Come scaricare le copertine degli album: Android

11Applicazioni
1Commenti

La musica non è uno stimolo per il solo udito. Fior di pittori e grafici famosi (pensiamo all'iconico Andy Warhol) si prodigano affinché il prodotto che noi acquistiamo, sia esso un CD, un LP o un file digitale, lasci il anche un forte impatto visivo. Grazie ai dispositivi mobili, con display a colori sempre più grandi e nitidi, possiamo portare questa particolare forma d’arte sempre con noi. Il problema è trovarle, le copertine, e associarle agli MP3 in modo appropriato. Gli store digitali come iTunes e Google Play Music vendono file opportunamente taggati con album art inclusa, ma la situazione è decisamente meno lineare per le canzoni scaricate da torrent legittimamente copiate dal nostro CD originale.

Sui sistemi operativi desktop, come PC e Mac, molte sono le utility che ci aiutano in questo tedioso processo; e per i dispositivi mobili? Forse, ce ne sono addirittura di più. Vediamo alcune proposte per Android.


Consigliata a:

Utenti senza particolari esigenze avanzate, che puntano alla semplicità e rapidità.

Cercare manualmente le copertine su Google Immagini è un processo tedioso. Richiede anche un sacco di tempo. Se non avete esigenze particolari, Cover Art Downloader potrebbe fare al caso vostro: con un po' di fortuna, vi trova tutte le copertine che vi mancano in un paio di tap.


Consigliata a:

Non vale la pena spendere quasi 4 euro per questa feature.

DoubleTwist Player offre, a pagamento, la funzione di ricerca automatica delle copertine sfruttando il database di Gracenote. Le immagini sono di alta qualità, ma sono salvate in un formato proprietario invisibile agli altri player.


Consigliata a:

Utenti avanzati, che preferiscono avere molto controllo sui risultati; difficile, però, fare a meno del salvataggio delle immagini nei tag.

Oltre a essere uno dei nostri player preferiti, n7player è un potente editor di tag ID3 e ha funzioni di download delle copertine avanzate. La ricerca avviene tramite Google Immagini o Discogs, e per ogni risultato è disponibile anche la dimensione in pixel. Purtroppo le copertine vengono salvate in un formato proprietario; se venissero incluse nei tag, sarebbe lo strumento definitivo.


Consigliata a:

Utenti che useranno sempre e solo PowerAmp per ascoltare la musica.

Poweramp, il nostro top player assoluto, comprende un sistema di download delle copertine mancanti, anche se il sistema di salvataggio con formato proprietario rende la feature poco appetibile: le cover vengono salvate in un file .pamp all’interno della cartella in cui risiede il file audio, che è riconosciuto solo da Poweramp. Non vengono neanche visualizzate le dimensioni delle immagini.


Consigliata a:

Formato proprietario, funzione a pagamento: il download delle copertine non è un punto forte di RealPlayer. Meglio lasciar perdere

Anche RealPlayer offre la feature di download delle copertine come parte dell'offerta premium. La ricerca avviene in modo automatico sul database di Gracenote, lo stesso sfruttato da DoubleTwist. Le immagini sono di qualità, ma non sono note le dimensioni; il formato di salvataggio è proprietario.


Consigliata a:

Chiunque: è il più completo e avanzato, e il nostro preferito. Attenzione, però: dovrete rinunciare alle dimensioni delle immagini.

AudioTagger è quasi perfetto: salva le immagini nei tag ID3, usa due dei database gratuiti più completi (Google Immagini e Amazon), e permette addirittura di specificare più tipi di artwork (copertina, libretto, band, scan del CD...); unico, piccolo grande neo: non visualizza le dimensioni in pixel delle immagini. Che peccato!


Consigliata a:

Se non vi servono gli artwork multipli, è molto simile come feature ad AudioTagger.

Più basilare di AudioTagger: non è possibile specificare multipli artwork, e la ricerca avviene solamente su Google Immagini. L'interfaccia è un po' meno piacevole, ma nemmeno AudioTagger è particolarmente attraente. Neanche qui vengono specificate le dimensioni in pixel dei risultati.


Consigliata a:

Non è un gran editor, e non è neanche un buon downloader di copertine. Evitare!

I lati positivi di TCM finiscono con la capacità di salvare le immagini all'interno dei tag ID3 degli MP3 e la rapidità nella ricerca online; il difetto più grave è che, se la ricerca non produce risultati, non possiamo specificare un file immagine manualmente. Neanche qui sono disponibili le dimensioni in pixel delle immagini risultanti, anche se, a ben vedere, in quest'app non sono necessarie: usando un solo database, non si hanno mai più versioni della stessa copertina. Anche detto: "o così o così".


Consigliata a:

Utenti casual, che vogliono un lavoro di buon livello senza sprecare troppo tempo.

Questa piccola utility di Droidware è piuttosto basilare, ma opera in due modalità: consente la modifica dei tag ID3 oppure si limita ad agire sul database del device. Amazon e discogs sono una buona scelta - entrambi i database sono giganteschi - ma ci vorrebbe anche una modalità manuale / ricerca su Google Immagini, per quei “maledetti” dischi underground impossibili da trovare che ti rovinano il colpo d’occhio nei lettori multimediali.


Consigliata a:

Per questo compito specifico è piuttosto limitato. Meglio cercare altro.

a MP3dit mancano le funzioni specifiche di un downloader di copertine, come il download automatico, ma ha il vantaggio di usare il database online più completo che ci sia: Google Immagini. Non è un buono strumento per i più esigenti: manca la possibilità di specificare una keyword personalizzata, così come un'immagine dalla memoria interna del device. Anche qui mancano informazioni sulle proprietà dell'immagine che abbiamo scelto.


Consigliata a:

È il nostro nuovo preferito, e ha spodestato AudioTagger dal trono. Provatelo e non tornerete indietro!

Pimp My Music è un ottimo editor di ID3, con un sistema di ricerca delle copertine semplice ma molto ben studiato. La ricerca avviene tramite Google Immagini, il salvataggio può essere effettuato sia all'interno dei tag che nel database del sistema operativo, ed è possibile specificare keyword e dimensioni delle immagini. Supporta anche immagini multiple per ogni file. Che altro volete di più, anche un'interfaccia attraente, ben studiata e Holo-friendly?

No, perché c'è anche quella.

Salvataggio delle copertine

Sono disponibili tre metodi per il salvataggio delle immagini di copertina. Ognuno ha i suoi pregi e i suoi vantaggi:

  • Cache interna del database/formato proprietario. Questo metodo è il più basilare. Viene creato un file specifico per ogni album, e collegato al database interno del lettore musicale di sistema. Il principale vantaggio è la velocità con cui il player riconoscerà l’informazione; lo svantaggio è che non è compatibile con altri formati o sistemi. In poche parole, non è da consigliare se volete mantenere una libreria organizzata e completa tra diversi device, piattaforme ed ecosistemi.
  • File immagine nella cartella. Tipico di sistemi Windows, la copertina viene salvata all’interno della cartella con un nome specifico (per esempio, AlbumArt.jpg o Folder.jpg). Il vantaggio è che, in questo modo, tutti i lettori scritti decentemente saranno in grado di leggere la copertina; lo svantaggio è che crea confusione nella librera, ed è lento da caricare.
  • Inclusione nei tag ID3 del file MP3. I vantaggi sono la compatibilità assoluta, e la portabilità eccellente; non si creano file esterni all’MP3. Lo svantaggio è la dimensione: ogni singolo MP3 viene "gonfiato", anche di più di 1MB a file se si usano immagini ad alta risoluzione. Sembra poco? Calcoliamo una collezione modesta, di 100 album o CD. Circa 10 canzoni ad album, siamo a 1000 canzoni = 1GB di spazio!

Nonostante il grosso svantaggio del maggiore spazio occupato, il nostro metodo preferito è il terzo. Compatibilità assoluta, massima portabilità: è la soluzione più elegante. Anche il secondo ha i suoi considerevoli punti a favore, mentre vi sconsigliamo caldamente il primo. Se un domani cambiate telefono - o anche solo lettore musicale - potreste essere costretti a rifare tutto da capo.

Formati e dimensioni

Immaginate questo scenario. Vi siete appena regalati un bell’HTPC, per sfruttare al meglio il vostro nuovo televisore a LED Full HD da 55”, abbinato a una potente soundbar 5.1 da 100W RMS. Avviate il lettore musicale, copertina a tutto schermo... che risulta in un ammasso di quadrettoni sfocati, che i mosaici del Medio Evo erano più definiti. Fine dell’entusiasmo. Le dimensioni contano: quando cercate le immagini di copertina, preferite file grossi. Dati gli attuali display, un JPEG di circa 1000x1000 Pixel è la soluzione migliore; sarà perfetto su display FullHD, come quelli di TV, monitor, tablet e smartphone e non appesantirà troppo i vostri MP3 (circa 150 - 300 kB, a seconda dei colori e della compressione).

 

Condividi

1

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

LG V30 è lo smartphone 2017 da battere? | Recensione

Huawei Mate 10 PRO: Kirin 970, 6" 18:9 e doppia cam LEICA a 849 euro | Anteprima

Guida Acquisto Smartphone Xiaomi: garanzia, limiti e potenzialità #report

Personalizzazione Android ottobre: Action Launcher protagonista | Video