Come leggere le news sul proprio smartphone Android: Lettori RSS

9Applicazioni
0Commenti

Uno dei problemi che vengono spesso a galla analizzando il mondo “always-on, always connected” è il sovraccarico di informazioni, e la difficoltà dell’individuo di filtrarle e selezionarle in modo efficace, in base ai propri interessi. Internet ha la fama di essere un “giornalista” più imparziale rispetto ai media tradizionali, come giornali, radio e TV, ed è uno dei motivi per cui sta prendendo sempre più piede l’abitudine di informarsi su ciò che accade nel mondo tramite il Web. Un altro grosso vantaggio è che non ha orari: gli aggiornamenti avvengono praticamente in tempo reale, a qualunque ora del giorno e della notte, a Natale come a Ferragosto. Ed è più ricca, approfondita e dettagliata. Talmente vasta che, senza gli strumenti adeguati, è facile perdersi nei suoi meandri. Pensare di seguire le centinaia di migliaia di siti che pubblicano incessantemente fatti e articoli, dall’Astrofisica alla Zoologia, è assolutamente improponibile, anche ipotizzando di avere 24 ore di tempo al giorno.

I feed RSS

 

Uno dei più diffusi ed apprezzati “strumenti adeguati” di cui sopra sono i feed RSS, ovvero flussi di notizie formattati in modo semplice e accessibile, che i siti web d’informazione mettono gratuitamente a disposizione degli utenti. I dati contenuti nel flusso vengono appropriamente manipolati e processati da un’applicazione client, ossia un lettore di feed RSS, che si preoccupa di mostrarcele correttamente ordinate (in genere cronologico, dalla più recente alla più obsoleto) in un’unica finestra, applicazione o pagina, eliminando quindi la necessità di connettersi ogni volta al sito originale per gli aggiornamenti. 

La capacità di eliminare dai flussi gli articoli che sono già stati letti, mantenendoli quindi freschi e aggiornati, è stata ulteriormente potenziata da Google e il suo servizio web Reader, che permette questo tipo di sincronizzazione su qualsiasi nostro device: sarà possibile leggere quindi una sorta di “super giornale” sul PC di casa, continuare l’operazione sullo schermo del nostro tablet durante il viaggio verso il lavoro, o sul PC aziendale durante la pausa pranzo, e così via. Purtroppo Google Reader è stato chiuso e adesso non resta che trovare valide alternative. Quali? Eccone alcune.


Consigliata a:

Pulse è consigliabile a chiunque, ma con un ammonimento: i bug potrebbero innervosirvi.

Editor’s Choice e Top Developer su Google Play, sempre presente nelle prime posizioni delle classifiche di app essenziali, comparsa regolare dei keynote di Steve Jobs e Tim Cook: la lista di riconoscimenti e vittorie per Pulse News è talmente sconfinata che, a pensarci bene, potrebbe diventare un canale di news a sua volta. Si è detto che è una delle app che ha reinventato il nostro modo di tenersi informati; noi concordiamo. Ma gli anni sono passati in fretta: Pulse ha ancora una marcia in più o i concorrenti hanno colmato il divario?


Consigliata a:

Se vi siete annoiati del vostro lettore di feed abituale e volete provare qualcosa di nuovo e interessante, Feedly è un’ottima scelta.

Pulse News deve buona parte del suo successo all’interfaccia grafica, molto ben curata graficamente e carica di stile minimalista e moderno; Feedly dimostra di non temere il confronto con i “big” della scena, puntando proprio sul look, per certi versi addirittura più evoluto e maturo di Pulse.


Consigliata a:

Chi si sente limitato dalle opzioni di Pulse, e ha la necessità di smanettare con aspetti avanzati particolari.

gReader è nato dall’esigenza di fornire un client per il servizio Google Reader in un’epoca in cui l’applicazione ufficiale, made in Mountain View, iniziava a muovere i primi, incerti passi. Sviluppata da un singolo programmatore indipendente, ha subito avuto molto successo grazie ad un feature set completo e un’interfaccia di qualità, anche se, in tempi più recenti, l’avvento di Pulse prima, e la maturazione dell’app ufficiale poi, ne hanno in qualche modo ridimensionato l’espansione.


Consigliata a:

Smanettoni e utenti più esigenti in materia di personalizzazione.

Avete mai pensato che i lettori di news più blasonati come Pulse, Feedly o lo stesso Google Reader siano troppo semplici, troppo... Preconfezionati? GoodNews ridefinisce il concetto di personalizzazione nell'ambiente dei client RSS, pur mantenendo un'interfaccia il più possibile amichevole e gradevole.


Consigliata a:

Chi cerca un client performante e compatto.

Le interfacce dei lettori RSS sono un po' tutte uguali. C'è la pagina iniziale con la lista di feed, la seconda pagina con la lista di articoli, e poi c'è la pagina di lettura. Pulse è riuscito, con successo, a sovvertire questo ordine, creando qualcosa di nuovo, originale e al tempo stesso funzionale. Con le sue liste espandibili, FeedR si pone lo stesso obiettivo; i numeri, per ora, non sembrano dargli molto ragione; un altro caso di app sottovalutata, oppure c'è davvero qualcosa che non va?


Consigliata a:

Fan dei client Google Reader semplici e funzionali, a cui non secca il prezzo di listino (o, in alternativa, la pubblicità).

Vi piace la semplicità del client ufficiale Google Reader, ma trovate che l’interfaccia sia irrimediabilmente datata? Questo Reader (HD) proveniente dal Vietnam potrebbe essere la soluzione al vostro problema: semplice, performante, e Holo-friendly.


Consigliata a:

A causa dell’instabilità generale, lo consigliamo solo per gustarsi un po’ l’interfaccia.

Deer Reader è un lettore stupendo, con un'interfaccia di altissima qualità, e con un buon bilanciamento tra immediatezza e completezza. Se vogliamo, una bellissimo vestito per il Google Reader originale. Il problema grosso è la stabilità: troppi bug, e troppi crash. Abbiamo tuttavia notato delle differenze sostanziali tra i vari telefoni a nostra disposizione: sul Nexus 4 è quantomeno utilizzabile, su Sensation XE è un disastro completo. Vi consigliamo di provarlo per bene sui vostri device, potreste avere fortuna.


Consigliata a:

Chi ricerca efficienza e semplicità, senza dimenticare la cura realizzativa. Anche a scapito del design

Google Reader sta per andarsene definitivamente, ma il panorama dei lettori RSS non perde colpi. Ultimo arrivato sulla scena è Press, un client efficiente, funzionale e senza fronzoli, osannato dalla stampa specializzata internazionale. È solo a pagamento, ma per chi cerca uno strumento affidabile per la lettura quotidiana è una delle alternative più valide che ci siano.


Consigliata a:

Chi vuole una buona alternativa a Feedly, con l'aggiunta preziosa del social bookmarking - e qualche bug in più.

Digg, una delle prime piattaforme di social bookmarking al mondo, si reinventa e aggiunge funzionalità da lettore RSS "classico" alla sua app Android ufficiale. È come avere Feedly - sincronizzazione multi-device, libreria di feed - con una categoria speciale in più, che raccoglie le storie giudicate più interessanti dagli utenti di tutto il mondo. E qualche bug in più, purtroppo.

Già, Digg non è ancora maturo come i suoi principali concorrenti. Piccolezze, dettagli secondari, ma siamo stati abituati bene, e tornare indietro è dura. Le premesse sono ottime, comunque: vedremo come evolverà.

Consigli e suggerimenti

Cercare e organizzare i vari feed è semplice e intuitivo e la sincronizzazione in tempo reale tra molteplici dispositivi e sistemi operativi è assolutamente impagabile. Cercate inoltre di non inserire troppi flussi, anche se la tentazione data dall’immensa offerta è forte: rimanere aggiornati rischia di diventare un lavoro faticoso, al posto di un piacevole momento di svago.

Condividi

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

Recensione General Mobile GM 6: ha Android One ma...

Recensione BlackBerry KeyOne: produttività, sicurezza e tastiera fisica

Recensione Zenfone AR: Tango phone e top di gamma da 899€

Recensione Motorola Moto Z2 Play, sottile, ottima autonomia e MOTO MODS