Le app Android per contare le calorie dei cibi

2Applicazioni
0Commenti

Gli smartphone e i dispositivi mobili in generale si stanno rivelando grandissimi amici di chi decide di seguire uno stile di vita sano e attivo. Sono la piattaforma ideale: hanno tanti sensori, li portiamo sempre in tasca, e si possono facilmente collegare wireless a dispositivi fitness come fasce cardio, contapassi e così via. Ma chiunque sa che svolgere esercizio fisico regolarmente e con impegno è solo metà del lavoro, forse anche meno: la prima cosa, l’aspetto fondamentale e imprescindibile per stare bene, è l’alimentazione.
Mangiare in modo corretto, apportare la giusta quantità e le giuste proporzioni di sostanze nutritive, è meno facile di quanto si pensi. È come creare una scultura di tipo “mobile”: dev’essere tutto in equilibrio, e ci sono molte informazioni di cui tenere conto. Nel passato, la nostra ignoranza sull’argomento ci ha portati ad assumere molte abitudini scorrette e controproducenti per il nostro organismo; gli ultimi anni, però, hanno visto un’inversione di tendenza. Complici le nuove tecnologie e i nuovi sistemi di informazione, siamo più attenti a cosa mangiamo, e anche le grandi industrie alimentari si stanno lentamente adattando, producendo cibi più sani.
Le app che vi proponiamo oggi sono uno degli strumenti più evoluti e comodi che abbiamo a disposizione per mantenere un regime di alimentazione corretto. Ci aiutano a calcolare quante calorie servono durante il giorno, e aumentano la nostra consapevolezza sulle proprietà dei cibi. Potrete scoprire, ad esempio, che un cucchiaino d’olio d’oliva extravergine apporta la stessa quantità di energia di MEZZO CHILO di zucchini, e che un pacchetto di pop corn vale quanto una scatola di fagioli.
I “calorie trackers” richiedono tempo, costanza e pazienza, ma sono davvero utili; lo strumento perfetto per seguire al meglio un piano alimentare preparato da un professionista (seriamente: non fate da soli. Esistono interi corsi di laurea per imparare a mangiare). Andiamo a conoscere i migliori.


Consigliata a:

Chi cerca uno strumento completo a 360 gradi.

MyFitnessPal è la leader del settore, in modo netto e deciso. Non è la più bella che ci sia, ma in molti altri aspetti è imbattibile: il database di alimenti ed esercizi è il più vasto di tutti, è compatibile con un numero molto elevato di dispositivi, app e servizi fitness di terze parti, e offre funzionalità social, che al giorno d’oggi sono cruciali per spopolare.


Consigliata a:

Chi cerca lo strumento più rapido per l’inserimento degli alimenti, senza curarsi troppo del resto.

FatSecret non offre tutte le funzionalità di MyFitnessPal: mancano gli strumenti social, la compatibilità con dispositivi e app fitness di terze parti, ma ha un’interfaccia migliore, più comoda e immediata, incentrata sull’inserimento rapido di pasti ed alimenti. Il database non è altrettanto completo, ma ha dalla sua un sistema di completamento in tempo reale stile Google Instant davvero comodo, e supporta anche i menu di molte catene di ristoranti famose, come Burger King e Fratelli La Bufala. La gestione delle attività fisiche non ci è piaciuta molto: troppo complicata e laboriosa. Attenzione agli obiettivi calorici quotidiani; sono molto più alti di tutte le altre app.

Consigli e suggerimenti

 

  • Lo ripetiamo ancora una volta: non fate da soli, specialmente se siete alle prime armi. Come abbiamo detto, l’argomento è molto vasto, e ci sono tantissime nozioni di cui tenere conto. Non è sufficiente lanciare il tutorial dell’app e pensare solo a raggiungere l’obiettivo giornaliero di calorie, qualsiasi sia il vostro scopo. Bisogna mangiare equilibrato, introdurre la giusta quantità di proteine, grassi e carboidrati. Un dietologo è il punto di partenza ideale; i calorie tracker saranno semplicemente d’aiuto per seguire le indicazioni in modo più preciso - e ottenere risultati migliori in meno tempo.
  • Ricordate: le calorie non sono tutto. È vero: se introdurrete meno calorie di quelle che consumate, perderete peso. Ma non significa automaticamente dimagrire. Se mangiate in modo sbagliato, potreste indurre il vostro corpo a distruggere massa muscolare per nutrirsi, invece che bruciare il grasso accumulato. Perderete peso, ma la vostra massa grassa rimarrà invariata.
  • Un chilogrammo di grasso equivale a circa 7-8000 calorie. Se il vostro obiettivo giornaliero è 2300 e ne avete consumate 2400, non disperatevi: avete guadagnato 10 grammi, l'equivalente di uno starnuto o poco più.
  • La costanza è fondamentale. Perdere qualcosa di insignificante come 70 grammi al giorno significa quasi 500 a settimana; due kg al mese.
  • Chi va piano va sano e lontano. Non pretendete di perdere 10 kg in un mese: è controproducente e pericoloso per il vostro fisico, che non fa in tempo ad adattarsi al cambiamento. L’ideale sarebbe 2 kg al mese. Tre è già troppo.
  • Ci sono decine di altre variabili da considerare. Alcuni abbinamenti di cibi sono dannosi, nonostante il basso apporto calorico; non bisogna mai mangiare dopo il tramonto o prima dell’alba, perché l’apparato digerente è in “standby” e le sostanze nutritive vengono trasformate in grasso; e così via.

 

Condividi

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

Recensione Galaxy S8/S8+ dopo 2 mesi: tanti miglioramenti ma non è tutto perfetto

Huawei P10 e P10 Plus: arrivano in Italia le colorazioni verde e blu Pantone

Recensione Sony Xperia XZ Premium, il primo con display 4K HDR

Meizu M5s: perché SI, perché NO | Recensione