Huawei Ascend P1 la presentazione italiana: nuova gamma prodotti e profitti in crescita!

25 Luglio 2012 3


Già disponibile da qualche settimana, Huawei Ascend P1 (tutti i dettagli nella nostra scheda tecnica) è stato ancora una volta protagonista di una serata dedicata: ieri, a Milano, Huawei ha annunciato il lancio italiano snocciolando anche qualche dato sull'andamento della società e sul futuro della divisione device, la più giovane e promettente del gruppo.

Siamo andati nella modaiola cornice di via Tortona, dove il produttore ha confermato i ricavi che per i primi sei mesi del 2012 si sono attestati sui 16 miliardi di dollari, facendo segnare un +5.1% rispetto allo stesso periodo del 2011. Buoni anche i profitti che dopo il calo del 2011 tornano a salire e a segnare un anno positivo per l'azienda troviamo anche il terzo posto nel 2011 per richieste di brevetti, con un totale di 23.522.

Questo testimonia l'impegno di Huawei nell'innovazione, conferma che ci arriva anche dai dati sulla forza lavoro: il 40% dei dipendenti, infatti, è impegnato nel settore della Ricerca&Sviluppo. Tonando al P1, l'annuncio della disponibilità in Italia è stato occasione di presentare la linea Ascend, nome che caratterizzerà i prossimi smartphone del produttore e che comprende tre linee:

  • Ascend Y: fascia entry level a prezzi budget
  • Ascend G: fascia media, prezzi intorno o inferiori ai 199€
  • Ascend P: fascia alta del mercato, device caratterizzati da un mix di design e performance

Parte quindi ufficialmente la scalata di Huawei che secondo molti dati è già il terzo produttore di smartphone al mondo e non accenna a fermarsi, puntando ai "grandi" della telefonia mobile con una serie di uscite che da qui a fine 2012 porteranno sicuramente un cambio nel modo in cui il costruttore è visto dagli utenti.

Già a partire dal P1, infatti, Huawei mostra di volersi liberare dell'immagine di produttore cinese (leggasi economico e di bassa qualità) con un modello dal design ricercato e dalla dotazione tecnologica al passo con i tempi, curato nei dettagli e nelle funzionalità come ad esempio il fast boot che permette un'accensione in 5 secondi e una fotocamera da 8 Mpx con sensore BSI (retroilluminato).

Anche il prezzo annuncia la volontà di entrare tra i grandi e P1 è già disponibile a 449€. Riguardo l'assistenza, Daniele De Grandis, ha voluto rassicurare gli utenti che sono 200 i punti di raccolta in Italia dove gli smartphone vengono riparati dai tecnici o inviati all'estero nei casi più gravi.

Chiudendo con Jelly Bean la risposta è stata vaga ma l'intenzione del produttore è quello di offrire aggiornamenti alle nuove versioni di Android per tutti i principali modelli della serie Ascend P. Dunque un 2012 che sarà per Huawei e la divisione Italiana un anno di massimo impegno con tanti prodotti, investimenti e voglia di fare bene. Aspettiamo ovviamente il MediaPad FHD e l'Ascend D Quad!

Condividi


3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Fabio Flabbertech

Ragazzi, io non so se è una mia impressione ma toccandolo con mano, mi sembrava decisamente pastoso a livello software quindi vi chiedo, Jelly Bean che ho sul Galaxy Nexus può avermi fatto provare questa sensazione, sono stupido io oppure è un attimino pastoso?
Grazie per chi mi potrà rispondere a ragion veduta.

M_90

ho visto la prova di galeazzi e sembra davvero un ottimo terminale.

Guest

a me ricorda di brutto un GS2 booooo

Sony Xperia T3 la recensione di HDblog.it

Archos 50c Oxygen: la Recensione di HDblog.it

Samsung Galaxy S5 vs Galaxy S5 mini: video Confronto da HDblog.it

Il Nexus 6 si chiamerà Nexus X e sarà il gemello hardware del Moto S, aka Moto XL