Google Home sarà compatibile con la piattaforma SmartThings di Samsung

03 Ottobre 2016 12

Google, durante il prossimo evento, dovrebbe presentare ufficialmente anche Google Home, l'altoparlante Wi-Fi capace di funzionare come assistente vocale e hub intelligente per la casa. Secondo alcune indiscrezioni riportate dai colleghi di AndroidPolice, questo dispositivo offrirà anche il pieno supporto alla piattaforma SmartThings di Samsung ed ai prodotti Nest di Google.

Grazie a queste compatibilità, potrà entrare subito in competizione con gli altoparlanti Echo di Amazon, in quanto sarà possibile interfacciarlo con diversi elettrodomestici, come frigoriferi o lavatrici, lampadine, termostati, TV e tanti altri prodotti.

Oltre a Google Home, vi ricordiamo che il 4 ottobre verranno presentati i nuovi smartphone Pixel e Pixel XL, la Chromecast 4K, un nuovo sistema operativo chiamato provvisoriamente Andromeda, e verrà anche lanciata la nuova piattaforma basata sulla realtà virtuale chiamata DayDream.

Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone XS, in offerta oggi da Tigershopit a 890 euro oppure da ePrice a 1,045 euro.

12

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Sagitt

HomeKit

pollopopo

fra poco si cambierà casa una volta l'anno xD

deepdark

È incredibile che con gli inutili indossabile stiano spendendo soldi per dare dei "non prodotti" (o cmq prodotti tutti simili) e invece per la domotica (mercato a mio parere con grandissime potenzialità) stiano mettendo timidamente in giro prodotti incompleti, funzionanti a metà, costosi senza motivo è che di fatto sono quasi inutili.

marco ravazzini

Ma di Google brillo non si hanno più notizie??

Darkat

Che poi non serve nemmeno che ci sia un solo standard, ma che esista la possibilità di farli comunicare attraverso un'interfaccia separata, come ad esempio fa IFTTT per dire. Ma uno standard è ben apprezzato

nothingman

Giusto...
Comunque secondo me l'annuncio stà solo ad indicare che Google Home riesce ad inviare dei comandi all'HUB smartthings di samsung ed a sua volta questo li invia ai dispositivi tramite uno dei protocolli supportati da smartthings (zwave,zigbee). Quindi il problema legato alla presenza di mille standard diversi non lo risolve.

Ad oggi se uno vuole acquistare un semplice interuttore per comandare l'accessione/spegnimento di un dispositivo da remoto, si trova ad dover scegliere tra protocolli diversi ed incompatibili tra di loro...

marco

Ci sarà molta roba sto 4 ottobre, speriamo bene

May I Survive

e non credo che google, samsung, apple etccc partano con l'idea che i prodotti per l'IoT sono destinati a superare i 10 anni di vita...
vorrebbe dire un costo di sviluppo molto alto (sia immediato, sia per i prox anni per supportare ancora ogni oggettino)

matteventu

Esatto, uno non può stare a rifarsi tutta l'elettronica di casa ogni 5 anni...

nothingman

Vedremo... Ogni anno esce qualche nuovo standard/protocollo che prevede di essere migliori dei precedente, ma fino ad esso non se ne è affermato nessuno.

May I Survive

la rovina dell'IoT sarà quello più la filosofia di queste aziende, che in 2 anni dimenticano i prodotti

Fez Vrasta

Fantastico, sia ringraziato il cielo. Mille standard diversi non compatibili sarebbero stati la rovina del IoT

Recensione Oppo RX17 Pro: ricarica lampo e super foto notturne

Honor Magic 2 (3.500mAh): live concluso alle 00:02

Recensione Meizu 16th: una piacevole sorpresa

Google Pixel 3: live batteria (2915 mAh) | Fine 18.55