TicWatch Express e TicWatch S: Android Wear anche per correre | Recensione

11 Aprile 2018 105

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Mobvoi ha lanciato da alcuni mesi anche in Italia i due interessanti smartwatch Ticwatch Express e Ticwatch Sport (più comunemente chiamati Ticwatch E ed S), entrambi basati su sistema operativo Android Wear 2.0 e dotati di un'eccellente rapporto qualità/prezzo. Nelle ultime settimane, abbiamo provato entrambe le versioni e alla mia esperienza quotidiana (Lorenzo) si è aggiunta l'esperienza di Riccardo che ha provato il modello S recentemente e che conferma la bontà del prodotto anche per lo sport.

La recensione di oggi è quindi cosi strutturata:

  • parte scritta dedicata al modello Express e al software che è praticamente identito a tutti i wear e TicWatch.
  • parte video dedicata al modello S con tutta la disanima sportiva di Riccardo

Entrambi gli orologi sono disponibili in tre colorazioni, due delle quali particolarmente indicate per l'estate, ad un prezzo ufficiale di 199 euro per la variante Sport e di 149 euro per la Express dal 19 aprile.

DESIGN SEMPLICE E GIOVANILE

Dopo una breve introduzione della gamma Ticwatch, focalizzo l'attenzione sul modello in mio possesso, ossia l'Express. Esso si presenta con un design minimale ma allo stesso tempo curato con scocca interamente realizzata in policarbonato e cinturini standard da 20mm intercambiabili in silicone molto morbido. La prima impressione che ho avuto all'apertura della confezione è quella di un indossabile "fresco", perfetto per i mesi estivi, soprattutto nelle varianti bianca e gialla. Esse, infatti, hanno una cassa semitrasparente davvero curata e ben realizzata. L'unica nota stonata riguarda gli spigoli troppo vivi che a volte possono diventare fastidiosi.

Da non trascurare il peso complessivo decisamente contenuto, pari a 41,5 g, la possibilità di smontare velocemente i cinturini grazie allo sgancio rapido e la certificazione IP67 che garantisce una completa protezione contro polvere, sabbia e immersione temporanea in acqua.


Nel complesso, il Ticwatch Express si tiene bene al polso e potrà essere indossato senza problemi sia per praticare attività fisica, sia durante tutta la giornata. La sua leggerezza e morbidezza fanno quasi dimenticare di averlo al polso.

HARDWARE COMPLETO: GPS E SPEAKER PRESENTI

Da un punto di vista hardware ai Ticwatch non manca nulla, o quasi. Esternamente troviamo un lettore per il battito cardiaco posizionato nella parte a contatto con la pelle affiancato da alcuni PIN magnetici per la ricarica dello smartwatch, un pulsante fisico laterale, situato nella parte sinistra e non a destra dove solitamente lo inseriscono la maggior parte dei competitor, un microfono, uno speaker audio ben nascosto e un display circolare da 1.4 pollici OLED del quale scriverò più avanti.


Al suo interno troviamo un processore MediaTek, precisamente l'MT2601 dual-core da 1.2 GHz accompagnato da 512MB di RAM, dai classici 4GB di memoria interna e da una batteria da 300 mAh capace di garantire un giorno e mezzo di utilizzo con una sola carica, una autonomia in linea con la maggior parte degli Android Wear disponibili in commercio. Non mancano il sensore di prossimità, il giroscopio, l'accelerometro, la bussola e perfino il GPS.

DISPLAY OLED

Il display è una delle migliori caratteristiche dello smartwatch, soprattutto per la nitidezza e l'elevata luminosità offerta. Mettendolo a confronto con altri due Android Wear in mio possesso, precisamente con il Diesel On Full Guard, recensito qualche mese fa, e il Fossil Q Founder di 1° generazione si può notare la netta differenza di luminosità a favore dell'Express. Peccato che quest'ultimo non sia dotato di sensore per la regolazione automatica della luminosità che ci costringe, quindi, ad aumentarla o diminuirla manualmente cliccando sull'apposito tasto che compare effettuando uno swipe verso in basso sullo schermo.

Diesel On Full Guard, Ticwatch Express e Fossil Q Founder.

Tutto sommato, reputo, in questo preciso caso, l'assenza del sensore una mancanza trascurabile per un semplice motivo: impostando il livello di luminosità a 2 o 3 avrete un display ben visibile praticamente in qualunque circostanza. Tra gli altri aspetti positivi del pannello citiamo la buona densità di pixel (400 x 400 pixel), non la più elevata in assoluto ma comunque adeguata per il prodotto, i neri assoluti (tecnologia OLED) e la totale assenza di bordi che circondano il display.

Sono davvero tante le qualità positive di questo smartwatch che, dopo appena qualche ora di utilizzo, ci si dimentica di avere al polso uno dei più economici Android Wear in circolazione.

SISTEMA OPERATIVO

Il sistema operativo di Google, sviluppato appositamente per gli smartwatch, ormai lo conosciamo bene, con i suoi swipe per muoversi tra i menù, le watch face personalizzabili e le diverse app preinstallate. L'Express è aggiornato alla versione 2.8 basata su Android 7.1.1 Nougat e implementa alcune app proprietarie tutte dedicate al fitness. Su quest'ultime devo fare una critica poiché, nonostante funzionino abbastanza bene e forniscano contributi anche simpatici, come la classifica locale in base ai passi giornalieri fornita da Step Ranking, sono tutte in lingua inglese. Nel caso in cui esso sia per voi un limite, vi consiglio di utilizzare direttamente Google Fit che, tra le altre cose, permette la sincronizzazione dei dati rilevati anche con altre piattaforme, funzionalità non presente nelle app Ticwatch.


Al di là di ciò, tutto funziona bene, la fluidità è eccellente come anche l'ottimizzazione generale e la qualità offerta nelle diverse modalità di utilizzo. Il sensore per i battiti cardiaci rileva le nostre pulsazioni in maniera veloce e poco importa se la lettura non è perfettamente esatta, d'altronde non ci troviamo di fronte ad uno sportwatch.

Come già anticipato, i Ticwatch hanno anche uno speaker utilizzabile in combinazione con il microfono per le conversazioni telefoniche oppure per ascoltare i brani musicali salvati nella memoria interna. Il volume e la qualità sonora sono in linea con quella offerta dal resto dei diretti competitor: sufficiente.

Durante la prova dell'Express ho notato un altro aspetto positivo che spesso viene trascurato e sottovalutato dagli altri Brand, ossia il tempo utile per avviare l'accensione dell'indossabile. Attenzione: non intendo i secondi necessari per avviare il sistema operativo ma esattamente quelli utili per far partire l'accensione. Sarà sufficiente effettuare una normale pressione del tasto fisico laterale per avviare lo smartwatch, al contrario di molti prodotti analoghi che solitamente richiedono una pressione prolungata del pulsante, talvolta nemmeno accompagnata da una leggera vibrazione finale per indicare l'avvio dell'SO. Nel Ticwatch è, invece, tutto più semplice ed immediato.

TicWatch S

In questo caso la recensione video vi da quel qualcosa in più rispetto a quanto già scritto. Quello che Riccardo conferma è l'ottimo adattamento di questo orologio al mondo sportivo e dei runner. Sebbene non abbia le qualità, funzionalità avanzate e caratteristiche dedicate presenti su prodotti specifici per la corsa, l'autonomia, piacevolezza e preceisione sono lodevoli.

I grafici del video mostrano bene il confronto con veri sport watch e TicWatch S non sfigura affatto nel calcolo della distanza mentre è meno preciso nel conteggio dei battiti e frequenza cardiaca.


CONCLUSIONI

Mobvoi è riuscita a creare indossabili Android Wear davvero eccellenti sotto tutti i punti di vista, soprattutto se si rapportano l'elevata qualità offerta e la dotazione hardware con il web price. Difatti, seguendo le varie promozioni che Amazon o il sito ufficiale propongono periodicamente, sarà possibile acquistare il modello Express a meno di 150 euro e la variante Sport a circa 200 euro.

Mi sento di consigliare l'Express a tutti coloro che cercano un indossabile Android semplice, comodo e giovanile per l'uso di tutti i giorni, capace di adattarsi a qualunque tipo di outfit. Se invece cercate un prodotto analogo ma con un design prettamente sportivo, dovete puntare tutto sul fratello quasi gemello Ticwatch Sport.

PRO & CONTRO
Design semplice, giovanile e ben realizzatoDotazione hardware quasi completaGPS, speaker e sensore per il battito cardiacoDisplay OLED luminosissimoCinturini in silicone morbido con sgancio rapidoOttimo rapporto qualità / prezzo
Assenza del sensore di luminositàspigoli della scocca troppo viviApp sportive Ticwatch solo in inglese
VIDEO

Nessun compromesso per durata batteria a parità di prezzo? Lenovo P2 è in offerta oggi su a 295 euro.

105

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
gino ginetti

eheheh l'è düra !!!! ma l'ho chiesto prima io a te ! lol

Massimo Olivieri

se lo trovi facci sapere ! soprattutto "economico"!

gino ginetti

ragazzi scusate c'è qualcuno che mi consiglia un bando smartwatch per fitness economici ma che siano affidabili con ip68 misurazione pressione e ossigenazione sanguee tutte le caratteristiche più comuni... ? grazie.

Alessio B.

E lo so si

Carburano

eh tu lo sai già

losteagle17

Si con un uso non assiduo, cmq a parità di utilizzo con il Pace faccio dai 3 ai 4 gg, non c'è paragone, anche in ambito sportivo. Il vero valore aggiunto del Tic sono le app (ottima quella di Telegram) e la qualità ed interagibilità delle notifiche. Ma io non ho pazienza di ricaricarlo ogni santo giorno ... de gustibus.

macosx

Non lo è
allora uno sportwatch che si crede uno smartwatch come il pace è ancora di più un fail. Perchè a cosa serve leggere le notifiche se non puoi interagire come si deve?

Ferruccio Bighedure

Perfetto ti ringrazio!

Matteo Ronchi

4.35 sui 20? complimenti

SommoPastore

Nel mio caso è il 5% di sottostima

MostVyper

Sono un possessore e ti posso assicurare che quando non ci vado a correre e senza gps attivo arrivo ad un giorno e mezzo tranquillamente. Se lo spengo la notte, ricopro tutte e due le giornate

Jianjo

Le calorie bruciate dipendono dalla misurazione del battito, in quanto a parità di parametri
dell'utente, ad attività piú intensa corrisponde maggior consumo. Diversamente è solo un dato da tabella.

Odraode

Mi piace il bip come forma, se solo avesse avuto la memoria interna come il pace lo avrei preso!

Jianjo

Bisogna vedere se chi si lamenta dell'altimetro lo ha calibrato prima dell'uso, e per il battito cardiaco al polso, ci sono troppi parametri da considerare, come tipo di attività ed il posizionamento al polso. E piu probabile che i difetti siano dati dall'dell'incapacità degli utilizzatori.

Code_is_Law

O.T : chi ha il garmin forerunner 935 o fenix 5 conferma la bontà del prodotto? in rete leggo pareri discordanti come ad esempio misurazione battito sballata a volte, altimetro uguale, sleep tracking che funziona malissimo. Alcuni lo definiscono top ,altri invece flop per uno sportwatch di questo calibro e addirittura considerano apple watch serie 3 più affidabile.

Kaviz

In rete la maggior parte delle persone dice che non praticando sport e gestendo solo notifiche/chiamate non arriva a sera con il TicWatch, nelle recensioni un giorno e mezzo di autonomia. Il fattore autonomia per me è cruciale per decidere se acquistarlo o meno ma non riesco a fare chiarezza.

Alessio B.

Ce l'ho la mi band 2 ma volevo qualcosa di più carino

Fabio

Io lo sto provando da due settimane e mi ci trovo molto bene . OS 2.0 ha migliorato parecchio il prodotto .

Secondo me ha i seguenti vantaggi :
- ha dimensioni molto contenute
- leggero mi dimentico di averlo al polso (Non posso dire lo stesso dei garmin)
- la batteria dura una vita
-il display ha una luminosità' e dei colori spettacolari
-il conteggio passi mi sembra abbastanza buono
-il conteggio calorie mi sembra discreto
-Fantastica app Virtual Partner - Virtual running partner for Fitbit Ionic

Gli svantaggi per me sono :
- il Bluetooth e' sempre acceso , non esiste l'opzione spegni
- Poche app
- Rivelazione battito non precisa
- Gestione mappe dati gps non proprio completa come i garmin
- Le notifiche non sono il massimo (Esempio non si puo' rispondere)

Infatti sarei curioso di un test confronto passi calorie e rilevazione battito tra garmin e ionic fatto da Riccardo per vedere la differenza tra i valori rilevati.
Ciao

Alessandro Zigliani

Come notificatore il top indiscusso resta il Pebble.

Zlatan10

Ma non era stato definito un disastro lo ionic?

Zlatan10

Se serve solo per le notifiche va benissimo anche la mi band 2.
Si installa notify e fitness, si sbloccano le funzioni pro e va che è una bellezza.

slope

Io, con il mio smartphone con nfc, ho pagato qualche volta con l'app Vodafone Wallet (a cui ho associato paypal).. peccato che col mio lg urbane 2 (con nfc sempre) non sia l'app dedicata..

Alessio B.

Ho preso varie gomme da loro, arrivano dalla Spagna, consegna in 7 giorni lavorativi.. mi posso ritenere soddisfatto

Vuoshino

Possessore di huawei watch 2, pagato 199 euro che con uso assiduo fa 1 giornata tranquillamente, anche due, ma a sera lo ricarico sempre. Ho acquistato un ticwatch E, schermo ottimo e più grande che preferisco ma batteria , cassa audio e comparto aggiornamenti non minimamente confrontabili con il watch2. Domani lo provo per bene ma penso di restituirlo e tenermi il watch.

Alessio B.

Uff.. ero indeciso tra lui e lo xiaomi amazfit..

Boots Boot

ma esistono app android wear per il nuoto?

H6

Davvero pochissimi commenti..

Nuanda

Si, anche se non mi entusiasma sinceramente...

Actarus71

Grazie per le info

Lele

Il fatto che dipenda dallo smartphone... È assurdo! La critica ovviamente è genericamente indirizzato all'intero sistema e OS. Dà proprio l'idea che sia stato abbandonato a sé stesso, senza sprecarci troppo tempo.
Il disattivare OK google è un buon suggerimento, però dover rinunciare ad una funzione comoda, soprattutto quando si guida... Beh, mi rode un po'.
Forse tra 2-3 anni diventeranno davvero funzionali

Alessio B.

Hai la versione E amico imperiale?

Alessio B.

Cavolo ma una giornata non la regge? Xche quello E mi tira parecchio..

Alessio B.

Bravo cavolo

Fabio

Ciao a tutti io sto usando il fitbit ionic e l'autonomia della batteria di 5 giorni e' incredibile !!! Sarebbe molto interessante vedere un confronto di Riccardo tra il Fitbit Ionic (con OS 2.0) e il Garmin 935 in riferimento a passi calorie e rilevazione battito . Riccardo pensi di fare un video sull'argomento ? Grazie ciao a tutti

Luca

Anche io ho il Bip, che adoro, ma trovo sottostimi di un 20% la distanza percorsa. Tu non trovi?

Tiwi

personalmente, non mi convince, un smartwatch per il fitness dove non si può cambiare cinturino (nello sport cmq tende a rovinarsi/sporcarsi) con una batteria che fa 5h e delle misurazioni sballate, specie nel battito, meglio altro

Nuanda

Ho rimosso Ok Google, non ho installato l'apo di Telegram e uso una whatchface abbastanza minimale

Actarus71

mai che nelle recensioni si facciano dei test sulle notifiche dei diversi tipi, sms, whts, etc...

Modho

Ok google l'ho subito rimosso. Preferisco tenere premuto per usare il limitato assistente.
Come hai impostato il device per farlo arrivare a così tanto?

Ciorius

google pay

Ciorius

Ecco questo mi interessava, io infatti avevo cercato uso con google pay e non avevo trovato niente

Nuanda

purtroppo il 99,9% delle app di Wear Os son fatte con i piedi...

tavolo

speriamo che a quel punto anche quelli di ticwatch si siano svegliati e avranno presentato dei nuovi modelli con supporto a Google pay

Nuanda

io con il display on arrivo comunque a sera con circa il 50%, da quello che ho notato quello che ciucci apiù batteria è l'ok Google (che rallenta pure il sistema operativo) e l'app di Telegram...

Nuanda

in alcune cose hai ragione in altre meno.... il ritardo delle notifiche dipende dal modello di cellulare, con Honor 9 lite avevo i problemi da te citati, con Honor View 10 invece è questione di decimi di secondo........per avere fluidità bisogna disattivare il riconoscimento vocale dell'ok Google e in questo modo guadagni enormemente anche in batteria, io arrivo a sera con display sempre acceso sempre con il 50% circa...materiali cheap hai ragione, Wear OS penoso son d'accordo con te, prima avevo un Gear Sport con Tizen ed era enormemente migliore come sistema operativo, aveva poche app ma almeno erano fatte bene, su Wear Os ve ne sono mille e tutte fatte con i piedi....

Stefano

Stessa cosa io, il tickwatch lo uso solo nel weekend

Nuanda

ma non è uno smartwatch ma più una band evoluta, son due prodotti un po diversi...

Nuanda

veramente ci faccio come detto nella recensione un giorno e mezzo tranquillo con display sempre attivo, adesso ad esempio ho ancora il 70% di batteria...

losteagle17

Ho il Ticwatch E dai primi giorni di gennaio, ma dopo i primi entusiasmi iniziali l'ho lasciato in un cassetto e sono ritornato al buon vecchio Amazfit Pace, l'autonomia del Tic purtroppo rimane la sua nota dolente. Peccato, davvero carino per il prezzo pagato.

Marco 1979

Durata della batteria stroncata in tutte le recensioni. Si arriva a fatica a sera con un uso normale, se si usano le funzioni fitness dura mezza giornata. INUSABILE. Un peccato perché altrimenti sarebbe un buon dispositivo, plastiche da Ovetto Kinder a parte

Recensione Asus ROG Phone: il piacere del gaming da smartphone

Google Pixel 3 XL: la nostra Video Anteprima

Google Pixel 3: la nostra Video Anteprima

Google Pixel 3 e Pixel 3 XL ufficiali: specifiche e PREZZI