Vitals è il cuore di Android O

17 Maggio 2017 214

Il Google I/O è stato il palco in cui Google ha ufficialmente alzato il velo su Android O, la prossima major release del sistema operativo del robottino verde. Dal momento che la prima Developer Preview è stata rilasciata già qualche mese fa, Android O non è una conoscenza del tutto nuova per i più attenti al mondo Android.

In ogni caso, la presentazione di oggi ci ha permesso di venire a conoscenza di Vitals, il vero e proprio cuore pulsante del prossimo major update di Android. Vitals si concentra su tre aspetti chiave, pensati per ottimizzare al meglio l'esperienza d'uso, ovvero il potenziamento della sicurezza, ottimizzazioni del sistema operativo e nuovi strumenti per gli sviluppatori.

Il miglioramento della sicurezza passa attraverso Google Play Protect, una piattaforma integrata con il Play Store che permette di analizzare le app installate, ne scansiona oltre 50 miliardi al giorno, in modo da scoprire se sono presenti applicazioni dannose per l'utente.

Per quanto riguarda le ottimizzazioni del sistema operativo, Android O includerà numerosi miglioramenti relativi alla gestione della memoria e dei processi in background, in modo da limitarne l'impatto sulla batteria. Notevoli miglioramenti anche per quanto riguarda i tempi di avvio, praticamente dimezzati sui Pixel.

Infine, gli sviluppatori potranno ora accedere a nuovi tool all'interno della console sviluppatori del Play Store, tra cui un vero e proprio profiler. Ma le novità non finiscono qui, dal momento che, a partire da Android O, verrà introdotto un nuovo linguaggio di programmazione, ovvero Kotlin. Kotlin verrà supportato in maniera completamente nativa, grazie alla sua integrazione all'interno del codice di Android O.

Meglio Moto G4 ma Plus nel 2016? Motorola Moto G4 Plus, compralo al miglior prezzo da Amazon a 199 euro.

214

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
istin

Zio, il mondo non è fatto solo da ingegneri anzi. Ma se io voglio fare un giochino figo perché sono un designer da paura preferirei avere un linguaggio più semplice da imparare rispetto a uno più difficile. Non mi sembra un concetto trascendentale da capire.
Che c'entra il kernel Linux poi non se sa.. cose a buffo

Gios

A dimostrazione del megapippone che hai scritto: kernel Linux ....guarda quante persone lo hanno fatto....
Sei tu che non vuoi capire, o meglio ti arrampichi sugli specchi! Stai scrivendo tanto fumo e poco arrosto: "il ragazzetto che si vuole fare l'app offline Per la calcolatrice..."
Impara un linguaggio SERIO e si preoccupa di tutte le cose, quando è competente sfrutta le possibilità offerte da questo nuovo linguaggio e accelera il suo lavoro conscio di ciò che sta facendo!

Orami ci sono "SVILUPPATORI" in società e nemmeno uno di questi sa cosa succeda quando lanciano la "compilazione".

A scuola guida ti insegnano ad usare il cambio manuale o quello automatico?

Se vuoi formare programmatori scimmia il tuo modo è perfetto, se vuoi formare informatici o ingegneri si parte dalla base e si sale.

istin

A parte che rispondendo così confermi che non hai capito che sto a di. Ma comunque, se sono un ragazzetto al primo anno di CS e sto imparando e un nuovo linguaggio mi rende più facile le cose significa che sta effettivamente "accelerando lo sviluppo di una persona competente" per usare parole tue, perché magari non devo più gestire delle cose inutile a cui pensa il nuovo linguaggio e posso concentrarmi su quello che voglio fare.

Per il resto, qui non si parla di applicazioni "safety critical" che servono a guidare un razzo nella stratosfera, ma si parla di applicazioni per cellulari. Il "ragazzetto amatoriale" al massimo ti sviluppa un giochino, un applicazione che ti permette di fare dei conti offline, roba semplice. E' ovvio che per fare una applicazione che sia scalabile e che offra un servizio più complicato il regazzetto non gliela fa da solo neanche se fosse un genio. Tutto ciò a dimostrare quanto sia superficiale e infondata la tua analisi al grido di "PROFESSIONALITA'". Mi sembra di sentire Pannofino in Boris

Gios

"Renderti la vita più facile anche se sei un ragazzetto....." : COLMARE LE LACUNE!!

Se mi dici serve ad accelerare lo sviluppo a persone competenti va bene, ma quello che hai scritto è quello che ho detto io.

Dimmi: faresti mettere le mani sulla tua macchina ad un autodidatta che ha voglia di imparare? Ti faresti operare da uno studente al 1 anno di medicina con un robot autoguidato che semplifica l'operazione ?
La risposta NO vado da un professionista!

Allora ti affideresti a programmi scritti da sviluppatori della domenica?

Jon Snow

Ma allora quel consumo dovrebbe risultare nell'opzione schermo. Come fa ad esserci anche l'opzione Facebook? In pratica, 1h di Facebook equivarrebbe a 5h di schermo in termini di consumo? Cioè, se non fossi andato su Facebook, avrei fatto 10h di schermo?

istin

Non serve a 'colmare le tue lacune', serve a renderti la vita più facile anche se sei un ragazzetto al primo anno di ingegneria informatica o un semplice autodidatta che ha voglia di imparare. Ma credo che non capirai che cosa sto cercando di dirti, quindi chiudo qua. Bella pe te zio

Francesco

Quando utilizzi un'app lo schermo è acceso...

Jon Snow

Non puo essere un dato fondato, altrimenti nei dettagli batteria, schermo dovrebbe avere 80% consumo e tutti gli altri processi dovrebbero spartirsi il 20%.
Ho utilizzato facebook 1h e ha consumato quasi quanto schermo acceso 5h con sistema android subito dietro. https://uploads.disquscdn.c... https://uploads.disquscdn.c... https://uploads.disquscdn.c...

Gios

Non hai varietà ma un abbassamento della qualità complessiva! Senza contare possibili applicazioni buggate che non vengono aggiornate!

Io la vedo semplice: sei un informatico, un ingegnere elettronico, un perito, bene questa piattaforma ti permette di sviluppare velocemente. Altrimenti se sei uno smanettone, studia impara e poi usi la piattaforma per sviluppare velocemente e non per colmare le tue lacune!

istin

Capisci che la così permetti di avere più varietà in uno store?

Davide Neri

E' interpretato con compilazione intermedia in un bytecode esattamente come Java. Volendo si può compilare allo stesso modo. Anche Java non è efficiente come altri linguaggi se è per quello.

Gios

Capisci che aprire potenzialmente la strada a programmatori incompetenti non fa altro che abbassare il livello dello store ?

istin

Per te è un problema ma è una gran cosa in realtà, perché un'idea app la puoi fare anche tu con un minimo di sforzo, non devi per forza avere 10 anni di esperienza come programmatore.

istin

Si ma non è efficiente come Java o robe simili

Antsm90

Guarda, il fatto che in Android O il framework Android sia separato dal resto fa pensare proprio che la direzione sia quella (o comunque, anche lasciasse tutto ai produttori, l'aggiornamento sarebbe così semplice che se non uscisse ufficialmente basterebbe un update manuale, magari con qualche correzione pubblicata su XDA. E se uno non sa cosa sia XDA non sa nemmeno cosa sia Android, quindi non gliene fregherebbe nulla di avere l'ultima versione)
Comunque lo avranno tutti quelli che ora han Marshmallow e tutti quelli che compreranno un smartphone dal 2018 in poi

BlueBolter

Quello è probabile che sia frutto delle ottimizzazioni varie che ogni major release porta ai device aggiornati, ma nelle vitals di cui Google ha parlato si parla proprio di tempo di boot del device, cioè di quando si accende il telefono, ora impiega meno tempo ad accendersi

TheZeion

Pensa se prendeva il Nexus 6P...

Paolo__C

Meno male che non è 20X ;)

boosook

Allora, non sto dicendo che Java richieda le stesse risorse di C++/Objective C e sia veloce uguale. Java ha un overhead più elevato. Così come il garbage collector effettivamente introduce delle pause ogni tanto, ma non bisogna pensare che questo basti a creare i lag. La JVM è davvero piuttosto intelligente.
Il fatto è che Android è stato progettato rispetto a ios e windows phone in maniera radicalmente diversa, perché ha un'idea di fondo che è quella di poter girare su... hardware dove in teoria non potrebbe girare, e di non limitare quello che gli sviluppatori possono fare (o limitarlo meno di ios).
La prima cosa da capire è il management della memoria: quando abbandoniamo un'app, il sistema la lascia aperta in memoria per ricaricarla velocemente se vi ritorniamo, ma al momento in cui serve altra memoria il sistema prende un'app non attiva e la chiude, salvandone prima lo stato su "disco".
E' come se su Windows, quando finisce la memoria, il sistema anziché ricorrere alla memoria virtuale prendesse una delle applicazioni aperte ma non in primo piano e ne salvasse lo stato sul disco ibernandola, poi quando clicchi sulla finestra la ricaricasse. Puoi capire che questo provoca delle interruzioni nell'applicazione in uso. Ma permette di tenere aperte più applicazioni di quante in teoria la tua memoria permetterebbe.
Da notare che questo meccanismo si applica anche alla home... che è l'ultima a venire scaricata dalla memoria, però in caso di bisogno tocca anche a lei. Da questo, i famosi ricaricamenti della home quando esci da un'app: vuol dire che il sistema ha avuto bisogno di così tanta memoria da dover scaricare anche la home.
In più, Google non pone limiti (finora, perché con Android O questo cambierà) ai servizi in background. Questo significa che hai sempre dei servizi che possono girare in sottofondo, e che alle volte magari vogliono il loro tempo di cpu o l'accesso al disco, laddove ios ad esempio è molto più restrittivo. Ne risentono ovviamente le performance globali, però android è molto più flessibile. In iOS il background mode è più limitato e l'os può terminare l'applicazione. Potrei farti esempi di cose che per gli utenti ios magari sono normali e che un utente android se le vede dice: wtf???
I paragoni con ios fra l'altro sono ingiusti... ogni iphone che esce costa un sacco di soldi e rappresenta il meglio dell'hardware che la tecnologia offre in quell'anno. Android gira anche su entry level da 150 euro. Male, ma gira, nota bene, senza alcuna limitazione di funzionalità. Vorrei vedere iOS a girare su un entry level con un mediatek per vedere questa grande esperienza d'uso. Infatti Apple dopo 2/3 anni è vero che rilascia anche per i telefoni vecchi, ma comincia a togliere funzionalità.
Insomma, più che un semplice discorso di "android è java, ios no", io vedo i lag più come conseguenza di una filosofia diversa di progettazione del sistema, che ha i suoi svantaggi, però offre anche diversi vantaggi.

Anti-troll

tutte le funzioni, tutti i veri aggiornamenti non ci sono, android O sembra dover portare chissà quali novità eppure quanti potranno ache solo provarlo per davvero? Il mio iphone magari sarà bloccato nell'aggiornamento solo i primi gironi del rilascio per colpa dei server saturi, cioè molti top di gamma stanno ricevendo o hanno appena ricevuto Nougat dopo quasi 1 anno. Google dovrebbe prendere in mano Android e basta, rilasciare gli aggiornamenti a tutti e poi le aziende scelgono se tarparsi da soli le ali e perdere clienti, oppure lo stesso cliente decide di stare alla vecchia release.

Anti-troll

e quindi è fanno presentazioni di grandi features per nessuno. "vuoi la fetta di torta al cioccolato? ti attacchi, non puoi mangiarla"

Antsm90

Le nuove versioni sono comunque retrocompatibili (ok, ogni tanto qualche vecchia app non funziona sulle nuove versioni, ma di solito basta sistemare un po' il codice e rilasciare un aggiornamento), per cui è un non problema.
Certo, se Android fosse più simile a Windows (una versione per tutti che viene supportata per anni e continua a funzionare anche su hardware usciti 10 anni dopo) lo preferirei, ma prima o poi ci arriveranno, spero

snke

Tutte guardacaso patchate da tempo queste fantomatiche falle di sicurezza...poi vabbè se parli di versioni obsolete di Android mi pare normale.
Anche se non sto capendo se parli di bug o falle di sicurezza...perchè molti qua parlano di BUG non di falle di sicurezza.

leonida73

E quindi?

Davide Neri

Pyhton è un esempio sbagliato, su Linux è usatissimo per programmi di tutti i tipi. Un sacco di pezzi di GNOME sono in Python ormai.

Ermy_sti

Invece sono andato ad approfondire ed è proprio l apertura delle app e il rendering piu fluido nell utilizzo dell gpu

Davide Neri

Utente, ma se scrivi cose tecniche non fare semplificazioni perchè le capisco (e se non le capisco vado io a informarmi).

stiga holmen

In teoria ridurre la quantità di codice per fare diverse cose..in pratica devi studiarti altra roba xD

Adriano

grazie alla miui riesco a gestire l'avvio automatico, il tempo di clear della cache, ogni singolo permesso, il consumo dati wifi e mobile, il numero di app da tenere aperte in bg... sarà, ma io apprezzo molto la cosa. adesso avevo idea di sbloccare il bootloader, montare la zcx-twrp e provare il radon kernel su rom stock per vedere se si ottimizza ancora con i consumi

Yuto Arrapato

800 euro di telefono nuovo grazie al caxx ahahahaha

alex tarana

avvio dello smartphone

Gios

Il problema è che il Cristiano, non programmatore blasonato, fa le app per passatempo e dopo 1 anno le abbandona senza supporto; così per quanto venga proposto un nuovo linguaggio che semplifichi e renda "coerente" una app con poca fatica le app rimangono indietro!

Dea1993

google ha risorse tali da potersi permettere di far nascere tanti progetti e prototipi per poi lasciarli morire (anche project morpheus ne è un esempio).
google non è un'aziendina da 4 soldi che se fallisce nel progetto per cui stava lavorando allora va in bancarotta, google può fare tanti esperimenti, "sprecare" soldi senza correre rischi.
e poi non credo che sia uno spreco di soldi.
sinceramente io preferisco se magenta e fuchsia OS muoiono, non mi piace l'idea delle licenze BSD, MIT e apache, va a finire che si crea una situazione come quella di chromium, dove ognuno lo copia, cambia 2 cose e ne fa un progetto chiuso e proprietario, preferisco la GPL del kernel linux, almeno questo scoraggia dal creare inutili fork, perchè saresti comunque obbligato a rilasciare i sorgenti sotto licenza gpl.
le licenze di questo magenta e fuchsia sono un po troppo permissive e davvero non vorrei che si ricreasse una situazione analoga a chromium.
preferirei piuttosto che le idee base di fuchsia vengano inglobate in android così che magari in futuro android possa rimpiazzare chromeOS e con un OS unico ricopri comodamente, desktop, mobile e tv.
android gia dalla versione 3 si adegua alle dimensioni dello schermo, samsung (con galaxy s8) ha dimostrato cosa si può fare collegandolo ad uno schermo dotato di mouse e tastiera, il tutto usando sempre android.
e il kernel linux è talmente flessibile da permettere di fare ciò che google ha intenzione di fare con l'intero progetto andromeda.
quindi non vedo il motivo di doversi ricreare un nuovo OS e un nuovo kernel da zero.

Azzorriano

Ma S2 non è stato aggiornato a Nougat XD io ad esempio sul Nexus 5x ho una autonomia discreta nonostante la batteria scarsa perché il Doze di Nougat funziona bene :-)

giangi giaccaglini

Mi sa che andrà a finire così purtroppo...
Certo che in Google hanno proprio voglia di sprecare risorse..
Se penso che hanno creato Spaces e poi l'hanno cancellato di brutto mi viene un nervoso.. mi trovavo benissimo..

Andrej Peribar

E secondo me, riscopriremo che l'interesse per il pubblico è estremamente limitato.
Perché i casi studio (cioè le situazioni in cui si rivelerebbe una killer feature) ha un delta piccolissimo.

Cmq vedremo :)

Lonza

ovviamente MS sarebbe quella che avrebbe più interesse all'integrazione.
Secondo me ci riproveranno l'anno prossimo visto che hanno promesso di tornare sul mercato mobile "in forze".

Vedremo. Secondo me tempo un paio d'anni e avremo una piattaforma MS attuabile

Andrej Peribar

Il punto che dibattevano è invece proprio sul come.
Quando uscì continuum io l'ho subito detto che sarebbe fallita per il come, non per l'idea.
Creare una GUI vettoriale (che si adatti) è alla portata di tutti.
Ma deve essere una cosa gratis per l'utenza, perché non è nient'altro che una cosa in più per una nicchia.
Deve essere fattibile tramite un banale hub economico come tramite un cavo USB type-c.

È questo che si sta aspettando, non Andromeda (che è tutt'altro se uscirà)
Già ora puoi collegare il tuo telefono ad un monitor mouse e tastiera.
Basta qualche piccola modifica.
Puntare a testa bassa sul progetto è precoce, perché di fatto è una nicchia.
Android già detiene il mercato.
L'azienda già compra terminali android ai dipendenti
Non c'è alcun motivo per forzare la rimozione di windows quando android non è pronto al 100%.
Sarebbe precoce, faresti lo stesso errore di MS

Ermy_sti

ma cosa vuol dire tempi di avvio dimezzati? Quando riavvi lo smartphone o quando apri le app???? Perchè in rete ogni uno ne spara una e non si riesce a capire

Anti-troll

100%? te lo sogni, android è frammentato e rimarrà frammentato, una release di 4-5 anni fa non è mica al 100%, a meno che dopo Android O non esca nessuna nuova release, ma a quel punto sarà ancor più una fregatura perché sotto sotto ci saranno i telefoni che si fermeranno ad un aggiornamento mentre altri avranno un aggiornamento più nuovo, le cose non cambierebbero ma Google si vanterebbe "guardate l'80% di android O sui telefoni" quando invece ci sarebbe comunque frammentazione, non più di numeretto, ma di versione di aggiornamento.

Andrej Peribar

Apple ha una implementazione molto più raffinata che è continuty

Il problema che è rinchiusa nel suo recinto.

SupermanCiccio

In rete non si trova molto... All'atto pratico i vantaggi di Kotlin quali sarebbero?

Lonza

hai presente la barcata di soldi che le aziende risparmierebbero se pottesero dare ai loro dipendenti uno smartphone che fa anche da PC?
Ogni anno che passa le prestazioni sono sempre più paragonabili

E' li che si va.
Poi sul come e sul quando vedremo

Andrej Peribar

La domanda resta sempre perché unire desktop e mobile?.
Su workstation è inutile, sui PC consumer per eccellenza (aka notebook) basta migliorare l'interfaccia tablet e aggiungere la compatibilità m&k come sta facendo ios.

Continuum ha fallito non per l'idea in sé ma perché approccio MS era complesso (uwp) e portava a dare una risposta ad una domanda che il mercato non ha posto.

Chi usa android come sistema principale ha certamente abbandonato la postazione fissa.

Se creano una GUI più adattabile ai tablet hanno fatto.

Lonza

si mi sa che hai ragione

Antsm90

Infatti per Android O si potranno creare app in linguaggio Kotlin...
(tradotto: Col tempo Java verrà progressivamente abbandonato)

Antsm90

E su quasi il 100% dopo 5 anni, per arrivare all'obiettivo finale la cosa importante non è il tempo che ci vuole, l'importante è iniziare

Dea1993

per le radiazioni basta metterlo in modalità aereo di notte, e sei a posto (certo non si azzerano del tutto perchè qualsiasi componente elettronico emette un minimo di radiazioni, ma non sono certo pericolose.. anzi magari alcuni alimentatori cinesi fatti coi piedi emettono più radiazioni di un telefono non in modalità aereo xD

comunque sia anche io il telefono lo spengo molto raramente e ne le prestazioni, ne il battery drain ne risentono

Anti-troll

tanto verrà installato sul 2% dei dispositivi dopo un anno.

Dea1993

sempre se Fuchsia OS e Magenta vedranno mai la luce e non moriranno prima.
per me Fuchsia e il suo kernel magenta, sono solo un prototipo che alla fine moriranno e al massimo alcune idee di fuchsia verranno incluse nelle future versioni di android (che magari in futuro grazie a questa integrazione riceverà una scalabilità ottima a seconda del dispositivo su cui gira (pc, smartphone, tablet, tv, ecc...)
progettare da 0 un nuovo kernel e un nuovo sistema operativo non è di certo una cosa che richiede poco tempo.
hanno iniziato a parlarne concettualmente neanche 1 anno fa, e solo da pochi giorni hanno mostrato qualche concept e un apk per portare l'interfaccia di fuchsia in android.
bisogna vedere quanto tempo impiegheranno ad avere un kernel stabile ed efficiente sul quale poi costruirci sopra il sistema operativo fuchsia.

Recensione Sony Xperia XA1: equilibrato in tutto meno che nel prezzo

Xiaomi Mi 6 vs OnePlus 3T: generazioni diverse, prestazioni molto simili | Video

Google I/O 2017: tutto quello che vi siete persi | Video

Recensione Xiaomi Mi 6: un potente Snapdragon 835 e 6GB di memoria RAM