Android Pay: iniziata l'integrazione nelle app di Home Banking

13 Aprile 2017 70

Google ha annunciato da poche ore una nuova iniziativa per il suo sistema di pagamenti Android Pay. Non sarà più necessario passare attraverso l'app dedicata per accedere ai pagamenti elettronici ma, il sistema Google, verrà integrato nelle app ufficiali delle varie banche. Per il momento gli istituti aderenti sono cinque: Bank of America, Bank of New Zeland, Discover, mBank e USAA.

L'implementazione precisa varia naturalmente da un'app all'altra, ma il principio guida fondamentale è che l'associazione di carte ad Android Pay sarà estremamente semplice e non necessiterà di un'applicazione ad hoc. Ecco per esempio come funzionerà nell'app di Discover:


Una volta completata l'associazione, sarà possibile iniziare a sfruttare Android Pay da subito in tutti gli esercizi, fisici e online, che la supportano.

Google ha specificato che il processo di espansione presso nuove app Home Banking è già in esecuzione, quindi presto l'elenco di cui sopra dovrebbe espandersi. Speriamo che prima o poi arrivi anche in Italia, però.

Spendere poco per avere tanto? Huawei P9 Lite, compralo al miglior prezzo da eBay a 199 euro.

70

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Zorshark

All'incirca un mese fa mi è arrivata una mail della mia banca dicendo che fra un po' arriverà Apple pay in Italia e loro lo supporteranno

Whommy

L'intermediario lo fa Apple pay, Android Pay invece fa da HUB.
Google ci guadagna con le statistiche di mercato (completamente anonime) e ti da gratuitamente un'app perfettamente programmata e aggiornata costantemente che rispetta tutti i criteri di sicurezza internazionali.

Le app delle banche sono piene di buchi, graficamente rimaste ad android 2.3, solitamente sono app dei circuiti con due colori cambiati e tradotte dal cugino che "sallinglese".

Mi fido più di google che di una banca, tantomeno delle poste...

floc

ho letto attentamente e ciò che hai scritto era errato.
Non esiste alcun problema legale di stampo identificativo o legato all'antiriciclaggio, un conto è un broker a livello di pagamento elettronico un conto è un intermediario finanziario, sono due cose BEN diverse non è questione di "scappatoie". Tant'è vero che sei convinto che per utilizzare paypal servano documenti quando non è assolutamente così, il documento serve se vuoi aprire un CONTO paypal e non utilizzarlo semplicemente come metodo di pagamento. E questi servizi sono di puro brokeraggio elettronico, e pertanto come scrivevo sopra è la banca che si è già assunta l'incarico di identificazione essendo legati per forza di cosa a una carta di credito valida e attiva.

Il problema privacy è ovvio che non esista finchè il servizio non è attivo, esisterà nella misura in cui anche questi broker per forza di cose avranno accesso in modo più o meno esplicito alle transazioni effettuate e proprio perchè per la loro natura NON sono automaticamente soggetti alle regole bancarie.

andQlimax

Tu invece offendi gratuitamente.

Ripeto che se eri una persona intelligente lo scrivevo in due righe già dall'inizio.

Ti faccio un esempio (ammesso che sia vero quello che dici): il problema di Android pay è che in Italia per essere in regola é la banca che deve fare da garante per i dati

Ecco come si spiegano le cose in maniera chiara e senza offendere. Impara. Ciao

Paolo Giulio

niente... non ci arrivi...
se rileggi il primo post ho scritto CHIARAMENTE che questo caso potrebbe arrivare se sarà la banca a fare da garante per i dati... ma dubito che tu abbia letto DAVVERO tutto e soprattutto lo abbia capito..

Quello che mi spaventa è che gente come te, gente che scrive o apre bocca senza aver compreso nulla di un discorso, abbia diritto di voto e, ancora peggio, consumi abusivamente il mio stesso ossigeno...
Appena diventate maggiorenni vi vedo male nel mondo reale... e, se già lo sei, immagino tu sia la gioia di mamma e papà, così fieri di vincere ogni anno il premio "zucca vuota" alla fiera del villaggio...
E adesso EVAPORA, capra ign0rante...

Giovanni Zappalà

Si va beh ciao...

andQlimax

Hai scritto solo una supercazzola..se sei una persona intelligente,scrivilo in 2 righe quale sarebbe il problema di Android pay e la legge italiana

Paolo Giulio

dopo che hai dimostrato che non hai capito di cosa si sta discutendo, devo rispondere o ti vai a rileggere i vari post e come funziona il sistema di Apple? ......... la seconda, grazie...

andQlimax

E tutti gli altri come fanno? Tipo Apple pay. Non mi sembra che c'entri niente la normativa. Ti stai sbagliando

Andrej Peribar

Scusami, ma io ho espresso una mia opinione personale, che il mondo aspetti Google o Apple non so che farci.
Credo che ci siamo fraintesi dall'inizio.

Ovviamente l'iPhone del 2007 non c'entra, ma credo che gli esempi non siano il tuo forte :)

bldnx

Ok, io già li sto usando, non è questo il punto, il problema è che in molti non lo fanno e non perchè come dici non ne abbiano bisogno, è semplicemente che non sanno dell'esistenza di questi servizi, questi servizi vanno richiesti, scaricati in qualche caso richiedono un minimo di competenza. Sistemi come Android pay avrebbero il vantaggio di portare preinstallata nello smartphone questa possibilità, facilitando l'operazione e incrementando enormemente la diffusione. iPhone questo ha fatto con l'informatica nel 2007.......se ti pare poco

Andrej Peribar

No, sbagli :)
Ti dicevo che se hai già queste necessità ci sono già conti che vlo fanno.
Ti ho detto di informarti presso la tua banca.
Ti volevo fornire un esempio di cosa puoi fare, su tua richiesta.
Era una risposta alla domanda senza elencare i dettagli. :)
Android pay non è una realtà ad oggi, questi si.
Se hai necessità ti informi, se non la hai e aspetto android pay è un altro discorso. :)

bldnx

Consentimi di farti notare che mi stai suggerendo di aprirmi un conto per usufruire di servizi che posso avere scaricandomi una sola app qualsiasi banca io abbia

Andrej Peribar

Uno dei conti "quotidiani" che uso è Hellobank.
Ovviamente è un conto zero spese, quindi non avrai interessi.
Prova a vedere sul loro sito.
In pratica ti forniscono un applicazioni per la gestione di vari pagamenti, bonifici etc oltre al bancomat.
Non è pubblicità quindi cercare altri, mi par vi sia anche findomestic.

bldnx

Mi fai un esempio di quello che puoi fare con la tua banca?Per capire...Per pagare non ti serve l'OTP?

Andrej Peribar

Le banche sono sempre particolari, ognuno ha le proprie caratteristiche.
Io ho più conti, (perché ognuno ha delle finalità, limiti e vantaggi).
Prova a cercare se hai queste esigenze :)

bldnx

Avrò una banca arretrata io (e non mi sarebbe nuova) ma se ci fosse già tutta la flessibilità che dici sistemi come Satispay oggi nascerebbero morti.....o meglio non nascerebbero proprio

Andrej Peribar

Concordo, certamente è utile a qualcuno.
Sarà forse che io sono molto poco smartphone centrico :)

Andrej Peribar

M'ha secondo me fai un discorso un po' capzioso.
Ogni banca attualmente offre questi servizi di home banking.
Si sono già adeguati.
Poi non ha proprio senso dire "parlare di conto equivale a"

I soldi da qualche parte li devi mettere anche qui, è un intermediario, è praticamente un "circuito extra interno"
Non ha senso tirare in ballo "nuovo aka migliore" perché poi si incappa in esempi errati come il tuo :)

Mi informerei meglio presso la tua banca.
Vedremo che hanno già qualcosa di simile. :)

capawht

Questi metodi di pagamento servono proprio per non prelevare e non usare i contanti.

capawht

Già che è una cosa in più, un'alternativa, male non fa, anzi.
A parte questo non so tu, ma io ho il portafoglio pieno di tessere e ho pure un porta tessere separato praticamente pieno. Le tessere occupano spazio. Se hai tutto nello smartphone è più comodo.
Il problema batteria è vero, ma molto relativo. Oggi già c'è la ricarica rapida, in 5 minuti di ricarica già riesci a raggiungere un'autonomia sufficiente a d effettuare un pagamento.
In ultimo non pensi agli accessori come smartband o smartwatch. Andare a correre o in spiaggia e portarsi solo un braccialetto o un orologio e pagare una bibita, un panino, il bus o il treno con questo, senza portarsi dietro nè portafogli nè smartphone. Lo puoi già fare portandoti dietro la sola carta di credito? Giusto, ma è meno comoda in queste situazioni. Lo smartwatch è impermeabile e sta al polso, la carta di credito no.

Ultimissima chicca, la più importante l'ho lasciata per ultima: la sicurezza. Sullo smartphone puoi disattivare l'NFC ed avere diversi sistemi di sicurezza (impronte digitali, iride, pin). Con la carta di credito non puoi disattivare l'NFC e hai il solo pin come sicurezza. Certo la puoi schermare con portafogli appositi, ma perde ulteriormente di praticità.

Ma, come dicevo all'inizio e come hai detto anche tu, si tratta di un'alternativa, una cosa in più. Quindi meglio averla e poter scegliere che non averla affatto.

P.S. scusa la lunghezza, non volevo.

Paolo Giulio

A parte che non hai letto attentamente quello che ho scritto; non ho preso nessun granchio: ho fatto prima una intro generica e poi, in riferimento al servizio, ho specificato un ragionevole dubbio sul titolare (e responsabile)del servizio in quanto Google NON è autorizzato a fare neanche da "mediatore" (cito te) poichè ricadrebbe nella fattispecie di intermediario finanziario e ciò torna a cozzare con l'attuale normativa italiana così come scritta. L'unica scappatoia legale è che la banca si assuma oneri e onori delle citate transazioni ed identificazione della persona.
Venendo a servizi già esistenti, PayPal, Skrill & co. sono tutti servizi autorizzati con regolare licenza riconosciuta a livello euroopeo e che prevedono l'invio dei propri documenti in corso di validità per essere attivati e utilizzabili... stesso discorso per il "credito telefonico", in quanto in italia ad ogni numero corrisponde una persona che ha sottoscritto il servizio sempre con documenti in corso di validità e che risponde per l'utilizzo della SIM stessa..
La privacy in questo caso non è un problema in italia poichè il servizio stesso non è possibile fintanto che c'è l'obbligo ad avere sempre i dati di chi effettua una transazione... A google (e altri) sicuramente fa piacere avere dati del genere, ma in fondo, se acquisti una cosa e la mail di conferma è ATgmail, loro lo sanno lo stesso COSA e QUANTO.. chiaro che se i dati li sanno "dal principio" è anche meglio.. cmq, come tutti i player entrati in questa tipologia di mercato (molto diffuso nei mercati "poveri, ma numerosi"), sono interessati alla diffusione di massa e a % della massa monetaria oggetto di transazioni..

bldnx

Sì che puoi farlo con postepay, e infatti già l'ho nominato, ma resta il limite del ricaricabile.......Satispay è già un altro livello. Con sistemi come Android pay e Apple pay poi riduci a 0 il problema diffusione.......si può fare tutto con tutto ma bisogna vedere quanto è comodo. Parlare di conti bancari e carte di credito a confronto di servizi come questi equivale un po' a dire di che me ne faccio di whatsapp quando già ci sono gli sms....

Andrej Peribar

Se hai un conto potrei.
Detto questo lo fa persino la postepay sta roba.
Per quale motivo dovrei inserire un intermediario tra me e la mia banca che mi fornisce già la applicazione?!
Un intermediario non è mai gratuito (e non parlo solo economicamente)
Però per carità, a qualcuno servirà :)

bldnx

Mi puoi inviare 2,53 euro adesso in due click gratuitamente?

Andrej Peribar

Io pago già ora anche online con la mia carta di credito.
Non so di che aspetto "avveniristico" tu stia parlando onestamente.

floc

hai preso un granchio bello grosso. Android pay, così come samsung pay o apple pay sono dei semplici "broker" tra la banca (che rilascia una carta fisica a un titolare) e il telefono, dove tu inserisci i dati della tua carta reale che verrà "simulata" tramite nfc. Le limitazioni sono solo tecniche e non normative in quanto se è rispettato lo standard PCI-DSS sulle transazioni elettroniche da parte di tutti gli attori coinvolti nessuno ha nulla da dire.

Diverso invece il discorso per FB e Gmail, in quel caso tutto il tuo discorso è invece valido, ma solo fin tanto che non si lega all'utenza una carta di credito che di fatto trasferisce l'incombenza dell'identificazione alla banca che l'ha rilasciata. Se la norma fosse stringente come pensi non esisterebbero i vari moneytransfer, paypal, o in tempi più recenti il pagamento tramite credito telefonico, fatto salvo anche qui il rispetto del PCI-DSS.

Io tiro in ballo il discorso privacy invece, per google sarà importantissimo poter analizzare l'entità delle transazioni per poter veicolare meglio la sua pubblicità a seconda del bacino d'utenza al quale appartiene l'utente. Come sempre vale il vecchio adagio "se un servizio è gratis il prodotto sei tu".

bldnx

Si ma il problema alla fine quale sarebbe? Nel dettaglio dico perchè o non ho capito io o il tuo commento è un po' una supercazzola

bldnx

Quando con i sistemi di pagamento da smartphone si sarà arrivati a livelli di diffusione accettabili la flessibilità sarà assoluta, niente a che vedere con ogni altro sistema di pagamento, guarda cosa già oggi puoi fare con sistemi come Satispay, Postepay, Paypal.....ecc.

Sisisi

Porrò questo tema ai professori che tengono i corsi di Sicurezza informatica, algoritmi e architetture di rete nel mio corso di laurea. Vediamo se riusciamo a far luce su qualche informazione in più :))

Ci hanno già provato in tanti... Come detto, tutte le informazioni prelevate vengono criptate e salvate sul tuo PC. Le invia alla casa di tanto in tanto ma a quel punto non sai cosa stia inviando.
C'è un giornalista austriaco che ha girato un bel film (si chiama Werner Boote). Alla fine del film si reca in una prigione a Cuba. Questa prigione é un cilindro e la guardia sta in una torretta al centro con fori per osservare. In pratica i prigionieri sapevano che potevano essere osservati in qualsiasi momento, ma non sapevano se la guardia li stava spiando in quel preciso momento.
La stessa cosa accade con Google :)

Sisisi

Grazie per lo spunto, farò dei test in privato più approfonditi e delle ricerche per capire meglio riguardo questa questione

Ed é qua che si muove Google infatti. Cosa vuol dire sensibile? Dice formulari, quindi anche le password vengono raccolte.

Fa 2 conti... Secondo te come mai Wikileaks possiede tutti questi documenti? Credi alla favola degli hacker Russi? Sono gli Americani stessi ad averli persi o una talpa interna ad averli forniti. Qua ci sono molto più dati rispetto a quelli pubblicati da Wikileaks. Probabilmente pure dati che appartengono a te ma che Wikileaks non pubblica - non significa che altri non lo farebbero.

Guarda paesi come il Portogallo dove tutto é in una bancadati centrale.. Quando cerchi un posto di lavoro, possono vedere quante volte ti ammali all'anno per vedere se darti il posto o no... Una cosa del genere non deve poter accadere! Dando i dati a Google prendi un rischio e devi essere cosciente di questa cosa.

Sheldon Cooper

Concordo

Sisisi

Certo ma tutti questi dati da te elencati, non contengono informazioni sensibili (es. il numero della tua carta di credito) sono dati anonimi a fini pubblicitari, perché se prelevassero i dati davvero sensibili, sarebbe un problema e qualcuno quantomeno se ne sarebbe già accorto. I dati quindi raccolti, non pregiudicano la tua sicurezza.

non é un font. Non puoi cambiare font in Disqus ;)

Basta che apri la voce "privacy". I dati inseriti nei formulari non vengono inviati in chiaro a google (ci mancherebbe altro). Vengono raccolti e criptati sul tuo PC. Ad un certo punto poi li invia a Google (ma appunto, basta leggere le condizioni e lo trovi subito il paragrafo):
La modalità di base del browser memorizza le informazioni in una posizione locale del sistema. Tali informazioni potrebbero includere:
Dati della cronologia di navigazione. Ad esempio, Chrome memorizza gli URL delle pagine visitate, una copia cache del testo, delle immagini e di altre risorse presenti in tali pagine e, se è attiva la funzione di previsione delle azioni di rete, un elenco di alcuni indirizzi IP accessibili tramite link dalle pagine visitate.
Informazioni personali e password per facilitare la compilazione di moduli o l'accesso a siti visitati.
Un elenco delle autorizzazioni concesse ai siti web.
Screenshot in miniatura delle pagine più visitate.
Cookie o dati dei siti web visitati.
Dati memorizzati dai componenti aggiuntivi.
Un record dei download eseguiti dai siti web.

ZampTom

Guarda era un esempio, non so se implementeranno la cosa o meno, poi in Italia Android pay non è ancora disponibile quindi dovremmo aspettare ancora, per quello che ne so per funzionare il sistema non deve essere rootato però non so se ci sono metodi per utilizzarlo ugualmente

Sisisi

Complimenti per il font ma dopo 3 parole scusa ma fa sanguinare gli occhi.
Vorrei leggere in quale esatto paragrafo viene riportato "Prendiamo i dati dei form e mandiamo una copia dei campi ai nostri server" e dove hai appunto letto questo

Detto ciò, è molto semplice verificare la tua affermazione, basta un packet sniffer e un modulo di invio in https, se è come dici, dovrebbero uscire il doppio dei pacchetti.
Quelli indirizzati al server della pagina che stai visitando e quelli al serve Google.

Siccome mi sembra strana la questione e che nessuno a livello mondiale se ne sia mai accorto e abbia fatto chiarezza su un argomento così delicato, appena possibile, in facoltà effettuerò il test. Grazie

C

Andrej Peribar

Lo so che molto dipende dalle abitudini dei singoli, eppure io non riesco a vedere un valore aggiunto rispetto ad una semplice carta bancomat o di credito.
È una cosa in più, a qualcuno servirà.

Non ti perdi niente :D

StriderWhite

Quasi quasi torno ad XP, allora!

Nick126

Quando trovo un pc lo leggo

Sisisi

" In quel preciso momento, il browser però copia i dati (prima che vengano criptati) e li invia anche a Google"

In quale paragrafo del contratto di licenza è scritto ciò?

El Pollo Diablo

Ma è possibile che l'app di intesa sanpaolo mi riconosca il root anche se uso Magisk Hide?

Nick126

Che probabilmente vuol dire chi non possiede prodotti. :D

Nick126

Compro una vocale

https://uploads.disquscdn.c...

Huawei P10 Plus: la nostra recensione

Samsung Galaxy S8: la nostra recensione

TIPS Samsung Galaxy S8/S8+: 5 suggerimenti per sfruttarli al meglio

Recensione Samsung Galaxy S8+ (S8 Plus): "la grande bellezza"