Wiko Ufeel Prime: scocca in alluminio ed una buona autonomia | Recensione

29 Novembre 2016 91

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Wiko ci ha da sempre abituato a degli smartphone caratterizzati da un ottimo rapporto tra prezzo e qualità, cosa che gli ha permesso di ritagliarsi nel corso degli ultimi anni un'importante fetta di mercato anche in Italia. Tuttavia, con questo suo nuovo Ufeel Prime annunciato all'inizio del mese di Settembre all'IFA di Berlino, credo che il produttore francese abbia fatto un piccolo passo indietro.

Hardware, Materiali ed Ergonomia

Ufeel Prime è stato realizzato con materiali di qualità. La scocca è interamente in alluminio ed è leggermente arrotondata sui bordi per offrire una presa migliore anche se i suoi 150 grammi si fanno un po’ sentire. Non mi ha particolarmente colpito il design. Anche il vetro che protegge la parte anteriore è lievemente curvato sui bordi.

Lateralmente ci sono i tasti per la regolazione del volume, il tasto di accensione ed il cassettino estraibile che può ospitare due SIM in formato nano oppure, alternativamente, una SIM ed una microSD che permette di espandere i 32GB di memoria integrata. Sulla parte inferiore ci sono lo speaker di sistema, il microfono principale e la porta microUSB con supporto OTG. Sulla parte superiore è posizionato unicamente il jack audio da 3.5mm.

Sul retro, un po' sporgente rispetto alla scocca, c'è la fotocamera principale da 13 megapixel con doppio flash LED ed il secondo microfono. Sulla parte anteriore, infine, oltre ai sensori di luminosità e prossimità, abbiamo una fotocamera da 8 megapixel con flash ed un piccolo LED di notifica che possiamo personalizzare tramite le impostazioni.

Nel tasto home è integrato un sensore per il riconoscimento delle impronte digitali. Interessante il modo in cui possiamo utilizzarlo, non solo per sbloccare (rapidamente) il device ma anche per effettuare il back con un tocco, aprire il multitasking con una pressione prolungata e spegnere il display con una doppia pressione (doppio tap sul display per accenderlo). Tramite sensore possiamo anche proteggere file ed applicazioni ed avviare applicazioni predefinite o chiamate vocali utilizzando diverse dita. Per navigare l'interfaccia utente, tuttavia, possiamo anche scegliere di attivare i classici tasti funzione a display.

  • Dimensioni: 142.5x69.9x8.7 mm
  • Peso: 150 grammi
  • Sistema operativo: Android 6.0 (Marshmallow)
  • Processore: Qualcomm Snapdragon 430 MSM8937 Octa-Core 1.4 GHz, Cortex-A53
  • GPU: Adreno 505
  • Memoria: 4GB RAM / 32GB ROM + microSD
  • SIM Card: 2 Nano SIM / 1 Nano SIM + 1 Micro SD
  • Trasmissione dati: FDD-LTE Cat. 4 DL 150 Mbps, UL 50 Mbps
  • Batteria: 3000 mAh Li-Po
  • Display: IPS 5” Full HD (1920x1080 pixel), densità 441 PPI
  • Connettività: Wi-Fi 802.11 b/g/n, Bluetooth 4.1, USB 2.0 OTG, aGPS
  • Fotocamera posteriore: 13 megapixel AF con Dual Flash LED
  • Fotocamera anteriore: 8 megapixel FF con Flash LED

Il processore utilizzato da Wiko per questo Ufeel Prime è uno Snapdragon 430 di Qualcomm, un octa-Core Cortex-A53 da 1.4GHz con GPU Adreno 505 e ben 4GB di RAM. Nel complesso, le prestazioni sono soddisfacenti, ma non troppo. Le applicazioni non sono molto rapide ad avviarsi ma i giochi più impegnativi riescono comunque ad essere giocati con framerate abbastanza elevati. La temperatura sulla parte posteriore si fa sentire in caso di utilizzi più impegnativi.

Display

Il display è un buon IPS da 5” con risoluzione Full HD ed una densità di 441ppi. Questo pannello ha una buona luminosità e si vede bene anche alla luce diretta del sole grazie ad una tecnologia CABC che regola automaticamente il contrasto a seconda dei contenuti visualizzati e della luminosità ambientale.

L'angolo di visione è abbastanza ampio anche se c'è una leggera perdita di contrasto aa inclinazioni non molto accentuate. Non ci sono possibilità di regolazione di temperatura e saturazione tramite impostazioni. Presente, invece, la funzione "Ambient" che riattiva il display quando si solleva il device o si ricevono notifiche.

Batteria, Audio e Ricezione

Il Wiko Ufeel Prime è un Dual SIM Dual Standby con supporto alle reti LTE. Tramite impostazioni possiamo scegliere la SIM predefinita per chiamate, messaggi e dati. Per ogni SIM possiamo anche scegliere una suoneria. Sempre elevata la ricezione del segnale di rete cellulare e di ottima qualità anche l'audio tramite capsula auricolare, corposo e con un buon livello di volume. Lo speaker di sistema offre un audio pulito anche se il volume non è particolarmente elevato.

Buona l’autonomia. La batteria integrata da 3000mAh, infatti, grazie anche ad un processore non particolarmente esigente è riuscito a farmi coprire senza problemi una giornata del mio utilizzo intenso con molte notifiche da social, app di messaggistica ed email.

In caso di necessità, oltre al sistema di risparmio energetico di default di Android, tramite l'app "Assistenza telefono" possiamo attivare una modalità che limita l'accesso alla reda da part di determinate applicazioni ed un sistema "Super" che permette di utilizzare unicamente le funzionalità basilari.

Software

Ufeel Prime è basato su Android in versione 6.0.1 con interfaccia utente personalizzata. Wiko ha anche precaricato alcune applicazioni che, in caso di necessità, possono essere rimosse. Comode sia le Smart Action che le Smart Gesture che ci consentono di attivare rapidamente alcune funzionalità.

Facendo uno swipe verso destra dalla homescreen principale si può accedere alla My Smart Left Page, una pagina personalizzabile con applicazioni, contatti e notizie fornite da News Republic. Se attiviamo un'animazione per le transizioni delle homescreen, l'accesso a questa pagina mostra evidenti rallentamenti.

In generale, comunque, ho preferito utilizzare un launcher di terze parti.

Fotocamera

L’interfaccia fotografica offre molte funzionalità a cui possiamo accedere tramite uno swipe verso destra o sinistra. Non mancano lo scatto con HDR, la modalità notturna ed uno scatto PRO che offre regolazioni indipendenti di messa a fuoco, esposizione, ISO, bilanciamento del bianco e nitidezza. Presente anche una comoda livella per scattare foto allineate all'orizzonte.

La fotocamera posteriore riesce a scattare delle foto di qualità sufficiente, non molto definite ed anche con un persistente rumore più accentuato nelle zone meno illuminate. I video hanno una risoluzione massima Full HD A 30fps.

Si comporta bene la fotocamera frontale che permette di scattare foto di migliore qualità anche in condizioni di scarsa illuminazione grazie al flash LED.

Sia il player audio che quello video sono personalizzati da Wiko. Sono supportati file in formato MP3, Midi, AAC, AMR e 3GPP, MP4 , 3GP, H.264 fino a risoluzione massima FHD. Presente anche una radio FM stereo con RDS. Lo speaker di sistema offre un audio pulito e con una buona pressione anche se il volume, anche in questo caso, non è particolarmente elevato.

Conclusioni

Il Wiko Ufeel prime viene venduto a 249 euro, un prezzo di listino sicuramente poco aggressivo anche se on line lo si riesce già a trovare a circa 200 euro. Ufeel Prime, nel complesso, è uno smartphone equilibrato che non eccelle in quanto a prestazioni ma vede nella qualità telefonica e nell’autonomia i suoi punti di forza e nella multimedialità e nella personalizzazione dell'interfaccia i punti deboli. Nel primo caso non c’è molto da fare. Nel secondo basta eliminare alcune applicazioni ed usare un launcher alternativo.

MaterialiAutonomiaDisplayQualità telefonica
Qualità fotoPersonalizzazione UIVolume speaker non elevato

Voto: 7.5

Wiko U Feel Prime è disponibile online da Amazon a 210 euro. Il rapporto qualità prezzo è buono. Ci sono 20 modelli migliori. Per vedere le altre 13 offerte clicca qui.
Wiko U Feel Prime è disponibile su a 200 euro.
(aggiornamento del 22 febbraio 2017, ore 06:50)

91

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Fabrizio

Con poco più di 200€ ti porti a casa un p9 lite che ha 3 gb di ram e si comporta come un top gamma. Oppure sotto i 200€ ma con lo stesso hardware più o meno trovi Honor 5c che fa ugualmente benissimo ma ha 2 gb di ram. Se cerchi un telefono con molta ram ti consiglio di guardare lo zte a610 plus che ha 4 gb di ram e batteria da 5000 mAh e penso sarà presto a 200€ online. O vai stra sicuro col zenfone 2 ze551km del 2015. Ti segnalo anche sotto i 200€ lo zenfone 3 laser, molto recente ma promette piuttosto bene

Bella Fra

Bello sto Meizu ahahah

è la ragione per cui chi fa le cose come si deve si fa pagare profumatamente.

nic74

wiko...un inno al cattivo gusto...

veritiero

No dai... Almeno facchetti ha fatto un buon lavoro, lui doveva solo vendere il prodotto ed è forse l'unica cosa che ha funzionato... Non come numero di vendite

Pistacchio

Quello lo so ma adesso è questo il prezzo.
Però è anche vero che un top gamma non può costare 800€ ed arrivare anche oltre i 1000€ cazzarola.
Mai spenderò più di 300€ per un cellulare

Gabriele Porcu

coff coff xiaomi redmi 4 pro coff coff

Pistacchio

250€ ?????????

FedEx

Concordo, Snap 410 girano meglio di questo...
è l'ottimizzazione il problema

FedEx

A me non sembra malaccio. Ok non è un campione di originalità, ma anche i cinesi in questo senso non fanno di meglio (magari apparte Leeco)

DarioMa

credo siano stati tra i primi:

http ://android.hdblog. it/2016/11/30/meizu-pro-6-plus-ufficiale/

kust0r

con 1gb di ram in meno c'è il Lenovo K6, che però ancora nessuno ha provato...

fire_RS

È stato presentato il meizu pro 6s con processore exynos e flyme 6...e ancora qui tutto tace..

Iacopo Iacozzilli

secondo me meglio del pixel c'è poco (anche io ho un op3), però devi considerare il prezzo, costa il doppio.

secondo me se vieni dal n5 significa che il telefono lo sfrutti per anni e potrebbe aver senso spendere quei quasi 400€ in più per il pixel che per op3.

se tu poi usi moddare il telefono, come me, hai poche alternative esclusi quei 2 smartphone

PadreMaronno

Ci sono telefoni da 150 che lo asfaltano

Jarren #ForzaNapoli

Col 625 si , era più possibile , e l' avrebbe reso praticamente un best buy.

Ma come detto per me qui c'è anche qualche problemino di ottimizzazione e magari throttling , perché io ho provato un tablet col 430 e non gira malissimo questo soc , che è pur sempre leggermente superiore a uno snap 615

Jarren #ForzaNapoli

Ma secondo me stavolta è stato pure ottimizzato male.... Il 430 a finale dovrebbe essere leggermente superiore a uno snap 615 , che sebbene non sia un mostro non è neanche lentissima. Dalla review poi sembra che qui tenda un pochino a scaldare , e può essere che influisce.
Perché io il 430 l' ho provato , ok che su un tablet con praticamente android stock e la cui risoluzione 1920x1200 è estesa su 10" quindi minor carico grafico sulla CPU però non gira male il tablet , e per quello che è stato pagato (199€ , con anche slot sim) è molto meglio di tante ciofeche che si trovano a quel prezzo

Repox Ray

A 250 euri il fatto di avere uno snap430 che rende il tutto poco fluido (diciamo "precario" in ottica di uso sul medio-lungo periodo considerando l'appesantirsi delle app nel tempo) lo metterei tra i "contro", senza riserve.

robibby

Esteticamente è anonimo, ma come caratteristiche ci sta..

Mark984

Ma telefono in plastica li faranno più (esclusi quelli da 80€)? A me in metallo non piacciono. Pare che la tendenza sia metallo anche nella fascia 150€-250€.

LastSnake

Che brutti sti Wiko, mamma mia

drew1893

Bella chiavica

Roxer

Costa tanto secondo me, perde un po' di senso nel panorama android un telefono così costoso (se consideriamo il modello da 128 GB)
Che ne diresti di provare OP3T?
Mi sembra che abbia una vasta scelta di rom e risparmi qualcosa
Lo so è un 5.5 pollici però mi sembra molto valido! Ti parlo da non possessore, ho solo visto le varie recensioni in giro :)

Nox

Per ora stanno investendo (andando in perdita o con pochi margini) per farsi il nome e crescere, tra qualche anno non ce la faranno più a prendere per il cul0 l'utenza con la storiella del qualità senza costi. Xiaomi Huawei e altri fonemi caratteristici fastidiosi cinesi subiranno l'impatto della concorrenza reale. L'avranno messo in conto tentando di fidelizzare (o quantomeno familiarizzare) l'utente con i loro prodotti quando andranno a costare 100-200 euro di più.

Nox

wow 4 gb di ram più del sony xz ma allore èmmeglio!

Gios

ovvio vendono in perdita

Mustik

Effettivamente è già facile trovarlo a una quarantina di euri in meno. Io avrei dato ai giornalisti il modello nero per le recensioni, più elegante.

Non è da buttare, tra qualche mese a 180 euro e a con nougat potrebbe diventare più interessante.

TheDestruction82

OT: Ciao ragazzi, sono un felice possessore di Nexus 5, e ci ho giocato parecchio, ROM, Recovery, eccetera..ora però sembra giunto il momento di cambiarlo, e ovviamente mi sono innamorato del Google Pixel in versione 5 pollici..adesso, secondo voi mi conviene aspettare che esca in Italia e prenderlo oppure buttarmi su altro?

marcolino

quindi me lo consigli? a livello di prestazioni come va? ho paura per il design!

FedEx

Grazie mille!
A quanto pare non vengono prodotti piú pezzi per il Flex 2...
Infatti in tanti possessori stanno ricevendo proposte di scambio

FedEx

Sisi infatti é quello che ho detto io, l'810 a livello di Potenza pura é piú potente (alla fine nemmeno di molto), peró il 652 é preferibile perché piú equilibrato

Danilo

G5se tutta la vita. Beato te che hai avuto questa possibilità, io li ho dovuti sborsare i soldi per averlo ahaha
Una gioia per te, credimi

Mister chuck revenge

Lo chiedi pure? 100 euro vale il flex vs 300 del se

Hankel

quando LeEco venderà ufficialmente e direttamente in Italia vedrai che lo smartphone con il processore top non te lo venderà a 219€ di listino :)

Matteo Ronchi

La qualità delle vs recensioni é sempre al top. É un piacere seguirvi.

Ciccio

ahahaha

Pistacchio

Vabbè lascia stare, leggi sul sito come funziona, poi non è detto che si debba rompere sempre...

Alessio B.

Io cambierei, ci guadagni in tutto meno che in design (g5se è bruttarello), ottima autonomia e display, camera al top e cmq un processore che va alla gtande con un'ottima gpu e che consuma meno dell'810

Davide

Rischioso ma il gioco vale la candela. Quell'hardware a quella cifra e' molto invitante.

lupo

Si certo e dove te lo spedisce e soprattutto qunti ti sta via

Pistacchio

Garanzia 24 mesi grossoshop

lupo

Garanzia forse ti attacchi al tram

lupo

Con garanzia vattelapesca..

lupo

Teniamo presente che 810 è stato downcloccato su molti devices, (non so su il flex 2 ) quindi alla fine mi sa che complessivamente sia meglio 652

M_90®

no ma io li avrei messi altri 5/6 metri di cornice eh...

Pistacchio

Leeco max 2, 219€ e snap 820

lupo

Ah ok ero informato male

marcolino

dopo aver valutato la riparazione, che è risultata più onerosa dello scambio evidentemente, mi è stato proposto lo scambio 4 giorni fa e devo dare risposta entro domani con una liberatoria.

Davide

Lo puoi avere con uno zuk z2, spesso in offerta a 170,180 euro.

Raw

eh si mettiamoci uno snapdragon peggiore.
Questo soc va a sostituire gli Snap 400 e 410m ed è un bel passo avanti..essendo diventato un octa core big little, con una gpu nettamente più potente come la Adreno 505....il SoC che ci vorresti tu è uno dei primi della serie 600, ed è uguale come CPU (8x A53) ma peggiore come GPU (Adreno 405) rispetto al 430 di questo device.

Honor V9 ufficiale: display QHD da 5.7 pollici e 6GB di RAM

Samsung Galaxy A3 2017: piccolo, elegante e potente | Recensione

Samsung Galaxy S8: tutte le possibili novità in attesa del 29/03 | Video | Agg.

Samsung Galaxy A5 2017: un Galaxy S7 di fascia media | Recensione