Tweak e miglioramenti per l'interfaccia del nostro smartphone Android

2Applicazioni
0Commenti

Di smanettare, su Android, non si finisce mai. Per una novità che scopri, ne spunta un'altra decina, ed è già tempo di cambiare tutto di nuovo. Ci siamo occupati spesso della personalizzazione del Robottino: cambiando il launcher, l'app per gli SMS, la rubrica e il telefono, o anche solo rendendo un po' più vivace il LED di notifica. Oggi esaminiamo le app che permettono di ottimizzare, velocizzare e rendere più comodo il sistema operativo: notifiche, multitasking, avvio rapido delle app, e chissà che altro si inventeranno gli sviluppatori.


Consigliata a:

Chi vuole sperimentare il sistema delle notifiche stile “chat head” senza pasticciare con il sistema operativo.

Avete presente le nuove notifiche di Facebook Messenger, quei dischi (“chathead”, in termine tecnico) che rimangono in primo piano indipendentemente dall’applicazione in cui siete al momento? Agli sviluppatori / smanettoni di xda l’idea è piaciuta davvero, tanto che hanno esteso il concetto a qualsiasi applicazione installata sul dispositivo. Nuovo messaggio su WhatsApp? Una chathead. Nuova sfida su Ruzzle? Una chathead. App da aggiornare, chiamata persa, promemoria del calendario? Chathead a garganella. Originariamente il concept è stato proposto dai ragazzi del team ParanoidAndroid, una serie di custom ROM (simile a Cyanogenmod, per intenderci). Per chi non vuole smanettare troppo, però, c’è questo bel surrogato in formato app, comodamente installabile da Google Play.


Consigliata a:

Va bene per chi vuole sperimentare, ma provatela per bene e a lungo prima di decidere di acquistare la versione Pro.

Switchr è un nuovo modo di concepire il multitasking in Android. Basta uno swipe dal bordo sinistro dello schermo per accedere a tutte le app in background. Esistono due modalità operative: in una le icone scivolano sotto il nostro dito con un’animazione molto simile al CoverFlow di Apple; nell’altra dobbiamo “zigzagare”, come avviene in Windows Phone 8. Il design è elegante e poo invasivo, e se pagate ci sono alcune personalizzazioni molto interessanti (fondamentale, a nostro avviso, la possibilità di chiudere le app, con una gesture specifica per ogni modalità). L’idea non è davvero niente male, e l’implementazione è ottima; ma la nostra opinione è che il multitasking sia una parte fondamentale del sistema operativo, e che dovrebbe essere gestita solo da esso. Le app non hanno accesso a quella profondità, a livello di codice, che garantisce un’esperienza d’uso perfetta.

Condividi

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

Huawei P10 Plus: la nostra recensione

Samsung Galaxy S8: la nostra recensione

TIPS Samsung Galaxy S8/S8+: 5 suggerimenti per sfruttarli al meglio

Recensione Samsung Galaxy S8+ (S8 Plus): "la grande bellezza"