Freedom 251 è ufficiale: lo smartphone Android che costa 3.50€ | Agg. Video hands on

17 Febbraio 2016 485

Aggiornamento:

È da poco disponibile un primo video hands on di un minuto e mezzo che permette di farsi un'idea più chiara di Freedom 251, della sua qualità costruttiva e delle sue prestazioni. Buona visione:

Lo abbiamo anticipato ieri in questo articolo e adesso è ufficiale. Si chiama Freedom 251 ed è lo smartphone Android più economico al mondo (sarebbe più corretto dire venduto al prezzo più basso visto che il costo di produzione è comunque più alto di quello di vendita effettivo).

Freedom 251 viene infatti lanciato in India al prezzo di 3.50€ (si tre Euro e cinquanta centesimi) grazie al governo Indiano che ha incentivato la produzione contribuendo direttamente all'abbassamento del prezzo di vendita in modo da favorire la diffusione degli smartphone nel paese.

Un prodotto dunque sovvenzionato e che ovviamente non costa 3.50€ in produzione ma che grazie al governo diventa l'android più economico di sempre. Le caratteristiche inoltre sono decisamente interessanti e vedono la presenza di un display da 4 pollici qHD (960 x 540), processore Mediatek da 1.3GHz quad-core, 1GB di RAM, 8GB di memoria interna, microSD, fotocamera da 3.2MP posteriore e anteriore da 0.3MP, connettività 3G, WiFi 802.11 b/g/n, Bluetooth, GPS e una batteria da 1450mAh, il tutto mosso da Android 5.1 Lollipop.

Freedom 251 avrà 1 anno di garanzia e saranno disponibili oltre 650 centri di assistenza in tutta la nazione.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale. La vendita inizierà domani, 18 febbraio 2016.

Il windows phone più desiderato? Nokia Lumia 830, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 259 euro oppure da Euronics a 329 euro.

485

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
mattiaaloe

Nessuno parla mai del telefono in regalo con altroconsumo a soli 2€

Devy

Bandiera indiana

federica corvino

ciao,dove l'hai ordinato? grazie

piervittorio

4) Appunto, ed infatti in tre anni nè la magistratura italiana nè quella indiana hanno formulato un singolo capo di accusa e rinviato a giudizio per un reato specifico, semplicemente perchè non esiste. E non hanno formulato alcuna accusa per tre anni, ovvero prima che la palla passasse al Tribunale Marittimo Internazionale, che ha sospeso ogni prosieguo dell'azione indiana in attesa di stabilire la giurisdizione. Cosa che sanno perfettamente anche gli indiani, che stanno agendo solo per un "sentiment" nazionalistico e populistico.
3) No, il tracciato AIS di qualsiasi nave è pubblico ed immediato, basta che vai su MarineTrafic e sai persino ora dove si trova, da dove viene, dove sta andando, con che prua e con che velocità, con quale carico e che rotta ha seguito e sta seguendo la Enrica Lexie. Ancora una volta non sai di cosa parli: si tratta di informazioni certe e di prima mano.
2) In oltre tre anni nessun giudice indiano ha formulato alcuna accusa, semplicemente perchè non ne hanno giurisdizione, e lo sanno benissimo. Solo nel momento in cui la nave è entrata nelle acque territoriali indiane, issando la bandiera di cortesia indiana, si è volontariamente sottoposta alla giurisdizione indiana, che è tuttavia competente per fatti avvenuti in territorio indiano (ma la barca dei pescatori, priva di bandiera, non è nemmeno quella tecnicamente territorio indiano, in acque internazionali).
1) La patente di guida italiana si limita ad insegnarti il codice della strada italiano, e ti consente, se lo conosci, di capire le responsabilità in un incidente, se ne conosci perfettamente le dinamiche, ed infatti gli agenti di polizia stradale che intervengono sul sinistro non sono "periti in infortunistica stradale", ma persone che sulla base del codice della strada accertano le responsabilità. Il perito serve nel caso in cui le dinamiche non siano note, e va ricostruito l'incidente. L'abilitazione al comando senza limiti dalla costa prevede la conoscenza del diritto marittimo internazionale, dato che il comandante fuori dalla acque territoriali è la massima autorità esistente su quella specifica porzione di territorio italiano rappresentata dalla nave battente bandiera dello stato italiano.
Forse è anche per quello che è "leggermente" più complesso ottenere una abilitazione al comando internazionale, rispetto ad una patente di guida (che in effetti nemmeno viene riconosciuta automaticamente in gran parte dei paesi del mondo).

'Luciano Crimi

io l'ho ordinato. Mi arriverà link per pagamento tra 48 ore. Qualcuno ce l'ha già?

italba

Partiamo dalla fine:
4) La giurisdizione è il presupposto per stabilire chi debba indagare e poi giudicare, il processo vero verrà dopo.

3) Ecco un esempio di informazione di terza mano e di parte che continui a spacciarci come verità assolute. Queste cose lasciamole decidere ad un tribunale.
2) Il fatto che nessun giudice italiano voglia incriminare i marò non impedisce che qualche giudice indiano potrebbe volerlo fare, ammesso che ne abbia la possibilità e gli venga riconosciuta la giurisdizione.
1) Anche per ottenere la patente automobilistica hai dovuto studiare "approfonditamente" il codice della strada, ma questo non fa di te un perito in infortunistica stradale. Ed anche se quello che dicessi fosse ineccepibile non potresti escludere, senza avere accesso alle fonti ed alle informazioni di prima mano, la fattispecie di eccesso colposo di legittima difesa.

Mattia Cavallo

Perchè così attira più attenzione

Mattia Cavallo

E pensare che u prodotto del genere un paio di anni fa te lo facevano pagare 200€. Ha un display abbastanza definito (perchè un qhd su 4" non è male, io avevo un lg l9 con la stessa risoluzione spalmata su 4,7" ed era discreta), ha due fotocamere, un processore che nei dispositivi cinesi comunque girava bene.
Io però non capisco il margine di guadagno, ok che la vendita è spinta dal governo stesso, però non penso nemmeno vogliano grosse perdite

piervittorio

1) se non hai un conoscenza comprovata del diritto marittimo l'esame RYA/MCA non lo passi, per cui un conto è la tua opinione, un conto è la mia, che si basa su conoscenze specifiche.
2) hanno sparato da una nave battente bandiera italiana, dunque se la giustizia italiana avesse ravveduto un reato, sarebbero stati indagati. Il motivo per cui nessun PM (nemmeno militare) ha aperto una indagine in italia avocando a sé la giurisdizione, è perché il reato non sussiste. A meno che tu sia il solito complottaro che pensi che questo non sia avvenuto perché italiani...
3) il traffico marittimo mondiale è monitorato real time attraverso gli AIS a bordo di ogni nave, dunque si sa con esattezza che la Enrica Lexie non è mai entrata, prima di essere "convocata" dalle autorità indiane, né in acque territoriali Indiane né in quelle contigue. E basta questo a definire la giurisdizione, posto che l'altra imbarcazione, essendo priva di bandiera, non era estensione di alcuno stato. Questi sono fatti, non opinioni.
4) il procedimento in corso all'Aja serve solo a stabilire la giurisdizione, non l'operato, dunque continui a parlare di cose che non conosci, posto che quel procedimento non è volto a stabilire alcuna verità giudiziale.

italba

Dico che le tue millemila miglia navigate non ti rendono automaticamente un laureato "ad honorem" in diritto marittimo, e che quindi le tue OPINIONI valgono quanto quelle degli allenatori del lunedì al bar sport. Inoltre le tue informazioni sono, bene che vada, di terza mano e per di più "orientate" su una sola delle parti in causa, lasciamo lavorare chi deve ed ha la competenza per farlo (avvocati, periti, tribunale internazionale) che le chiacchiere stanno a zero. L'India è un paese molto grande, con un governo federale ed altri governi locali magari in completo disaccordo, in questa storia bisogna tenerne conto.

piervittorio

Il comandante della nave non può sapere o anche solo ipotizzare, dopo aver esperito tutti i tentativi di comunicazione possibile, che una barca, a quasi 70 km (dicasi 38 miglia marine, ovvero 70 km.... sei fuori non solo dalle acque territoriali, ma persino dalle acque contigue, sei in pieno oceano!!!) sia in silenzio radio, senza AIS, senza nessuno alla guardia, in una rotta ad altissimo traffico commerciale, dove opera un comando interforze per la lotta alla pirateria, che non abbia cattive intenzioni.
Che poi entrare nelle acque indiane sia stata una ingenuità nell'entrare nelle acque indiane, posto che evidentemente si erano dimenticati che l'india è un paese del terzo mondo dove il raggiro è la prassi, la vicenda sia stata gestita male, quello è un altro discorso, ed è uno dei motivi per cui non si lasciano superstiti, essendo ben noti i problemi di giurisdizione (quand'anche catturi dei pirati, chi li processa, dove ed in forza di quale diritto? E se i pirati fossero stati Somali, ove non esiste nemmeno più uno stato riconosciuto, con chi discuti l'incidente diplomatico, e ove radichi il contenzioso che ne nasce?).
Quanto alle mie competenze, a parte qualche diecimila miglia navigate in acque internazionali come comandante ed armatore negli ultimi 30 anni, e la mia patente italiana che mi abilita al comando senza limiti dalla costa, dispongo anche del RYA/MCA Yachtmaster Ocean, che mi abilita al comando di imbarcazioni fino a 200 tonnellate ovunque nel mondo, e per navigazioni ovunque nel mondo... credo valgano qualcosina di più della maturità scientifica, se devo esprimere una opinione riguardo a norme con cui mi devo confrontare ogni giorno o quasi, che dici?

ux_one

Posso metterci cyanogenmod 13?

ux_one

"stesso hardware"

italba

Almeno la radio sembra che ce l'avessero, infatti hanno avvertito la polizia, dando una versione non proprio coincidente con quella della nave italiana... Comunque, come c'è la presunzione di innocenza esiste anche l'eccesso colposo di legittima difesa: Avere ragione non basta, quando ci sono di mezzo delle vite umane! Pare, infatti, che nella barca da pesca dormissero tutti, e si siano svegliati solo quando sono stati colpiti dalle fucilate. In secondo luogo non erano né ad Aden, né a Gibuti e neanche vicino alle Seichelles. Si trovavano ad una trentina di miglia dalla costa indiana secondo i testimoni italiani, anche meno secondo gli indiani. In acque internazionali e su territorio italiano quanto ti pare, ma se poi si vanno a presentare in India... È stata una vicenda nata male, gestita peggio sia da una parte che dall'altra e ci vorrà parecchio per vederla conclusa. Ad ogni modo il tribunale internazionale è stato finalmente chiamato in causa, saranno loro a dover dirimere la questione, non gli "esperti" da blog. A proposito, ho notato che anche tu hai la mia stessa identica qualifica nell'ambito del diritto marittimo: La maturità scientifica!

delpinsky

Ma non ti vergogni a parlare così? I due poveracci, come li chiami tu, erano lì in missione anti-pirateria. Credo che se fosse stato per loro sarebbero rimasti volentieri a casa con le famiglie. Quelli del governo indiano sono veramente vergognosi per come hanno condotto le indagini e allungato i tempi. Ridicoli pure quelli dell'UE/NATO che non hanno fatto granché per i due nostri Marò. Ti sfiderei a fare la bella vita come la loro...poi ci dici. - Tornando in topic, non voglio pensare che il governo indiano abbia fatto produrre questi smartphones da 4 dollari a fabbriche che sfruttano lavoratori minorenni, come spesso accade in quel paese.... non mi meraviglierei.

glukosio

hahhahaha non l'avevo presa come tale, chiedo venia :D

Antonio

era una battuta! :-)

Palux

Ero ironico. :/
Visto che qui le pene son sempre ridotte, nulle, ed altro.

glukosio

non sono un lobbista, e non sto dicendo che devono reinventare la cornetta del telefono, ma guarda l'icona di internet, della galleria e delle impostazioni! Potevano lasciarle stock android secondo me, costava anche meno!

Shitstorm

E che ne sai se erano pirati oppure no? buttare le armi a mare in caso qualcosa vada storto è un attimo, per non parlare delle indagini che sono state condotte alla caxxo di cane.

http://www. ilfattoquotidiano. it/2015/11/29/i-maro-sono-innocenti/2262358/

Antonio

che pizza sti lobbysti! sono icone, come cavolo devono essere? ormai i telefoni sono tutti uguali, i numeri sono sempre quelli, la cornetta verde è sempre verde.... bha

glukosio

mi domando, perchè si ostinano a mettere ovunque le icone copiate da apple?

Tov_Daniele

Mati piacerebbe, così avresti pure ragione, ma voto a destra, quindi la scusa del komunista te la ficchi dove fa buio... semplicemente rido di fronte alla stupidità...

StupidiTelefoniSottiletta

Kompagno komunista detected. Attivare modalità "Il miglio disprezzo è ignorare"
Ciauz

Barpagga

grazie e altretnto

Alex Neko

per economico che sia penso che il governo contribuira' almeno per 30 o 50 euro, penso che i 3,50 sia per le persone dei villaggi dove il reddito medio e' di 1 un dollaro al giorno

non vado a cercare gli articoli orginali, ma sono sicuro che la notizia dovrebbe essere riportata diversamente

supermariolino87

Stonex freedom 251

Tov_Daniele

Non per fare la punta al caxxo ma i 2 "poveracci" hanno ucciso 2 pescatori credendoli pirati, e i processi vengono riviati dalle pressioni italiane sulla corte internazionale, perché se fosse per il governo indiano a quest'ora erano belli che condannati a morte... Aggiungo che i poveracci di cui sopra sono ospitati nel consolato italiano e non in un carcere, qui di fanno pure la bella vita.
Se a te non fa ridere il fatto che l'ignoranza del popolino li abbia elevati a martiri non so cosa farci.

StupidiTelefoniSottiletta

Ma dispiace deludere le tue aspettative ma da dietro sono vergine XD
E comunque, fare battute su due poveracci (ora uno vabbe) di fatto privati della libertà con la scusa di rinviare sempre un processo, è da minorati mentali

raman

Ho fatto un piccolo errore volevo scrivere rupie ma ho scritto euro, pardon...

LoneWolf®

c'è anche la bandiera italiana sulla backcover

Everything in its right place.

Non dico che siano eroi o altro ma la colpevolezza la stabiliscono solo e soltanto i tribunali, in tutti gli altri casi le persone sono da ritenere innocenti. Magari pessimi soggetti, ma non colpevoli.
Per tua informazione non c'è una condanna in via definitiva passata in giudicato per i due marò.

italba

Sì che è reato, furto aggravato. Da 6 mesi a 3 anni.

dan

e vince il premio "banalità del giorno" ..

dan

si chiama freedom in loro onore infatti

piervittorio

Mi chiamo Piervittorio Trebucchi, cosi mi trovi più facilmente in google, ed in zone ad alto rischio pirateria in paesi del terzo mondo ci navigo spesso.
Ti ribadisco che:
1) nessun pescatore, nemmeno i più sprovveduti, pesca in acque internazionali (ovvero oltre le 13 miglia, pari a 22 km) dalla costa, in un canale marittimo trafficatissimo (circa 30.000 navi l'anno dirette verso il golfo di Aden, pari a circa 80 navi al giorno, ovvero una ogni 20 minuti) senza tenere un uomo alla guardia ed il VHF con AIS (che costa un paio di centinaia di dollari) acceso sul canale 16. E questo non solo perché è l'unico modo di comunicare in caso di guasti o emergenze a bordo, e di avvertire le navi (che grazie al ricevitore AIS sanno chi sei e cosa fai) della tua zona di pesca, ma perché con quella barca e quelle reti ci devono sfamare le famiglie, e non possono permettersi che una nave di notte o di giorno ti urti o ti porti via la rete finendoci dentro (che costa ben di più del VHF). Se non sai queste cose, non dai di coda parli.
2) il diritto marittimo internazionale non è fatto da "secondo me" e da "secondo te" ma da regole precise e leggi scritte. Il comandante ha l'obbligo di utilizzare tutti gli strumenti per comunicare (ed hanno usato persino quelli luminosi... nel caso l'imbarcazione pirata fosse priva di radio, almeno qualcuno sveglio ed alla guardia avrebbe dovuto averlo...), dopodiché HA L'OBBLIGO di difendere la nave ed il suo equipaggio da qualsiasi tentativo di abbordaggio vero o potenziale.
Quell'imbarcazione era, da un punto di vista tecnico, una imbarcazione pirata (priva di bandiera, di radio, di AIS) senza nessuno alla guardia ed in rotta di collisione, in acque internazionali ad alto rischio pirateria ove operano missioni interforze per la soppressione della pirateria, che opera dallo stretto di Malacca fino Gibuti, arrivando alle Seychelles a sud. Se quella imbarcazione avesse avuto a bordo un RPG 32 anziché i più comuni 29, era in grado di centrare la nave a quasi mezzo miglio di distanza, e se fosse accaduto, il comandante avrebbe dovuto rispondere di negligenza.
Che ti piaccia o no, le regole internazionali sono quelle, ma basta che te ne stai a pescare entro i 22 km dalla costa, e nessuno può dirti nulla, se non il paese nelle cui acque operi. Ma in acque internazionali la parola del comandante è parola di Dhio, e le sue decisioni, se prese nel rispetto del diritto marittimo internazionale, sono sovrane ed insindacabili.
Questo è il motivo per cui, nonostante l'azione sia stata commessa nel territorio italiano (di cui una nave battente bandiera italiana è estensione), né i Marò né il comandante o i suoi ufficiali sono stati rinviati a giudizio in italia (che ha piena giurisdizione) per qualsiavolgia reato.
Io non dico che le regole siano belle o brutte, giuste o ingiuste.
Io dico solo che quelle sono le regole, e lo sono da mezzo millennio.
E finché ci sono quelle regole, le si rispettano.... E sono regole che conoscono benissimo tutti i pescatori del terzo mondo con cui ho avuto a che fare, da quelli algerini in mediterraneo a quelli marocchini in atlantico, passando per quelli venezuelani e colombiani ai caraibi. Sono talmente preoccupati che tu gli possa danneggiare la loro unica fonte di sostentamento, ovvero la barca e le reti, che usano tutti i metodi possibili (luci, radio, urla, trombe, AIS, uomo a prua che si sbraccia, razzi luminosi) per segnalare la loro posizione. Come ovvio che sia.

Palux

La si ruba in Italia. Tanto mica è reato e se lo è...la condanna non si applica. :)

Tov_Daniele

Como verga in retto del parlante latinorum <3

MiliardesimoAccount

Ah, sei indiano...
Inginocchiati e puliscimi il pavimento cantando God save the Queen (senza il vostro odioso accento)
Ciao schiavetto

Ricky

Ah beh, quindi se uno dice di aver ucciso tizio il compito degli avvocati è fargli credere che abbia preso un abbaglio e che lui nonostante l'abbia ammesso non è un assassino, ma un eroe della patria, questo per far felice everything.Comunque per tuo interesse la condanna c'è già stata.

Ricky

Se dovessi riportare solo quello che dicono i tg italiani ne parlerei come degli eroi visto il consenso di cui godono sui media.

DKDIB

Beh, è sovvenzionato dallo stato: spedirlo all'estero, vorrebbe dire regalare soldi a dei forestieri. ;)

Igor Mishin

Costa così poco perché lo fanno produrre ai Marò!

onlykekko

Ma si dai, anche perché si sta parlando di contrabbando internazionale. Per cosa?
Per dei telefoni da 3,50 euro da rivendere a 10 euro?
Complimenti proprio.

Everything in its right place.

Se io dico "ho ucciso tizio" e mi costituisco alla polizia non sono comunque colpevole fintanto che un tribunale non mi condanna. Funziona così.

StupidiTelefoniSottiletta

Già pensato pure io, credo sarà incluso qualche piccolo pacchetto dati tipo 512 mega al mese dal governo

StupidiTelefoniSottiletta

Risus abundat in ore stultorum

TiFaccioDelMale

Ed ecco il nuovo iPhone 5SE/6C. Come specifiche e design ci siamo, perfetto per i mercati emergenti ;)

TiFaccioDelMale

Secondo me un indiano scrive meglio di te l'itagliano :P
Debito in Italiano o non hai finito neanche le medie?

VelvetUnderground93

Sei indiano e non conosci la moneta indiana rotfl

ALCATEL IDOL 4S: la nostra recensione

Samsung Galaxy S7 Edge: 3 mesi dopo, miglior smartphone metà 2016 | Video

Touchwiz UX BETA (Note 7?): la nostra prova | Video

Android Wear 2.0 - Android N: la nostra Anteprima Video