I migliori launcher per Android

28Applicazioni
51Commenti

Come ormai tutti sappiamo, Android è sinonimo di personalizzazione, libertà, openness. Grazie al suo codice open source, è possibile modificare e rimpiazzare qualsiasi parte del sistema, incluso il launcher. Ma cos’è, esattamente, il launcher?
Il launcher è l’applicazione responsabile dell’interazione tra l’utente e il dispositivo Android. Per fare un esempio comprensibile a tutti, possiamo dire che l’unione di Desktop, Menu avvio e Taskbar costituiscono il “launcher” di Windows sul nostro PC. Grazie al launcher, quindi, possiamo avviare (in inglese, appunto, “launch”) applicazioni, accedere alle impostazioni del sistema, e, in genere, disporre di un nostro spazio personale da organizzare come meglio crediamo, con widget, scorciatoie, eccetera.
Il launcher si avvia automaticamente all’accensione del telefono o tablet, e possiamo ritornarci in qualsiasi momento semplicemente premendo il tasto Home sul nostro dispositivo. Possiamo installarne quanti ne vogliamo, a patto che la memoria interna del dispositivo ce lo consenta; per cambiare launcher “al volo”, ci basterà premere Home e scegliere dalla lista quello che desideriamo utilizzare.
E’ anche possibile impostare un launcher predefinito tra quelli installati presenti sul dispositivo, attivando la spunta sulla voce in basso “Usa come predefinita per questa azione”. In questo modo, premendo il tasto Home non visualizzeremo più l’elenco dei launcher, ma avvieremo direttamente quello che abbiamo scelto. Questa opzione andrà reimpostata ogni volta che installeremo o disinstalleremo un launcher, o dal menu delle impostazioni, scegliendo Applicazioni > Gestisci applicazioni. Da qui basterà selezionare il launcher che abbiamo impostato come predefinito, e scegliere il pulsante Cancella predefinite.
Eccovi di seguito una selezione dei launcher più significativi che troverete sul Play Store.


Consigliata a:

Ormai il launcher è superato; al massimo, può essere ancora utile per qualche dispositivo altrettanto superato.

Come sarebbe l’attuale scena dei launcher alternativi se ADW.Launcher non fosse mai esistito? La domanda è lecita, perchè con questa piccola applicazione Anderweb ha portato la libertà di personalizzazione a livelli che non erano mai stati raggiunti prima. Ormai, però, l’importanza di questa app è principalmente storica: lo sviluppatore l’ha abbandonata in favore di una versione interamente ridisegnata, e la mancanza di nuove feature la rendono poco allettante per gli utenti di oggi.


Consigliata a:

Chi vuole un telefono reattivo e scattante e non è interessato alla grafica elaborata

Widget animati, complessi effetti di transizione 3D, animazioni e grafiche elaborate per ogni operazione. Le interfacce di Android diventano sempre più ricercate, i grandi produttori si sforzano di creare offerte ricche di “eye candy” per ingraziarsi il grande pubblico, e gli sviluppatori di terze parti non sono da meno. Ma cosa succede se tutto ciò non ci interessa? Se preferiamo un’interfaccia più spoglia, e il nostro obiettivo principale è avere un telefono reattivo e veloce, cosa possiamo fare? Semplice: installare Zeam Launcher.


Consigliata a:

Utenti esperti ed esigenti, che vogliono la massima libertà di personalizzazione

La prima, fortunata ondata di launcher per Android sta appena cominciando ad accusare i primi sintomi della vecchiaia, ma l'infaticabile Anderweb alza la posta offrendo questa versione EX del suo launcher. Più personalizzazioni, nuove funzionalità mutuate da Android 4.0, e un codice ancora più ottimizzato.


Consigliata a:

Utenti attenti alla cura per design e grafica, che vogliono poter personalizzare il proprio dispositivo senza dover essere degli esperti

GO Launcher EX è diventato in poco tempo il launcher più diffuso in assoluto nella storia di Android, grazie anche al suo approccio innovativo al concetto di personalizzazione: non solo una miriade di opzioni e feature avanzate, ma anche componenti aggiuntivi, plugin e tanta attenzione alla grafica e al design. In altre parole, è il launcher del momento.


Consigliata a:

Se dovete stupire i vostri amici con effetti speciali, e avete uno smartphone molto potente, Regina è una buona scelta.

Negli ultimi anni, la potenza dell'hardware dei telefoni cellulari è cresciuta a ritmi talmente vertiginosi, che le GPU dei top di gamma riescono a muovere una quantità di poligoni superiore a quelle di Playstation 2. Sfruttando questa incredibile evoluzione arriva sul mercato Regina 3D, un launcher completamente OpenGL, che propone un’interfaccia grafica ricca di animazioni ed effetti 3D: una qualità mai vista prima su uno smartphone.


Consigliata a:

Se avete voglia di sperimentare e stupirvi, questo launcher fa al caso vostro, ma attenzione ai problemi di design.

Tra i tanti launcher che, di fatto, non fanno altro che riproporci il concetto operativo, immutato dalla nascita di Android, di homescreen + app drawer + dock in ogni salsa e forma, capita raramente di imbattersi in qualcosa di nuovo, completamente originale come Rocket Launcher. A partire dal nome stesso, che sarà particolarmente gradito dai fan di Quake, Doom e simili, ogni aspetto di questa applicazione è frutto di un pensiero fuori dagli schermi, quasi irriverente. Non potevamo non provarlo.


Consigliata a:

Chi ricerca il look "pure Google" e la massima fluidità operativa.

Nova Launcher è il primo launcher di terze parti basato sul codice AOSP di Android 4.0 Ice Cream Sandwich, apparso inizialmente in versione beta su xda-developers intorno a metà Dicembre. Fondamentalmente l’app ripropone il principio introdotto da ADW.Launcher, molto apprezzato dalla community Android: mantenere il look & feel di Android standard, arricchirlo con una miriade di tweak e personalizzazioni, e ottimizzare al massimo le prestazioni. Inutile dire che il successo è stato immediato.


Consigliata a:

Chi ricerca il look "pure Google" e la massima flessibilità di configurazione

Nonostante sia arrivato da pochissimo sulla scena, Apex Launcher è già il preferito di molti utenti. Dopo sole tre settimane di presenza sul market, ha già ricevuto oltre 5000 valutazioni, per una media di 4,8 stelle su 5: un successo davvero meritato. Dopotutto, è completamente gratuito, e la rosa di opzioni è più completa persino della versione a pagamento di Nova Launcher. E siamo solo agli inizi!


Consigliata a:

Chi ricerca il look "pure Google" ma è ancora fermo a Gingerbread o Froyo.

Immaginate di essere dei bravi programmatori Android, prendere il codice sorgente del launcher di Ice Cream Sandwich, e adattarlo in modo da renderlo retrocompatibile fino a Froyo. Poi immaginate di inserirlo sul Play Store; che cosa ottenete? 500.000 installazioni e oltre 3000 votazioni, con una media di 4,7 su 5. In appena due settimane!


Consigliata a:

Utenti fan dell’interfaccia utente di iPhone, ma non solo: è un'ottima scelta anche per chi non ama particolarmente i widget e preferisce un launcher incentrato sulle app

Android vs. iOS, Google vs. Apple, open vs closed. La diatriba per antonomasia dell'Internet di inizio millennio imperversa tanto su forum specializzati quanto sui più popolari social network, senza tregua. Riusciremo mai a decretare un vincitore assoluto? Improbabile, ma agli utenti Android va riconosciuto un innegabile vantaggio: possono avere, grazie ad Espier Launcher, iOS 5 sul proprio device - se non tutto, almeno l'interfaccia principale.


Consigliata a:

Utenti che vogliono provare il look & feel della ROM cinese MIUI. E’ anche una valida alternativa per chi già la utilizza, e sente la mancanza dell’app drawer

QQ Launcher non è particolarmente innovativo o rivoluzionario, eppure è uno dei launcher più particolari disponibili sul mercato. Assimila molte feature vincenti di iOS e le innesta su una base tipicamente Android, creando un ibrido molto valido sia dal punto di vista del design che dal punto di vista della praticità d'uso. Notate qualche somiglianza concettuale con la celebre ROM cinese MIUI? I punti in comune sono molti. Ecco perché abbiamo condotto questo test su un device equipaggiato con questa ROM.


Consigliata a:

Fan dell’interfaccia studiata dal team MIUI e utenti avventurosi alla ricerca di un launcher app-centered.

Xiaomi sembra fermamente intezionata a portare un assaggio della celebre serie di ROM MIUI a tutti gli utenti Android. Dopo il lock screen, ecco approdare su Google Play il launcher, che sfrutta un’interfaccia senza app drawer, come iPhone, ma non rinuncia a widget e shortcuts.


Consigliata a:

Per ora è troppo acerbo per l’utente medio: lo consigliamo solo ai fan della Metro UI più esperti.

Può piacere o non piacere, ma un fatto è certo: lo stile deciso di Windows Phone 7, con le sue piastrellone animate e l’interfaccia minimal, incentrata sulla pulizia delle linee piuttosto che sulla grafica elaborata, ha rappresentato una ventata d’aria fresca nel mondo dei dispositivi mobili. Tra le icone colorate di iPhone e i widget di Android, la cosiddetta “Metro UI” è riuscita a conquistarsi una folta schiera di sostenitori, e ha spinto Microsoft a puntare molto su di essa per il suo prossimo Windows 8. Era solo questione di tempo prima che qualcuno si cimentasse in un porting per Android.


Consigliata a:

Se volete rendervi conto di che cosa sono capaci gli smartphone di ultima generazione, questa è l’app giusta. Preparatevi, però, ad un’amara sorpresa quando vi accorgerete che la parte più interessante di questo launcher è soltanto da esibire.

Gli sviluppatori asiatici sembrano molto affascinati dalle spettacolari possibilità offerte dall’OpenGL. Proveniendo dalla Corea del Sud, MXHome non fa eccezione, così come OpenGL non manca la promessa di stupirci con effetti speciali di prim’ordine.


Consigliata a:

Utenti esperti, a cui non spaventa (anzi, magari piace proprio!) l’idea di smanettare e sperimentare.

Ci sono talmente tanti launcher “più veloci sul mercato” su Google Play che, ormai, questa definizione ha perso di significato. Non c’è comunque dubbio che lo sviluppatore di Lightning si sia dato da fare per mantenere la promessa: è addirittura arrivato ad offrire il menu delle preferenze come app separata, in modo da ridurre il consumo di memoria!


Consigliata a:

Non ci sono ragioni tecniche valide per installare questo launcher. Al massimo, può essere provato per qualche minuto, per il solo gusto di smanettare un po’.

“Content is king”: il nuovo dogma dell’Internet Anni ‘10. Claystone Launcher porta un po’ di Kindle in tutti i device Android, con questa nuova interessante interfaccia 3D dal concept innovativo, arricchita di contenuti made in Amazon, e un metodo operativo che lo rende unico: lavora in tandem con il nostro launcher predefinito.


Consigliata a:

È il launcher ideale per i fan del modding / skinning più dettagliato e curato.

Avete mai pensato al launcher del vostro smartphone come una specie di copertina di una rivista? Sinceramente noi no ma, a giudicare dalla buona diffusione del prodotto risultante, non è un'idea così campata in aria. Senza dubbioo è originale, e permette un livello di personalizzazione molto elevato.


Consigliata a:

Possessori di device ICS+ che hanno voglia di cambiare un po’ il look del proprio telefono.

DLTO, il team coreano più "Engrish" di tutto Google Play, si ripropone alla clientela più aggiornata con questo nuovo launcher, compatibile con ICS e successivi. Come di consueto possiamo aspettarci temi, cura grafica, e qualche innovazione davvero intrigante.


Consigliata a:

Chi cerca un buon compromesso tra prestazioni ed effetti grafici.

Non tutti possiedono smartphone di fascia alta, in grado di far funzionare decentemente i launcher OpenGL; perciò la software house responsabile di Regina3D, appunto uno dei launcher 3D più elaborati e complessi, propone quindi un’alternativa leggera e performante, adatta a device di qualsiasi fascia.


Consigliata a:

Se cercate un launcher semplice e compatto, e vi piacciono i temi disponibili, non avrete delusioni; ma dovrete fare a meno di ogni tipo di personalizzazione.

Questo launcher del team sudcoreano DLTO non è particolarmente rivoluzionario o innovativo, ma ha gettato le basi per un sistema di skin e icon packs che è stato apprezzato - e supportato - anche da altri sviluppatori “concorrenti”.


Consigliata a:

È un launcher che si sceglie principalmente per la grafica: se trovate la combinazione estetica che vi soddisfa (e sopportate qualche bug), per un po’ farà il suo lavoro.

Da tempo, il termine “cinesata” è diventato sinonimo di prodotto scadente, economico, di scarsa qualità. È vero per una gran quantità di oggetti - incluso qualche tablet e telefono davvero da dimenticare - ma non per le applicazioni Android: basta pensare ai lavori di team apprezzati e prolifici come il GO Dev Team, Handcent o MIUI. I launcher, in particolare, si distinguono generalmente per la pesante personalizzazione grafica; PandaHome non fa eccezione, regalandoci un sacco di temi davvero ben studiati.


Consigliata a:

Utenti che in un launcher cercano la semplicità, anche quando si tratta di personalizzazione estetica.

Tra i power user e gli smanettoni, Trebuchet è un nome conosciuto e rispettato: è il launcher, naturalmente open-source, della popolarissima serie di custom ROM CyanogenMod, dalla versione 9 in poi. Creato inizialmente per Avatar ROM, una “concorrente” di CyanogenMod, Bazooka è una nuova home replacement app basata proprio su Trebuchet. Qualche tweak grafico e funzionale, vasto supporto a temi e skin, e un lock screen alternativo stile MIUI.


Consigliata a:

Riteniamo che quasi nessuno vorrà mantenere Facebook Home sul proprio dispositivo; per lo meno non in questa fase, ancora estremamente acerba.

Zuckerberg e compagnia hanno studiato un lancio davvero in grande stile per Facebook Home, con eventi stampa, campagne pubblicitarie molto estese e quant'altro. Il prodotto che ne è uscito è francamente deludente: scomodo, poco ergonomico , non si capisce nemmeno se è un lock screen, un launcher o metà di entrambi.


Consigliata a:

Chi ricerca l'efficienza e la rapidità, anche a scapito della grafica elaborata.

Studiato per la massima efficienza possibile, Action Launcher è qualcosa di diverso dal solito. Poche homescreen, un drawer molto originale, e due novità davvero furbe, ovvero le Cover e gli Shutter. Peccato che sia solo a pagamento, senza neanche una versione demo da provare gratuitamente.


Consigliata a:

Chi vuole stupirsi e stupire.

Torna alla carica il celebre GO Dev Team, questa volta con un launcher completamente 3D in stile SPB e TSF Shell. Tonnellate di effetti, animazioni per ogni cosa, e una scelta di widget proprietari che vi lascerà a bocca aperta.


Consigliata a:

Chi è alla ricerca di qualcosa di nuovo, chi ha voglia di sperimentare.

Splay è un launcher originale, molto particolare, sviluppato dall’israeliana Else LTD. Vanta una grafica futuristica, un menu ad arco pensato per l’uso con il solo pollice, sfruttando gli swipe. Presentato come concept al MWC 2010, all’epoca era qualcosa di molto più complesso e completo: uno smartphone, un sistema operativo, un’idea di ecosistema diverso, antagonista ad Android o iOS. È frutto di una filosofia di pensiero ormai vecchia, quando si sosteneva ancora che i display da 4” fossero troppo grandi, e che l’uso a una sola mano fosse imprescindibile.

Al giorno d’oggi, Splay è affascinante, ma non versatile a sufficienza. Ci sono troppe funzioni, troppe app diverse per un semplice menu a quattro categorie.


Consigliata a:

Se cercate un launcher tradizionale con stile Holo, Solo Launcher è da provare.

A pensarci bene, Solo Launcher non è poi così diverso da Apex o Nova. Certo, per default la grafica è leggermente differente; c’è qualche widget aggiuntivo, qualche icona che decisamente non c’entra nulla con il design di Google (ma, volendo, è molto facile tornare al look Android stock). Però lo spirito è quello: un launcher di tipo tradizionale, personalizzabile e configurabile all’inverosimile, con più di mille temi aggiuntivi, sfondi animati e persino lock screen; un menu delle preferenze sterminato, con ‘oltre 258’ parametri da regolare di fino. E performance di grande livello: reattivo, rapido, fluido e stabile come una roccia. Quindi, perché dovremmo preferirlo ai due launcher, già rodati e ben conosciuti? Perché abbandonare la strada vecchia per la nuova? Semplice: perché la nuova è completamente gratuita, e senza pubblicità. Scordatevi versioni premium, pro o full: nulla di quello che fa parte di Solo, temi aggiuntivi e sfondi inclusi, vi costerà un centesimo. Incluso il bellissimo contatore di notifiche non lette. Mica male, eh?


Consigliata a:

Appassionati di personalizzazione innamorati del design.

Il launcher perfetto per tutti gli amanti dei temi. Con Buzz, cambiare il look del proprio launcher è questione di pochi momenti: basta scegliere quello che più vi piace dalla fornitissima galleria online. Gli Homepack, i particolari temi proprietari di questa home sudcoreana, già includono layout di widget e collegamenti, icon pack, sfondi, persino la visualizzazione o meno di dock e status bar. E se volete contribuire anche voi, potete affidarvi a una semplice ma versatile modalità modifica. Non è certo il launcher ideale per il telefono economico della mamma: per cominciare, richiede un hardware di un certo livello, specialmente se vi piacciono i layout a più pagine; inoltre, è ben più complicato della classica interfaccia “pure Google”. Un prodotto di nicchia insomma, ma di grande qualità.

Sarebbe riduttivo definire GO Launcher EX vincitore di questa comparativa solo per la votazione elevata: ogni launcher ha i suoi pregi e i suoi difetti, il suo set di funzioni e opzioni, che lo rendono unico e differente dagli altri. Il nostro consiglio definitivo è, con il tempo e la calma, di provarne personalmente il più possibile: dopotutto, niente è per sempre, giusto?

Free o Premium?
La questione è molto sentita nella community: ha davvero senso pagare per un launcher? È vero che si tratta di pochi euro per app, ma è altrettanto vero che hanno un ciclo di vita incerto, anche a causa di una concorrenza molto agguerrita.
Il vantaggio è che, come abbiamo visto, il mercato è ricco di offerte di ottima qualità, sia gratuite che a pagamento: dipende davvero solo dai gusti personali dell’utente.

Confronto ICS
Ice Cream Sandwich ha segnato un punto di svolta piuttosto radicale per quanto riguarda il look & feel di Android, tanto che in molti ormai preferiscono l'interfaccia "pure Google" al posto delle varie skin dei produttori, come HTC Sense o Samsung TouchWiz. Apex, Holo e Nova sono i tre principali launcher basati sul codice di Ice Cream Sandwich, e ognuno ha i suoi punti di forza ben definiti: il primo è il migliore per quanto riguarda la personalizzazione, mentre Nova ha una fluidità e reattività migliore - anche se di poco; Holo, infine, ha il grande pregio di essere retrocompatibile con le versioni di Android più vetuste, fino alla 2.2 Froyo. Tra i tre, il nostro preferito in assoluto è Apex, ma è una vittoria al fotofinish. Tenete inoltre presente che tutti e tre i progetti sono  molto giovani, per cui probabilmente molte cose cambieranno, e molto in fretta: seguite questo topic per rimanere al passo con tutte le novità!

Condividi

51

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

TIPS Samsung Galaxy S8/S8+: 5 suggerimenti per sfruttarli al meglio

Recensione Samsung Galaxy S8+ (S8 Plus): "la grande bellezza"

LG G6: la nostra recensione

Honor 8 Pro ufficiale: specifiche top e prezzo competitivo