Wiko Wim Lite, meglio di Wim a 200 euro meno | Recensione

16 Agosto 2017 110

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Annunciato lo scorso mese di febbraio in occasione dell’ultimo Mobile World Congress di Barcellona, Wiko Wim Lite è la versione rivista di quello che sarà il top di gamma Wiko per il 2017, ovvero Wim. Un prodotto che ho provato per voi qualche settimana fa e che non mi aveva convinto al 100%. Ancora tante le ottimizzazioni necessarie per giustificare un prezzo che è aumentato di circa 200 euro in relazione a quella che era l’ultima proposta top di gamma dell’azienda.

Un prezzo che invece cala proprio di quei fatidici 200 euro se parliamo di questo Wim Lite e, onestamente parlando, appare molto più giustificato rispetto a quello del fratello maggiore. Anche perché, come vi spiego nelle prossime righe, la differenza c’è ma si nota davvero poco, e questo Wim Lite è una buona alternativa nella fascia di mercato in cui si inserisce.

IL GEMELLO DI WIM, SOLO PIU’ PICCOLO

Dal punto di vista estetico siamo di fronte ad un prodotto assolutamente identico nelle linee al suo fratello maggiore. Design abbastanza arrotondato, buona cura dei particolari e dei materiali sufficienti che restano anche essi identici a quelli di Wim.

Parliamo quindi di plastica per la back cover, materiale metallico per la cornice, e Gorilla Glass sul fronte rifinito a 2.5D. Carina la finitura zigrinata del tasto di accensione e dei tasti di controllo del volume che permettono di individuare gli stessi molto rapidamente passando il dito sul fianco dello smartphone.

Molto buona l’ergonomia, anche nell’utilizzo ad una sola mano, la verniciatura lucida non è infatti scivolosa come potrebbe sembrare e le dimensioni, soprattutto grazie al display da 5 pollici di diagonale, sono sufficientemente contenute da poter essere gestite senza troppi problemi. Tutto ciò nonostante delle cornici comunque abbastanza evidenti su tutti e 4 i lati del display.

Rispetto al fratello maggiore la differenza più visibile è il posizionamento del tasto con il sensore per le impronte digitali che è questa volta incastonato nella back cover. Un sensore molto preciso ma non velocissimo che affianca nella sua posizione la fotocamera singola con flash LED a due tonalità.

Nella parte frontale al posto del sensore per le impronte troviamo il logo Wiko, mentre nella parte alta della cornice del display abbiamo la capsula auricolare, LED RGB e fotocamera frontale con flash.

UN DISPLAY DISCRETO

Come già detto nella parte frontale del prodotto, protetto da Gorilla Glass, troviamo un display da 5 pollici di diagonale a risoluzione FullHD, quindi 1920x1080 pixel, risoluzione che ancora non è facile trovare in questa fascia di prezzo. Un pannello a tecnologia IPS LCD in grado di soddisfare le esigenze della maggior parte degli utenti.

I colori sono ben calibrati, molto vicini alla realtà e sicuramente non eccessivamente saturi. Non male la luminosità massima anche se purtroppo abbiamo dei neri non esattamente profondissimi ma comunque sufficienti ad ottenere un buon contrasto. Si tratta del resto di un difetto comune a diversi pannelli LCD in questa fascia di mercato.

Buon contrasto che permette anche di avere un discreto angolo di visione e una visibilità all’aperto che non fa rimpiangere altre soluzioni concorrenti.

FOTOCAMERA SINGOLA MA FA QUEL CHE DEVE

Nella parte posteriore dello smartphone, come già detto, troviamo poi una fotocamera che rispetto a Wiko Wim perde il sensore monocromatico e tutte le funzionalità e teoriche migliorie ad esso legate. In realtà, a mio parere, a livello di qualità, che è poi quello che più conta, questo Wim Lite non perde nulla, e se perde qualcosa sono dettagli impercettibili.

Il singolo modulo in dote a questo Wim Lite offre una risoluzione di 13 megapixel e una apertura focale f/2.0 ed è accompagnato da un flash LED dual tone. Purtroppo manca la stabilizzazione ottica ma inserendola probabilmente Wiko avrebbe reso ancora meno giustificata la differenza di prezzo con Wim. È invece presente un sistema di stabilizzazione digitale molto efficace che subentra nella registrazione video.

Buoni gli scatti in presenza di luce ottimale. Le foto ottenute sono ricche di dettagli, ben nitide, con un buon contrasto tra le zone d’ombra e quelle di luce. Due i pregi di questa fotocamera quando ci troviamo in condizioni di luce favorevoli: anzitutto la messa a fuoco veloce, e anche l’efficacia dell’HDR, che permette di ottenere foto in controluce con una buona quantità di dettagli recuperati nelle zone d’ombra senza perderne nemmeno in sovraesposizione.

La situazione ovviamente degrada quando andiamo a scattare in zone d’ombra o comunque con luce non ottimale. In questo caso subentra sin da subito un pochino di rumore, che diventa sempre più importante man mano che la situazione peggiora. Nonostante ciò l’algoritmo di riduzione del rumore stesso e la gestione delle luci funzionano abbastanza bene e si riescono a ottenere comunque degli scatti decenti e sicuramente utilizzabili per la pubblicazione sui social o per la visione sullo schermo dello smartphone.


Non male anche la fotocamera frontale, dotata di una risoluzione addirittura maggiore di quella posteriore e di un secondo flash. Parliamo di 16 megapixel per dei selfie sicuramente molto definiti che risultano buoni in condizioni di luce ottimale ma non degradano eccessivamente anche in penombra.

Entrambe le fotocamere sono poi in grado di registrare video in FullHD a 30 fps. Utilizzando la fotocamera principale subentra la stabilizzazione digitale che mi ha sicuramente sorpreso per efficacia.

SNAPDRAGON 435, MANCA LO SPUNTO

All’interno di questo Wiko Wim Lite troviamo un processore Qualcomm Snapdragon 435, octa-core a 1.4 GHz di frequenza operativa massima, accompagnato da 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna dedicata allo storage e espandibile a patto di rinunciare ad una delle due schede SIM per la MicroSD.

WIKO WIM LITE:

  • SISTEMA: Android 7.1 su interfaccia Wiko Launcher
  • SOC: Qualcomm Snapdragon 435, octa-core a 1.4 GHz
  • GPU: Adreno 505
  • MEMORIA: Interna: 32GB (espandibile con microSD) / RAM: 3GB
  • DISPLAY: 5 pollici / IPS LCD / Risoluzione: 1920x1080 pixels / 441 ppi
  • FOTOCAMERA: posteriore da 13MP / front 16 MP con flash / video: fino a 1080p a 30 fps
  • RETI: GSM, UMTS, HSPA+/HSUPA, LTE (dual nano SIM)
  • WIRELESS: Bluetooth: 4.1 con A2DP / Wi-Fi: 802.11 b/g/n / Wi-Fi hotspot
  • CONNESSIONI: Jack Audio da 3.5mm / Micro USB 2.0 / supporto OTG
  • GPS: A-GPS/GLONASS
  • SENSORI: Accelerometro, Giroscopio, Sensore di prossimità
  • BATTERIA: 3000 mAh
  • SCOCCA: Profilo metallico, back cover in plastica e frontale in vetro (Gorilla Glass 3)
  • PESO: 149 grammi
  • DIMENSIONI: 144 x 71.7 x 8.7 mm

Un hardware tutto sommato discreto, non si tratta certo di un processore top di gamma, ma per gli utenti che cercano uno smartphone senza troppe pretese, che sia in grado di svolgere le operazioni più comuni come la navigazione, la consultazione della mail e dei social e lo scambio di messaggi con i più comuni programmi di messaggistica istantanea, siamo sicuramente di fronte ad un comparto adeguato.


Ovviamente rispetto ai top di gamma il caricamento delle app, specialmente alla prima apertura, avviene in tempi maggiori, ma una volta avviate la gestione è buona e a parte rari casi non si notano grossi rallentamenti.

Non manca ovviamente il WiFi, purtroppo non dual-band, così come abbiamo Bluetooth 4.1, LTE, GPS con A-GPS e GLONASS ma manca l’NFC. In generale buona la ricezione, veloce l’aggancio del segnale e buono anche il mantenimento. Da rivedere, invece, il comparto audio, sia in relazione alla capsula che per quanto riguarda lo speaker. In entrambi i casi abbiamo infatti una qualità discreta ma un volume un pochino troppo basso.

ANDROID NOUGAT E WIKO LAUNCHER

Il sistema operativo a bordo è ovviamente Android nella sua versione Nougat. In particolare facciamo in questo caso riferimento alla release 7.1.1, personalizzata tuttavia con il Wiko Launcher.

Un’interfaccia alternativa a quella classica di Android di cui la stessa Wiko è proprietaria e che inserisce alcuni strumenti personalizzati oltre che, purtroppo, un consistente numero di applicazioni pre-installate.

Tra le funzioni custom più importanti troviamo la Smart Left Page, una pagina posta alla sinistra della home, che ci permette di avere collegamenti rapidi ai contatti recenti e alle app più utilizzate, oltre che un feed reader con le notizie consigliate e le indicazioni su meteo e appuntamenti del calendario.

Presenti anche delle gesture da disegnare a schermo che permettono di aprire delle applicazioni o accedere a determinate funzioni. Gesture pre-impostate ma che possono essere integrate e personalizzate a piacimento.

Non mancano anche le scorciatoie dirette per le varie funzioni delle app a cui si accede tramite pressione prolungata sulle icone, caratteristica di Nougat, oltre alla possibilità di utilizzare la modalità schermo condiviso.

AUTONOMIA DISCRETA E RICARICA RAPIDA

All’interno di Wiko Wim Lite troviamo una batteria con una capacità pari a 3000 mAh, un modulo che, grazie anche all’hardware non eccessivamente energivoro, è in grado di portarci a cena in quasi ogni occasione. Siamo spesso riusciti anche ad andare a dormire con un pochino di autonomia residua, comunque non sufficiente ad iniziare la giornata successiva.

Nel caso di un utilizzo particolarmente intenso e, ovviamente in caso di necessità estrema, è comunque buona cosa sottolineare la presenza della tecnologia di ricarica rapida Quick Charge 3 di Qualcomm, che permette di caricare il nostro smartphone in poco più di un’ora e mezza.

RAPPORTO QUALITA' PREZZO MEGLIO DI WIM

Come già detto in apertura siamo di fronte ad un prodotto che a mio parere ha molto più senso del fratello maggior Wim. È vero, l’hardware è inferiore sulla carta, il display non è Amoled e la fotocamera è solo una ma, nell’utilizzo di tutti i giorni e nelle esigenze di un utente non troppo esigente sono differenze che fanno sentire troppo poco il loro peso se dobbiamo giustificare i 200 euro di differenza che corrono tra le due soluzioni.

In relazione ai suoi 199 euro, e considerando che, se anche non di molto, il prezzo potrebbe abbassarsi ulteriormente online, questo Wim Lite mi ha convinto sicuramente molto di più. Probabilmente un pochino di cavalli in più nel motore non avrebbero guastato, ma a quel punto avrei forse parlato fin da subito di un best-buy.

PRO E CONTRO:

ErgonomiaFotocamera buonaRicarica rapida
Troppe app pre-installateSoC non potentissimoNo NFC

VOTO: 6.7

VIDEO:

Wiko Wim Lite è disponibile su a 137 euro.
(aggiornamento del 19 giugno 2018, ore 20:30)

110

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Raimondo

A ormai 149€ o meno: dual sim, Android 7.1.1, 32GB, 3GB Ram, schermo 5 Full HD, NFC, ecc. si riesce a trovare di meglio? (A meno che non si cerchi solo velocità)

Michele Sessa

meglio Wim lite o Wiko fever 4g 16 gb. Grazie

Succiacapre

guarda una foto di Jeff Bezos

smn_lrt

Amazon 143

Succiacapre

Costa 159 euro senza sconti sul sito dell'evasore pelato. Cosa esiste di meglio a 'sto prezzo?

Fanatic17

A me hanno sostituito un Fever con questo, sembra un buon telefono

Fabrizio

Il tono della recensione mi sembra molto più positivo e incoraggiante rispetto al voto. Leggendo la recensione immaginavo di più

AntoEduardo

Non ho idea di quale versione ha recensito Davide...ma sicuramente il Wiko Wim Lite in vendita da MediaWorld, il modulo NFC ce l'ha e... strano ma vero funziona anche.

AntoEduardo

Solo per far presente al recensore Davide Fasola che il modulo NFC su questo smartphone è presente...per cui la valutazione andrebbe un attimino rivista al rialzo, tenendo anche conto che ormai nei negozi online e in alcune catene, lo si trova facilmente a 170 euro.
Quindi...se questo non è un best buy, allora mi domando quale altro concorrente potrebbe eguagliarlo ?

valerio

Ma come si attiverebbe sto fast charge 3? Io l'ho collegato al caricabatterie del mio lg g5 ma continua a metterci una vita

Gabriele Lucii

questa recensioni stanno diventando di una noia mortale... sempre le stesse parole...

E K

Magari la 9 risolve i problemi, chissá. Mai dire mai.

lkjh

Con poco più di 100€ (in base alle offerte) prendi il redmi 4x (SD 435, 3/32, HD) o il redmi note 4x (SD 625, 3/32, FHD).

LeChuck

Capisco... Io ho lasciato la MIUI un po' prima

E K

Solo perché sei lo zombie di LeChuck meriti il mio rispetto, il grosso dei problemi é arrivato passando dall 8.1 alla 8.2, il baco del correttore automatico crea problemi solo quando scrivi in altre lingue, se non lo fai spesso é ininfluente.

LeChuck

io lo uso con LOS, ma quando avevo la MIUI non ricordo alcun bug francamente

LeChuck

avuti due e non so di che parli...

nic74

tipo?

Simone Arico'

Hai ragione,scusa non me ne ero accorto

davide fasola

Lo trovi scritto nella recensione, comunque poco più di 1h e 30 per una carica completa.

sardanus

lenovo k6

sardanus

hai aggiornato a nougat? c'è stato un boost prestazionale non indifferente, merito della nuova emui e l'autonomia è aumentata

Simone Arico'

Grazie dell'informazione molto preziosa... scusa invece il tempo di ricarica con il caricabatterie rapido a quanto ammonta????

Pistacchio

Se va bene che te frega, magari scoccia per le patch di sicurezza....

Pistacchio

Appunto

Andee Kcapp

Panasonic KX TU329
Su Amazon a € 62.00

Andee Kcapp

Confermo il P9 Lite và molto bene per quello che costa. E chi se ne frega del software che ha se tutto gira a puntino.

Mick&LOzzo

E però alla fine il voto è un po' stringatino, in relazione al tono soddisfatto della recensione

lkjh

Ci sono telefoni che a parità di HW costano la metà.... non mi sentirei molto di consigliarlo.

Tiwi

nokia 3 ho visto le recensioni, diciamo che non è il massimo, ha impuntamenti ed è molto lento

io per una signora anziana ho preso il wiko pulp fab, 125euro su eprice (colore bianco), ha un bello schermo 5.5 pollici, una buona batteria, è ben costruito, ha snap 410 e 2-16gb di memoria

Simone BB

Wiko? no grazie, in famiglia ne abbiamo avuti 2, un getaway e un fever, potrei farci un tema su tutti i problemi che ho avuto.

davide fasola

Esatto, compatibile Quick Charge ma in confezione non c'è caricatore rapido. Io ho usato un caricatore compatibile preso su amazon.

FedEx

Purtroppo questo é, al massimo Amazon.
Quindi:
Huawei P8L 2017
Galaxy A3 2017
Moto G5- G5 Plus

Mario

però caspita che stabilizzazione nel video, meglio può farlo solo un gimbal

Mustik

Si tagliano tutte le scelte migliori...
Allora da negozio questo è tra i migliori, sotto i 200€ display e fotocamere così non credo ci siano, anche se va un minimo settato e ripulito della monnezza preinstallata da wiko

Mustik

Da quello che ho capito supporta ricarica rapida, ma non ha in dotazione il caricatore adatto allo scopo.

Rozzo

Non che sia brutto, ma
con il colore azzurrino/verde mi pare meglio

Rozzo

Vernee "Thor E" secondo me.

laspas

qualche motorola su amazon wharehouse... c'è il g3 a 90, g4 play a 100 e g4 a 120...

uncletoma

Xiaomi o lo compri in siti cinesi oppure usato.
Su quella cifra (130) avevo visto il Fever, che, CPU (MTK MT6753) a parte, rimane uno dei Wiko migliori mai prodotti.
(ora è salito a quasi 140...)

baffo92

Innanzitutto complimenti per la recensione!
Ho una curiosità: molti siti sottolineano che il chip NFC è presente nel Wiko Wim Lite.
Ci sono forse due varianti di questo Wiko Wim Lite in vendita in Italia?

Bastia Javi

Sforzandomi posso arrivare a 130 €, oltre xiaomi quale, su Amazon xiaomi non si trova facile, di Nokia 3 che ne pensi

Simone Arico'

Ma il caricabatterie nella confezione mi risulta da 1 ampere anche se effettivamente dovrebbe supportare la ricarica rapida. Qualcuno mi conferma xhe nella confezione non che il cavo 2 ampere oppure il contrario??!

iclaudio

aspeto di 4 anni fa,cornici che pare un galaxy ace ,2 piotte per uno snappo 435 con app preinstallate che ciulano risorse come se fosse antani

ZioThor

perche piace e trovano un sacco di cover?

E K

La avevo anche io, grossa 1mm era oscena (specie con l'effetto appiccicaticcio che lasciava dietro), comprata piú sottile, dopo una caduta su tappetino morbido da palestra si é scheggiato il vetro posteriore (causa fragilitá e malleabilitá della scocca in alluminietto), sostituito il retro con la cover in bamboo (infinitamente meglio), a causa della leggerezza del telaio si piega se tenuto in tasca, senza necessitá di fare forza o altro, il bamboo regge molto meglio del vetro, ma serviva una cover rigida per compensare, cover che volevo evitare per non imbruttire il telefono...ma dopo una caduta da 10cm su un pavimento in marmo lucidato, é esploso il vetro in un angolo (a causa dell'alluminietto troppo sottile per attutire il colpo), con incremento graduale di filature per tutta la diagonale del telefono.
Vivendo in Germania i maneggioni sono mooolto cauti con questi telefoni, e per la modica cifra di 100€ lo avrei potuto avere riparato senza garanzia che il vetro non si scollasse dopo 2 settimane e senza garanzia che il tuuch funzionasse a dovere.
Morale della favola, mai piú un telefono senza 2 dita di gomma e plastica dura attorno, fankoolo all'estetica e all'alluminietto o il vetrino posteriore che fa tendenza.
A livello software é una tristezza assurda su rom stabile (piena di bug che limitano in maniera impressionante la mia esperienza d'uso) e senza aggiornamenti tempestivi, e su rom dev, ok gli aggiornamenti ma ci sono ancora piú bug.

Tiwi

dovrebbe esserci il lenovo p2 o anche il p10lite o a5 2017 e moto g5 a poco più con tasto fisico centrale
o a 200 anche honor 6x, ma senza tasto

meizu, con soc mediatek, li escluderei

Tiwi

tutto quello che prendi sui 100euro, non vale moltissimo
eccezion fatta forse per lo xiaomi..se arrivi a poco più, tipo 120-130 puoi trovare qualche wiko decente o anche huawei

Tiwi

insomma, non male..alle fine per 200euro al lancio
scenderà presto di 20-30 euro, e allora sarà ancora meglio

Luigi L

Mah, ormai da gearbest arriva già con la global e in italiano. L'ha comprato mia sorella che non sa nemmeno cosa sia un sistema operativo, e a parte il primo aggiornamento che gli ho fatto io, non ha assolutamente nessun problema, anzi.

Anteprima Asus Zenfone 5Z: Snapdragon 845 a 449 euro fino a domenica

Nokia 7 Plus: fotocamera Stock Vs Google Camera | Confronto fotografico #GCamMod

Recensione Honor 10 a 399 euro spiazza tutti (anche Huawei)

Nokia 7 Plus (3800mAh): LIVE batteria | Fine 21.35