Tablet Android Aigo N700 svelato ufficialmente

22 Novembre 2010 11


Dalla Cina con furore ecco giungere un'altro tablet di cui avevamo già sentito parlare a Maggio scorso ma senza ulteriori conferme sulle specifiche tecniche, che sembravano comunque molto interessanti. Troviamo infatti un chip grafico come il Tegra 2 un processore ARM Cortex A9 da 1 Ghz.

Finalmente Aigo N700 è stato svelato ufficialmente al pubblico e non si è presentato come lo conoscevamo mesi fa ma con un design rinnovato, molto elegante e piuttosto originale.


Tra le altre caratteristiche tecniche troviamo un display da 7 pollici, schermo ovviamente touchscreen di tipo capacitivo con risoluzione WVGA, multitouch supportato, chipset nVidia Tegra 250, processore ARM Cortex A9 da 1 Ghz, 512 MB di Ram, connettività 3G (voce e dati), Wi-Fi e Bluetooth 2.1 + EDR, 4/16/32 GB di spazio disponibile a seconda del taglio, webcam da 1.3 Mpxl, porta HDMI, USB,  G-Sensor, accelerometro e per finire sistema operativo Android Eclair 2.1.

Grazie al chip grafico dedicato, N700 è grado di riprodurre senza nessun problema contenuti in alta definizione fino a 1080p e avrà il supporto a flash 10.1.


L'interfaccia sarà sviluppata internamente e porta il nome di Aigo New Freedom River UI, il peso si assesta sui 380 grammi il che lo proietta come un prodotto davvero interessante e con specifiche sicuramente interessanti anche se il prezzo purtroppo non è ancora stato comunicato. Nonostante la presentazione ufficiale rimane il dubbio se l' Aigo N700 riuscirà mai ad oltrepassare i confini della Cina al fine di poter testare il prodotto.

via


11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Confrontone tra i quasi top 2022, 9 smartphone uno contro l'altro | Video

Rog vs Rog vs Batman: Mediatek 9000 o Snapdragon 8+ gen.1 | Video

Recensione Motorola Razr 2022: finalmente moderno, non per nostalgici

Recensione Oppo Pad Air: come tablet da divano non vi servirà altro