor 20 e 20 Pro ufficiali: caratteristiche e prezzi | Video Anteprima

Google sospende la licenza Android a Huawei dopo il ban di Trump: reazioni

Recensione Asus Zenfone 6: 5000mAh e Android Stock da 499 euro