Lenovo K5: la nostra recensione

06 Luglio 2016 217

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Ammetto di essermi avvicinato a questo Lenovo K5 con una particolare curiosità e aspettative abbastanza elevate. Lenovo ci propone un entry level compatto, con dimensioni accettabili, un SoC tutto sommato inedito, una configurazione hardware a cui non manca nulla e qualche piccola chicca, come i doppi speaker Dolby. Sarà riuscito Lenovo K5 a soddisfare le alte aspettative che avevo nei suoi confronti? Andiamo a scoprirlo nella recensione completa:

Hardware, Materiali ed Ergonomia:


Con K5, Lenovo ha voluto portare sul mercato un dispositivo compatto e fondamentalmente completo di tutto. In 142 x 71 x 8.2 mm e 142 grammi di peso troviamo un SoC Snapdragon 415 octa core Cortex-A53 da 1.4GHz, GPU Adreno 405, un display IPS da 5” HD 720p, 2GB di memoria RAM, 16GB di memoria interna espandibile, fotocamere da 13 e 5 megapixel, connettività LTE dual SIM, batteria da 2750 mAh rimovibile e Android 5.1.1 Lollipop con interfaccia Vibe UI. Insomma, la dotazione è senza dubbio molto completa!

La qualità costruttiva del terminale è decisamente buona e la solidità è garantita dalla scocca rimovibile che avvolge anche i bordi del telefono, quindi quando è chiusa risulta davvero difficile distinguerlo da un dispositivo unibody, Il retro è caratterizzato da un rivestimento in alluminio che migliora notevole la sensazione di qualità al tatto, anche se comunque si tratta di una lamina incastonata in una scocca plastica. Sulla parte inferiore e superiore troviamo due bande plastiche, una occupata dalla fotocamera principale e dal flash led, mentre la seconda ospita le feritoie dei doppi speaker Dolby. Lato sinistro completamente pulito, destro dedicato al tasto di accensione e il bilanciere del volume, mentre in basso troviamo esclusivamente il microfono principale.



Va da sé che il jack da 3.5mm e la micro USB sono alloggiati nella parte superiore, scelta decisamente scomoda, sopratutto quando si vuole operare con il telefono sotto carica, specialmente se vi capita di dover rispondere ad una chiamata. La parte anteriore di K5 ci offre un bordo in plastica cromata, tasti soft touch non retroilluminati e la fotocamera principale accompagnata dal sensore di prossimità e luminosità. A completare la dotazione di K5 troviamo un comparto radio che include bluetooth 4.1, WiFi b/g/n e radio FM, mentre manca il chip NFC.

La confezione di vendita è abbastanza ricca e ci offre un caricabatterie, di cui parleremo dopo, un cavo usb-microUSB particolarmente spesso e robusto, degli auricolari, una pellicola per il display e una cover trasparente Lenovo che vi permetterà di proteggere, in parte, la delicata cromatura.

71 x 142 x 8.2 mm
5 pollici - 1280x720 px

Display:

Il display mi ha colpito subito per la sua elevata oleofobicità, davvero inaspettata in questa fascia di prezzo, mentre mi ha convinto meno per quanto riguarda la qualità dei colori. Sia chiaro, è decisamente buona se si guarda il pannello perpendicolarmente, ma tende a virare troppo facilmente appena si effettua qualche movimento lungo la diagonale. Presente la possibilità di impostare manualmente la temperatura colore del pannello, oltre a poter scegliere tra due diversi set preimpostati. La risoluzione HD non è assolutamente un problema e, visti i 294 ppi, gli elementi e i testi su schermo appaiono sufficientemente dettagliati e leggibili. La luminosità è buona ma il sensore di luminosità è decisamente lento nel registrare la variazione di luce ambientale, quindi capita spesso che la luminosità, sopratutto di notte, sia eccessiva e fastidiosa, costringendovi ad agire sullo slider. Purtroppo Lenovo non ha pensato di inserire un qualsiasi tipo di gestione rapida per lo sblocco, quindi niente doppio tap per il blocco o il risveglio. Assente anche l’ambient display, ma per fortuna troviamo un LED di notifica, ben visibile, che ci segnala la presenza di eventuali messaggi e chiamate perse.

Batteria, Audio e Ricezione:



Ho fatto molte chiamate con Lenovo K5 e in ognuna di esse ho riscontrato un’ottima qualità in capsula, accompagnata da un audio di buon livello. Grazie alla presenza dei doppi speaker anche il vivavoce è sempre chiaro, persino al massimo volume. K5 supporta due SIM in formato micro e la gestione dual SIM ci permette di personalizzare quale utilizzare come predefinita per dati, 4G, voce e messaggi, mentre dal menù audio sarà possibile modificare la suoneria per ognuna delle due sim. Il dialer è personalizzato da Lenovo, include la ricerca rapida in rubrica e la possibilità di registrare le chiamate.

Il doppio speaker torna a far sentire la sua presenza quando decidiamo di utilizzare lo smartphone per l’ascolto musicale o durante la riproduzione dei video. L’audio è sempre potente e ricco e non viene distorto neanche al livello di volume più elevato. Possiamo modificare il bilanciamento dell’audio, sia in cuffia che sugli speaker principali, grazie all’app Dolby Atmos che ci consente di scegliere, in tempo reale, tra alcuni bilanciamenti predefiniti e tra due liberamente personalizzabili. A proposito di cuffie, in dotazione troviamo degli auricolari standard di scarsa qualità, buoni per effettuare e rispondere alle chiamate, grazie al tasto dedicato, ma del tutto sconsigliati per l’ascolto di musica.

La batteria è un altro aspetto ambiguo di Lenovo K5. La presenza di un display da 5” HD, un processore di fascia mediobassa e una batteria da 2750 mAh ci spingono ad attenderci un’autonomia di ottimo livello, tuttavia non è sempre così. Sebbene sia possibile ottenere oltre 4 ore di schermo, con un utilizzo moderato, questo risultato diventa assolutamente irraggiungibile nel momento in cui ci si ritrova a dover fronteggiare l’inevitabile aumento di temperatura causato da Snapdragon 415. In quel caso sarà possibile perdere una decina di punti percentuale di batteria in un tempo veramente esiguo e inoltre anche la gestione della batteria durante lo standby non è tra le migliori e capiterà di perdere carica residua senza aver effettuato alcuna operazione. Non troviamo particolari opzioni di risparmio energetico oltre a quelle predefinite di Android e il caricabatterie in dotazione ha un output di 1.5A a 5V, offrendoci tempi di ricarica di poco superiori alle 2 ore.

Software:

L’attenzione che Lenovo ha posto nella realizzazione di Lenovo K5, la si nota anche dai tanti piccoli accorgimenti software che ha introdotto nella sua personalizzazione, anche se questa cura spesso si scontra con traduzioni dell’interfaccia non complete. Sono diversi gli elementi in inglese, sopratutto quelli legati alle funzionalità più avanzate e geek. Tuttavia, se saremo in grado di superare queste piccole difficoltà, potremo goderci un terminale ricco di tante piccole chicche, come ad esempio la possibilità di sdoppiare tutta l’interfaccia per utilizzarla con un qualsiasi visore VR come Cardboard. Certo, lo schermo solo HD, la GPU di fascia bassa e la scomodità di interazione senza un controller esterno bluetooth, rendono questa funzione poco più che un esercizio di stile, un grandissimo vorrei ma non posso, anche se mi è piaciuto trovarla e ammetto di averla sfruttata per provare qualche video occasionale.

La Vibe UI, l’interfaccia utilizzata su K5, è particolarmente interessante, in quanto offre alcune personalizzazioni mirate che non alterano eccessivamente quella che può essere l’esperienza Android stock. Anche l’assenza del drawer delle app è un elemento personalizzabile, dal momento che bastano pochi passaggi per ripristinarlo e tornare ad assaporare un device in pieno stile Lollipop. Le modifiche più importanti risiedono nelle icone scelte da Lenovo e nel menù dei quick settings, reso estremamente denso grazie alla presenza contemporanea di tutti i togli disponibili. Troviamo anche un comodissimo widget orologio che richiama quello visto recentemente sui nuovi Moto G.

Tutta l’interfaccia si muove in maniera generalmente molto fluida e i 2GB di RAM svolgono bene il loro lavoro, anche se è facile riscontrare qualche lentezza nel caricamento delle app, soprattutto nel passaggio rapido tra una e l’altra. A proposito di multitasking, ho trovato veramente fastidiosa l’apertura del menù app recenti tramite una pressione prolungata del tasto dedicato e non tramite un semplice tocco, il quale, invece, apre le opzioni dell’app attiva. Un piccolo salto indietro nel tempo che fa squadra con il task manager e l’app galleria, entrambi provenienti da versioni Android ormai dimenticate.

La memoria interna è di 16GB, di cui circa una decina liberi all’avvio ed è supportato l’USB OTG. L’espansione di memoria microSD è indipendente rispetto alla possibilità di usare 2 SIM e, grazie al lavoro di personalizzazione apportato da Lenovo, può essere configurata come archivio principale nonostante l’assenza di Android Marshmallow. La navigazione web è affidata a Chrome il quale, come da tradizione, ci offre un’esperienza d’uso decisamente appagante e fluida in ogni frangente.

Purtroppo pare che gli octa core di Qualcomm siano dei processori inclini alle temperature elevate e anche Snapdragon 415 non è da meno. Il terminale è mediamente tiepido, tuttavia è abbastanza semplice percepire il rapido incremento di calore a cui corrisponde un altrettanto rapido decremento della percentuale di batteria residua. Non si raggiungono mai temperature fastidiose, tuttavia mi sarei aspettato di meglio da 8 Cortex-A53 con frequenze abbastanza contenute di 1.4 e 1.2GHz.

Gaming:


Purtroppo queste debolezze si manifestano anche nel comparto gaming, in cui la Adreno 405 non riesce ad esprimere tutto il suo potenziale. Con entrambi i nostri giochi di riferimento, Asphalt 8 e Real Racing 3, abbiamo riscontrato alcune criticità, principalmente causate dal fatto che entrambi i titoli vengono caricati al massimo dei dettagli. Su Asphalt 8 la cosa è risolvibile dal menù impostazioni; scegliendo dettagli medi si potrà godere di un’esperienza di gioco discreta, sempre caratterizzata da cali di frame, ma tutto sommato giocabile. Purtroppo lo stesso non si può fare su Real Racing 3, nel quale non è possibile sacrificare il livello di dettaglio per ottenere un’esperienza più fluida e in linea con le prestazioni del terminale. In entrambi i casi, una sessione di gioco prolungato svilupperà abbastanza calore da peggiorare ulteriormente la situazione, davvero un peccato visto che, sulla carta, era lecito aspettarsi molto di più.

  • Real Racing 3: 1 minuto e 30 secondi
  • Asphalt 8: 35 secondi

Fotocamera e Multimedia:


Lenovo K5 ci offre una fotocamera principale da 13 MegaPixel in grado di effettuare scatti di qualità accettabile sotto la luce del sole, anche se i colori sono un po' spenti, mentre le cose tendono a peggiorare al buio o in ambienti chiusi. Lo stesso discorso vale per la fotocamera anteriore da 5 MegaPixel, la quale è ovviamente equipaggiata con gli strumenti “bellezza” pensati per i selfie. L’interfaccia di Lenovo ci offre un rapido accesso alla gestione del flash, HDR e del timer. La messa a fuoco è abbastanza pigra e questo penalizza il punta e scatta; non sono rari i casi in cui dovremmo effettuare tap aggiuntivi per mettere a fuoco la scena. Troviamo anche la possibilità di effettuare scatti panoramici o di applicare i classici filtri in tempo reale, mentre non è possibile agire direttamente sul cambio di risoluzione, visto che potremo scegliere esclusivamente il formato in 4:3 o 16:9 e la qualità dell’immagine. Troviamo comunque molte altre impostazioni, tra cui la gestione del bilanciamento del bianco, ISO e modalità della scena.

I video possono essere girati sino a 1080p a 30 fps e la durata massima è di 30 minuti. In questo caso segnaliamo che è presente la stabilizzazione digitale dell’immagine e l’autofocus continuo. La qualità generale dei video è abbastanza buona, così come pure l’audio catturato è assolutamente in linea con la qualità dei filmati.

Conclusioni:

Ho iniziato la recensione sottolineando le alte aspettative che avevo nei confronti di K5. Devo dire che, in generale, non sono state raggiunte e l’utilizzo prolungato di Lenovo K5 mi ha riportato con i piedi per terra. Si tratta comunque di un buon dispositivo, in grado di risultare affidabile ma non adatto al gioco, con un ottimo form factor ma con la fastidiosa assenza della retroilluminazione dei tasti frontali, con una buona interfaccia, fluidità e cura dei particolari, ma con traduzioni parziali e alcuni elementi anacronistici. Molti compromessi che sarebbero stati accettabili qualche anno fa, ma che oggi non si possono più ignorare, vista la completezza di molte altre proposte di prezzo simile.

Insomma, Lenovo K5 vale sicuramente i soldi che costa, ovvero 189 euro di listino, ma non è certamente un best buy della categoria, anche se ha sicuramente delle interessanti frecce al suo arco, specialmente nel comparto audio, grazie al supporto di Dolby.

Qualità costruttiva generale Esperienza d'uso della Vibe UIRicca dotazione in confezioneDual Sim, memoria espandibile e batteria rimovibile, tutto insieme!Ottima qualità audio
Niente NFCCuffie scadentiPrestazioni della batteria altalenantiNon convince il gamingPoca cura nelle traduzioni, ogni tanto assenti

Voto: 7.3

La riconferma di un'azienda che cerca l'equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T è in offerta oggi su a 457 euro oppure da ePrice a 518 euro.

217

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
DP75

Qualcuno sa per favore come ripristinare icona dell' app messaggi (predefinita x SMS) scomparsa dall' home page (barra delle 4 applicazioni principali in basso) ? Grazie

MatitaNera

tutto sommato buon rapporto qualità/prezzo

F. B.

ultime notizie ufficiali da lenovo il k5 verrà aggiornato a maggio 2017 a marshmallow , android 6.
Hurra

F. B.

anche io

MatitaNera

Per uso basico (web, whatsapp, facebook) direi di no

Yuto Arrapato

Non é lento?

MatitaNera

per il momento molto bene...quello che deve fare lo fa

Yuto Arrapato

Come ti trovi?

Gabriele

Buonasera, questo Lenovo verrà aggiornato a marshmallow?

Domenico Belfiore

Per l'audio lo dovevi attivare dal app Dolby atmos

MatitaNera

Preso a 109€

Daniele Campana

oggi 109

Daniele Campana

il wiko lenny non regge il paragone ed il p8 lite siamo sui 30 40 ero in piu.

MisterWU

a quel prezzo preso come muletto ad alto rischio

Tiwi

meglio un wiko o un p8 lite o altro del genere

Daniele Campana

Alternative? Non cinesi?

Daniele Campana

Oggi a110 euro...

Daniele Campana

Oggi a110 euro lo trovo ottimo.

Federico Tamanini

Non mi pare competitivo, ci sono molti terminali migliori allo stesso prezzo.

StupidiTelefoniSottiletta

No guarda sono senza parole. Rimpiango i cari vecchi forum statici (es. Hardware upgrade) :/

StupidiTelefoniSottiletta

Immaginavo.... :/

maxz

la prossima rec in canotta

Pistacchio

Dipende anche da quanti commenti ci sono su disqus e quanti ne hai aperti pima di scrivere....

Pistacchio

Per codesto disqus fa laggae ancheil mio note4 il computer mostro che ho in cameretta fatto ad hoc per giocarecon 8Gb di am :(

Sterock77

In definitiva non è così male , poco oltre i 150 € non si può pretendere molto di più e se cala un pochetto si può fare !

Tiwi

anche a me ha colpito! finalmente qualcuno che riesce ad esprimere critiche e aspetti positivi senza farsi problemi! in fondo, se un telefono fa schifo, xk limitarsi è dire che è ok, invece di sottolineare tutti i suoi difetti?!?
vedremo in futuro se le sue recensioni saranno tutte cosi :D

Tiwi

insomma, un cesso venduto a prezzo esagerato..scaffale..
cmq, recensione interessante..e le critiche al prodotto, non sono mancate, come è giusto che sia

StefanoZ

un altro fornetto...

iclaudio

un bel cassettone insomma... comunque in tutte le foto ci stava solo una persona seduta .....il resto è disabitato...mando abbiti ?? :D

StupidiTelefoniSottiletta

Consuma un mare di batteria più che altro :/

StupidiTelefoniSottiletta

Su i7 è usabile, ma mi credi se ti dico che....

-telefono, posso scrivere una lettera ogni 2 secondi circa
-pc mio, posso scrivere una parola al secondo grosso modo
-pc frato, scrittura "senza attese" ma "un decimo" di secondo di lag? E non credo sia manco la connessione, perchè alla fine lui ha una fibra fastweb super tosta

Forse disqus mi tiene suo m4roni, non lo so XD

Danny #Mainagioia

Cmq uc è un brutto browser, secondo me... Io mi trovavo proprio male.

Danny #Mainagioia

Sì, disqus è abbastanza discutibile.
Però non esageriamo, è tranquillamente usabile sul mio ultrabook, figuriamoci su un i7 e tutto il resto :)
Cmq io con Chrome e lo Z5 mi trovavo bene...

Mario L

bravo, bella dizione, in maniera costruttiva: la musichetta rock di sottofondo non è il massimo. Audio del microfono leggermente distorto, abbassa poco. Prendi qualche pausa.

Mario L

lo snapdragon 600 si è camuffato.

StupidiTelefoniSottiletta

Tutti gli octa sono una sch1fezza a consumi.

Un esempio? Se qualcuno come me si va a leggere i forum non solo italiani ma sopratutto stranieri (io mi sparo quelli in lingua inglese, francese e spagnola) dei possessori di M3 Note (octa P10) e di Redmi Note 3 Pro (esa 650), entrambi quota 4.000mAh.... vedrà che IN MEDIA (=a sostanziale "parità" di uso) quelli con l'esa core sono avanti di un buon 15-20% rispetto all'octa.

Io infatti ho visto che la media grossolana di ore di schermo, è di 7 ore circa (con rare punte di 8,5) per m3 note, e di 8,5 (con rare punte di 10)

E stiamo parlando di esa... se fosse stato un quad parco, il divario sarebbe stato ben maggiore :/

StupidiTelefoniSottiletta

Da telefono prima stock samsung. Laggoni
Poi chrome. Laggoni
Ora Uc (versione completa, non mini). Laggoni

La cosa tragica è che sti problemi avvengono a random, anche se ovviamente si presentano meno pesanti per via dell'infinita differenza di "muscoli", pure sul mio pc (phenom II X4, 4 ram, cheetah). E addirittura su quel mostro di pc che ha mio fr4tello a casa sua (i7 esa core OC, 12 giga, ssd, fibra ottica)

E' proprio d1squs che fa schif0 a sto punto :/

StupidiTelefoniSottiletta

Eh ma si incarta assai eh ^_^

Repox Ray

E via, un altro octacore che scaldicchia e dura meno delle aspettative...

riccardik

Ogni tanto si incarta ma nella scrittura a me non da problemi

marco

Non male come prima recensione, bravo!

Fab93

Meglio xiaomi redmi 3 pro o xiaomi redmi note 3 pro? Anche considerando la differenza di prezzo

giacomiX11

Beh è il 615 in e che è una merd@

Carburano

Non fa niente, so di essere molesto anche se involontariamente

Riccardo P

E con questa ti chiedo ufficialmente scusa per le settimane di mutismo su TW.

Nico

Complimenti al recensore

Schumi

zenfone max e il suo snap 410 non vanno neanche avanti

Danny #Mainagioia

Che Browser usi?

LaTanaDelSuono

5 - KAPA cinque non se po senti'

Claudio 23

Come hai fatto a scrivere i nomi dei recensori?

24 ORE con Realme 3 PRO: Snapdragon 710 a 199 euro | Video

Huawei Ban | Reazioni e conseguenze delle ultime 48 ore: possibile Huawei OS? | VIDEO

Honor 20 e 20 Pro ufficiali: caratteristiche e prezzi | Video Anteprima

Google sospende la licenza Android a Huawei dopo il ban di Trump: reazioni