Google Duo: ritirata la versione 30 per un problema al volume in chiamata

26 Marzo 2018 3

Google ha ritirato la versione 30 di Google Duo per Android, rilasciata soltanto pochi giorni fa con diverse novità, a causa della presenza di un bug che comportava un volume troppo basso durante le chiamate.

A darne l'annuncio è l'ormai noto Justin Uberti, ingegnere dell'azienda di Mountain View a capo del progetto Duo che, su Twitter, ha confermato di aver interrotto la distribuzione graduale dell'ultimo update dopo che diversi utenti hanno riscontrato il problema citato poco sopra.

Alcuni utenti Android hanno segnalato livelli di volume bassi sulle chiamate con Google Duo v30. Abbiamo momentaneamente sospeso il lancio della versione 30, avviando il rilascio della v29.2 agli utenti Android affetti dalla problematica. Se si è verificato questo incoveniente, è possibile risolverlo aggiornando alla versione più recente (v29.2).

L'aggiornamento di Google Duo alla versione corretta è già disponibile per tutti gli utenti sul Play Store di Android e può essere installato anche manualmente attraverso il download dell'APK dal sito internet APKMirror.com. Di seguito i rispettivi link.

Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone XS, in offerta oggi da Clicksmart a 885 euro oppure da ePrice a 1,063 euro.

3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
acca

...io uso Skype

maic

Qualcuno l'ha provato su iPhone? saprebbe dire concretamente se è meglio di FaceTime a livello di qualità video e stabilità della connessione?

DarkHorse

mi sono sempre chiesto perché investire tante risorse nello sviluppo di qualcosa che non potrà mai decollare veramente.
Se un utente...anzi utOnto oggi vuol fare una chiamata voip, la prima cosa che fa è chiamare via whatsapp in quanto multipiattaforma e funzionante. Possiamo discutere fin che vogliamo su questa scelta, che personalmente non condivido, ma dobbiamo accettare che è la massa che decreta il successo o la sconfitta di un app. E credo che dobbiamo essere tutti concordi nel dire che la massa ha già deciso.

Recensione Redmi 7A: tra i migliori sotto i 100 euro

Recensione Huawei Mate 20 X 5G: il primo con modem standalone

Recensione Xiaomi Mi 9T: spacca la fascia media e fa concorrenza in casa

Recensione Xiaomi Mi Band 4 e personalizzazione hardware + software