I nostri blog

Nexus 4: la storia di un prezzo…

Di il 6 novembre 2012

Dopo avervi mostrato immagini, foto e video del nuovissimo Nexus 4, oggi vogliamo affrontare il capitolo relativo al prezzo che ha visto tantissime polemiche in rete, prese di posizione importanti da parte di catene di elettronica di consumo e dibattiti accesi tra gli utenti. Se da un lato viene incolpata LG per il prezzo maggiore rispetto al Play Store, dall’altro il produttore Coreano non è l’unico responsabile e Google stessa ha un peso importante in tutta questa vicenda.

Avendo avuto la possibilità di parlare direttamente con LG, di avere uno scambio di opinione con alcuni colleghi e dopo aver raccolto una serie di dati e informazioni, è difficile poter incolpare solo LG di una politica prezzi diversa da quella Google.

Prima di affrontare il discorso Nexus 4, è bene partire dai precedenti, ovvero Nexus 7. In molti infatti hanno paragonato la politica di Asus a quella di LG evidenziando come il primo sia riuscito ad offrire lo stesso prezzo in tutti i mercati senza aumentare notevolmente i costi nei paesi in cui il tablet è stato commercializzato all’esterno del Play Store.

Nexus 7 è indubbiamente un Tablet che ha portato un prezzo decisamente aggressivo sul mercato ma in realtà, analizzando bene la situazione, Nexus 7 ha sicuramente portato il miglior hardware su 7 pollici al minor prezzo ma la concorrenza era già presente sul mercato con soluzioni simili a prezzi simili sebbene meno potenti (Samsung in primis). Un esempio decisamente chiaro è l’Huawei Mediapad 7 che nel lontano 2011 è arrivato sul mercato al prezzo di soli 349€ in versione 3G con schermo HD, espansione di memoria, HDMI, 1GB di RAM e processore Dual Core. Carattersitiche anche superiori al Nexus 7, fatta eccezione per il processore, che ha visto una commercializzazione praticamente 12 mesi prima del Nexus 7. Dunque i 249€ del Tablet Asus sono si un prezzo aggressivo, ma non certamente fuori da ogni logica commerciale e una cifra che già Amazon con il Fire aveva offerto molto prima (se prendiamo i 199$ come riferimento).

Dunque paragonare il prezzo del Nexus 7 a quello del Nexus 4 non è possibile perchè parliamo di due prodotti completamente diversi arrivati in un mercato decisamente differente.

Google ha sicuramente tirato l’acqua al suo mulino e la risonanza mediatica anche senza l’evento ufficiale è stata assicurata proprio dal prezzo assolutamente fuori dal comune per un prodotto che, a differenza del Nexus 7, è considerabile un top gamma a tutti gli effetti nel segmento di appartenenza e che vede ben poche rinunce se non per l’LTE, ancora scarsamente diffuso, e per la memoria non espandibile. Un prodotto che Google si è permessa il lusso di vendere a soli 349$ o 349€ nei mercati dove è presente il Play Store. Un prezzo decisamente incredibile se paragonato ai concorrenti e che è stato proprio il fulcro che ha scatenato da prima entusiasmi incredibili e adesso polemiche e prese di posizione importanti.

[nggallery id=933]


Ma come mai Google può permettersi un prezzo cosi basso e LG no?


Abbiamo cercato di capire nel modo più completo possibile la situazione ma non è certamente facile riuscire ad avere un quadro ampio e chiaro in assenza di numeri e informazioni che difficilmente vengono divulgate. Non sappiamo infatti quanto paghi Google ogni singolo Nexus 4 a LG e non sappiamo quanto costi produrre a LG ogni singolo Nexus 4.

Detto questo è chiaro che il Nexus 4 a 349€ è un prodotto venduto o a prezzo di costo o comunque con un margine praticamente minormo. Google ha scelto questa politica riuscendo ad avere un triplice vantaggio.

  • Per prima cosa riesce a sbaragliare la concorrenza offrendo un prodotto top gamma ad un prezzo che è circa la metà dei competitor.
  • In secondo luogo con questa mossa ha creato un caos mediatico senza precedenti con ogni sito, blog o testata del settore che, nel bene o nel male, parla di Nexus 4 e in generale dei Nexus di Google
  • Terzo, l’acquisto esclusivo tramite Play Store costringe moltissimi utenti a registrare una carta di credito all’interno del profilo Gmail e offrendo a Google migliaia se non milioni di nuovi account completi e pronti all’acquisto.

Non possiamo oggi sapere come cambierà la situazione futura, ma è chiaro che se fino a ieri il Galaxy Nexus veniva comprato nel Play Store solo dai tecnofan più accaniti, oggi il Nexus 4 farà sicuramente gola a moltissime persone in quei paesi dove attraverso il Play Store sarà possibile acquistare device. Essendo poi acquistabile solo in questo modo, saranno tantissimi i nuovi utenti pronti a registrarsi a Google, ad inserire i dati e a comprare il telefono.

Una volta comprato il dispositivo, l’account sarà completo e potenzialmente pronto per effettuare acquisti da tutti i servizi come Play Store Musica, Video, Libri, App e Giochi dove disponibili. Ecco che la mossa di Google prende forma e il Nexus 4 non diventa lo smartphone più economico della storia, ma un semplice mezzo attraverso il quale Google si accaparra milioni di nuovi account che potenzialmente faranno acquisti tramite il Play Store con il medesimo accesso usato per comprare il telefono.

Un giro di affari enorme che non è al momento quantificable ma che a seconda del successo del Nexus 4 potrebbe portare ad un incremento nelle vendite di applicazioni, giochi, musica, film e libri all’interno del Play Store senza precedenti. In quest’ottica Google può permettersi anche il lusso di vendere un prodotto anche sottocosto, pagando magari ad LG più di quanto incassa da ogni singola vendita ma ottiene in cambio milioni di account con carta di credito, pronti a comprare i servizi Google che in condizioni normali, senza la vendita di Nexus 4, sarebbe stato più difficile accaparrarsi.

Vedendola da questo punto di vista è chiaro come il prezzo del Nexus 4 venduto da Google sia proposto ad una cifra di facciata e impossibile da replicare anche per il produttore LG che non ha nessun vantaggio reale a vendere il prodotto a prezzo di costo (o comunque con margine minimo) non avendo tutti i servizi accessori che potrebbero portare un importante guadagno.


Quale dovrebbe essere allora il prezzo giusto per il Nexus 4 di LG (fuori dal Play Store)?


Per poter immaginare un prezzo ragionevole del Nexus 4 venduto direttamente da LG, oltre alle considerazioni fatte sopra, va anche preso in esame il fatto che Nexus 4 non è un prodotto che va a colmare un vuoto nel portafoglio del produttore in un segmento che non ha attualmente altre proposte LG come fu il Nexus 7 per Asus (che aveva solo Tablet 10 pollici). Nexus 4 è infatti un top gamma a tutti gli effetti che va a scontrarsi con prodotti come Optimus 4X, Optimus G e altri device recentemente usciti sempre di LG.

E’ chiaro che venderlo a 349€ attraverso la distribuzione LG (che viene pagata poi dalla stessa azienda) è impossibile oltre che controproducente. Un Nexus 4 a 349€ disponibile in qualunque negozio eliminerebbe praticamente dalla vendita gran parte della serie L, tutti i top gamma Android del produttore Coreano e sarebbe un “suicidio” per la prossima line-up di prodotti 2013 che di fatto sarebbero difficilmente preferibili ad un prodotto come Nexus 4 venduto ad un prezzo cosi basso.

Dunque LG non può permettersi di vendere Nexus 4 a 349€ perchè:

  • Non avrebbe nessun ritorno a livello di immagine, di servizi accessori e di registrazioni account che potrebbero muovere un importante giro di affari che invece potenzialmente avrà Google
  • Si giocherebbe tutte le vendite della gamma media di prodotti nel momento in cui Nexus 4 dovesse arrivare nelle vetrine dei negozi a 349€
  • Si giocherebbe tutte le vendite dei top gamma nel momento in cui Nexus 4 dovesse arrivare nelle vetrine dei negozi a 349€
  • Andrebbe a precludersi importanti novità per la line-up 2013 e per prodotti futuri dello stesso segmento che, nel giro di 6 mesi, difficilmente potranno avere caratteristiche troppo lontane da Nexus 4 ma che per forza di cose dovranno avere un prezzo simile alla concorrenza Samsung, HTC e via dicendo.

Detto questo c’è però da puntualizzare una cosa: 599€ per questo tipo di prodotto sicuramente sono tanti considerando il prezzo proposto da Google e una via di mezzo potrebbe essere decisamente meglio digeribile dagli utenti. In Germania sembra che qualcosa si stia muovendo e in molti store è stato inserito a listino il Nexus 4 a 399€ proprio in queste ore, segno che forse le speranze non sono ancora finite.

Dunque LG, parlando del nostro mercato, sicuramente ha una certa colpa nel lanciare il nuovo Nexus ad un prezzo cosi distante da quello di Google. Va però detto che Google ha forse ancora più colpe in quanto aprire anche nel nostro mercato e in altri paesi Europei i servizi di acquisto tramite il Play Store non ci sembra un’operazione poi cosi complessa. In questo modo tutte queste polemiche si sarebbero evitate accontentando tutti e lasciando ad LG solo i benefit di essere il produttore di un Nexus.

Insomma, il prezzo giusto del Nexus 4 non dovrebbe essere troppo distante da quello offerto da Google ma sicuramente neanche uguale e un 449€/499€ potrebbero comunque essere digeribili dagli utenti che proprio non resistono all’aquisto senza andare ad intaccare la line-up di device dello stesso produttore. LG si trova in una situazione sicuramente non facile e rischia di diventare l’unico colpevole di scelte che in realtà potrebbero essere divise al 50% con Google vista la mancanza, abbastanza discutibile, dei servizi di acquisto in Italia tramite Play Store.

Voi cosa ne pensate?

Scopri i prezzi più convenienti
Al momento non sono disponibili offerte

Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

Regolamento
^ Torna in cima