Lenovo, presto in arrivo una versione dello Yoga Book con ChromeOS

06 Settembre 2016 34

Lo Yoga Book di Lenovo potrebbe presto essere immesso sul mercato in una terza, inedita versione.

Il netbook-tablet lanciato a IFA 2016 dall’azienda cinese - qui la nostra video anteprima - sarà infatti presto disponibile nelle versioni Android Marshmallow e Windows 10, mentre una variante dotata di sistema operativo ChromeOS raggiungerà il mercato successivamente.

“Posso dirvi che ChromeOS è qualcosa su cui stiamo seriamente ragionando, specialmente con i grandi aggiornamenti che consentiranno di accedere all’ecosistema di app Android”, ha riferito a TechRadar Matt Lazare, Yoga Book Campaign Manager di Lenovo.

L’estensione della compatibilità delle app Android in ChromeOS ha dato un impulso alla diffusione del sistema operativo di Google basato sul cloud, e l’accoppiata Yoga Book-ChromeOS potrebbe davvero rappresentare qualcosa di innovativo in un mercato dei tablet in stagnazione.

Ricordiamo che Yoga Book è un netbook dotato di Halo Keyboard, una tastiera sensibile alla pressione completamente liscia che si trasforma in superficie per scrivere e disegnare a mano libera tramite il pennino Wacom.

La Halo Keyboard di Lenovo Yoga Book

Il dispositivo è caratterizzato dalla presenza di un display da 10.1 pollici con risoluzione Full HD, un processore Intel Atom X5, 4GB di RAM, 64GB di memoria interna espandibile tramite microSD fino ad ulteriori 128GB, una fotocamera anteriore da 2MP, una posteriore da 8MP ed una batteria da 8500mAh.

Lenovo Yoga Book sarà inizialmente commercializzato nelle versioni Android Marshmallow e Windows 10 ai rispettivi prezzi di 499 e 599 euro. Per la variante dotata di sistema operativo ChromeOS sarà invece necessario attendere ancora qualche tempo.

Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone 8 Plus, in offerta oggi da Tiger Shop a 765 euro oppure da Amazon a 839 euro.

34

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
nicola ponzoni

Si, certo. Poi, ho prendi l'app a pagamento o impazzisci per trasferire quanto scritto su android. Guarda un po' di video su you tube... apri l'app, bluetooth e gps (ma perché il gps???). Però non devi avere in carica nulla altrimentu ciccia.... ma per piacere

Mario

Salvo il fatto che ti porti 2 dispositivi.

ctretre

1) so bene che ha un hardware che è il minimo sindacale per windows 10 mentre è il massimo sensato per android, ma se su windows è l'hardware a limitare l'uso ad attività basilari, su android è il software, quindi siamo li.
Io personalemente piuttosto che il book da 500 € prenderei lo slate da 150 € più un tablet da 200€ massimo,oppure book con windows sapendo di non poterci fa girare Sony Vegas (che su android non esiste comunque)

GianJak

Quindi non è gratis neanche su yoga book.
L'esportazione degli scritti a mano su onenote per tradurli in richtext si può fare su bamboo slate come su yogabook, solo che su yogabook devi acquistare la versione w10 da 599€, altrimenti prendi l'android da 499€ + 3€ al mese di abbonamento (che affare!).
Ed il problema aggiuntivo è che non posso neanche concordare con il fatto che, come hai detto tu, la versione android sia meno sensata della versione w10 per yogabook.
Con un processore come quello è più che giustificato l'uso del software android.
W10, come ha detto tu, ha componenti molto pesanti e difficili da gestire per un tablet del genere concepito per la mobilità, con uno schermo così piccolo (avrei capito un 12"), e se lo devi usare solo per onenote... 599€!!!
Per quanto riguarda Bamboo Slate, si può usare anche meglio di una tavoletta grafica, con l'attrito reale della carta e una qualsiasi applicazione da disegno.

ctretre

1) Ottimo, eroindubbio.
2) Senza abbonamento plus hai l'archiviazione online, ma non hai il riconoscimento della grafiaed il salvataggioin RTF, quindi si perde la parte più interessante.
3) sullo yogabook nonbisogna usare inkspace plus, che non è neanche disponibile su windows, ma basta onenote in qualsiasi versione, come universitario ho la versione desktop gratuita... quindi secondo me yogabook con android è meno sensato di bamboo slate, ma la versione con windows, è più comoda perché permette l'uso di strumenti più potenti, ma anche più pesante e costosa (con i 450 € di differenze ci si paga 12 anni e 6 mesi di abbonamento Inkspace).
4) L'ideale sarebbe stato se Bamboo Slate potesse funzionare anche da tavoletta grafica per un computer, ma così non sembra essere, purtroppo, non ci sarebbe stato alcun vantaggio per yoga book, bastava usare Bamboo Slate con qualsiasi computer, magari ultraportatile economico per essere perfetto.

ctretre

1) Ottimo, eroindubbio.
2) Senza abbonamento plus hai l'archiviazione online, ma non hai il riconoscimento della grafiaed il salvataggioin RTF, quindi si perde la parte più interessante.
3) sullo yogabook nonbisogna usare inkspace plus, che non è neanche disponibile su windows, ma basta onenote in qualsiasi versione, come universitario ho la versione desktop gratuita... quindi secondo me yogabook con android è meno sensato di bamboo slate, ma la versione con windows, è più comoda perché permette l'uso di strumenti più potenti, ma anche più pesante e costosa (con i 450 € di differenze ci si paga 12 anni e 6 mesi di abbonamento Inkspace).
L'ideale sarebbe stato se Bamboo Slate potesse funzionare anche da tavoletta grafica per un computer, ma così non sembra essere, purtroppo, non ci sarebbe stato alcun vantaggio per yoga book, bastava usare Bamboo Slate con qualsiasi computer, magari ultraportatile economico per essere perfetto.

GianJak

il punto non è che, se compri i componenti, la stessa cosa la paghi di meno, ma che, se compri due dispositivi, la stessa cosa è migliore e la paghi di meno.
Stiamo parlando di un ips 10 pollici fhd da 220 ppi con un quad-core Intel Atom per cui ti chiedono 499€ solo per un pennino e una tastiera touch.

mytom

Ok, è ovvio che se compri un PC a pezzi e te lo assembli lo paghi di meno (scusami il paragone).
Questo però mi sembra ben ingegnerizzato, e sono sicuro che alla fine il prezzo nei vari shop sarà molto più basso.

GianJak

Nelle penne bamboo e yoga book è confermato che si può usare qualsiasi ricambio bic.
Riguardo alle soluzioni di bamboo slate con altro dispositivo, per cui tu dici si debba pagare 3€ al mese; perché, l'abbonamento Inkspace Plus è gratis su yoga book invece?

Gef

Ahahahahah

ctretre

Non ho ancora capito se l'inchiostro usato è prodotto solamente da Wacom, e qundi la particolarità è nella penna, oppure si può usare qualsiasi ricarica compatibile; nel primo caso mi spaventerebbe l'ipotesi che Wacom smetta di produrne appena lo ritiene non più vantaggioso.

ctretre

si, e no, sono indeciso tra le due soluzioni: dal punto di vista del costo e del peso hai ragione: ancora più economico sarebbe: Bamboo Slate col cellulare per caricare i file. In questo modo però avresti il riconoscimento del testo solo pagando 3 € al mese e sotto copertura di rete internet.
Con questa soluzione è come avere un tablet con pennino stile Surface o HP Pavilion x2, con la possibilità di scrivere anche su carta. Il riconoscimento lo fa Windows in locale, direttamente in Word, o in OneNote, il che è decisamente più flessibile, ma a causa el peso, comunque contenuto (600 g), non necessariamente più comodo.
Personalmente sono indeciso tra Bamboo Slate; questo; e Tablet economico con digitalizzatore attivo (tanto della carta non me ne faccio molto ormai.
Quello che non mi è chiaro è se l'inchiostro da usare in queste penne ha qualche particolarità o si può usare qualsiasi ricambio.

floc

Per quello che deve fare secondo me e' perfetto. Ovvio non ci fai girare vmware

boosook

il processore e' relativamente importante per il target di utilizzo della macchina, qui si parla di un concetto veramente innovativo. L'avesse fatta Apple sareste tutti qui a gridare al miracolo...

boosook

beh, e' vero, almeno su una macchina del genere.

boosook

si', secondo me sia microsoft che google hanno tutto l'interesse a non permettere il dual boot...

GianJak

completamente rimpiazzabile da un wacom bamboo slate da 147€ (che tra l'altro è in A4 e non sto taccuincino che non serve a nulla) e un tablet a scelta da 10 pollici, risoluzione 2k, un processore decente, e un prezzo più basso (vedi lenovo yoga tab 3 plus)
e ti avanzano ancora soldi.

maurizioxxoo

e sarà mio. avrebbeo dovuto farlo solo con Chrome OS e non con android

davide

Sarebbe stato stupendo se anzichè fare 2 versioni win e android li avessero proprosti entrambi in dual boot come terza opzione... Con entrambe i sistemi questo ha davvero le carte per essere il tablet definitivo. Speriamo che qualcuno si prodighi a realizzare il dual boot come custom rom (non dovrebbe essere troppo difficile visto che esistono ufficialmente entrambi i sistemi).
Ma secondo voi il dual boot lo fanno solo i cinesi per questioni legali? (ricordo tempo fa di aver letto che non era possibile la coesistenza di win e android per dei vincoli di microsoft)

Del Fante Guido

Ahahahhaaja.

Ricky

Mmmm, diventa meno interessante allora

Luca

Il processore non è proprio ottimo..

Luca

Non è epaper e non puoi programmarla/cambiarla. E una tavoletta wacom touch con la tastiera "fisica" sotto la superficie (che si illumina)

Santo

MOLTO meglio di windows per notebook

Ricky

Io non ho capito se la parte sotto che visualizza la tastiera è programmabile e puó visualizzare altro e che tecnologia di display monta anche se ad occhio direi epaper come il pebble.

floc

e' un prodotto molto innovativo, secondo me il prezzo e' assolutamente giustificato. Oltre ad avere un ottimo hw

kpkappa

Una wacom intuos non costa tanto di meno senza processore, senza monitor, ecc.
In quest'ottica non costa tanto.

Modho

Non potrebbero, piuttosto, pensarci alla seconda generazione, quando Chrome OS sarà in grado di utilizzare tutte le applicazioni del play store senza problemi, tra cui quelle di disegno avanzato presenti e future?

manu1234 #PraiseTheSun

concordo

mytom

Va benissimo con Win 10 Pro, grazie.

mytom

Secondo me si, dai. La cerniera, la tavoletta, la tastiera a scomparsa. Di cose in più rispetto a un "normale" ce ne sono.

R4nd0mH3r0

immagino le ditate dopo appena 2 secondi di utilizzo

geepat

È soggettivo. Si fanno pagare la novità, ci sta.
Se qualcuno viene colpito da ciò che ci si può fare al centro commerciale, neanche sta a vedere se ha un Atom o no.

sardanus

sta tecnologia vale veramente il doppio del prezzo di un normale atom cherry trail 4/64?

LG: avevo un ASSO ma ho sbagliato scala | Editoriale

LG V30 è lo smartphone 2017 da battere? | Recensione

Huawei Mate 10 PRO: Kirin 970, 6" 18:9 e doppia cam LEICA a 849 euro | Anteprima

Guida Acquisto Smartphone Xiaomi: garanzia, limiti e potenzialità #report