Smartphone Nokia, dove sono codici sorgente e sblocco bootloader ufficiale?

05 Febbraio 2018 77

HMD si fa ancora attendere, suscitando il malcontento della community di sviluppatori di XDA. La materia del contendere è rappresentata dal rilascio dei codici sorgente e dei tool ufficiali per effettuare lo sblocco del bootloader per gli smartphone Nokia. Nonostante le rassicurazioni fornite da Mikko Jaakola, CTO di HMD, a settembre 2017, le utili risorse sono tuttora latitanti, con un comprensibile impatto negativo sulle attività di modding portate avanti dalla community.

Il dirigente scriveva a settembre dello scorso anno in risposta a chi accusava l'azienda di aver violato gli accordi di licenza GPL v2: HMD Global è rispettosa degli obblighi morali e legali della GPL. Questo lavoro è attualmente in corso e verrà completato molto presto. Per quanto riguarda lo sblocco del bootloader, lo stesso dirigente aveva aggiunto che l'azienda avrebbe sbloccato un modello per volta, chiedendo alla stessa community quale fosse il primo.

Quattro mesi dopo tali dichiarazioni, purtroppo, la situazione non è cambiata. Parte essenziale della licenza GPL riguarda, appunto, la condivisione tempestiva del codice sorgente, ed è una circostanza che non si è avverata.

Ripresa per un comportamento in parte analogo è stata Xiaomi che solo di recente ha condiviso il codice sorgente (su base Nougat) del Mi A1. Si tratta di violazioni della licenza GPL v2 che da un lato danneggiano l'utente finale appassionato di modding - gli smartphone Android si comprano non solo, ma ANCHE per installare custom ROM e modificare liberamente la piattaforma software, e dall'altro incrinano i rapporti con la community di sviluppatori che rappresenta da sempre un valore aggiunto non trascurabile dell'ecosistema Android.

Auspicabile che le rimostranze della community diano ad HMD il giusto stimolo per finalizzare un lavoro che va avanti da (troppi) mesi

Cerchi lo schermo con la maggiore risoluzione e supporto 4K?? Sony Xperia XZ Premium, in offerta oggi da Tiger Shop a 355 euro oppure da Amazon a 406 euro.

77

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
pietro

"fastboot oem unlock"....invio.

ice.man

a volte la possibilità di accedere a fastboot serve solo per installare una qualche mod
per esempio se vuoi la GCAM su Mi A1 devi farlo tramite fastboot, quindi serve bootloader sbloccato

Francesco Badini

Xiaomi Mi A1, assolutamente la miglior scelta

sideO09

Aaah parole sante, saltellavo da una rom all'altra per poi sbattere violentemente la testa contro il fatto che è sempre meglio il firmware vecchio ma ufficiale piuttosto che il nuovo ma modded

Antonio Guacci

Ma infatti il consumatore medio non si metterà mai là 2 ore a sbloccare: porta a me il suo smartphone vecchio di 2-3 anni perché sono "quello dei telefoni" e perché "non va più come prima", mi ci metto io sul suo telefono e poi intasco la sua banconota.

Jonek102

il consumatore medio non ha la voglia di mettersi la 2 ore a sbloccare, aquisire il root, installare la recovery, formattare e installarci una custom rom.
Inoltre bisogna che una custom rom castra di parecchio la poca sicurezza che ci si ritrova.
Molto bello smanettarci con i smartphone e tutto ma non bisogna sottovalutare l'importanza della sicurezza dei nostri dati.

Jonek102

Ha già l'Android puro, come se non bastasse supportato decentemente, quindi chi ve lo fa fare di installarci sopra una custom rom che nel bene o nel male dopo un po' rimpiazzerete con il firmware stock?

Kimo Timonen

Per la serie "oggi non sapevamo come scassare la cippola a Nokia e... "
Missione compiuta

Nico Ds

La fotografia è principalmente luce, quindi ovviamente conta tantissimo la quantità di luce raccolta (la lente) e quanta parte di essa si riesca ad elaborare (l'oculare, la pellicola, il sensore a seconda del dispositivo), ma per il digital imaging conta anche il software e siccome le differenze tra i produttori top in questo ambito e quelli con poco know how o Pica voglia di investirci è enorme, finisce per contare più questo che la parte ottica.

Antonio Guacci

Fermo.
1) Non si stava parlando nello specifico di Samsung.
2) Volendo aprire una parentesi su tale marchio: Samsung osteggia il modding per ragioni completamente diverse da quelle che ipotizzi.
Semplicemente, Samsung ha partecipato a molti appalti (alcuni vinti) per garantire sue forniture pluriennali di smartphone per uso governativo e per uso aziendale di un certo livello: rendere inaccessibili i suoi smartphone al modding è una delle cose che ha perseguito per garantirsi certi contratti.
La tua visione è alquanto semplicistica nonché ingenua.
3) Chiusa la parentesi relativa a Samsung: perché mai gli altri produttori osteggiano il modding?
4) "Modding" non vuol dire solo flashare altre ROM (che è quanto hai appena scritto): è soprattutto ottenere i permessi di root, eliminare bloatware, attivare funzioni nascoste dello smartphone, mettere le mani nei file di Sistema, gestire il clock del SoC in modo che meglio si adatti al proprio uso dello smartphone, e molte altre cose (tutte ottenibili senza sostituire il firmware ufficiale con uno sviluppato da terzi, tra l'altro).

Nico Ds

Alcune cose si riescono ad ottenere anche tramite bugs exploitation o reverse engineering, ma questo non significa che il risultato sia della stessa qualità o che si riesca ad ottenere proprio tutto, in ogni caso la mole di lavoro è molto maggiore.
E sì, Android può essere usato alle condizioni a cui lo licenzia Google, quindi qualunque azienda può utilizzare AOSP ma rispettando la licenza di uso: il fatto che sia utilizzabile da tutti non cambia il fatto che il proprietario resti Google.

Marcomanni

Vuoi sapere perché SECONDO ME, e soprattutto senza sparare percentuali a C4770 perché non le conosco, Samsung farebbe carte false per evitare che nei suoi dispositivi vengano usate altre rom?

1) Perché fidelizza il cliente abitandolo alla sua versione modificata di Android, principalmente con le app native tutte loro. Il vecchio utente Samsung sblocca il suo nuovo Samsung e è semplicemente sa già utilizzarlo.
2) perché il bussines di riferimento è apple, che non guadagna solo dalla vendita di iphone, ma cifre assurde anche dal motore di ricerca predefinito di safari.

Dire che un marchio perde troppe vendite perché non permette di scegliersi la rom equivale a dire che le perde perché le persone non lo sceglieranno nuovamente visto che non hanno potuto cambiare rom. La verità è che in 13 anni di reparto telefonia che ancora oggi fattura da solo 50.000€ a giorno in uno dei primi 5 mediaworld d'italia nessun cliente mi hai mai chiesto della possibilità di cambiare rom.

Mako

si parla di rilasciare i sorgenti

Antonio Guacci

Non ho criticato chi fa stime esemplificative ma l'entità delle stime, visto che una "stima" che vuol dichiarare che ai produttori il modding non fa né caldo né freddo, non spiega allora come mai costoro facciano tanta ostruzione al modding.

QUESTO non fa una piega: la tua ultima risposta invece è un travisamento della realtà dei fatti.

Marcomanni

Quindi, tu puoi esemplificare stime, se chi ti risponde lo fa a sua volta lo critichi.
Non fa una piega.

FedEx

Con uno sforzo in più (249€) hai A5 17 con display SAmoled e ottime foto.
Altrimenti J5 17.

Antonio Guacci

Le mie "stime" erano puramente esemplificative: ovvero, servivano a spiegare la mia idea del perché il modding è tanto osteggiato dai produttori (in parole ancor più terra-terra: avrei potuto mettere qualsiasi cifra,che tanto non avrebbe mai avuto la presunzione di essere un'analisi precisa delle quote in gioco).

WOPR

Ma in pratica, questo tipo di licenza caratterizza tutti o solo una parte di dispositivi Android?
E dal momento che, seguire una licenza GPL, "impone" agli oem il rilascio del codice sorgente, dovrei concludere che tutti i dispositivi "moddabili" sono sotto licenza GPLv2?

Marcomanni

Dopo che... Ne hai fatte tu?
Altrimenti perché mai avrei parlato di ipocrisia?

Antonio Guacci

E come te, altri.

Oliver Cervera

Io sto aspettando che Nokia rilasci sblocco + sorgenti per poterli considerare.

Tizio

Sui blog, per questi usi, consigliano Motorola G5 Plus e Xiaomi Mi A1.
Sulla scheda del prodotto su HDBlog per il moto G5 Plus ti rimanda sul sito "amazzone" e viene 175 il 3Gb di ram (ma è in versione francese) mentre il Mi A1 lo puoi trovare poco sopra i 200euro su Geek Mall che è un sito italiano.

Antonio Guacci

Non saprei: sono ancora in molti coloro che mi lasciano in mano i loro smartphone vecchi di 2-3 anni, affinché io li renda di nuovo fruibili come una volta.

...Comunque, io ho solo dato la mia personale chiave di lettura di un fenomeno quale la chiusura dei produttori al modding: se il modding è così tanto ininfluente come suggerisci tu, mi domando allora come mai facciano così tanti sforzi in merito.

Dea1993

si certo su questo sono d'accordo, ma rimane il punto che anche potendo fare il modding, solo una piccolissima parte degli utenti lo farebbe, quidni non è così vero che molti cambierebbero smartphone ogni 5-6 anni invece che ogni 2-3

Leslieeeeee

Qualcuno li ha presi sul serio?

Antonio Guacci

Una su 10.000 e 0,01%: scusami, ma non sono tue stime?

Antonio Guacci

Anch'io nutro i miei dubbi sul fatto che uno smanettone riacquisti un Nokia viste le premesse, ma appunto non è il discorso che ho fatto.

Marcomanni

Le MIE stime????
Bioparco l'ipocrisia :D

Antonio Guacci

Se c'è tanta chiusura al modding da parte dei produttori, vuol dire che questi hanno un loro tornaconto da tale chiusura.
Puoi andare largo quanto vuoi con le tue stime, esse comunque non spiegano quello che è un dato di fatto (ed anzi, lo renderebbero ancora più inspiegabile).

Marcomanni

Quindi guadagnano l'1 per cento in più evitando il modding?
Mi dispiace, al massimo lo 0.01. E ti ripeto, ci sto andando largo.

Los Endos

Concordo.
Uno dei maggiori vantaggi del modding comunque è proprio poter comprare smartphone cinesi con buon hw, ma sw molto lontano da android stock (spesso solo un brutto tentativo di copiare ios) e poterci mettere una rom aosp con android puro che per molti è quasi un must.

Los Endos

Mah...
Continuo a nutrire i miei dubbi sul fatto che uno che smanetta (o che ha l'amico che lo fa per lui) compri di nuovo nokia dopo che sul modello precedente non ci sia stato supporto (personalmente, se un marchio mi "forza" a cambiare smettendo di aggiornare il telefono prematuramente e senza pubblicare codici sorgente e sblocco bootloader, puó stare tranquilla che non rivede i miei soldi), ma sono relativamente nuovo del settore e non è detto che le mie idee valgano per tutti, anzi.
In nokia avranno fatto i loro calcoli probabilmente.

P.s.
Sony svaluta e bene, spesso i prezzi sono ben piú interessanti di oneplus

Antonio Guacci

Temo che tu non abbia colto l'aspetto del modding che stavo toccando: non parlavo tanto di migliorare le prestazioni (oramai gli smartphone hanno tanto h/w da risultare veloci anche se un firmware è scritto coi piedi), quanto di allungare la vita a un prodotto: puoi avere anche l'h/w più performante, ma comunque, con la chiusura del prodotto alla possibilità di modding, dopo 2 anni o massimo 3, quello smartphone non sarà più aggiornato, resterà esposto a bug software e falle di sicurezza, probabilmente sarà rallentato da un ultimo firmware sospettosamente un po' troppo pesantuccio da far girare.

Antonio Guacci

Certo, ma è una nicchia sempre più ristretta e con le mani sempre più legate, proprio grazie a politiche come quella di cui si sta parlando.

Antonio Guacci

Temo che anche tu abbia frainteso quel mio +1%: non era riferito direttamente tanto alla fetta di smanettoni che prenderebbero i Nokia, quanto all'eventuale guadagno nel vendere prima un modello successivo, non essendoci per quello precedente gli strumenti per allungargli la vita tramite il modding (modding di cui non fruiscono - o meglio, fruivano - solo gli smanettoni, ma anche talvolta altre categorie di utenti, che spesso affidano il proprio smartphone rallentato o ormai obsoleto agli smanettoni di cui sopra, e meno spesso invece si improvvisano a loro volta "smanettoni della domenica").

Antonio Guacci

Tocchi con la tua risposta questioni differenti, quindi ti do più risposte:

- peculiarità del modder è la scelta, spesso, di prodotti alternativi con h/w potente ma software un po' così così (io stesso ho preso all'epoca, ad esempio, un Nubia Z7 Max, e l'ho tenuto finché è stato supportato con ottime ROM italiane da BB72 e RayGlobe), altra discriminante può essere il prezzo: bene OnePlus, meno Pixel e Sony a prezzi alti che svalutano poco e/o lentamente;

- temo che tu abbia frainteso quel mio +1%: non era riferito direttamente tanto alla fetta di smanettoni che prenderebbero i Nokia, quanto all'eventuale guadagno nel vendere prima un modello successivo, non essendoci per quello precedente gli strumenti per allungargli la vita tramite il modding (modding di cui non fruiscono - o meglio, fruivano - solo gli smanettoni, ma anche talvolta altre categorie di utenti, che spesso affidano il proprio smartphone rallentato o ormai obsoleto agli smanettoni di cui sopra, e meno spesso invece si improvvisano a loro volta "smanettoni della domenica").

LordRed

j5

Marcomanni

L'un per cento delle persone modda?... Secondo me già sarebbe tanto una su 10.000

Flagship

A 650€ Iphone 8

Markk

Aspetto un Nokia con dimensioni sensore di almeno 2um (4 sarebbe ottimo) e apertura maggiore con 20mpx o più. Entro quanti anni ha intenzione di farlo Foxconn (=/= finlandesi)?

Flagship

Concordo in parte.
Bisogna sempre partire dal presupposto che il modding è sempre stato una "nicchia ecologica", anche ai tempi d'oro.

Lorenzo Ori

Non mi stupisco che sia il classico articolo copia/incolla in quanto è praticamente impossibile che all'interno di blog italiani si parli di queste tematiche.

Per soddisfare la GPL non basta solo il rilascio di un source qualunque e per qualunque intendo quello che viene fatto dalla maggior parte degli OEM (Xiaomi è uno di questi) rendendo inutile il rilascio in quanto non viene aggiornato con le release attuali usate da Xiaomi e, per la maggior parte delle volte si tratta di kernel source incompleti che non permettono la compilazione.

È bene specificarlo perchè all'interno viene espressamente ribadita la parte inerente al source completo e funzionale 1:1

Lorenzo Caner

Che se il mio telefono nokia avesse un buon hardware e fosse uscito dal supporto software, io avrei due possibilità
1) installo una rom con OS aggiornato e patch di sicurezza
2) cambio telefono

La prima opzione inficia la seconda

Paolo

A prescindere dal modding, dal root, dal bootloader... la licenza va rispettata, esiste per un motivo, i driver ed i kernel per un dispositivo, cinese o non, non li creano da 0, partono da altri sorgenti e dal lavoro di altre persone.

SimoM

Mi pare giusto proporre un telefono da quasi 100 euro in più...si si

Danny #

Huawei P10Lite o, salendo un pochino, Galaxy A5 2017.

Dea1993

be si in questo caso sono d'accordo con te.
però questo è un caso particolare, perchè a me le rom così tanto personalizzate come la MIUI, o la EMUI non mi piacciono, preferisco la "semplicità" di android stock (o simil stock).
il modding non è inutile, ma rispetto un tempo è sicuramente meno indispensabile (è questo che intendo)

Redmew

Secondo me ti sbagli.. Non serve moddare se hai un cell veloce (s8) oppure uno con android stock (nokia/Moto/ecc) ma tipo io ho moddato il redmi note 3 e cambia totalmente l'esperienza d'uso passando da marsh a oreo, oltre la velocità di sistema è proprio l'usabilità che con le notifiche cambia radicalmente. Quindi non facciamo di tutta l'erba un fascio.
P.S non ce l'ho con te, ma con tutti quelli che ultimamente dicono che il modding sia inutile

Dea1993
Ostacolare il modding porta ai produttori la certezza che un suo
smartphone verrà sostituito dalla stragrande maggioranza dei consumatori
entro 2-3 anni.


ma anche no... solo una minima parte degli utenti effettua il modding.
io ormai è da anni che non lo faccio più, non c'è tutta questa necessità oggi, android è maturato molto, l'hardware è diventato molto più potente, un qualsiasi medio gamma ha performance sufficienti per funzionare bene.
se ann ifa gia eravamo pochi a fare il modding, oggi gli utenti interessati a farlo sono ancora meno visto che oggi anche nella fascia bassa, con le rom stock le performance sono buone, un tempo senza custom rom, certi dispositivi erano proprio inchiodati.
ricordo le cyanogen basate su android 2.3, erano tutta un'altra cosa rispetto alla rom stock basata su android 2.2 o 2.3, le performance erano decisamente superiori, oggi tutta questa differenza non si nota, anzi potresti incorrere in bug che nella rom stock non sono presenti, puoi avere problemi con delle app (ad esempio alcune app non funzionano col root, oppure non funzionano su rom cusom).

ma tutto ciò non toglie che HMD deve comuqnue rispettare la GPL, e non può fare quello che gli pare (come mediatek) anche perchè HMD è appena nata e dovrebbe avere tutto l'interesse ad accontentare più persone possibili (anche quelle poche ancora oggi interessate al modding)

Dea1993

PS: aggiungo... XA2 e XA2 ultra sono appena stati presentati, e fanno gia parte del programma open device, quindi sony ha rilasciato i sorgenti dei dispositivi e istruzioni per lo sblocco del bootloader.
questo non vuol dire automaticamente avere custom rom, ma non ha importanza, questo da la possibilità di farlo.
è questo che significa rispettare la licenza GPL, i sorgenti devono essere rilasciati in tempi brevi.
esattamente come è sempre stata criticata mediatek per la storia dei sorgenti, allo stesso modo è giusto criticare i produttori che non rispettano la GPL.

Recensione Xiaomi Mi 8 Globale: notch sì o no? | Bonus test con Miui 10 Global

Samsung Galaxy Watch: LTE in Italia, prezzo, specifiche e disponibilità | Video Anteprima

Samsung Galaxy Note 9: caratteristiche, prezzo e disponibilità | Video e Unboxing

Recensione Xiaomi Mi A2: un'ottima riconferma ma non è ancora perfetto