Android M: nuova gestione dei permessi delle app tra le prime novità

28 Maggio 2015 93

Una delle prime aree di intervento della nuova major release del sistema operativo Android riguarda il nuovo sistema di gestione dei permessi delle applicazioni.

Con Android M la gestione è stata semplificata individuando poche e chiare aree a cui le app possono accedere, ovvero quelle relative ai servizi di localizzazione, alla fotocamera, al microfono, ai contatti, alla sezione telefonica, agli SMS, al calendario ed ai sensori. In secondo luogo, le applicazioni chiederanno all'utente il permesso per accedere ad una determinata feature in occasione del primo utilizzo di tale componente e non durante l'installazione.


Per mostrare il funzionamento del nuovo sistema di gestione dei permessi, Google si è servita di WhatsApp. In fase di installazione l'app non chiede alcune permesso con Android M, ma, non appena si attiva il microfono per la registrazione del messaggio vocale, appare la finestra che chiede all'utente di concedere all'app il permesso per l'accesso al microfono.

L'utente potrà anche revocare in seguito un permesso concesso all'applicazione. Con Android M, l'utente potrà accedere alle impostazioni, selezionare l'applicazione e modificare o revocare i singoli permessi. Sarà possibile compiere anche l'operazione inversa, ovvero selezionare, ad esempio, il microfono e visualizzare tutte le applicazioni che hanno accesso a tale feature.


Meglio Moto G4 ma Plus nel 2016? Motorola Moto G4 Plus, compralo al miglior prezzo da Amazon a 199 euro.

93

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
firefox82

il permesso internet non lo puoi negare

firefox82

peccato che hanno limitato i permessi che si possono negare. sarebbe stato utile negare il permesso di accesso a internet oppure il permesso per leggere gli account. Tutto in stile google, la funzionalità c'è ma è implementata a metà :(

Mattev

Vero, ma é anche vero che nell'utilizzo comune, quello di massa, il modding comprende una piccolissima parte, cosí come il JB per iOS

Darkat

Beh in android fa differenza, perché il modding non è fatto solo dalle community ma anche dai produttori come Samsung, HTC, LG ecc...in più alcune community incidono parecchio sullo sviluppo, come CyanogenMod ecc...sicuramente non fa parte del sistema ma influenza parecchio il suo modo di essere concepito e sviluppato :P

M3r71n0

Una sezione root è chiedere troppo???
o stanno aspettando di arrivare ad Android R?

Mattev

Sisi, ma intendevo che non considero il modding come funzione vera e propria di un os :)

Darkat

E beh, parlavate di copiare, o ispirare che preferisco, qui il modding ci sta tutto poiché spesso è una buona partenza per tante funzionalità interessanti che vengono riprese, proprio come questa

Mattev

Sicuramente esperienze diverse :) (con questo non dico che non ci siano babbei che pendo dalle labbra di Apple, ma questi ci sono per tutte le cose)

SteDS

Più che modding ho sempre cercato in un telefono una gestione (soprattutto dei files - ma anche di altri aspetti) più simile possibile a quella del PC. Poi la questione di chi sono i più agguerriti è soggettiva, diciamo che dal mio punto di vista si lo scenario appare diverso.

Mattev

Sicuramente Apple ci butta un occhio, come Google ha fatto quando con Cydia si poteva mettere la tendina delle motifiche, all'alba dei tempi xD tuttavia in questi discorsi evito sempre di portare in ballo il modding, poiché non rispecchia l'utilizzo da "persona comune" :)

Mattev

Ahaha va beh la tua é sfiga xD e poi il fatto di passare da WM ad Android (modding immagino) é un altro conto, abitudini ovviamente, ma capirai che l'utenza Android e iOS é per lo piú composta da persone che prima avevano telefoni normalissimi :P e cmq vedo piú agguerriti gli "androidiani" (non mi riferisco al sito eh xD) perché c'é sempre quest'aria di "so tutto io gne gne"

Antony Antonio

Finalmente qualcuno gli sta mettendo il pepe al cul0 e sale in zucca. sapete a chi mi riferisco.

Darkat

Non esisteva nativamente, ma con il modding in android si sono sempre potuti gestire i permessi, da quando appunto google ha messo a disposizione le api per i permessi, cioè dalla notte dei tempi, non ricordo più che versione, della 2.qualcosa. Non voglio assolutamente dire chi ha copiato cosa, io non ci vedo nulla di male a copiare una cosa buona e anzi sarebbero fessi e stupidi quelli che non lo fanno, ma Apple ha dimostrato sempre di buttare spesso un occhio ai modder della propria piattaforma...chissà se guardava anche quelli di android

SteDS

Se quelli che parlano di iphone sono una ventina sono molto agguerriti perchè sono ovunque! In ogni caso, la mia esperienza è un po' diversa, windows mobile è stato di gran lunga il mio sistema preferito, di una versatilità scandalosa, davvero un piccolo PC. Poi sono passato ad Android, ovvero la cosa più vicina a WM che si poteva trovare (quindi no questione di gusti moda o soldi, ma in un certo senso continuità e tipo di utilizzo), infine per una serie di eventi (lavoro ma anche curiosità) mi sono preso un 5s. Da utente WP venivo attaccato da chi possedeva iphone perchè il "loro" sistema era avanti anni luce, da utente Android venivo attaccato dagli stessi perchè il "loro" sistema era l'originale, da utente iOS mi attaccano lo stesso perchè non riesco a farmelo piacere, e allora dev'essere destino proprio :D

Mattev

E allora ritiro senza dubbio la parte dei pregiudizi ;)
Sicuramente iOS ha dei problemi da risolvere, esattamente come Android (è certo, cosa innegabile, che entrambi gli OS sono comunque a livelli altissimi e credo che questo sia sempre sottinteso in discorsi di questo tipo; chi lo nega è matto), ma per le esperienze che ho avuto nel tempo, trovo il mondo Apple (riferendomi solo al mobile), molto più intuitivo e "funny" del mondo Android, dove ogni volta che cambio smartphone o lo aggiorno, se voglio far una qualsiasi modifica (magari per un problema sw di cui il produtte se ne sbatte) diventa un casino perché i metodi cambiano sempre, oltre ad una comunity spesso iruente, spavalda e affetta da gravi problemi di "nonnismo", dove se non sai un termine o una metodologia, vieni "scartato".
Io penso proprio che le questioni di fede siano nate proprio da questo fatto:
Un sacco di gente compra iPhone (paliamo degli albori) e comincia ad apprezzare Apple. Un sacco di altra gente non può permettersi/non apprezza (per mille giustificati motivi) il lavoro svolto da Apple, così nasce il "ma tanto il mio è meglio" di chi non ha iPhone in contemporanea al "iPhone è il meglio" di chi invece ce l'ha. Questa cosa è andata talmente tanto avanti da essere mutata in situazioni dove per la maggior parte degli utenti iPhone se ne sbattono degli altri (ovviamente ci sono le eccezioni), mentre la maggior parte degli utenti Android ha una specie di "rabbia repressa" (non saprei bene come definirla) che deve sfogare quasi a dimostrare che "lui" è più saccente delle "capre" che comprano Apple, che ne sa di più e che spende moooolto meno di quello che le capre di Apple spendono per un iPhone (ricordiamo che Samsung è quella che vende di più in Android è S6 costa di più di un iPhone6).
Basti guardare questo blog, uno dei più visitati credo: di gente che commenta parlando bene del proprio iPhone (esagerando, o stando nell'oggettività) saranno una 20ina in tutto, di gente che parla bene del proprio wp saranno una 30ina e tutti gli altri sono utenti Android che, per la maggior parte, entrando in campo Apple, denigrano e dan delle capre agli altri.
Ormai vedo questo nelle community di Smartphone. Una marea di gente che compra iPhone e che si fa gli affari propri e poi, un'altrettanta marea di gente di cui almeno un terzo dev'essere criticona verso gli altri, dandogli delle "capre fedeli" :\

SteDS

Ti sbagli di grosso, perchè invece io ho un iphone e so bene quali sono i limiti, peccati che è impossibile parlarne perchè qui si viene attaccati. DI Android posso dire tutto, di IOS guai - anche segnalare l'imbarazzante tendina notifiche con le scritte sovrapposte è stato considerato un attacco da troll! In Android non c'è niente di complicato, almeno per me, trovo invece assolutamente scomoda la gestione dei files in iOS. Ora se fosse come dici tu (compro android e non iphone) ok, ma non è così, ribatto i commenti a senso unico degli (altri) utenti iOS perchè non sono obiettivi nella maggior parte dei casi. Sembra quasi una questione di fede.

Mattev

"voi altri niente"? Io sono un utente di ambedue i sistemi e riconosco i pro e i contro di entrambi.

"A me sembra il contrario, mai oggettivi gli utenti iOS" questo lo dici tu, perché al giorno d'oggi non va di moda comprare un iPhone, bensì venire su siti come questo a criticare Apple, i suoi prodotti e i suoi acquirenti. L'abito non fa il monaco, così come non lo fa il telefono; tu invece hai svariati pregiudizi sul mondo iOS e questo non perché tu compri Android.
Detto ciò, cosa me ne faccio di una funzione ben nascosta utlizzabile solo su JellyBean? Oltre al fatto che non capisco perché le permission di Android avrebbero dovuto ispirare iOS. Da cosa deduci ciò? Dalle sezioni comuni? Forse perché son sezioni comuni negli smartphone.
Il comando via terminale non ha voce in capitolo, stiamo parlando di una funzione semplice e fruibile da tutti, non di roba nascosta e utilizzabile, forse, da comando. Quando compro un telefono non voglio ritrovarmi ad usare LInux dove ogni singola cosa è complicata e richiede una minima conoscenza del sistema, dei comandi e dei "trucchi", ma una cosa immediata che mi permetta di fare cose da "smartphone" in maniera semplice ed è questo che ad Android manca, perché se oggi tra i due OS le differenze sono molto poche, le esperienze sono ben diverse. Io ho un G3 e sono molto contento del mio acquisto, ma mentirei se dicessi che l'iPad (che è il mio attuale dispositivo iOS) mi rende la vita molto più semplice, a partire dal non dover passare una serata nella speranza di trovare un'app utility che non mi acceda ad ogni singola cosa io abbia sul terminale stesso, cosa che su Android mi è capitato di fare più e più volte.

Sagitt

Ma smettila che ha sempre permesso di gestire tutti i permessi sin dai primi iOS, mi sa già il 3 o 4. Ogni anno venivano aggiunte categorie ma il famos popup permetti accesso alle foto ecc esiste da tempi immemori

SteDS

A me sembra il contrario, mai oggettivi gli utenti iOS. Io è da stamattina che dico che la copia non è mai univoca, ma voi altri niente...
P.S. fai finta di non capire il discorso, ripeto, dico che le permissions hanno sicuramente ispirato diverse voci nella gestione permessi a a partire da IOS7 e lo so benissimo che su Android fino ad ora non potevi gestire i permessi!
in ogni caso, se non hai "Mai visto UN permesso richiesto su android" bastava guardare bene, nella versione 4.2 (se non sbaglio) la funzione permessi c'era, nascosta ma attivabile con uno dei tanti launcher (tipo Nova) o con un'app dal Play Store, o con un semplice comando via terminal emulator. Purtroppo nella versione successiva di Android non è stata riproposta (tuttavia è rimasta sulle ROM di alcuni produttori e praticamente su tutte le custom ROM)

Mattev

Permission? Mai visto UN permesso richiesto su android. Giustamente se Android aggiunge una cosa in maniera simile o analoga a quella di iOS é iOS che copia, se iOS lo fa é iOS che comunque copia. Mai una volta oggettivi ne?

SteDS

Secondo me alcune cose che puoi gestire a partire da iOS7 sono troppo simili a certe permissions di Android. Per me sono stati ispirati e come. Assurdo dire che l'uno copia e l'altro no, oggi Android integra una lacuna, ieri iOS integrava altre cose chiaramente prese da Android

Azzorriano

Ma anche W10 Marsmallow e iOS 8 Lollipop XD oramai tutti copiano tutti ;-)

Mattev

No, affatto perché seppur siamo aumentati i permessi nel tempo su iOS, almeno si aveva la possibilità di bloccarli/gestirli. Su android mi fa piacere che me li dice, ma una volta che so che il 100% delle calcolatrici del playstore frugano fra foto e contatti, cosa me ne faccio se non posso impedirglielo?

SteDS

Ovviamente è una funzione intelligente e fondamentale, quello che ti sto ripetendo è che in iOS 4 potevi gestire poco niente, invece soprattutto a partire dal 7 le possibilità di gestione si sono moltiplicate, su Android non c'era la gestione (o una gestione molto parziale) ma erano segnalati in modo molto preciso tutti i permessi (si parla di più di 30 permissions), non credi che anche questo abbia influito sull'ampliamento della gestione permessi?

filippo

no non è stata ispirata da android. è android che è stato ispirato da ios per la gestione granulare dei permessi a protezione dell aprivacy, estensione dei permessi di accesso ai file di un filessystem.

apple non ha inventato nulla ha codificato un sistema di gestione dei permessi, che su android non esisteva e che poi hanno ripreso tale e quale.

android e ios hanno affrontato il problema in maniera diversa fino a oggi, le app su android non chiedono permessi, le app android usano determninate funzioni del telefono che all'atto dell'installazione l'app dichiara al sistema e tu dovevi accettare tutto o nulla. invece una volta installata l'app su ios prima con ios6 per contatti, gps, promemoria, foto, calendari, account facebook e twitter e poi con ios7 per tutto il resto, ossia accesso al microfono, fotocamera, rete cellulare ecc per non parlare dell'esecuzione in background e la gestione delle notifiche (quello praticamente da ios4) una volta installate se hanno bisogno di accedere a una delle funzioni sopraelencate puoi acconsentire o negare e l'app continuerà a funzionare limitata dai paletti che tu gli poni, es. instagram potrebbe chiedere e ottenere il permesso di accedere alle foto e non quello di accesso al gps. su android o acconsenti al fatto che una app faccia il suo porco comodo o non acconsenti.

sono, erano, due approcci profondamente diversi.

Mattev

Non ho la mempria bionica .-. E ti ho detto che non son sicuro se era da iOS5 o 4 quello degli accessi (parliamo cmq 2010/2011, quando al massimo c'era GB da android) e avevi la possibilità di scegliere se un'app poteva accedere a foto, contatti, microfono, fotocamera e via dicendo. Indipendentemente da quanle iOS, Android lo aggiungerà nella prossima release, iOS lo ha da anni e trovo che sia una delle funzioni migliori di cui si possa usufruire

SteDS

Vai elencami esattamente cosa potevi gestire in iOS 4...

Mattev

Ti ripeto per l'ultima volta:
Da iOS4 si possono gestire gli ACCESSI!
É da iOS5 che si possono gestire le notifiche (perché prima non aveva la tendina delle notifiche)
In Android (ho avuto dalla 2.3 a 5.0) non ho mai potuto gestir le notifiche se non in lollipop con il non disturbare e mai ho potuto gestire gli accessi.
Capisci il concetto?

Piereligio Di Sante

In realtà l'idea fu di google che pensava di aggiungerlo in android 4.2, ma lo rimosse all'ultimo. la possibilità però è rimasta grazie alle custom rom, che appunto son riusciti a recuperarla

SteDS

Appunto, localizzazione e notifiche, quello che posso gestire anche con Android 4 e inferiori. Sto parlando della gestione di un gran numero di permessi che a partire da iOS7 iphone ha (la gestione) e i dispositivi Android fino adesso non avevano. Questi permessi però in Android sono sempre stati segnalati in modo dettagliato, in iOS prima del 7 assolutamente no. Non dirmi che Apple non è stata ispirata dalle permissions android..

Mattev

Localizzazione? Ho iOs dal 4 e ho sempre potuto gestire gli accessi delle app e dal 5 anche localizzazione e notifiche (come, quando, in che modo)

SteDS

è dal 7 che permette una vera gestione (se parli di cose tipo la localizzazione anche android ha sempre permesso di gestirla). Nei vecchi iOS non avevi nemmeno le informazioni!

Mattev

Android "SEGNALA" gli accessi alle app, iOS permette di gestirli da iOS 4 (o 5, non ricordo bene, ma mi pare il 4).
Importa di piú sapere che fa un'app o decidere che fa un'app?
Smettiamola suvvia

SteDS

Oh cavolo... Android segnala i permessi delle app (le "permissions") fin dalla notte dei tempi, quello che mancava era una gestione adeguata. In iOS, dove fino alla versione 6 la questione permessi non era nemmeno presa in considerazione (l'utente era all'oscuro di tutto), sono stati introdotti ed è stata aggiunta una gestione adeguata. Ora, fa ridere che qualcuno cerchi di rigirare la frittata dicendo che in iOS si potevano gestire e in Android no quando poco tempo fa in iOS non esistevano proprio e in Android si. Un po' di coerenza...

Mattev

Ma stai scherzando? .-. E da chi li avrebbe copiati?

Mattev

Sisi ho inteso ;)
Del tipo che di default é alla iOS, ma da qualche parte nelle impostazioni deve trovarsi la voce che permette quel che dici tu :)

SteDS

Ma quante ca@@@@@... Apple ha copiato proprio l'idea dei permessi, altro che poter scegliere come si applicano, se non fosse stato per Android non li avremmo mai visti su iOS.

Holy87

Oh, alla buon'ora, eh.

Fabyo

Sì ma non lo metto in dubbio... dall'altra parte è ancora più veloce non doverlo fare! :p Insomma in questo caso lasciare le due possibilità non sarebbe molto complicato, e lasci all'utente maggior libertà di scelta. Non ne faccio un dramma eh, solo lo preferirei.

Mattev

Si hai ragione, scusa xD

Comunque è vero che l'idea fa pensare "che balle", tuttavia non è niente di fastidioso perché, almeno su iOS, la cosa ti occupa non più di 2 secondi (apparizione pop-up, reazione, click). Se io scarico FB, questo non mi chiederà di accedere alle foto finché non attiverò io quella funzione e poi non me lo chiederà più :P una volta sull'iPad ho scaricato una calcolatrice che mi chiedeva di accere ai contatti: perché? Su Android l'avrei eliminata, su iOS mi è bastato dirgli di no e continuare ad usarla in "tutta sicurezza"

Mattev

La maggior parte della gente non ne capisce niente per propria volontà e non ne vuole capire nulla. La semplicità di iOS sta nel drawer semplice e gradevole da vedere, nei pop-up passo passo (e non nelle liste chilometriche), nell'aspetto delle applicazioni molto simile fra loro (stessa cosa vale per WP).
Mio nonno ha comprato di recente un Lumia 640XL perché con Windows e con iOS (quest'ultimo scartato per il prezzo) si trova bene, tutto è semplice, le applicazioni hanno gli stessi "bottoni" e il sistema accompagna l'utente nelle azioni. Il vecchio android che aveva lo ha usato si e no un mese e poi lo ha messo in un cassetto, perché incasinato, con un "doppio desktop", "liste di funzioni a destra e a manca", problemi di app che crashano in automatico (e quando uno che non ne sa nulla legge di botto "android.apk è andato in errore", allora si che si preoccupa) e via discorrendo. Con questo non ho nulla contro Android (io stesso ho un G3), ma certe cose sono di millemila anni più veloci, intuitive e "divertenti" su iOS e WP che su Android.
(P.S.: con divertenti intendo che non ti mettono timore di far qualcosa di sbagliato o "toccare qualcosa che non va".)

Il fatto che tu trovi "difficile" l'iPad Mini (mi pare di capire che per te iOS è roba totalmente nuova da usare) è normale, perché sei abituato così, ma anche io ho problemi a rapportarmi con OSX dato che uso da sempre Windows, tuttavia l'OS Pc di Apple è noto per essere "adatto a tutti"; il problema, in questo caso, è che tutti si sono adattati ad altro :P

Fabyo

Mi hai risposto a 3 commenti... non potevi concentrare tutto in uno?!? :p
A molti, tra cui io, dei permessi frega meno di zero. Solo a una parte degli utenti da blog interessa qualcosa, che sono già una parte di tutti gli utenti.
Non sto dicendo che non debba funzionare così col pop-up, solo che mi piacerebbe avere nelle impostazioni dello store "Concedi tutti i permessi quando installi l'app", in modo da potermene fregare come ho sempre fatto e da non trovarmi pop-up vari ogni volta che installo un'app o uso qualche funzione che richiede permessi che ancora non ho dato.

Mattev

Se semplicità è sinonimo di dare libertà completa alle app con una lunga trafila di scritte varie (come succede già ora), non riesco a capirla. Libertà è la possibilità di scegliere il meglio per la propria esperienza in base ad ogni app, non lasciare libere le app di far i cavoli propri

Fabyo

Noiosa e complessa perché ti immagini di doverlo fare uno per uno... io intendevo semplicemente che si potesse decidere di dare in automatico tutti i permessi a tutte le app che installi.

Mattev

Perché? E' proprio il senso dei permessi .-.

Mattev

No, non si può in fase d'installazione (cosa che trovo più noiosa e complessa che il singolo pop-up alla singola funzione) e la gente da ok ad ogni messaggio che appare senza leggere :P

Mattev

Ma basta! D: perché? D:

Mattev

L'utente medio darà ok a tutto, esattamente come fa su iOS

Mattev

Perché mai non dovrebbero?

Mattev

DIAMINE! Voglio Android M solo per questo! Su iOS c'è dall'era dei salami, qui i salami, finalmente, ci sono arrivati a comprendere che rompe le bolle avere applicazioni su applicazioni che hanno la libertà di far quel pare che vogliono con quello che vogliono all'interno del telefono.
Han copiato Apple (non mi riferisco all'idea, ma al modo con cui si applicano i permessi), ma almeno lo han fatto in una di quelle cose essenziali che mi sarei aspettato di vedere già su ICS all'epoca

Recensione Sony Xperia XA1: equilibrato in tutto meno che nel prezzo

Xiaomi Mi 6 vs OnePlus 3T: generazioni diverse, prestazioni molto simili | Video

Google I/O 2017: tutto quello che vi siete persi | Video

Recensione Xiaomi Mi 6: un potente Snapdragon 835 e 6GB di memoria RAM