Huawei, Xiaomi e ZTE: ciascuno al lavoro sul proprio sistema di pagamento da smartphone

19 Febbraio 2016 65

Il mondo dei pagamenti da smartphone si appresta a diventare ancora più affollato di quanto immaginato. Al momento abbiamo ben 3 servizi attivi, in mercati selezionati, che includono Apple Pay, Android Pay e Samsung Pay, mentre sappiamo che LG è in procinto di presentare il suo LG Pay nelle prossime settimane. Ci troviamo quindi con 4 diversi servizi, di cui solo 2 possono vantare una diffusione "cross smartphone": Apple Pay, per ovvi motivi, e Android Pay, mentre Samsung e LG Pay sono legati esclusivamente ai dispositivi realizzati dai due produttori.

Nonostante ciò, pare che il numero di questi servizi potrebbe quasi raddoppiare in tempi brevi, dal momento che anche Huawei, Xiaomi e ZTE stanno lavorando per realizzare, ognuno, un sistema di pagamento mobile. La notizia arriva attraverso le indiscrezioni riportate da Kevin Wang, analista della cinese IHS. Secondo Wang le società starebbero lavorando a servizi che potrebbero affiancare Android Pay sui rispettivi terminali, anche se i dettagli sono assolutamente scarni e segreti.

Un indizio del fatto che Xiaomi stia lavorando in questa direzione è dato dal ritorno del chip NFC sul prossimo Mi 5, rimosso in passato in quanto reputato scarsamente utilizzato dagli utenti. Il suo rientro potrebbe far parte della strategia di Xiaomi nel mercato dei pagamenti da mobile. Sembra quindi che potremmo presto trovarci davanti ai nuovi Huawei Pay, Xiaomi Pay e ZTE Pay (nomi di fantasia ma che potrebbero essere decisamente realistici vista la concorrenza!).

La domanda sorge quindi spontanea: è davvero utile una frammentazione così estesa per quanto riguarda questo genere di servizii ? In un mondo in cui la clientela è sempre più "mobile" e meno fidelizzata, propensa quindi a passare da un produttore all'altro senza troppi problemi, non sarebbe più semplice e comodo disporre di sistemi di pagamento legati esclusivamente alle tre principali piattaforme Android, iOS e Windows? La risposta a questa domanda ci arriverà solo quando si analizzerà nel concreto il successo delle varie piattaforme.

Spendere poco per avere tanto? Huawei P9 Lite, compralo al miglior prezzo da Redcoon a 249 euro.

65

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ospite

Come soggetto intendevo le OEM,no noi consumatori ahahah

PierrNickever

e a quel punto uno si attacca al....metodo tradizionale della carta di credito

guest star

E se Google non vuole? A quel punto che fai?

riccardik

i cinesi secondo me si appoggeranno ad alipay

Fabio81

certo, è appunto quell'accordo che genera un protocollo di sicurezza richiesto durante la strisciata ;)

gioby

Il problema è che così facendo i guadagni vanno a google e non ai vari brand

gioby

Oltre al pos la cosa più importante che ci sta dietro sono gli accordi fra banche e brand

Fabio81

credo che anche il POS debba avere un sistema di riconoscimento del circuito sul quale effettuare il pagamento. ad esempio il pos che ho io in negozio non accetta tutte le carte di credito/debito..il 90% sì, ma non tutte..eppure tutte hanno la banda magnetica o il chip..
credo che funzioni così: io passo il chip (o avvicino l'NFC in questo caso) sul POS, lui riconosce il protocollo e se è ok fa digitare l'importo, altrimenti esce "carta non supportata" (o NFC XIAOMI NON SUPPORTATO, per fare un esempio..). Per questo che anche io propendo per una standardizzazione di questo mercato, fallace per qualche produttore magari ,all'inizio, ma retributivo a lunga distanza..

Andhaka

Sì, lo so che il POS è lo stesso, ma di solito tu paghi per mettere l'abilitazione ai servizi. ;) Ci sono POS che leggono i bancomat, ma non le carte di credito.. sono lo stesso macchinario, ma hanno servizi diversi attivi.

Ora, non ho idea di come funzioneranno questi nuovi "operatori", ma immagino che chi prende il POS con il chip NFC dovrà sottoscrivere cmnq i vari servizi che sia Apple, Samsung LG o chi per essi... quindi capiterà che ci sia il POS che ha la compatibilità hw con il tuo servizio, ma non il servizio attivo perchè l'esercizio commerciale non ha voluto/potuto attivarlo.

A meno che questi diano l'attivazione dei servizi gratis a monte per prendere il pizzo.. ehm, la percentuale solo sulle singole transazioni... lì si vedrà.

Cheers

masked?Mike

ahah immagino sicurezza e affidiabilità di queste cinesate

8riga9

Ti ripeto, non importa che tipo di servizio tu abbia sul telefono.. Ti pare che debbano fare 10 tipi diversi di POS? È una cosa per semplificare i pagamenti, mica x complicarli :) detto questo vado anch'io avanti col vecchio e comodo bancomat che non ha mai fatto del male a nessuno!

Andhaka

Oltre al chip mi sa che deve supportare il canale di pagamento specifico, quindi può anche essere un POS con NFC, ma non è detto che vada con il mio sistema.

Quindi, giusto per stare sul tranquillo, continuo con la carta standard che è ben rodata, non mi ha dato problemi di sorta... sarò vecchio, ma tutti questi nuovi player in un mercato che non è il loro primario... preferisco che siano altri a testare la loro bontà sul lungo periodo. ;)

Cheers

scarmau

Alla fine quello più efficace rimane samsung pay visto che sfrutta una tecnologia già presente

8riga9

Basta che il POS abbia il chip NFC integrato, che poi tu usi Apple Pay o Samsung Pay non fa differenza. Il problema è che nessuno x ora ha questi POS

Francesco Leone

Tutta questa frammentazione non va bene. Apple e Google, iOS e Android. Dovrebbero i produttori di smartphone con installato Android, adottare il sistema Google pay. In modo che ce ne siano due e non 10mila...

Francesco Danza

Fù così che dopo aver creato 10 diversi standard non ne venne adottato nessuno a causa della frammentazione.

Andhaka

Che la gente è pigra in modo indegno e tirare fuori una carta dal portafogli è più faticoso che passare il telefono che tanto hanno sempre in mano perchè stanno "lavorando" su Faceb... intendo su un progetto importantissimo. ;)

Cheers

Andhaka

Contactless ci sono anche le carte standard, quindi il problema non si porrebbe. ;)

Cheers

Andhaka

Quindi nel giro di poco tempo dovremo perdere tempo alla cassa a verificare quale metodo di pagamento viene accettato e se abbiamo il telefono compatibile?

Poi mi vengono a dire che sono arretrato perchè uso una "normale" carta di credito o bancomat. :D

Cheers

Extradave

Ora che abbiamo tutti questi innovativi metodi per spendere soldi... Che ci indichino anche un innovativo metodo per farli sti soldi...

Sterium

sono troppo occupati a guardate un altro blog....

LoneWolf®

Finchè possibile preferirò sempre la buona e vecchia moneta sonante ! *ka-ching*

qandrav

tra un po' anche il salumiere sotto casa attiverà il suo sistema salumPay...

Giorgio

Non cambia nulla una carta fisica o virtuale sul cell, quindi non vedo vantaggi, questo è quanto.

theBeard

ed in più ti dico. se ci fossero pagamenti così io farei ancora più acquisti, perchè sono uno che proprio non digerisce il contante (Se ho 10€ nella cover del 6plus è proprio per sbaglio)

theBeard

sicuramente.. non siamo assolutamente pronti ad accogliere una novità del genere, se ancora alcuni "negozi" non hanno la possibilità di pagare con la carta (senza neanche pensare ai contactless), ma sopratutto moltissimi pagano ancora con i contanti...

Insider

Pessima battuta

Insider

Non so se sia offline, so solo che hanno ricevuto troppe richieste sovraccaricando i server.

Demetrio Marrara

Dovrebbe spettare a Google dettare lo standard, ma sa benissimo che facendolo si metterebbe contro gli OEM.

bldnx

L'importante è che Android pay o un altro servizio Google a caso rimanga disponibile......per il resto ognuno può perdere tempo come meglio vuole, Samsung ha fatto scuola :)

NdR91

Il tuo discorso non fa una piega. In ogni caso ora che vedremo qualcosa qui in Italia campa cavallo...

theBeard

e su questo hai anche ragione. però, se xiaomi ha un potere forte almeno in Cina, gli altri dovrebbero fare fronte comune con un solo nome "forte" da vendere alle banche, per poi magari personalizzarlo con servizi ad hoc...

Desmond Hume

appena avranno il benestare di apple e degli apple fag in redazione

Desmond Hume

e cosi porteranno frammentazione pure nei pagamenti...
alla faccia degli standard...

maurizioxxoo

questo è un piccolo esempio del perché il mondo da sempre va a scatafascio (ed oggi più velocemente di ieri): l'uomo capisce troppo lentamente quando è utile far da sé e quando è utile non concorrere..la storia dell'adozione degli standard in tutti i campi del sapere lo dimostra

PierrNickever

guarda che questa non è la soluzione eh, ma ti pare che frammentando le cose in questo modo si migliorano le cose? Ma sai il casino che poi ne esce fuori se ogni singolo (ripeto singolo quindi vatti a vedere tutti i marchi che fabbricano smartphone) dovesse fare di testa propria per adottare sta cosa dei pagamenti?!
Nella logica bisognerebbe far si che google divida i ricavi per ogni transazione con i diversi produttori, con apple invece è completamente diverso dal momento che adotta un OS tutto suo

Antonio Guacci

In effetti "cross smartphone" è sbagliato, visto che mi risulta che sia solo sugli iPhone, prendendo i soli smartphone.

...Però potrebbe essere corretto se fosse scritto "cross platform", visto che Apple Pay è anche sul Pebble, con cinturino NFC (non so invece per altri dispositivi).

guest star

"ogni produttore vuole fare la sua parte col proprio servizio personale giusto per far vedere ....mah"
Guarda che ci guadagnano dalle transizioni.
Pure io se fossi unproduttore di telefoni ne farei uno.
Perché Google dovrebbe guadagnare e io no?

Antonio Guacci

Il mio meccanico ancora non lo ha, idem un paio di pizzerie dove vado.

picomind

Google si deve dare una svegliata e creare un accordo con i produttori dividendo i guadagni cosi tutti utilizzerebbero il loro servizio e diventerebbe standard.

Se io compro un prodotto con android pay utilizzando un samsung (stesa cosa per lg huawei...) , google deve dare una percentuale del guadagno a samsung (lg huawei....) se no non ha interesse ad adottare android pay e prova a creare un loro servizio per monetizzare.

Massimo

no il pos lo hanno tutti, perchè è obbligatorio....ma alcuni stranamente lo hanno guasto da sempre.

Nicola Capece

certo con 10 pagamenti consumerai forse 1%...
se lasci il cell a casa sotto carica non consumi batteria sai?

Antonio Guacci

...E dopo la frammentazione degli OS, arriva anche quella dei sistemi di pagamento...

Massimo

mi raccomano ognuno il suo orticello, poi andremo nei negozi e troveremo solo apple pay....chissà perchè.
google svegliati!!!

Lorenzo

Altri bei soldini per Apple... E i produttori Android invece di unire le forze e cercare di spodestare Apple dal trono su cui domina incontrastata, si fanno la guerra tra di loro.
La famosa guerra tra poveri.

an-cic

"includono Apple Pay, Android Pay e Samsung Pay, mentre sappiamo che LG è in procinto di presentare il suo LG Pay nelle
prossime settimane. Ci troviamo quindi con 4 diversi servizi, di cui
solo 2 possono vantare una diffusione "cross smartphone": Apple Pay, per
ovvi motivi"

da quando in quà apple pay sarebbe cross smartphone e soprattutto.... quali sarebbero questi ovvi motivi?

Lorenzo

Evvai con la frammentazione... a Cupertino godono alla grande.

Gios

Anche mia nonna ha creato il suo metodo di pagamento!

PierrNickever

apple pay in cina è offline adesso?

AleW1S3

Capisco gli interessi economici dei singoli però... cheppalle, creare uno standard no?!

Samsung Galaxy Note 7: la nostra recensione

Samsung Galaxy Note 7 e Gear VR 2016 ufficiali: dal 2 settembre in Italia | Foto

La gamma Note a confronto: dal 1° Phablet al 7° Note

Meizu MX6: la nostra recensione