Anche Sharp costretta a pagare Microsoft a causa di Android, tutta colpa del file system exFAT!

09 Agosto 2012 13

Il brevetto relativo al file system che obbliga tutti i produttori a versare nelle casse della casa di Redmond alcune royalty per ogni terminale Android venduto miete un'altra vittima, Sharp che con la serie Aquos phone gode di ottima popolarità in Asia dovrà pagare una quota a Microsoft.

Ma se forse per alcuni ancora il discorso relativo a questo brevetto non era del tutto chiaro, di seguito alcuni dettagli.

Il file system utilizzato dai produttori che sfruttano il sistema Android porta il nome di exFAT (Extended File Allocation Table), evoluzione del precedente FAT32 ed in grado di gestire partizioni di memoria superiori a 32GB e file singoli superiori a 4GB. Il problema quindi dello spazio di archiviazione verrebbe praticamente risolto, con l'attenuante che essendo stato creato da Microsoft manca di un'implementazione Open Source. La stessa società si riserva quindi il diritto di far pagare agli OEM una tassa di concessione per il brevetto in uso.

In molti allora utenti e non si chiedono perchè Google non ha adottato la formattazione di un hard disk che corrisponde al nome di NTFS? Semplicemente per due motivi: il primo perchè sebbene sia più avanzato NTFS rispetto ad ExFAT, richiede molte più risorse poichè riesce a gestire quantitavi di memoria ben superiori e non è un caso che venga utilizzato su desktop, con prestazioni che però su dispositivi quali smartphone e tablet risulterebbero non adatte o ben al di sotto dell'attuale file system.

L'altro aspetto riguarda invece l'annosa questione che anche NTFS è di proprietà di Microsoft, motivazione quindi che riporterebbe alla situazione di partenza. Sorge quindi un'altra domanda... ma se Android fonda le sue radici su una base Linux/Unix allora perchè non è stato utilizzato un file system completamente aperto e gratuito fin dall'inizio?

Durante i primi mesi del 2010 diversi dispositivi montarono il file system YAFFS (Yet Another Flash File System), tuttavia Ted T'so, uno sviluppatore interno a Google stabilì che di li a poco quest'ultimo avrebbe rappresentato un collo di bottiglia non indifferente con l'arrivo dei primi sistemi dual-core e durante lo sviluppo del Nexus S Google ha cercato la transizione verso EXT4, un altro file system libero da ogni qualsivoglia brevetto. Purtroppo però la scelta effettuata da Google non ha convinto buona parte dei produttori, benchè molti sviluppatori della community di XDA si siano spinti verso l'utilizzo dell'EXT4 in moltissime ROM sviluppate ad hoc.

Per adesso quindi la soluzione rimane quella di pagare Microsoft e continuare così come Android è nato e cresciuto, in attesa che presto o tardi venga risolta grazie all'open source e al lavoro di sviluppatori ed ingegneri.

via

Condividi


13

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
inchingostile

Ahahahah fantastico

EDIT: LOOOOOOOOOOL non avevo visto il nome ahahahahahahahahahhahahahahaha

zdnko

Ma l'inclusione del brevetto nei FERD (visto la necessità di compatibilità con il 90+% di pc) o la condanna di M$ per abuso di posizione dominante (non volendo includere nativamente un fs patent-free)?

ilfantastico

Della serie: mi taglio il ca55o per fare un dispetto a mia moglie

LeChuck

Veramente, con exFAT, si può sulle microsd. Così come, con l'ext4 usato per quasi tutte le partizioni interne, si può pure

Paolo Romano

Io non sono Geek, sono uno schifoso nerd grasso con i capelli lunghi e unti... :-P Comunque il problema sta nel fatto che windows dovrebbe estendere la compatibilità ai vari file system che girano, specialmente considerando il fatto che anche in ambito desktop sta lentamente perdendo il suo monopolio..

Mark

non tutti sono geek come te

xan

nella serie nexus Google ha eliminato la SD per questo motivo

Arturo

Pure io mi sono chiesto la stesa cosa mentre leggevo l'articolo!!!

Paolo Romano

Questo perchè la gente si ostina ad utilizzare Winzozz..

Davide Nobili

Comunque android dovrebbe cambiare file system, ora che ci sono molti schermi hd e tra poco full hd, è un peccato non poter mettere un mkv di un film che supera i 4GB (praticamente tutti) sul telefono.

stramaxxa

probabilmente perché una volta tolta la SD dallo smartphone e messa nel lettore del pc o nel classico lettore multimediale l'EXT4 non veniva visto.

Gigi

W la serie Nexus e la sua memoria integrata, piuttosto che dare soldi a Microsoft preferisco rinunciare allo slot micro-sd :D

Paolo Romano

Perchè i produttori non hanno voluto EXT4? Che genere di pianta si sono fumati prima di affermare questa cosa?

Sony Xperia T3 la recensione di HDblog.it

Archos 50c Oxygen: la Recensione di HDblog.it

Samsung Galaxy S5 vs Galaxy S5 mini: video Confronto da HDblog.it

Il Nexus 6 si chiamerà Nexus X e sarà il gemello hardware del Moto S, aka Moto XL