Greenify si aggiorna, arrivano le scorciatoie di Android Nougat

10 Marzo 2017 31

Greenify, la nota app Android che insieme ai permessi di root ed il framework Xposed riesce a far risparmiare risorse, energia e ottimizzare applicazioni e processi di sistema, ha ricevuto nelle ultime ore un nuovo aggiornamento sul Play Store introducendo il supporto alle scorciatoie di Android Nougat 7.1 e il supporto al freeze delle app senza dover necessariamente avere i permessi di root.

Di seguito il changelog ufficiale:

Con l'integrazione dell'app 'Island', dunque, tutti gli utenti anche senza permessi di root saranno in grado di 'congelare' e isolare le app di sistema, eliminando e svuotando il proprio dispositivo dai sempre più presenti bloatware. La nuova versione è già disponibile per il download sulla pagina dedicata nel Play Store.

Greenify | Android | Google Play Store, Gratis

Due fotocamere sono meglio di una, meglio Plus? Huawei P9 Plus, compralo al miglior prezzo da Stockisti a 419 euro.

31

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Giardiniere Willy

Non ho facebook, però mi succedeva con google now. Questo spiega tutto

Andrea65485

Non è esattamente cosi, però se scarichi più app dello stesso produttore e non le iberni tutte quante, queste poi vanno a risvegliarsi a vicenda, per esempio se scarichi facebook e messenger ma poi iberni soltanto facebook, poi messenger va a risvegliarlo

Dea1993

non è vero.
le app non ripartono se non le fai partire te.
ti ho detto.. con greenify tengo chiuse diverse app, e queste non mi mostrano alcuna notifica fintanto che non le apro io manualmente, se ripartissero da sole, appena ricevo una notifica su facebook o su instagram, mi arriverebbe la notifica

Snape90

Si infatti, perdita di tempo. Probabilmente non conosci nemmeno il significato di alcuni termini. Buona serata

Krait

eh, siamo su HDBlog, colpa mia che cerco pure di discutere...

Snape90

Mi sa che il disegnino te lo devi fare da solo. Prova a vedere se le app congelate con greenify ci sono nella RAM o nella cache. Prova a congelare un'app e poi vedi se la riprende dallo stesso punto una volta riaperta. Se fosse come dici tu dovrebbe fare come iOS che congela l'app in background e una volta riaperta la ritrovi allo stesso punto in cui l'hai lasciata. Buon disegnino

Giardiniere Willy

Si, ma se la termini comunque può riattivarsi dopo un po'. E greenify senza root non fa altro che "terminare" le app

Krait

Uff...
No. Il task rimane nella RAM in stato di idle, senza la possibilità di girare in background e quindi utilizzare risorse (se non ad intervalli preimpostati), il quale recupera la completa funzionalità solo nel momento in cui viene richiamata in foreground.
Quindi, se il task non viene killato, non deve esser ricaricato da zero.

Se vuoi ti faccio un disegnino, eppure mi sembra un concetto così semplice...

firefox82

Io uso tasker per congelare le app (di sistema e non) e non c'è certo bisogno di clonare le app in altre sandbox con conseguente aumento dello spazio occupato

firefox82

certo che è possible

Dea1993

be ovviamente non ha senso congelare un'applicazione che avvii di continuo, è solo uno spreco di cpu, e se è un'app che riceve notifiche, è anche una scomodità perchè non riceveresti più notifiche (a meno che non prendi la versione a pagamento).
ma comunque congelare app pesanti di cui non ti importano le notifiche (ad esempio per me instagram e facebook) e che non avvio in continuazione, allora è molto importante, non tanto per la batteria, ma per la fluidità del sistema (e in uno smartphone non recentissimo si nota la differenza).
poi ovvio chiudere in continuazione, o congelare in continuazione un'applicazione che usi spesso, non ha senso, perchè l'unica differenza che noterai è solo un maggior tempo per riaprirla.
ma questo non vale solo per greenify, ma anche per la finestra multitasking di android (non parlo degli inutili task killer presenti nello store, ma proprio della finestra multitasking integrata) se stai messaggiando su whatsapp/telegram, invii un messaggio, e vai a chiudere l'applicazione con lo swipe dalla finestre del multitasking, poi ricevi il messaggio, riapri l'app e rispondi, poi la richiudi nuovmente, ecc.... sprechi un sacco di tempo e molta più batteria perchè il telefono impiega molte risorse per aprire da zero l'app, ma se un'app la avvii una volta ogni 5-6 ore, o anche più raramente, allora è inutile tenerla sempre attiva, meglio chiuderla, e se non ti interessano neanche eventuali notifiche, se la iberni, oltre a risparmiare un po di batteria (che a me non interessa) avrai meno risorse hardware occupate, e quindi un telefono più fluido (ovviamente si nota maggiormente su smartphone vecchi)

Dea1993

doze e greenify hanno una funzione molto diversa.
doze serve a risparmiare batteria a schermo spento, ovvero impedisce l'uso di internet a tutte le applicazioni non in whitelist quando lo schermo è spento, quindi per esempio se non metti whatsapp in whitelist, quando lo schermo è spento non ricevi più notifiche (o meglio, non ricevi proprio il messaggio, perchè per whatsapp è come se internet fosse staccato), anche se internet è acceso, perchè è come se l'applicazione venisse momentaneamente interrotta, poi appena accendi lo schermo, doze si disattiva e tu ricevi i messaggi (e quindi le notifiche).
invece greenify fa un lavoro diverso, ti congela le applicazioni che vuoi tu (o quando spegni lo schermo o se forzi l'ibernazione te), questo vuol dire che una volta congelata, l'applicazione non si può più riavviare da sola, ma devi per forza avviarla te per poter ricevere nuovamente notifiche.
ad esempio su greenify imposti che whatsapp si deve congelare, a questo punto quando blocchi lo schermo, greenify ti congela l'applicazione, e quindi whatsapp rimane ibernata, e non può più fare niente, è come se non fosse più installata, se qualcuno ti invia un messaggio, a te non ti arriva la notifica perchè whatsapp non può avviarsi, e quindi hai un minor consumo di risorse (e teoricamente anche la batteria dovrebbe durare un po di più, ma questo dipende da svariati fattori).
anche quando riaccendi lo schermo, whatsapp non si riattiva, quindi non ricevi i messaggi nemmeno a schermo spento, l'unico modo per vedere se qualcuno ti ha scritto, è aprire manualmente whatsapp, a quel punto l'app viene scongelata, e ricevi tutte le notifiche.. poi al successivo blocco dello schermo, si congela nuovamente.
io greenify lo uso per congelare applicazioni come instagram, facebook lite, e altre che ora non ricordo, e sinceramente non ho fatto caso se la batteria dura di più, ma non mi è mai importato tanto visto che gia mi dura a sufficienza, però il telefono è più fluido visto che comunque diverse applicazioni piuttosto pesanti sono congelate e non stanno attive.
per quanto riguarda island, devi installare l'applicazione (da quanto ho capito) anche perchè all'interno di greenify non c'è alcuna voce a island, quindi è probabile che lavorino integrate insieme

Dea1993

si si.
greenify funziona anche senza root

Snape90

E quindi ricaricata da zero.

Krait

No, in quanto il processo non è mai stato terminato, quando riapri l'app, questa viene semplicemente recuperata dallo stato di ibernazione

Snape90

Scusami ma quando la riapri il processo non viene riavviato?

Dea1993

io tengo congelati instagram facebook e altre app, queste normalmente in background mi consumerebbero un po di performance, invece tenendole congelate il telefono rimane scattante come se non le avessi installate.
ovvio per la batteria non fa miracoli, ma quello non mi interessa... arrivo sempre a fine giornata tranquillamente.

Krait

il tuo discorso sarebbe corretto se il task venisse terminato ed in seguito riavviato, mentre qui parliamo di ibernazione, in cui in pratica il processo rimane in background ma senza sprecare risorse

Snape90

Usavo Greenify su htc m7 tre anni fa. Ho capito da pocp che è una perdita di tempo. Perchè le uniche app che bisogna congelare sono i cosiddetti bloatware. A questo punto molto meglio congelarle con i permessi di root e qualche app che permette di farlo. Congelare app che si usano, anche non spesso, comporta soltanto un maggior consumo della batteria visto che per riaprile bisogna farla ripartire da 0 con conseguente sforzo maggiore della cpu.

Leon94

Simpatico il genio....

Giuda Iscariota

La modalità automatica è disattivata, per le altre cose cosa intendi? Scusa non ho capito...

gioka

Nelle impostazioni c'è la possibilità di ibernazione automatica, è disattivata? Sei sicuro che non sia semplicemente la modalità doze (o doze aggressivo) e non proprio l'ibernzazione?

Danylo

si, basta che metti il cell in frigo

Giuda Iscariota

Eh ad esempio blocco lo schermo non con greenify ma con un'altra app e appena si spegne parte l'ibernazione da sola

Giardiniere Willy

Ma è possibile congelare un app senza root?

gioka

Anch'io utilizzo (sempre) la funzione blocco schermo + ibetnazione App, ma non mi ha mai dato nessun tipo di problema. Di preciso, a te di cosa si tratta?

Dea1993

guarda che greenify non è un task killer... è tutta un'altra cosa.
serve per congelare le app e non per chiuderle come fanno tanti task killer (quelli sono veramente inutili).
congelando l'app, quella non si riapre fino a che non sei tu ad aprirla, quindi non consuma batteria, non rimane attiva in background e quindi non appesantisce il sistema.

Giuda Iscariota

A me ultimamente da problemi quando lo uso per bloccare lo schermo e anche quando uso app di terze parti per bloccare lo schermo... Comunque sembra essere l'unica applicazione che fa il lavoro di fare "arresto forzato" delle varie applicazioni aperte. Se ci fosse un alternativa la proverei molto volentieri!

Snape90

Non serve a nulla, bisogna lasciare ad Android la gestione della ram e delle applicazioni. Android non è windows, al massimo usare un'app tipo sdmaid per congelare i bloatware.

Replico

Qualcuno schiarisca le idee a questo ragazzo

Mario

uso greenify, anche se non mi è molto chiaro quale sia il guadagno effettivo avendo Nougat e Doze

Recensione OnePlus 5: lo smartphone Android più potente

Recensione Galaxy S8/S8+ dopo 2 mesi: tanti miglioramenti ma non è tutto perfetto

Huawei P10 e P10 Plus: arrivano in Italia le colorazioni verde e blu Pantone

Recensione Sony Xperia XZ Premium, il primo con display 4K HDR