Nexus 6: la Recensione di HDblog.it

24 Dicembre 2014 1229

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

A quasi 2 mesi dalla commercializzazione, che Google in teoria ha iniziato ufficialmente il 29 ottobre, finalmente siamo pronti con la recensione completa del Nexus 6, il nuovo Google Phone che porta ufficialmente Lollipop sul mercato essendo il primo smartphone al mondo ad essere commercializzato nativamente con questa distribuzione software. 

Nexus 6 è un prodotto che da subito ha fatto discutere: se un lato da tantissimo tempo gli utenti più attenti chiedevano a gran voce un Nexus prodotto e realizzato da Motorola, dall'altro l'annuncio di un device cosi grande e posizionato ad un prezzo molto diverso dal suo predecessore ha fatto storcere il naso a molti. Il problema non è però la grandezza in senso assoluto o il prezzo in linea con la maggior parte dei competitor di pari hardware: il "pomo della discordia" è che queste due caratteristiche sono presenti entrambe insieme e sono il perfetto mix che fa discutere e che rende questo prodotto meno attraente di quello che, a conti fatti, è. Cerchiamo dunque di capire perchè vale la pena comprare il Nexus 6 e perchè il Nexus 6 è solo uno dei top gamma tra cui poter scegliere.

 

Hardware, Materiali ed Ergonomia:

Nexus 6 integra il miglior hardware disponibile a fine 2014. Non c'è molto da dire e tutto quello che si può desiderare è presente. Il processore è l'ultimo della serie Snapdragon e in particolare il modello S805 da 2.7GHz Quad Core affiancato dalla potente GPU Adreno 420. Per gestire tutta questa potenza vengono in soccorso 3GB di memoria RAM e 32 o 64GB di memoria interna che sono il massimo che si può desiderare su piattaforma mobile per quanto riguarda spazio di archiviazione (128GB mancano ma difficilmente con 64GB vi troverete male). 

Non manca un display con la risoluzione più alta ad oggi disponibile su smartphone e che vede nel QHD con tecnologia Amoled la scelta giusta per rendere questo prodotto davvero bello da guardare in tutte le circostanze.

  • Dimensioni: 82.98 x 159.26 x 10.06 mm
  • Peso: 184 g
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 805 APQ8084
  • Processore: Krait 450, 2700 MHz Quad Core
  • Processore grafico: Qualcomm Adreno 420, 600 MHz
  • Memoria RAM: 3 GB, 800 MHz
  • Memoria interna: 32 GB, 64 GB
  • Display: 5.96 pollici, AMOLED, 1440 x 2560 pixel
  • Batteria: 3220 mAh
  • Sitema operativo: Android 5.0 Lollipop
  • Fotocamera: 4160 x 3120 pixel, 3840 x 2160 pixel, 30 fps
  • Scheda SIM: Nano-SIM
  • Wi-Fi: a, b, g, n, ac, Dual band, Wi-Fi Hotspot, Wi-Fi Direct
  • USB: 2.0, Micro USB
  • Bluetooth: 4.1
  • Navigazione: GPS, A-GPS, GLONASS

Parentesi hardware conclusa, che ovviamente trova il massimo della connettività possibile, parliamo di ergonomia, dimensioni e maneggevolezza. Nexus 6 è grande e non può essere altrimenti visti i 6 pollici di diagonale del display. Una grandezza che però a conti fatti non è tanto lontana da quella di Note 4, iPhone 6 Plus o Mate 7, giusto per citare i principali competitor, ma che risulta più limitante anche se i mm di differenza sono pochi. Il motivo è da ricercare in un mix di combinazioni tra peso,, larghezza della scocca e spessore. Presi questi dati singolarmente, potremmo dire che Nexus 6 è solo pochi mm più largo, pochi grammi più pesante o pochi mm più spesso di iPhone 6 o Note 4 (confronto) ma se uniamo tutti questi "pochi" dati di differenza, ecco che abbiamo uno smartphone che in mano ha tutta un'altra sensazione. 

Fortunatamente Motorola ha scelto il design del Moto X 2014 per questo Nexus 6 e, sebbene massiccio, la bombatura posteriore e la curvatura degli angoli permette di avere una presa sempre solida sul telefono e di favorire l'ergonomia senza che il telefono scivoli dalla mano. 

Inoltre non possiamo che apprezzare la costruzione e la scelta degli accostamenti cromatici della versione blu che risulta molto gradevole. Purtroppo la parte posteriore, leggermente gommata e in grado di migliorare notevolmente il grip, è estremamente incline a raccogliere ditate e risulterà sempre "sporca".

C'è poi un altro dettaglio da considerare che difficilmente analizziamo in sede di recensione ma che con Nexus 6 vogliamo affrontare. La forma del Nexus 6 e la facilità con cui la parte posteriore può essere "scalfina" essendo "morbida" potrebbe far propendere l'utente verso l'acquisto di una qualche custodia (ancora di più se si pensa che non si può sostituire la cover con pochi Euro) che, inevitabilmente, andrà ad aumentare ancora lo spessore e il peso. Se Nexus 6 "nudo" è già al limite della tasca, con una qualsiasi custodia potrebbe diventare un po' troppo scomodo. 

Display:


5.96 pollici con risoluzione QHD 1440 x 2560 pixel portano a quasi 500ppi la risoluzione. Impossibile poter voler qualcosa di più e una scelta che ben si sposa con la diagonale del display e il periodo di uscita dello smartphone. La potenza hardware per gestire il tutto non manca e ovviamente il sistema operativo spoglio di qualunque personalizzazione non affatica lo smartphone in nessuna occasione. Ma l'Amoled del Nexus 6 è perfetto?

La risposta è complessa in quanto Nexus 6 trova nell'Amoled la scelta migliore sopratutto in funzione della nuova opzioni per le notifiche implementata in Lollipop. Grazie all'Ambient Display, caratteristiche presa dalla personalizzazione Motorola dei precedenti device, con L'Amoled si hanno consumi nettamente inferiori dato che i neri sono assoluti e non hanno bisogno di retroilluminazione. Inoltre, la superficie dello schermo cosi ampia diventa ancora più avvolgente con colori saturi e contrasti marcati tipici di questa tipologia di pannelli. 

Di contro Nexus 6 non ha alcun tipo di impostazione per rendere meno esagerata la taratura cromatica e il display non è certamente lo stesso montato sul Note 4. Si notano infatti differenze nei bianchi, sopratutto in caso di luminosità bassa che tendono leggermente al rosa sul Google Phone e non sono presenti opzioni software in grado di trarre un reale e vantaggio da uno schermo cosi grande.

Proprio l'aspetto software è uno dei punti cardine che rende il Nexus 6 un prodotto eccellente ma limitato. Il paragone con i suoi diretti competitor è inevitabile e senza dover necessariamente andare a cercare l'esagerazione software del Note 4, anche nei confronti di un LG G3 troviamo mancanze significative che, nell'utilizzo quotidiano, trovano nella scelta di questo enorme display una caratteristica utile solo nella riproduzione multimediale e dei giochi.

Di fatto Lollipop non ha alcuna gestione dell'interfaccia in grado di adattarsi ad un QHD da 6 pollici. Non solo manca ogni parvenza di soluzione per spostare UI e tastiera per facilitare l'uso ad una mano, ma tutta l'interfaccia è esattamente identica a quella che potreste avere su un Nexus 5 con 1 pollice in meno di display. Il launcher non ruota in orizzontale, il menu applicazione è esageratamente grande, la griglia della home non permette di mettere un numero di icone superiori a quelle inseribili su un Nexus 5 e tutto risulta praticamente identico ad uno smartphone di dimensioni inferiori con lo stesso aggiornamento e personalizzazione. 

Sebbene Android sia completamente modificabile con applicazioni in grado di sfruttare molto meglio le potenzialità del device, Google poteva fare qualcosa di più con Lollipop e differenziare un minimo l'esperienza utente non equivale a frammentazione. D'altra parte lo stesso Windows Phone inserisce piccole modifiche nella UI tra device piccoli e grandi.

Chiusa la parentesi display/software, il touch è veramente ottimo, perfetto in tutte le circostanze e con una tastiera che prende benissimo i comandi. Il sensore di luminosità è ben tarato e anche lo schermo si vede benissimo in tutte le condizioni e in tutte le angolazioni.

Batteria, Audio e Ricezione:


Tanta potenza necessita anche di una batteria grande e fortunatamente il Nexus 6 ha una buona 3220mAh che permette di arrivare a sera (le 22 circa) senza troppi problemi. La caratteristica sicuramente vincente è che lo Snapdragon 805 ha ulteriormente ridotto il consumo energetico in standby garantendo quindi una maggiore durata nell'arco della giornata. 

Con Lollipop troviamo inoltre un rinnovato sistema di risparmio energia che, sebbene non modifichi l'interfaccia (ed è un bene), diminuisce le prestazioni, elimina le animazioni e permette di consumare meno risorse anche nel multitasking tra applicazioni. Purtroppo con sessioni di utilizzo prolungate e con 4G attivo il Nexus 6 tende a scaldare un po' più di altri smartphone simili; nulla comunque di preoccupante.

Eccellente l'audio che risulta molto alto e chiaro in capsula auricolare e ottimo tramite il vivavoce che sfrutta entrambi gli speaker anteriori a differenza di Moto X 2014 che ha solo una cassa frontale. Perfetta poi la ricezione e sopratutto il render delle pagine internet, in LTE in particolar modo, è praticamente istantaneo e gradevolissimo. Bluetooth e GPS senza pecche. 

Software:


Potremmo introdurre questa sezione della recensione dicendo: tutto il bello e tutto il brutto si Lollipop e dell'interfaccia Stock di Android. Nexus 6 non ha solo un hardware potente ma anche un sistema estremamente rapido, veloce, fluido e con animazioni e scelte estetiche che convincono. Il Material Design può anche non piacere, ma è indubbio che il lavoro fatto da Google sia eccellente e volto a migliorare sensibilmente l'esperienza d'uso semplificando e unendo anche alcuni servizi che su KitKat erano doppi (anche se poi fa tornare gli SMS separati da Hangouts). Se nelle ultime settimane si è parlato molto di crittografia e diminuzione delle prestazioni su Nexus 6, a conti fatti Nexus 6 è veloce, estremamente veloce e reattivo. 

La RAM è abbondante, il sistema leggero e il miglioramento delle applicazioni di sistema è convincente e finalmente tutto ha una logica e uno stile che da solidità a tutta la struttura software. Ottima l'implementazione del Multi Utente, eccellente la nuova gestione delle notifiche, ottima la possibilità di impostare priorità per singole applicazioni e smart l'Ambient Display. Da familiarizzare con il Multitasking e la nuova logica di gestione della cronologia applicazioni ma tutto nel complesso è approvato a pieni voti.

Se questo è il bello, il brutto non manca. Lollipop ha cambiato molte cose e Google si è dimostrata comunque "impreparata" o in ritardo sulla tempistiche. Molte applicazioni ufficiali si stanno ancora aggiornando e stanno implementando solo adesso uno stile simile e qualche bug software è comunque presente. Ci sono ogni tanto dei ritardi sporadici, non sempre tutto risponde al comando in maniera perfetta e nonostante Android 5.0.1 arrivato subito, la "macchina" deve essere ancora rodata e oleata sebbene il potenziale sia chiaro. Si tratta comunque di difetti di gioventù e visibili solo da utenti esperti ma, Nexus 6 è realizzato per un pubblico attento e dunque non possiamo non menzionare queste imperfezioni.

Come accennato precedentemente, stupisce, positivamente, Chrome che raggiunge una rapidità di render unica nel panorama mobile ad oggi. Sia in Wi-Fi che in 4G le pagine internet non si caricano ma semplicemente appaiono (sempre se il sito è ben ottimizzato) dimostrando come tra Snapdragon 800 del Nexus 5 e 805 del Nexus 6 a parità di software le differenze prestazionali comunque ci siano. 

Ottima poi la tastiera che, usata con due mani, è veramente rapidissima e perfettamente in grado di interpretare anche tocchi rapidissimi. Bella poi la possibilità di bloccare determinate applicazioni in modo rapido quando prestiamo lo smartphone a qualcuno e immediato il blocca schermo con le nuove notifiche subito a portata di mano con possibilità di sblocco tramite accessori bluetooth.

In tutto questo manca ovviamente una completezza software importante fuori dalla scatola ma fortunatamente il Play Store è ricco di applicativi e la risposta al Material Design dei vari sviluppatori non è certamente mancata. Infine finalmente arriva il backup da altro smartphone tramite NFC o tramite cloud con il ripristino dei programmi da uno smartphone usato in precedenza. Non vengono ripristinate impostazioni e dati ma è comunque un miglioramento significativo rispetto a Kitkat.

Fotocamera e Multimedia:


13 megapixel con stabilizzatore ottico di immagine e risoluzione video che arriva a 4K. Un miglioramento significativo rispetto a Nexus 5 che si apprezza in tutte le condizioni di luce. La nuova interfaccia della fotocamera è nettamente più semplice e immediata rispetto a quanto il Nexus 5 uscì sul mercato. Non sono tantissime le opzioni ma le principali ci sono tutte e funzionano bene. Forse un po' lenta la messa a fuoco sia in foto che in video e non molto potente il flash LED.

Video di ottima qualità ma con qualche adattamento al fuoco di troppo:

Migliorata anche la parte multimediale che trova solo l'applicazione Foto come galleria che, sebbene non rapidissima, si integra molto bene con tutte le funzionalità del telefono e il mondo Social legato a Google+, al bakcup automatico e alle funzionalità simpatiche di miglioramento automatico, realizzazione di storie e altro ancora. Perfetti i video anche a risoluzioni 2K/4K e ottima la parte gaming che trova nel mix GPU potente, casse frontali e schermo enorme un'esperienza davvero appagante. Ottimo ovviamente anche l'audio.

Conclusioni:

Siamo finalmente arrivati alle conclusioni di quello che è indubbiamente uno smartphone eccellente. Come detto inizialmente il difetto principale del Nexus 6 e che non è piaciuto a tantissimi utenti, sopratutto rispetto al Nexus 5, è l'unione del prezzo in linea con tutti i top gamma alle dimensioni massicce. Se Nexus 6 fosse costato 449€ a parità di dimensioni probabilmente in meno si sarebbero lamentati e, viceversa, se fosse stato un 5/5.5" tipo LG G3 con un prezzo di 649€ avrebbe ricevuto più apprezzamenti.

Purtroppo cosi non è e ad aumentare il malcontento si è inserita la difficilissima reperibilità che solo nell'ultima settimana ha visto arrivare il Nexus 6 nel mondo, comunque con pochissimi pezzi e una domanda che non riesce ad essere soddisfatta. 

Nexus 6 è un telefono eccellente, ottimo da un punto di vista hardware, molto buono a livello di costruzione e gradevolissimo per software e reattività. La mancanza di ottimizzazioni reali per rendere i 6 pollici un vero plus e il prezzo comunque in linea con i top gamma, rendono uno smartphone di nicchia come da sempre è la gamma Nexus, ancora più di nicchia visto che gli sviluppatori e utenti con pochi fondi a disposizione troveranno nel Nexus 5 un'ottima device per avere comunque le ultime novità software.

Se tra 1/2 mesi la produzione del Nexus 6 aumenterà e inizierà la guerra di ribassi tra i principali siti e-commerse, Nexus 6 a circa 400€ sarà difficilmente una scelta da scartare anche a parità di prezzo con i diretti competitor. Non resta che sperare in un Nexus 2015 in grado di accontentare tutti gli appassionati.

Voto 8.3

Motorola Nexus 6 è disponibile online da Amazon Marketplace a 499 euro oppure da Amazon a 545 euro. Per vedere le altre 5 offerte clicca qui.
(aggiornamento del 20 luglio 2017, ore 12:20)

1229

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Giorgio Jose Mora

Confermo il tutto!
La batteria è uno spettacolo e a me dura un giorno e mezzo!! Certo che dipende da quanto lo usi, nn è che tutto il giorno sei attaccato al Cell, ma veramente dura tantissimo!

Yuto Arrapato

batteria?

Doctor

L'ho comprato da 6 mesi ed è spettacolare. Velocità e display eccezionali. Ricezione ottima come da tradizione Motorola. Audio buonissimo e fotocamera di buon livello. Sarà difficile cambiarlo.....

pooryokel

Occhio che più di una recensione dice francese! Inoltre la cosa sarebbe confermata che nonostante sia prime non lo spediscono in giornata!

Marco Par

Ciao, io ho un LG g2, ed un nexus 6, per questioni di lavoro ne ho 2.
Tenendo conto che il g2 è molto simile al n5, direi che non ne vale la pena fare il passaggio, anche se il prezzo comincia ad essere tentatore (379). I 6 pollici si apprezzano molto nella lettura e visualizzazione, questo si. Però uso prevalentemente con una mano il g2 e con 2 il n6. Per il resto le differenze sono minime per l'esperienza d'uso che faccio io. Non so se la fotocamera n5 sia la stessa di LG g2, nel mio caso un po' di qualità in più n6 l'ha.

ferrarista10

provato

Simo

prova con es..

ferrarista10

galaxy nexus: senza stickmount non va una mazza

Simo

su sui nexus, provato su n5 stock

ferrarista10

dipende, non sui nexus

Simo

basta es file explorer senza root

ferrarista10

per leggere la chiavetta serve stickmount che necessita di root

teoteo82

Ciao, ero quasi tentato di vendere il mio Nexus 5 da 32Gb per passare a questo, tralasciando i 6" che in teoria non sarebbero un problema ne vale la pena (anche a livello di fotocamera che con la piccola mi farebbe comodo migliore)? Qualcuno che è passato dal N5 al N6?

Tizio Caio

eh la miseria!! comprati un borsello!! in tasto lo tengo solo quando giro per casa!

LORD_SUNSHINE

A me ha fatto una bella impressione sto smartphone, però cacchio 6 Pollici , in tasca ci sta a stento :(

Matteo Arena

Qualcuno sa se il Jack di 3,5 mm del nexus 6 è a 5 Poli?

Mimma Ciola

NEXUS 6 nn é un telefono per tutti.... E' un'esperienza pura... di nicchia. Comprato da 1 settimana nessun problema,anzi
In famiglia note 4, bello ma pieno di inutili orpelli.
Batteria ok, velocità eccezionale e sistema di notifiche comodissimo per chi riceve tante mail. Unica pecca il prezzo forse 100 $ di meno sarebbe stato meglio

mikiblu

se lo dici tu

Guest

Quello si dsitrugge da solo per quanto fa schifo...

Hiruzen

Domanda: qualcuno lo ha comprato/ lo comprerà? se si ci può dare un opinione per favore?

tecnologiaperta

z3c o G3 al prezzo attuale

useunix

Su Nexus 5 provai stock lollipop in multirom, usata due giorni e li è rimasta, anzi la devo cancellare perché mi serve spazio. Uccide la batteria senza pietà. Con sole Google Apps e whatsapp installato vedevo better drop in idle del 3/4% l'ora.

Karma Diamond

Quella di Google no per ora, alcune app dello store o L camera che trovi googlando sì.

mikiblu

vorrei andare a cercare tutti i nostradamus che dicevano che questo avrebbe distrutto il one plus one appena fosse uscito...

giorgio085

io ho flashato la rom radendo tutto al suolo.

kalabro

Mi tengo stretto N5, lo avrei cambiato solo per un nexus da max 5.2 pollici... motorola mi piace, e avrei potuto prendere un moto x 2014, ma se devo ritrovarmi con la stessa batteria di N5 , no grazie... ho fatto prendere g2 a diversi amici, mi piace, ottima batteria, software display e dimensioni, ma troppo plasticoso e tozzo.... vedremo questo 2015, se finisce questa corsa alle dimensioni dei display a tutto vantaggio dei 5 pollici performanti

Eugenio1900

1 ora??? 25 minuti ahahaha

Informazione

Ma ci sei o ci fai? -.- Ho mai detto che Apple dovrebbe o potrebbe fare un progetto Ara? NO!
Ho semplicemente detto che, secondo me, per colpa della ENORME frammentazione di Android il progetto Ara con questo SO sarà un disastro!
La pensi come me? Sono felice per te! Non la pensi come me? Sono felice per te!
Fatti curare o impara l'italiano -.-

DroidLillo

Infatti ho declinato, per quanto mi piaccia provare diversi smartphone, non riesco proprio a separarmi dal g2

dicolamiasisi

meglio il G2...vince in fotocamera, batteria e schermo

Gios

Google da android 4.4 sta facendo un sacco di spazzatura, sono riusciti ad introdurre il bug del sitema android che uccide la batteria su tutti i cellulari con android 4.4.2 (note 3, g2, g3, m7 , m8, nexus en co) e ora con android 5.0 stanno facendo uno sfacelo

makeka94

raga ricondizionati li vendono su expansys a 150€ spero non mi segnalino per spam

Ingorante

Grazie! In effetti in giro si legge che Z3 (e compact), Motorola x & g e ascend p7 con doppia antenna siano tra i migliori. La tua conferma rafforza le mie convinzioni.

Informazione

A cosa serve l'open surce in Ara? Apple produrrebbe tutti i componenti e a te utente non serve sapere il codice per gestirli! Non fare il Nerd, accetta che non tutti la pensino come te e fattene una ragione!

Gennaro Amura

Qua non si tratta di pensarla ma si tratta proprio di programmazione, si linguaggi e soprattutto di OPEN SOURCE.. Studiati un po' il funzionamento base di qualsiasi sistema operativo e ne riparliamo

Informazione

Non la pensiamo allo stesso modo! Capita...

Gennaro Amura

Peccato che sia iOs sia WP come sono concepiti non posso supportare il progetto ( hai mai visto un codice sorgente di iOs o Wp?!)..
Per il resto se i codici li scrive google le cose sono apposto perche' al livello di ottimizzazione per i dispositivi nexus non ci sono mai stati problemi.. Se li scrivino gli altri produttori bisogna evitare tegra e samsung (forse lg).. Ma se ti affidi a snapdrago, sandisk, htc, sony li le ottimizzazioni sono buone

Informazione

Ottimizzazione scarsa non vuol dire che Lollipop non va bene -.- se prendi 2 telefoni con lo stesso HW fatti da due aziende diverse Lollipop gira in maniera differente!
E secondo me WP e iOS reggerebbero meglio!

Gennaro Amura

già ovviamente cosa pensi che sia in grado di reggere tutte quelle componentistiche diverse? iOS?......... E poi davvero hai mai avuto un nexus che parli di scarsa ottimizzazione (da 20 persone che conosco che hanno nexus4, nexus 5 nessuna si è mai lamentata davvero di lollipop)

Gark121

i miei "test di ricezione" sono semplici: montagna (sempre stesso posto e stessa sim vodafone), cantina e laboratorio all'università. gli unici (tra quelli che ho provato, e cominciano ad essere tanti, in pratica dei top famosi mi manca solo il note 4 e questa motociofeca nexus) a reggere STABILMENTE (ossia a poter navigare su internet, vazzapp funziona sempre) in tutti e tre gli scenari sono stati i 2 compact di sony e il moto x 2013. più volte ho ammirato iphone e altri device blasonati finire in ricerca di rete (manco chiamavano) quando il mio z1c aveva ancora una tacca di 3g (lento eh, ma comunque meno peggio dell'edge). certo, in quei casi il consumo batteria è stellare, ma almeno puoi usarlo.

Ingorante

Grazie Gark.
Il problema è quello... in pochissimi parlano/fanno test sulla ricezione... eppure uno smartphone che non "prende" è come una bicicletta senza ruote. E anche quando fanno prove di ricezione del segnale le fanno in città: come testare un fuoristrada 4x4 in autostrada.
Bisognerebbe provarli in zone dove il "campo" è minimo.

Ingorante

1194 commenti. Sticazzi.

Ingorante

Siamo in due

Pietro Petruzzelli

ma che dici..
oneplus one a vita

Gark121

Non ho provato la ricezione dello z3 normale, ho provato quella del compact, ed è davvero straordinaria. Presumo che lo z3 sia dello stesso livello, ma non ho provato la ricezione dello z3 personalmente, l'ho provato solo in città perché non era mio (purtroppo).

Ingorante

Gark, sono in procinto di prendere lo z3. Tu ce l'hai? L'unica remora che ho è la ricezione. Abito in mezzo ad un bosco dove prendono solo i vecchi nokia e solo con Vodafone. I miei nexus (5 e galaxy che in città non cambierò MAI con nessun altro) a casa arrancano. Quindi vorrei uno smartphone che abbia una buona ricezione.

Ingorante

Comunque per non sbagliare, tra una patata vecchia e una mela morsicata, io preferisco un vulva glabra! (e vai di censura)

Ingorante

Meglio una patata vecchia che una mela appena colta. In particolare se morsicata.

Giovan Battista Martino

la fotocamera utilizza le nuove API come L Camera?

Gark121

potevano ottimizzare meglio i consumi, questo è sicuro. il confronto migliore imho è col note 4. stessa risoluzione, schermo amoled (5.7 contro 6) stessa batteria da 3220 mAh, stesso soc, stessa epoca, durata almeno doppia. e notare che pesa meno, si tiene meglio in mano, e ha persino un software da phablet. il tutto alla stessa cifra. direi abbastanza imbarazzante. anche senza citare un mate 7 che nelle stesse misure mette 4000mAh...

Recensione Motorola Moto Z2 Play, sottile, ottima autonomia e MOTO MODS

Guida acquisto: I migliori smartwatch con Android Wear | Luglio 2017

Recensione Sony XPERIA XZs: più RAM e slow motion a 960fps

Honor 9, la nostra recensione | Video