Google Reply: fine dell'app che aggiunge le Smart Reply alle app di terze parti

11 Ottobre 2018 15

Aggiornamento 11/10

Google Reply è giunta al capolinea. L'app, dice la mail di Google ai beta tester, è sempre stata un esperimento, e questo esperimento è concluso. Ciò che è stato imparato con Reply verrà incorporato negli altri prodotti software di Google. L'app potrebbe ancora funzionare per qualche mese, ma potrebbero esserci bug e i suggerimenti potrebbero essere meno precisi.

Aggiornamento 21/02

Una prima versione di Reply, l'app che promette di aggiungere le Smart Reply alle notifiche delle app di messaggistica, è trapelata nelle ultime ore sul web e finita direttamente su APKMirror.com. Attualmente, la nuova app di Google (in versione beta) può essere installata ed utilizzata anche in Italia. Unico inconveniente? Benché i messaggi siano ricevuti siano in lingua italiana, le risposte saranno per il momento solo in inglese.

Di seguito qualche screenshot di prova e il link per il download dell'APK.


Articolo originale - 14/02

Google sta iniziando i test pubblici di Reply, attraverso il suo incubatore interno noto come Google 120. L'app promette di aggiungere le Smart Reply alle notifiche delle più famose e diffuse app di messaggistica istantanea; in pratica è l'estensione di una delle funzioni più peculiari di Allo o Gmail/Inbox a qualsiasi (in teoria) instant messenger. Le notifiche con le Smart Reply attivate risulterebbero più o meno così:


Recentemente, è emerso che una funzione analoga è in fase di lavorazione anche per Gboard, la tastiera Google; l'implementazione di Reply sarebbe però più immediata, perché non sarebbe necessario premere sul campo di risposta per vedere le Smart Reply - senza contare che sarebbero disponibili con qualsiasi tastiera.

Google 120 è, a grandi linee, una trasposizione meno prolifica (almeno pubblicamente) di Microsoft Garage, in cui i dipendenti dedicano parte del loro tempo allo sviluppo di qualsiasi idea venga loro in mente. In questa fase Google 120 sta invitando manualmente alcune persone tramite email. Android Police è comunque riuscita a trovare il form per candidarsi al test. Tentar non nuoce, no?

Il top gamma 2018 più completo sul mercato? Samsung Galaxy S9 Plus, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 528 euro oppure da Amazon a 570 euro.

15

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
000

figurati che alla prima domanda non potrei rispondere perchè manca Telegram e nella seconda segnerei solo WhatsApp e Skype...

Marco P.

Ti giuro che è aumentato lo spam, e non mi hanno reclutato nei tester. Che bello!

Marco P.

Non erano presenti le API su Android 9?

pietro passarini

Io lo ho già su meet e hangout ma forse perché ho account aziendale su quelli!

qandrav

telegram dovrebbe funzionare (o almeno così dicono su reddit)

matteventu

Come minimo e' fake e serve solo a collezionare indirizzi email a cui spammare :D

matteventu

Chi cavolo ha scelto le app da mettere in quel form?

https://uploads.disquscdn.c...

Leox91

Più inutile di buco del cul0 in fronte.
Ovviamente per noi, per loro sarà utilissimo a prendere ancora più dati.

Mica fessi oh. :)

FreNex

Secondo me ha senso nel momento che sviluppi una soluzione di ''sistema" e non più proprietaria

Mirko Brombin

Allo ha già tutte queste funzioni, che senso ha metterlo

Mirko Brombin

Che parolone

P4ndolf

Non vi preoccupate che il form non funziona se non siete riconosciuti... Idioti

000

Tradotto: ecco come farà google ad accedere alle conversazioni effettuate con piattaforme concorrenti!

FreNex

Nel form non c'è nemmeno Google Allo

zSyntex

Form inviato, mi incuriosisce l'esperimento.

Recensione Oppo RX17 Pro: ricarica lampo e super foto notturne

Honor Magic 2 (3.500mAh): live concluso alle 00:02

Recensione Meizu 16th: una piacevole sorpresa

Google Pixel 3: live batteria (2915 mAh) | Fine 18.55