HTC: Q1 2018 positivo grazie a Google, ma la situazione resta preoccupante

08 Maggio 2018 11

HTC ha pubblicato i risultati fiscali del primo trimestre 2018, evidenziando un’inversione di tendenza rispetto ai precedenti 11 trimestri in cui l’azienda taiwanese aveva sempre registrato perdite. Il profitto del Q1 2018 (al netto delle tasse) è stato pari a NT$21,1 miliardi, pari a 710 milioni di dollari, le entrate sono state di NT$8,8 miliardi (295,1 milioni di dollari) e la perdita operativa trimestrale è stata di NT$5,2 miliardi (174,4 milioni di dollari).


Nonostante il buon andamento nei primi tre mesi dell’anno, sospinti dalla ratifica dell’accordo da 1,1 miliardi di dollari con Google, per HTC non si può parlare di “fine della crisi”: la settimana scorsa l’azienda taiwanese aveva infatti annunciato i risultati fiscali relativi al mese di aprile, riportando una riduzione delle entrate su base annua del 55 per cento.

Ricordiamo che HTC presenterà il nuovo smartphone top di gamma U12+ il prossimo 23 maggio: vedremo se le specifiche del dispositivo convinceranno gli utenti, contribuendo alla ripresa sul mercato dell’azienda taiwanese.


La riconferma di un'azienda che cerca l'equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T è in offerta oggi su a 479 euro.

11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
maxfkt

Nappo si è trasferito a Taiwan.. è stato assunto da htc per pulire i cessi dell'azienda. A mano libera.

Oliver Cervera

Ne bastano 4 a mio parere. Per tutto il resto sono d'accordo con te :)

Ravenlord

Come specifiche e qualità costruttiva, almeno sui suoi top di gamma, non c’è nulla da dire. Il problema sono gli scarsi aggiornamenti, la mancanza di marketing e l’inesistente reperibilità negli store fisici e nei negozi di telefonia.
Il prezzo, rispetto al passato, è sicuramente inferiore rispetto alla diretta concorrenza, dato che un U11/U11 Plus come prezzo di listino costavano meno di S8/S8 Plus, Mate10/Mate10 Pro e via dicendo. Io l’ho sicuramente preferito (U11) rispetto agli altri top di gamma e sulla solidità e stabilità software è sicuramente migliore, come lo è sempre stata nel tempo, ma in quanto ad aggiornamenti di quei minimi bug e patch di sicurezza, lasciano alquanto a desiderare e, dato che la Sense è stata ridotta ai minimi termini ed Android è quasi stock, pensavo e aperavo che gli aggiornamenti sarebbero stati rilasciati molto più frequentemente e rapidamente, invece siamo ancora fermi ad Oreo 8.0 con patch di Dicembre 2017.
Per il resto davvero nulla da dire. Qualità impeccabile, dimensioni perfette (non sembra un telecomando come S8), display meraviglioso, non ha il notch, ha il sensore d’impronte frontale ed è rapidissimo, la qualità di ricezione e del wifi sono al top, sempre velocissimo e veramente ottima autonomia.
È un davvero un peccato che non siano in grado di migliorare quei pochissimi ma importanti aspetti in cui peccano e non imparano dai propri errori, perchè HTC potrebbe essere tutt’ora il top nel mondo Android. Spero davvero che HTC non sprofondi completamente e che con l’U12, ma soprattutto con i prossimi mid range, diano una svolta significativa, rilasciando aggiornamenti frequenti e repentini, smartphone con rapporto hardware/prezzo giusto (smettendo di usare Mediatek e tagli di memoria da 16GB/2GB) e facendo accordi con la grande distribuzione e negozi di telefonia. Chi prova HTC difficilmente torna indietro e non ho mai sentito una persona delusa dai suoi terminali, soprattutto se paragonati a Samsung, Huawei, LG e Motorola, ma anche con le altre marche, della stessa fascia.
Sarebbero sufficienti 6 smartphone (2 per ogni fascia), fatti come si deve, al giusto prezzo e seguiti davvero a livello aggiornamenti software, un’ottima penetrazione nel mercato, un po di pubblicità ed il gioco è fatto!

Harry

Che peccato... Se l'azienda funzionasse bene come il mio U11 farebbe fior fiore di quattrini... Il problema non è la gamma, ma le scelte sbagliate del passato assieme alla mancanza di marketing.

angel88tx .

Beh ricordiamo che il blocco imposto dagli USA è ridicolo sono i primi a non rispettare le regole ed impongono agli altri

Giallu74

Il problema non è metterlo in vendita il nuovo top di gamma.
È trovarlo a prezzi decenti......
HTC non si svaluta mai e purtroppo è diventato un prodotto di nicchia per pochi intenditori.......

foxlife

Non può più acquistare e vendere(?) in America

Ricky

Dove avresti letto che è spacciata?Per filosofia mi sembra l’azienda più simile ad htc

Vive

ZTE, quella che praticamente è spacciata con tutta la cacca che si sono presi ultimamente, spero ci siano altri acquirenti interessati.

Ricky

Dai zte, che aspetti a comprarla?

Francesco Dongiovanni

Nappo? Comincia su ...vogliamo il tuo commento

Recensione Oppo RX17 Pro: ricarica lampo e super foto notturne

Honor Magic 2 (3.500mAh): live concluso alle 00:02

Recensione Meizu 16th: una piacevole sorpresa

Google Pixel 3: live batteria (2915 mAh) | Fine 18.55