Sfida d'Oriente: OnePlus 3 vs Huawei P9 Plus vs Zuk Z2 vs Xiaomi Mi5

23 Luglio 2016 743

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Seconda sfida tra alcuni dei più interessanti device attualmente presenti sul mercato. Dopo averlo visto contro Galaxy S7 edge di Samsung, G5 di LG ed HTC10, Oneplus 3 lo abbiamo affiancato anche al Huawei P9 Plus ed a due smartphone che non sono venduti direttamente in Italia, lo Zuk Z2 di Lenovo e lo Xiaomi Mi5. La metodologia del test è la medesima. Abbiamo utilizzato DiscoMark per effettuare dei cicli di apertura di applicazione per valutare velocità, gestione della RAM e consumi.

Andiamo a vedere come si sono comportati.

74.7 x 152.7 x 7.35 mm
5.5 pollici - 1920x1080 px
75.3 x 152.3 x 6.98 mm
5.5 pollici - 1920x1080 px
69.2 x 144.6 x 7.3 mm
5.15 pollici - 1920x1080 px
68.88 x 141.65 x 8.45 mm
5 pollici - 1920x1080 px
Clicca qui per il confronto completo »

Design


OnePlus 3 ormai lo conosciamo bene. Scocca in metallo, un profilo sottile ed un peso di circa 160 grammi. Peso e dimensioni simili e scocca in metallo anche per il Huawei P9 Plus che può essere utilizzato più facilmente con una sola mano grazie ad alcune funzionalità software.

Lo Zuk Z2 ha il retro in vetro cosi come il Mi5 che ha una curvatura sui bordi che lo rende molto piacevole da utilizzare grazie anche ad un peso di soli 129 grammi. Anche qui ci sono funzionalità software per migliorare l’uso con una sola mano anche se difficilmente le utilizzeremo. Profilo in alluminio per per lo smartphone di Xiaomi ed in plastica dura per lo Zuk che offre una migliore resistenza un caso di caduta. Lo Zuk pesa circa 150 grammi. Tutti e quattro i device hanno una porta USB Type-C. Sia il P9 Plus che il Mi5 hanno un trasmettitore ad infrarossi.

La fotocamera di OnePlus 3 è l’unica che sporge rispetto alla scocca. Le altre sono tutte a filo. Huawei P9 Plus ha una doppia fotocamera ed un sistema di messa a fuoco laser. Per tutti lo speaker è posto sulla parte inferiore. Il P9 Plus utilizza anche la capsula auricolare per la riproduzione delle tonalità alte. OnePlus 3 ha un comodo switch posto sul lato sinistro per escludere rapidamente le suonerie.

Tutti è quattro gli smartphone hanno un sensore per il riconoscimento delle impronte. Huawei P9 Plus è l’unico che lo ha sul retro mentre gli altri lo hanno integrato nel tasto home. Tutti sono molto rapidi nello sblocco. Su Zuk Z2 possiamo utilizzare il sensore per muoverci all’interno dell’interfaccia. Sul P9 Plus possiamo far scorrere le immagini in galleria, visualizzare il pannello delle notifiche, scattare una foto o rispondere ad una chiamata.

Hardware


Il P9 Plus è l’unico ad integrare un processore Kirin 955 con GPU Mali-T880. Lo Snapdragon 820 di Qualcomm con GPU Adreno 530 è presente sul OnePlus 3, su Zuk Z2 e su Mi5. OnePlus 3 è l’unico tra questi device ad avere 6GB di memoria RAM ma non è possibile espandere i 64GB di memoria integrata. 64GB di memoria anche per P9 Plus, espandibile in questo caso, e 4GB di RAM come per Zuk Z2 che ha 64GB di memoria non espandibile. Il Mi5 ha 3GB di RAM e 32GB di ROM non espandibile.

Huawei P9 Plus è quello che secondo me offre le migliori prestazioni tra questi quattro device con applicazioni molto rapide nell’aperture ed un’ottima gestione della RAM. Elevate prestazioni ed una buona gestione della RAM anche per Zuk Z2 e OnePlus 3. Il Mi5, invece, nonostante si comporti generalmente bene non riesce a mantenere molte app in esecuzione e mostra anche sporadici rallentamenti oltre ad essere quello che scalda maggiormente sotto stress.

Per il test abbiamo utilizzato tutti e quatto i device connessi alla stessa rete Wi-Fi in banda 5GHz. I telefoni sono stati tutti preventivamente resettati ed aggiornati alle ultime versioni firmware disponibili. Le applicazioni utilizzate nel test sono: Chrome, Facebook, Foto, Fotocamera, Gmail, Play Store, Instagram, LinkedIn, Maps, Periscope, Snapchat, Telegram, Twitter, Whatsapp, YouTube, Asphalt 8 e Real Racing 3.


Huawei P9 Plus è stato il più rapido nei tre cicli di apertura delle applicazioni con una media di soli 6.3 secondi, riuscendo a fare meglio anche di HTC10 che si era imposto con 10 secondi nel precedente confronto. Secondi, praticamente a pari merito, lo Zuk Z2 e OnePlus3 con una media di 13 secondi e mezzo. Ultimo, notevolmente distaccato, il Mi5 con una media di ben 44 secondi e mezzo, ultimo tra tutti i device provati. P9 Plus è l’unico a riuscire a far avviare Real Racing 3 ed Asphalt 8 in circa 7 secondi.

Display

Huawei P9 Plus e d OnePlus 3 hanno un display da 5.5 pollici di diagonale, entrambi AMOLED. Lo Zuk Z2 ha un pannello da 5 pollici IPS così come il Mi5 che ha una diagonale da 5.15 pollici. Per tutti la risoluzione è FullHD. Il P9 Plus offre anche il “Press Touch” che rileva l’intensità della pressione del dito per offrire diverse funzionalità.

I pannelli di Oneplus 3 e P9 Plus sono quelli che offrono la migliore qualità. Quello di OnePlus 3 è leggermente più luminoso. Entrambi offrono una buona resa cromatica, un elevato contrasto ed un ampio angolo di visione anche se, come tipico degli AMOLED, abbiamo una leggera tendenza all’azzurro dei bianchi ad inclinazioni più accentuate.

Colori più naturali per il pannello del Mi5 mentre sullo Zuk Z2 abbiamo dei colori un po’ slavati ed un minor contrasto. Entrambi i pannelli IPS hanno i neri che tendono a schiarire in visione laterale.

Audio, Ricezione e Batteria

Ad esclusione del P9 Plus, tutti i device sono Dual SIM. Tutti supportano anche le reti LTE ma sia lo Zuk Z2 che il Mi5 non hanno la banda ad 800MHz. Utilizzando l’app Network Info II, il P9 Plus ha mostrato una sensibilità di ricezione del segnale di rete cellulare leggermente inferiore agli altri device. Buona per tutti qualità qualità audio tramite capsula auricolare. Tramite lo speaker di sistema, P9 Plue e OnePlus 3 sono quelli che hanno il volume più elevato. Il Mi5 quello che ha la qualità peggiore.

Lo Zuk Z2 ha una batteria da 3500mAh, 3400mAh per Huawei P9 Plus mentre sia OnePlus 3 che il Mi5 hanno una batteria da 3000mAh. Lo Zuk Z2 offre un’autonomia decisamente elevate che ci consente di coprire una giornata d’utilizzo intenso superando le 5 ore di display. Si comporta bene anche il P9 Plus che riesce sempre a superare le 4 ore e mezzo di display. Prestazioni simili, con circa 4 ore di display, sia per OnePlus 3 che per il Mi5.

Anche con questi quatto device abbiamo utilizzato nuovamente DiscoMark per effettuare 20 cicli di avvio delle applicazioni con impostazioni di default, connessione ad una rete Wi-FI a 5GHz ed illuminazione sempre attiva al 100%. Il test è iniziato alle 14:49. Il primo a terminare è stato il P9 plus, alle 15:21. Alle 15:27 hanno terminato OnePlus 3 e, successivamente, lo Zuk Z2. A notevole distanza, alle 15:38, ha terminato il ciclo anche il Mi5.

Considerando un tempo simile d’utilizzo, Huawei P9 Plus è quello che ha consumato meno, circa l’11% in 32 minuti contro il 15% degli altri tre device. Interessante notare che in questo test, il P9 Plus ha ottenuto una media di 4 secondi e mezzo nell’apertura delle 17 app contro 8 secondi e 7 di OnePlus 3, 12 secondi e 30 di Zuk Z2 e ben 44 secondi e 3 del Mi5 che ha sempre dovuto riaprirle tutte.

Fotocamera e Multimedia

Ottima anche la qualità fotografica offerta da questi quattro smartphone. Sensori da 16 megapixel posteriori con stabilizzazione ottica per OnePlus 3 e Mi5, 13 megapixel per lo Zuk Z2 e 12 megapixel per il P9 Plus che ha anche un secondo sensore in bianco e nero. I video del P9 Plus arrivano a risoluzione FHD a 60fps mentre gli altri hanno anche i 4K. A parte i 4 megapixel del Mi5, i sensori anteriori degli altri device sono da 8 megapixel.

Complessivamente, tutti e quattro di device scattano delle foto di buona qualità con lo Zuk Z2, che cattura delle ottime macro, che metterei un gradino al di sotto degli altri. I video migliori, a mio avviso, sono quelli del Mi5 che si comporta bene anche in condizioni di illuminazione più difficili.

I video demo sono stati tutti registrati in risoluzione Full HD a 30fps.

Huawei P9 Plus, oltre allo speaker posto sulla parte inferiore utilizza anche la capsula auricolare per la riproduzione delle frequenze alte. L’audio ha un volume elevato ma tende a distorcere un po’. Stesso discorso per OnePlus 3 mentre sia lo Zuk Z2 che il Mi5 sono quelli che offrono un volume non molto alto ma una migliore qualità sonora.

Conclusioni


In definitiva, allora, quale scegliere tra questi quattro smartphone? Anche in questo caso, guardando al listino, i 399 euro richiesti per OnePlus 3 sono sicuramente un prezzo congruo rapportato alla qualità ed alle prestazioni offerte. Il P9 Plus ha un listino di 749 euro ma sul web lo si riesce a trovare ormai a poco più di 500 euro, un prezzo che lo rende sicuramente molto più appetibile.

Discorso diverso per Zuk Z2 e Mi5 che non sono destinati al mercato europeo, non hanno la banda LTE a 800MHz e necessitano di un po’ di lavoro da parte degli utenti per essere utilizzati al meglio. Entrambi si trovano a circa 300 euro, prezzi decisamente interessanti ma, onestamente, forse meglio puntare a device pensati per il nostro mercato.

(aggiornamento del 23 agosto 2017, ore 02:00)

743

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
roberto f

Grazie a te. Penso che la politica di investimento rispecchia chiaramente la copertura, nella mia zona. In Calabria (vivo a Lamezia Terme) Tim e Vodafone coprono quasi ovunque, banda disponibile abbastanza buona dappertutto 3G/4G - H3G velocissima in centro città (la più veloce, qundo prende, sia in 3G che 4G)e in roaming in campagna/montagna, tranne alcuni paesi - Wind copre ovunque, 4g solo in città, problemi di saturazione di banda in 3G in molte zone. Speriamo che la fusione H3G/wind risolva i problemi di entrambe. Alla prossima, è stato un piacere. Ciao.

Sheldon Cooper

Verissimo.

Dimentichi il carrier aggregation (presente praticamente ovunque, con Vodafone, per esempio).

Wind non ha investito nulla sul 4G, idem H3G (che comunque non dispone della banda 20).
Vodafone e TIM, al contrario, ci hanno puntato molto fin da subito.. e grazie agli 800Mhz hanno effettivamente potuto coprire gran parte del territorio.
Ad oggi, persino nella sfortunata Liguria, qualsiasi paesino o cittadina dispone di 4G+ con 2600+800.
Abito a Diano Marina, dove abbiamo (a stento) le adsl 20m che vanno a 8.. eppure abbiamo un 4G+ che gira regolarmente sopra i 100/20 Mbps. 5000 abitanti.

Il vantaggio è da calcolare su diverse sfere, chiaramente.

Comunque ti ringrazio per la conversazione. :-)

roberto f

Hanno pagato tanto perchè i lotti erano in numero maggiore, ed è stata l'unica vera asta che ha alzato il prezzo. Per l'operatore, la 800 mhz, è la scelta più economica:

[ la società di telecomunicazioni può allestire una rete mobile LTE ..... controllando i costi(1 antenna da 800 copre quanto 4/5 antenne a 2600) (gli investimenti sono più contenuti rispetto alle altre bande) e, soprattutto, avendo la possibilità di offrire una miglior copertura sul territorio (COPRE MAGGIOR TERRITORIO) ]-

E ambita dagli operatori perchè con un minore investimento fà apparire LTE sul maggior numero di smartphone. La velocità max della banda 800 Mhz è 48/50 MB/s.

La mia critica è soprattutto per chi si preoccupa di non potere usare il 4G con Wind, dove wind ha solo la 800mhz.
DOVE ABITO IO ho copertura wind 3G con hsdpa (H+ arriva fino a 40/45MB/s) e 4G ad 800Mhz. IO non riscontro alcuna differenza.
se si vive in un zona in cui è presnte wind h+, non avere la banda 20 non produce nocumento.

Sheldon Cooper

http:// www. medialaws. eu/ asta-miliardaria-dai-tanti-aspetti-al-ministero-dello-sviluppo-economico/

puoi trovare numerosi altri spunti, online:

Dopo 22 giornate e ben 469 tornate i quattro operatori si sono aggiudicati i diversi blocchi di frequenze per un importo totale di 3.945.295.100 euro (quasi 4 miliardi di euro); in particolare:

Frequenza 800 MHz: 2 blocchi Vodafone, 2 blocchi Telecom, 2 blocchi Wind.
Frequenza 1800 MHz: 1 blocco Vodafone, 1 blocco Telecom, 1 blocco H3g.
Frequenza 2600 MHz: 4 blocchi H3g, 4 blocchi Wind, 3 blocchi Telecom, 3 blocchi Vodafone.
Le frequenze a 2000 MHz non hanno riscosso l’attenzione di nessun investitore mentre la banda a 800 MHz, da cui è rimasto fuori H3G, è risultata la più ambita perché in tale banda è possibile contenere i costi riuscendo ad offrire una migliore copertura del territorio in quanto si ha una maggior capacità di propagazione e superamento degli ostacoli, inoltre i blocchi sono distinti in specifici e generici, i primi sono generalmente quelli ai limiti della banda che potrebbero risentire di interferenze, i secondi sono quelli all’interno della banda.

Le quattro imprese hanno speso, secondo i dati della tabella pubblicata sul sito del ministero, in ordine di importi:

Telecom: 1,26 miliardi;
Vodafone: 1,259 miliardi;
Wind: 1,12 miliardi;
H3g: 350 milioni.

http :// www. ilsoftware .it/ articoli.asp?tag=LTE-assegnate-le-frequenze-sulla-banda-a-800-MHz_7813

L'asta per l'assegnazione delle frequenze sulla banda degli 800 MHz si è conclusa. Lo ha confermato il Ministero dello Sviluppo Economico indicando i vincitori definitivi della gara che ha fruttato allo Stato un importo pari a circa 2,96 miliardi di euro: Telecom Italia, Vodafone e Wind. Esclusa, quindi, H3G.
Prosegue invece il confronto per ciò che riguarda le altre frequenze a disposizione sulle bande a 1800, 2000 e 2600 MHz. Mentre i 2000 MHz sono stati sostanzialmente "snobbati", l'interesse si è concentrato soprattutto sugli 800 MHz: utilizzando tali frequenze, la società di telecomunicazioni può allestire una rete mobile a banda larga di nuova generazione (in tecnologia LTE, Long Term Evolution) controllando i costi (gli investimenti sono più contenuti rispetto alle altre bande) e, soprattutto, avendo la possibilità di offrire una miglior copertura sul territorio (l'impiego di frequenze trasmissive basse permette di attraversare gli ostacoli più "difficili"). Le frequenze superiori agli 800 MHz consentono invece di coprire aree decisamente più contenute.
Stando alle informazioni rese pubbliche questo pomeriggio dal ministero, l'incasso totale sarebbe arrivato, al momento, a più di 3,9 miliardi di euro (la base d'asta era stata fissata a 2,4 miliardi).

Come vedi, tutti confermano che la 800Mhz è la banda più ambita, pagata e desiderata, proprio per la sua maggiore capacità di coprire indoor (penetrazione) e zone rurali.

roberto f

più bassa la frequenza maggiore è il raggio d'azione e minore il nr di bytes trasferiti. La banda 800mhz è quella che costa ed è costata meno durante l'asta. Quello che dici è assolutamente corretto e potendo spendere 6/7/800 euro ad uno smartphone terrei in considerazione la presenza della banda 20. poichè per me sono prioritari elementi come memoria, batteria, fotocamera ad un prezzo accessibile e non mi piace stare sempre con il caricabatterie appresso e effetttuo lo switch in 4g solo quando necessito di scaricare in poco tempo. In ogni caso la tua esperienza in un area rurale, cosa che non avevo considerato poichè gli interessi e il lavoro mi portano a stare sempre in città, è molto utile per tante altre persone. grazie per il diverso punto di vista.

Sheldon Cooper

Gli operatori che più hanno investito sul 4G, Tim e Vodafone, fanno largo uso della banda 800Mhz.
Viene utilizzata per potenziare la copertura indoor in città, per coprire zone rurali che altrimenti non sarebbero coperte, e per l'aggregation necessaria per il 4G+ (LTE-A).

Con Vodafone, per esempio, sono in 4G+ ovunque, facendo praticamente sempre uso della banda 20.

Non averlo significa avere un telefono castrato.

roberto f

Se interessa una copertura adeguata, meglio scegliere un operatore che abbia investito bene sulle bande 4g. Per lo smartphone non penso sia un deficit la mancanza della banda 20.

jacker

FDD 4G : 1, 2, 3

Nico Ds

no, semmai lo commercializzeranno in occidente uscirà un firmware internazionale e flashanolo avresti la banda 20, altrimenti non c'è verso.

jacker

ZUK Z2 4GB de RAM 64GB de ROM su Nextbuying 259-265 EURO ... per questo esiste il 4G a 800Mhz ??

Sheldon Cooper

hsdpa ha prestazione superiori SOLO dove copre. E nelle zone rurali non copre. per questo esiste il 4G a 800Mhz, e il 3G a 900Mhz (che ha prestazioni BEN inferiori).

In più serve per il carrier aggregation (=maggiori prestazioni), in città e fuori.

Sheldon Cooper

Assolutamente falso.

La banda 20 (800Mhz) è utilizzata, in Italia, da Vodafone, TIM e Wind. Solo H3G non la utilizza.

Diversamente da quanto sostiene anche Roberto, qui sopra, si tratta della banda migliore (che infatti è stata acquistata con asta milionaria) proprio perché permette maggiore copertura.
Inoltre Vodafone e TIM, più o meno ovunque, la utilizzano per il carrier aggregation (4G+ o LTE-A che dir si voglia), che significa maggiori prestazioni.

Persino nelle piccole città di mare, da 5000 abitanti, sono perennemente in 4G+ (op. Vodafone) sfruttando _anche_ la banda 800, in appoggio.

Appena si esce dai centri abitati è la 800 a far da padrona, coprendo aree dove hsdpa avrebbe si prestazioni superiori, ma semplicemente... non c'è.
Queste aree, solitamente, sono coperte da 3G a 900Mhz (per la stessa ragione), che ha prestazioni BEN inferiori.

Fabio Tardioli

che app è stata utilizzata per la condivisione della musica?

Hey Aga!

Gli aggiornamenti della xiaomi. Eu arrivano in automatico oppure tramite updater cpn scegliere zip e installarlo? Perdo i dati ogni agg? Grazie mille

Hey Aga!

Novitá?

roberto f

la banda 800 mhz è solo una presa in giro, hsdpa ha prestazioni superiori. usando il mi5 5 depotenziato a 1.8 Ghz avete fallato la prova. ho non avete disponibilità di telefoni high range (grave) o direzionate le prove(peggio).

Hey Aga!

La mettero ma gli aggiornamenti sono ota vero? vanno in automatico...

Gil

ma perchè vi fissate sulla banda da 800MHz ? SOLO wind usa quella frequenza in Italia in alcune zone. Milano ad esempio anche wind si aggancia in 4G.

Igino

LeEco 2 pro (quello con x25) oppure il max (che supporta la banda 20)... il miglior rapporto prezzo/prestazioni.

Un mio amico ha preso il "vecchio" x600 (moddato con l'ultima release BB72) e va una meraviglia, sono rimasto veramente sorpreso, veloce fluido bel display, nessun bloatware o chineserie varie, discreta cam... immagino quindi il 2 pro o il maxx

Mister chuk revenge

Mikidp77@gmail.com

Cristmas

hey chuck vorrei chiederti una cosa riguardo ad un telefono, mi potresti scrivere la tua mail? non vorrei andare OT qui. Grazie

Giorgio

Lo ripeto, per fare delle foto, testare l'audio, capire come prende il gps o come scrolla chrome non serve.

Sam

la ram del 64 lavora ad una frequenza diversa.

Mister chuk revenge

Hai collegato il telefono ad una bosh da 100 ah peró xD

kasperbau

Stranissimo il doppio tap to wake lo ha il mio Honor 7...
....per op3 basterà aspettare un aggiornamento mi sa...

GioCarro

La situazione si complica: oggi ho scoperto una magagna per ciascun modello.

Il P9+ non ha il risveglio con il doppio tocco, funzione che ormai do' per scontata.

Il OP3 ha problemi con la gestione della modalità non disturbare, che si attiva da sola quando je pare facendo perdere chiamate e messagginad un sacco di utenti.

Uffa, speriamo nei due Nexus 2016!

Davide

Lo so. Ho provato la resurrection settimana scorsa, molte personalizzazioni interessanti rispetto alla cyano ma, ahi ahi, l'ho trovata scattosa in molti ambiti.

Garanted

Ok scusa hai ragione

Ph03n!x

Sei un emerito c0glione perchè parli senza averne mai posseduto uno e senza essere nemmeno minimamente informato.
1) La storia della ram è stata fixata 2 settimane dopo l'uscita.. ergo stai parlando di un ""difetto"" di 1 mese fa.
Ed in ogni caso qualsiasi persona cerebralmente normodotata sarebbe in grado di cambiare uno stup!do numero in un file testuale come il buid.prop.
2) "batteria che va giù senza un perchè.." altra stupida voce di corridoio.
Qualsiasi persona con uso intenso sotto 4g fa 4 ore di schermo.
Sotto wifi si sfiorano tranquillamente le 5 ore e passa.
Unico motivo per il quale drenava in passato, era il sensore di impronte troppo sensibile che cercava di scansionare la coscia se lo si teneva rivolto verso l'interno.. e anche questo è stato risolto nell'ultima 3.2.1.
La cosa bella è che ti vanti pure di parlare di "esperienza".
Complimenti.

Alex'99

Per z2 pro resurrection remix e cm13 unofficial

Giorgio

Se fai operazioni "normali" come quelle della prova non cambia nulla.

Fabio

Non è un discorso di RAM ma di clock del processore. Il 32GB è a 1.8 GHz il 64GB a 2.15 GHz

Garanted

Perché offende? O.O ma chi ti conosce? L'unica cosa che traspare è la tua possibile età che probabilmente si aggira sui 12-16 anni

dongongo

Non saprei, cambia sicuramente però cosa è stato scelto in "opzioni sviluppatore" >"ottimizzazione memoria di sistema". Sul mio Redmi Note 3 Pro, scegliendo "disattivato" anziché "medio" (come trovato di default) le prestazioni del multitasking migliorano radicalmente!!

Giorgio

Tra 3 e 4 gb di ram non cambia nulla

Fabio

Per il Mi5 avete usato la versione castrata, 32GB e non la 64GB. Inoltre che ROM era montata? Occhio che se non avete installato quelle ufficiali ma vi siete basati su quelle degli store sono sicuramente ROM farlocche.

Ph03n!x

Quanto sei c0glione traspare immediatamente.

Lorenzo

Ma allora è smarty... Non grosso :-)

Phelton Birmingham

Mi chiedo se i colori slavati dello zuk z2 potrebbero essere causati dal firmware del telefono.
Hai visto mai che rilascino un nuovo firmware che, tra le altre cose, corregge i contrasti ?
Io ci spero essendo un possesore di z2 :)

guidonespelacchiato

Ho un redmi note 2 prime che probabilnente non vedrà mai Marshmallow. Mi frega assai di miui 8 se poi la base è sempre lollipop. Xiaomi sconsigliato a tutti gli appassionati di modding

RiccardoII

Stupenda questa rom! ha di tutto!

therabya

Il mi5 4/128costa 270 euro in Cina?Io ho un amico che si trova a Shangai ora, e se costa così me lo faccio prendere anche io.

Garanted

Non ho mai detto che OnePlus fa schifo, ho solo detto che ora come ora è da lasciar perdere, magari in un futuro quando sapranno comportarsi in maniera più seria la rivaluteró

Hey Aga!

prendiamo come esempio l'op3 pur essendo amoled non surclassa affatto il mi5 mentre sono d'accordo con te che il display di s7 è nettamente migliore

diluca

D'accordo su tutto ma non sul display.Uno schermo amoled di scarsa qualità surclassa il miglior IPS in circolazione,questo è oggettivo....

YoungChaos

Mi4 ha tutto tranne che pessima batteria e snap801 va benone.. Solo il 4g é l'unico downside e una camera nella media.

Hey Aga!

può essere non ho provato il redmi note 3 pro comunque staremo a veere fra uno o due annetti ricordo che xiaomi è una delle aziende che più aggiorna i suoi vecchi telefoni

Hey Aga!

e cosa sarebbe meglio "è questione di ottimizzazione" di apple oppure il "è colpa di chi non sviluppa le app pernoi" di microsft...

Hey Aga!

AH OK fammi sapere sono intenzionato se fosse in ceramica sono disposto anca a 20/30 €

fire_RS

Come potenza è inferiore, ma l'ho trovato più reattivo.. Probabilmente la rom è meglio ottimizzata

Android Oreo ufficiale: ecco tutte le novità

Recensione General Mobile GM 6: ha Android One ma...

Recensione BlackBerry KeyOne: produttività, sicurezza e tastiera fisica

Recensione Zenfone AR: Tango phone e top di gamma da 899€