Come disinstallare le app di sistema senza root | Guida #modding

21 Luglio 2017 222

Con Bloatware si indicano quelle applicazioni, non previste nel pacchetto basilare del sistema operativo, aggiunte dai produttori o dagli operatori di rete. I motivi possono essere i più disparati: promozione di un pacchetto software, partnership commerciali, genuina convizione di semplificare la vita all'utente. Il problema non è certo nuovo: ce lo portiamo dietro dai tempi dei computer con il tubo catodico e Windows XP. Con Android, però, si è aggravato, perché le applicazioni preinstallate (ovvero di sistema) non si possono rimuovere come tutte le altre.

Disinstallare un'app di sistema non è difficile per chi ha abilitato i privilegi di accesso root sul proprio dispositivo, ma è una procedura che comporta alcune conseguenze importanti. In alcuni casi potrebbe complicare le procedure di gestione di un intervento in garanzia, mentre in altri inibisce l'accesso a funzioni particolarmente delicate come Android Pay. Per non parlare del fatto che alcuni utenti non troppo esperti potrebbero esporsi a rischi di sicurezza non trascurabili.

Questa guida, realizzata dai ragazzi di xda-developers, propone un approccio diverso. È assolutamente necessario un computer, ma lascia il sistema operativo del terminale assolutamente immacolato. Ecco come funziona.

Preparazione dell'ambiente

Questa parte costituisce la stragrande maggioranza della guida. Se il vostro dispositivo è già in grado di dialogare normalmente con un PC attraverso ADB, se sapete come si attivano le opzioni sviluppatore e il debug USB, potete saltarla a piè pari e procedere al capitolo successivo. Per tutti gli altri:

  1. Installazione dei driver di debug USB. Su QUESTA pagina, Google indica una vasta serie di driver dei vari produttori per le edizioni più importanti di Windows. Su macOS i driver non sono necessari.
  2. Download di ADB (Windows, macOS, Linux) e conseguente estrazione in una cartella facilmente accessibile (per esempio, su Windows una delle soluzioni ottimali è C:\adb).
  3. Abilitazione delle opzioni sviluppatore su device Android:
    1. Nelle Impostazioni, scrollare fino in fondo alla voce Informazioni sul telefono (o similari) e aprirla.
    2. Cercare la voce Numero build e premerci sopra rapidamente per sette volte.
    3. Tornare indietro, cercare la nuova voce Opzioni sviluppatore e aprirla.
    4. Scrollare fino alla voce Debug USB e attivarla.
  4. Abilitazione delle comunicazioni Android <-> PC via ADB
    1. Collegare il dispositivo al PC con cavo USB; nella tendina delle notifiche, scegliere la modalità di connessione Trasferimento file (MTP).
    2. Aprire sul PC un prompt dei comandi; su Windows, per esempio, basta premere Win+R e poi scrivere cmd seguito da invio nella finestrella Esegui... che compare.
    3. Navigare alla cartella che contiene ADB; nell'esempio di prima, si può scrivere cd c:\adb, seguito da invio.
    4. Digitare il comando adb devices, seguito da invio.
    5. Il dispositivo Android potrebbe visualizzare una richiesta di conferma per continuare; una volta accettata, i due dispositivi sono pronti per comunicare. Sulla console dei comandi, comparirà una stringa di numeri e lettere seguita da qualche spazio e la scritta Device.
Come scoprire i nomi degli APK da rimuovere

Una volta che l'ambiente è impostato correttamente (cosa che dovrebbe essere comune per chiunque mastichi un po' di modding), il prossimo passaggio importante è conoscere il nome dell'APK (o degli APK) da cancellare. Ci sono diversi metodi: controllare l'URL della rispettiva pagina sul Play Store, oppure installare l'app gratuita App Inspector. Già che c'è la console aperta, si possono usare anche questi comandi di seguito per scoprire tutti gli APK installati dal produttore o dall'operatore. Nell'esempio usiamo Samsung, ma potrebbe essere Vodafone, TIM, OnePlus e così via. Notate gli apici prima e dopo la stringa di ricerca: vanno inseriti per forza.

  1. Nel prompt dei comandi del PC digitare il comando adb shell seguito da invio
  2. Poi digitare il comando pm list packages | grep 'samsung'
La procedura vera e propria

A questo punto la procedura entra effettivamente nel vivo. L'azione si svolge tutta in un comando: Qui sotto usiamo il nome fittizio esempio.a.caso, che voi dovrete sostituire con il nome che avete scovato nel passaggio precedente.

  1. Se non è stato fatto al punto precedente, lanciare il comando adb shell seguito da invio. L'intestazione della riga, a sinistra del cursore, deve iniziare con "shell@" seguita dal nome in codice del vostro dispositivo.
  2. A seguire, ecco il comando fondamentale: pm uninstall -k --user 0 esempio.a.caso


Non è necessario aggiungere l'estensione (.apk); se è stato immesso correttamente, il sistema confermerà l'operazione con una semplice parola, Success. A questo punto non resta che ripetere l'ultimo comando finché non sono state rimosse tutte le app che risultano inutili.

È chiaro che, benché molte app si possano poi semplicemente reinstallare dal Play Store o manualmente, la rimozione di alcune potrebbe avere conseguenze nefaste sulla stabilità o accessibilità del dispositivo: per esempio, se cancellate l'unico launcher presente nel sistema vi troverete di fatto senza desktop. Fate insomma molta, MOLTA attenzione alle app che cancellate. In ogni caso, se combinate un guaio, potete sempre rimediare con un reset alle impostazioni di fabbrica (perdendo però tutti i dati personali). Le app cancellate "torneranno" al loro posto.

L'iPhone più grande di sempre? Apple iPhone 6s Plus, in offerta oggi da Tecnosell a 459 euro oppure da Euronics a 749 euro.

222

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Andee Kcapp

Dissento dalla tua affermazione. Non voglio fare polemiche o difendere il Milanese e comunque, anche se fosse vero che li prova per così poco tempo, gli reputo una enorme esperienza tale da non fargli emettere giudizi errati o grossolani.

Darkat

Non credo che Apple lo faccia per sicurezza e basta, Credo che al primo posto nelle motivazioni ci sia il controllo dei ricavi sulle applicazioni: se facessero installare applicazioni fuori dallo store potrebbero perdere degli eventuali ricavi che invece cosi tutti gli sviluppatori sono obbligati passivamente a investire per tenere le app nello store

giorgio085

nn ti seccare, ma la premiata ditta "hangouts + google+" va disattivata, è un dovere morale.

c1p8HD

Non è assolutamente vero, molte non sono disattivabili solo perchè gli fa comodo a loro... è vero solo che con questa guida puoi rischiare di togliere anche qualcosa di vitale per il buon funzionamento del cell, ma non essendo assolutamente semplice, non credo che ci si avvicinerà nessuno che non sa quello che rischia. Ora per esempio io ho tolto tutto quello che riguarda Bixby con questa guida, Samsung non te lo fa neanche disattivare nonostante per adesso è praticamente inutile in Italia. L'ho tolto anche perchè mi sono accorto che un servizio di bixby mi consumava batteria nonostante che io, dopo un reset, non l'abbia mai fatto partire... mai, neanche una volta, ma comunque era li a consumare il 4/5% di batteria il giorno inutilmente...

mauronofrio

Se determinate app non possono essere disattivate forse un motivo c'è, usando questa procedura rischi di do er resettare il telefono, rischio che non vale la pena. Un'app chiusa inutilizzata non crea dispendio di risorse. Poi ognuno fa quello che vuole.

c1p8HD

Peccato che un sacco di app non possano essere disattivate, per esempio sul mio galaxy S8+ solo seguendo questa guida riesco a togliere la (molta) roba che non m interessa di Samsung :)

Pie & Mash

In effetti con i millemila modelli di Android passati presenti e futuri le differenze sono possibili..
Mettiamola cosi, personalmente, nei 5 modelli che ho sbloccato e modificato (miei o di parenti), se una App System veniva disinstallata non c'era Factory Reset che la ripristinasse...
Chiaramente i Nandroid Backup sono tutta un'altra storia..

Evviva J !!

Guarda mi trovi d'accordo su tutto, ma ti sbagli sul concetto "se disinstallo poi non torna col reset" provato in prima persona, dipende da come il produttore ha impostato il proprio reset, male che vada anche con la recovery stock c'è il VERO e proprio reset che pialla tutto allo stato originario...

eric

https://uploads.disquscdn.c...

Pietro

mi fai la foto ad un bambino che sta giocando al parco(non uno seduto che gioca con la sabbia ovviamente...uno che corre e salta) con op5 per favore che vorrei vedere come scatta. Grazie

Toro Gigantesco

Esattamente, per eliminare bisogna avere delle basi e aver per lo meno studiato.
Queste sono guide copia incolla pericolosissime che creano disagi alla maggior parte delle persone...
Tutti ingenieri con guide e smartphone !!!

NicoRoma90

Guarda, io non so per niente fan di Apple. Volevo solo puntualizzare che è possibile distribuire app per iOS al di fuori dell'AppStore (anche se effettivamente in maniera abbastanza più intricata rispetto Android).
Questo comunque da un lato ti garantisce maggior sicurezza, dall'altro molta meno flessibilità.

mauronofrio

La stessa cosa che ottieni se disattivi l'applicazione, l'unica differenza che con questa guida non puoi tornare indietro se non con un reset del telefono

mauronofrio

Questa procedura equivale ad una disattivazione, ma in più non ti permette di tornare indietro se non con un wipe totale, la funzione in più è che si possono disattivare applicazioni che normalmente non sarebbero disattivabili, questa cosa potrebbe essere buona come anche completamente distruttiva, non pensate sia consigliabile nell'articolo la sola disattivazione agli inesperti?

Darkat

Ma io ci credo, solo che non mi si può venire a dire che questo sistema è più comodo di quello Android (la possibilità di installare applicazioni fuori dallo store si attiva dalle impostazioni dando il consenso e presa di responsabilità), andiamo su l'utente su sostiene che la gestione applicazioni sia migliore su ios, quando
- non si possono cancellare veramente le applicazioni di sistema
- le applicazioni di sistema dipendono interamente dal sistema stesso con tutti i limiti del caso
- non si possono, facilmente, installare applicazioni fuori dallo store
- non si può decidere di riordinare le applicazioni nel drawer in maniera automatica (tipo in ordine alfabetico) ma solo manuale
- non ci sono personalizzazioni di alcun tipo sulle cartelle
Ma di che stiamo parlando? XD e su

Vanni Maceria

Quel noto milanese prova gli smartphone (se va bene) 20 minuti, quindi ritengo sia molto più affidabile il parere di un utente possessore di OP5 di un noto milanese inaffidabile.

H6

Sìsì, in parte ho risolto usando una versione più aggiornata di adb.
Ma riprovando, mi dava lo stesso problema.
Praticamente sono riuscito ad usarlo una sola volta, usando una versione aggiornata di adb e poi si nuovo lo stesso errore.
È davvero strano.
Grazie comunque dell'aiuto

c1p8HD

Quanta memoria è occupata nella partizione system è indifferente per noi visto che è una partizione di sola lettura... Non viene adoperata per scriverci niente, quindi che sia piena o mezza vuota non ci cambia di una virgola la memoria a noi disponibile

Pie & Mash

Le persone che praticano il Modding o che "Sbloccano" gli Android sono sempre di meno..
Ma se uno pratica seriamente il Modding, sa sempre cosa sta facendo e conosce le strade per sistemare eventuali errori di percorso..
Se uno prova ad eseguire sugli Android procedure "una tantum" e senza avere una buona base di partenza, qualche cosa rischia..
Questo articolo ha attirato la mia attenzione quando ho letto "Disinstallare App System senza il Root"..
In prima battuta ho rilasciato un commento "Dubbioso"
Solo dopo ho letto l'Articolo originale su XDA e ho capito l'Ingannevole l'Inghippo..

c1p8HD

Con questo sistema hai la possibilità di disinstallare quello che vuoi quindi recupererai lo spazio di archiviazione preso dagli aggiornamenti delle app che non ti interessano... Esattamente lo stesso spazio che potresti ottenere dalla rimozione fisica della app dalla partizione system visto che è comunque una partizione di sola lettura, e che sia piena di file o vuota non ti cambia niente :)

c1p8HD

Sicuro, ma è esattamente così... Quando torno a casa vi faccio anche questa prova se proprio non ci credete...

qandrav

su telefono ovviamente ha ri(abilitato) debug usb e company?

Francesco

Comunque è facile controllare, si può trattare con questa guida un'app google impossibile da disinstallare e poi vedere se dal Play store compare la dictura Abilita o Installa...

E' facile e ci si toglie il pensiero...

Francesco

Si, ma soltanto in termini di memoria occupata, alla fine disattivata vuol dire che non si attiva più, pertanto che è come se non ci fosse... la qual cosa non è assolutamente da sminuire...

Poi che l'articolo voglia far intendere altro è un altro conto, ma la guida rimane ottima...

Francesco

Bhe tralasciando le sciocchezze che si scrivono negli articoli, è anche meglio che non vengano disinstallate, perchè provare a cancellare un'app e poi magari trovarsi con un casino assurdo sul cell, irrisolvibile senza dover riflashare la rom non è che sia proprio il massimo...

E poi l'unico difetto della Disattivazione/Congelamente è quello di non recuperare spazio di archiviazione, ma qualche mega non recuperato non è un dramma...

La userò certamente, l'unica cosa che mi tratteneva dal disattivare il Root sul mio cell era proprio l'impossibilità di disattivare le app che non mi interessano e che danno soltanto fastidio.

RitornoAlFuturo

ma che palle... ancora con questa storia di disattivare le applicazioni, che siamo nel 2007? usate sti telefoni e tenete le mani a posto che poi fate danni

bldnx

ah.....maledetti......

Bestme1

Va bene, grazie mille!

ROOT

Si può.

ROOT

Non ci sarà nessun 5T.

Ansem The Seeker Of Darkness

Non lo sapevo, allora sì, è una boJata

ROOT

Ma l'app dell'orologio non è bloatware!

Pie & Mash

Penso che hai ragione...
Questo articolo può creare confusione nei meno esperti..
Se una App di Sistema viene "Disinstallata" (e che io sappia questo lo permette solo il Root) un Reset di Fabbrica non la ripristina perche' non è più presente nello Smartphone.
E questo è sacrosanto.
Se come dice l'articolo, un Reset di Fabbrica ripristina le App "Eliminate" con questa procedura, allora le stesse App sono solo "Disattivate" o " Congelate" in qualche maniera ma non "Disinstallate"..
Per chi non ama il Root, comunque è meglio di niente..

-|benzo|-

Non posso disisntallare ad esempio ì'app orologio purtroppo, e altre :(

sam.3

Ed è li che secondo me ha ragione comatrix, non le disinstalli ma le disattivi e se uno come me ha un vecchio sony xperia st11 mini come telefono d'emergenza ed ogni volta ti dice memoria piena anche quando non lo è perché scarica o aggiorna le app che ci sono installate di serie il problema di spazio ad esempio non lo risolvi.

Dea1993

eliminare i dati equivale a fare un --purge in fase di disinstallazione in una distro debian based.
rimuove semplicemente tutti i dati creati dall'applicazione dopo che si è installato (ovvero configurazioni, cache, ecc...) e questo è eliminabile in ogni app anche su android da sempre

c1p8HD

Non è differente per niente invece... io avevo bixby e ora non ce l'ho più, è il risultato quello che conta, e con questa guida ottieni perfettamente questo, e le disinsinstalli, non disattivi un bel niente... infatti ci vuole un reset perchè venga reinstallata l'app. Voi vi confondete perchè con android basta rimuovere il file apk per rimuovere un app, ma quello è un altro discorso... e comunque se non lo volete capire fa lo stesso... non è un problema mio :)

vincenzo di gesù

scusate ,ma la differenza con package disabler pro????

ROOT

No, i browser anche se vengono pubblicati sullo Store ma stai usando una versione normale di Windows 10 purtoppo devono adattare EdgeHTML come motore di rendering. Ovviamente se scarichi il Win32 puoi usare il browser come ti pare ma è pur sempre un limite perché su Windows 10 S non si possono usare alternative al principale, cosi come su iOS.

Ansem The Seeker Of Darkness

Questo vale solo per w10s o come si chiama, che ha uno store più limitato di quello base.
Non mi pare abbia mai limitato i browser su w10s normale

kitkat85

Nessun complotto, solo titoli sensazionalistici per attirare click, chiamali come ti pare

comatrix

No, non ti permette di disinstallare ma disattivare, il concetto è differente (poi l'hai detto tu stesso, rimangono nel sistema, solamente invisibili all'utente ma ci sono, questo non vuol dire disinstallato ma disattivato e nascosto, il che è PARECCHIO differente)

steph9009

in realtà da ios 9 si può, è una cosa che invidio molto

c1p8HD

Aaah ho capito che tipo sei... questo articolo fa parte di una specie di "gomplotto" secondo te... Ok ok allora ti do subito ragione...

kitkat85

Pure questo è vero, ma essere presi per il cul0 un po' fa girare

kitkat85

Ecco hai detto bene, per l'utente corrente. Dare da intendere altro è malafede

ROOT

Pensa che anche Microsoft sta adottando questa politica sul suo Store per accettare nuovi browser.

c1p8HD

No, le App risultano completamente disinstallate all'utente corrente ma fisicamente rimangono li...

c1p8HD

Le App risultano completamente disinstallate all'utente corrente quindi l'articolo va benissimo così...

c1p8HD

Io l'ho disinstallato proprio seguendo questa guida... Devi solo cercare il nome esatto delle app da togliere

Recensione General Mobile GM 6: ha Android One ma...

Recensione BlackBerry KeyOne: produttività, sicurezza e tastiera fisica

Recensione Zenfone AR: Tango phone e top di gamma da 899€

Recensione Motorola Moto Z2 Play, sottile, ottima autonomia e MOTO MODS