Gionee F105 riceve la certificazione dall’ente cinese TENAA

28 Dicembre 2015 4

Un nuovo smartphone brandizzato Gionee ha fatto la sua comparsa sul database dell’ente di certificazione cinese TENAA nelle ultime ore.

Si tratta nello specifico del Gionee F105, device di fascia media con sistema operativo Android 5.1 Lollipop dotato di un display IPS da 5 pollici con risoluzione di 1280x720 pixel, un processore quad-core da 1.3GHz, 2GB di RAM, una memoria interna di 16GB espandibile fino ad ulteriori 128GB e supporto alle reti 4G LTE.

Gionee F105

Lo smartphone misura 144x71.3x8.1mm per 155 grammi di peso ed offre una fotocamera anteriore da 5 megapixel, una posteriore da 8 megapixel ed una batteria da 2400mAh.

Gionee si appresta dunque a ufficializzare un nuovo smartphone, dopo aver annunciato il top di gamma Gionee Marathon M5 Plus poco prima di Natale.

Non sono stati rilasciati ulteriori dettagli in merito alla data di commercializzazione del device, sebbene la certificazione presso l’ente cinese possa essere letta come preludio ad un imminente rilascio sul mercato.


Il più piccolo top gamma 2016 che accontenta tutti? Samsung Galaxy S7, compralo al miglior prezzo da ePRICE a 435 euro.

4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tx888

Ma a che servono queste news su aziende cinesi che non vendono in Italia?

marco

Moto g, supporto maggiore, android stock e buona fotocamera

Gianluca Carlino

Quale smartphone consigliate per un massimo di 199€?
L'uso quotidiano si comporrà principalmente da ricerche internet, foto, whatsapp.
io ho notato -moto g versione con 2gb di ram -huawei p8 lite scartando wiko fever per la qualita inferiore della camera

valerio

-Copiare r7 fatto

Honor 9, la nostra recensione | Video

HTC U11, la nostra recensione

Recensione OnePlus 5: lo smartphone Android più potente

Recensione Galaxy S8/S8+ dopo 2 mesi: tanti miglioramenti ma non è tutto perfetto