Android, Project Treble appartiene al futuro. Pixel unica eccezione

19 Maggio 2017 50

Una delle sessioni di approfondimento del Google I/O 2017 è stata dedicata a Project Treble, la rivoluzione dell'architettura di Android che lo renderà modulare e garantirà tempistiche di aggiornamento ridotte rispetto a quanto è successo finora (tutti i dettagli QUI).

Nel corso della sessione, David Burke, VP of Engineering di Android, ha ribadito un dettaglio importante: Treble debutterà con i primi dispositivi nativi Android O. Tutti quelli arrivati prima non lo riceveranno, ad eccezione di Google Pixel e Google Pixel XL. Nel post di annuncio di qualche giorno fa si diceva che Treble era già attivo nelle Developer Preview di Android O per i due smartphone #MadeByGoogle, ma con questa precisazione è confermato che nemmeno i Nexus di generazione precedente potranno sfruttarlo.

Come abbiamo già detto ieri, ulteriori dettagli su Project Treble verranno rivelati nei prossimi mesi, quando Android O debutterà ufficialmente (probabilmente intorno all'inizio dell'autunno).

(aggiornamento del 27 luglio 2017, ore 21:15)

50

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
FalcoPellegrini

Con il 6.0 hanno introdotto (finalmente) la gestione dei permessi per le singole app. Cosa non da poco.

Gark121

io resto convinto che in realtà non sia solo di mediatek la colpa. anche, ma non solo.

Danny #

Diciamo che non vale solo per Sony in realtà, Mediatek fa evidentemente cagar3.

Gark121

600 e 500€ non sono medi gamma dai. sono dei quasi top XD
comunque per sony la discriminante sono i prodotti odm. tutti quelli mediatek based non sono trattati in modo decente. diciamo così

qandrav

beh fa piacere leggere digressioni di quel tipo, a volte nei commenti è un litigio unico :)

Kölsch

Ma va, era una digressione tuttologica la mia haha

qandrav

oh grazie mille, questo tuo messaggio dovrebbero metterlo nell'articolo (per chiarire i motivi per cui ci sarà solo con dispositivi nati con android O - pixel a parte-)

"partizionare la memoria interna emulandola, con tutti i problemi che ne conseguono"
giustissimo

Kölsch

Attenzione che i partizionamenti possono creare problemi, sebbene emulabili via software. Per fare un esempio, immagina che i pixel o chi per loro abbiamo una cella di memoria fisicamente distinta che ospita questi dati. Per far funzionare treble su smartphone che non hanno questa suddivisione bisognerà partizionare la memoria interna emulandola, con tutti i problemi che ne conseguono per gli smartphone con poca memoria (16gb ancora diffusi).

qandrav

ah già che i pixel hanno quel partizionamento particolare...
quindi comunque è una cosa sw non hw..
fra qualche settimana spero si chiarirà meglio la cosa

qandrav

ti ringrazio, scusa se ti sono stato addosso ma l'articolo non spiega e in giro non si trovano moltissime info (fra qualche settimana/mese sarà sicuramente tutto più chiaro)

Luca

Penso di si'. Non credo però che sia questione di hardware, semplicemente software e basterebbe cambiare il partizionamento, ma posso capire perché "vietino" di farlo a dispositivi già venduti, è roba che come minimo ti costringe a fare un full wipe, decisamente non il genere di update da proporre a buona parte dei clienti.

Kölsch

A me viene da pensare a una questione di partizionamento

Danny #

Verrà aggiornata presto. Di Huawei io penso soprattutto ai vari P8-Mate...

Danny #

Considero X Compact e X invece :)
XA sono orridi quindi per me non esistono :D

Alex Alban

Marketing de che?

Giovà

Giusta osservazione. Ma contro l'obsolescenza programmata c'è poco da fare.

a'ndre 'ci

vuol dire che cmq i produttori non devono più toccarlo...
cosa che oggi fanno in modo troppo intensivo

a'ndre 'ci

marketing

a'ndre 'ci

si, però zero funzioni extra.
android, ancora oggi, non supporta i touch attivi (Note, ndr...)....

a'ndre 'ci

WOW....
hanno scoperto che i driver possono essere installati senza ricompilare il mondo...
sempre che poi i produttori si adeguino....

Gark121

op2 non era un medio gamma, era il top di one plus. poi il prezzo era quello, ma sempre un top era.
comunque sia, i medio gamma hanno avuto senso solo finché i top gamma dopo 1 anno erano da cambiare.
oggi, un s7 (ad esempio) è ancora un acquisto ottimo e che garantisce una buona longevità (sicuro android O, e sicuramente altri 18-24 mesi di patch rilasciate con regolarità), praticamente identica o migliore di quella di un medio gamma, ad un prezzo similare (300 vs 400? grossomodo) e risultando nel mentre superiore in tutto.
non fosse per l'annata rovinata dallo snap 810, questa cosa varrebbe identica dal 2014 ad oggi.

Gark121

no, sony no. xa è fermo a MM, e siamo a fine maggio, e ha avuto patch solo ogni 2-3-4 mesi (adesso credo abbia febbraio 2017).
idem xa ultra. non possiamo considerare "x" un medio gamma, costava 600€ al lancio XD

qandrav

ecco grazie giusto mi ero dimenticato quell'aspetto; pensi sia collegato all questione vendor?

Detto in altro modo, i telefoni con hw "simile" a Pixel (o anche hw più aggiornato) sono carenti di qualche funzione sw oppure manca proprio l'hw necessario?

Oliver Cervera

Sì, Lenovo ha cambiato fin troppo Motorola.
One Plus 2 verrà prima o poi aggiornato a Nougat, ma è anche vero che ai tempi del OP2 OnePlus era molto diversa.

Oliver Cervera

Sì mi riferivo proprio alla serie A 2017... e all'Honor 6C.

riccardik

secondo me è così da un paio d'anni

qandrav

"dalla 4.4 i miglioramenti ci sono, ma non da giustificare una rincorsa spasmodica all' aggiornamento "

concordo al 1000000000000000000000000000%
E se mi permetti aggiungerei che molte funzioni di nougat/o (e precedenti) spesso si potevano avere mesi e mesi prima usando custom rom. (ok ok il 95% degli utenti non sa nemmeno cosa siano :)

Marcus Zeitgeist

Appunto. Per quanto io odi Apple va ammesso che il loro metodo fuonziona meglio contro la deframmentazione.

Viva Android

Chiamasi ios ahahah

Ulster

Se ci fate caso nessuno parla di aggiornamenti per un periodo più lungo dell'attuale, ma solo di update più veloci e semplici. In pratica non cambierà praticamente nulla, se non che arriveranno un po' prima.

Neutron

esattamente, io sono su android dalla 2.1
dalla 4.4 i miglioramenti ci sono, ma non da giustificare una rincorsa spasmodica all' aggiornamento (e le ho testate tutte con mano, avendo un nexus da anni)
quindi , imho, è un po una mera ricerca di statistica da sbandierare in fase di marketing e poco altro

Luca

Però supportano l'aggiornamento contemporaneo dual boot sin dal lancio.

Danny #

Purtroppo Huawei ha avuto successo e Samsung vende gli A 2017 con mm.
Cmq la situazione migliorerà presto.

qandrav

indispensabile sicuramente no, o meglio dipende da te o meglio da quello che necessiti di fare, per fare un esempio concreto ti direi il sensore di impronte con relative gestures (so che è un esempio molto particolare ma alla fine su jellybean si poteva già fare il 90/95% delle cose che facciamo ora

Danny #

Samsung supporta molto bene i medi di gamma. Anche Sony.

Mr.Matto

Appunto, non è rimasto più nessuno a supportare il modello di business del medio gamma "di rispetto", purtroppo non rende, economicamente parlando.
Servirà solo a guadagnare tempo sui top di gamma, e nemmeno tanto. Per il resto OEM, carrier e compagnia cantante non ha alcun interesse ad aggiornare i dispositivi.

Marcus Zeitgeist

Il problema reale sono i produttori di smartphone e SW per nel processo di adattamento del SW lo rivoluzionano investendoci i soldi e spesso abbandonano i terminali. Inoltre hanno giustamente i loro tempi spesso biblici.
La soluzione sarebbe un Android uguale per tutti e l'integrazione di sole apps di 3 parti.

Neutron

faccio anche qua la domanda che ho fatto nell'articolo dedicato:
tolte le patch di sicurezza, è così indispensabile avere sempre l'ultimissima release di android?

Gark121

One plus 2 è stato sempre supportato da cani, fin dal primissimo giorno. Praticamente è stato l'ultimo top del 2015 ad avere mm, ben dopo la maggioranza dei top del 2014. Non lo prenderei ad esempio.
Motorola invece semplicemente mom esiste più, e lenovo aggiorna poco e male come ogni altro produttore cinese.

Mr.Matto

Il problema è che ormai nemmeno Lenovo/Motorola aggiorna dei telefoni che non hanno grandi personalizzazioni. Persino One Plus 2 è fermo, ed ha lo stesso SoC di Nexus 6P. Nessuno ha interesse ad aggiornarli, non fa parte del loro modello di business.

qandrav

"ad eccezione di Google Pixel e Google Pixel XL"
sta cosa è strana, non è che i pixel utilizzino hw strano o diverso da tanti altri.

Oliver Cervera

Sì, speriamo!

Oliver Cervera

Hai detto niente. Ti ricordo che la situazione rispetto l'anno scorso è peggiorata. Lo share di Nougat è simile a quello di Marshmallow dell'anno scorso, il problema è che Nougat è uscito prima. Quindi sì, la situazione è nera, anche perché continuano ad uscire smartphone con Marshmallow che non verranno mai aggiornati. La vendor interface magari permetterà anche più aggiornamenti nei medio gamma.

Mr.Matto

Treble è una soluzione di facciata, Google non dice comunque per quanto tempo userà la stessa Vendor Interface, alla fine scommetto si tratterà due anni come i Pixel (e Nexus) di adesso.
Quindi alla fine la situazione non cambierà per niente, servirà al più a ridurre di un mese gli aggiornamenti dei top di gamma.

M_90®

Effettivamente....

Alex Alban

Domanda: a che serve scrivere MadeByGoogle con l'hashtag?

ice.man

già adesso potreste notare che telefoni su cui gira la stessa versione di Android hanno sotto Kernel Linux differenti
pomto probabilemtne questo fantomatico project treble altro non è che creare una sorta di kernel LTS cui poi verranno montati sopra componenti di Android aggiornati
quindi verrà prima creata una piattaforma hardware comune da cui partire (magari 64bit o con altri requisiti minimi)
in modo da evitare problemi di compatibilità in futuro
e magari resterà bloccata per 3-5 anni in modo da permettere di avere aggrionamenti

Ulster

Come se cambiasse chissà che cosa. Tanto gli aggiornamenti arriveranno sempre per un paio d'anni al massimo sul 95% dei dispositivi. Sai quanto mi frega che arrivino un mese prima o un mese dopo.

Garden

Questo lo dice google

*risate in xda*

Felk

Quindi da qui all'anno prossimo, meglio evitare di comprare qualsiasi telefono...

Recensione BlackBerry KeyOne: produttività, sicurezza e tastiera fisica

Recensione Zenfone AR: Tango phone e top di gamma da 899€

Recensione Motorola Moto Z2 Play, sottile, ottima autonomia e MOTO MODS

Guida acquisto: I migliori smartwatch con Android Wear | Luglio 2017