Google Play Magazines nel Play Store: ci sono speranze per questi servizi con il Nexus 7 in Italia?

06 Luglio 2012 26


Anche il Play Magazines è arrivato ufficialmente nel Play Store (non in Italia ovviamente) andando a completare i servizi attualmente attivi. In America come sappiamo il Play Store è un vero e proprio negozio che offre: Libri, Riviste, Film, Serie TV, Applicazioni, Giochi, Musica e permette l'acquisto di dispositivi. Purtroppo in Italia solo lo store Libri e Applicazioni è disponibile e cosi in molti altri paesi che hanno visto qualche servizio ma in nessun mercato Europeo sono arrivati tutti. 

Con l'arrivo del Nexus 7, previsto per Settembre in Italia, non sono pochi gli utenti che acquisteranno per la prima volta un Tablet o che abbandoneranno l'acquisto precedente per immergersi nell'esperienza Jelly Bean.

In questi giorni, in particolar modo in UK che vedrà il Tablet Google a metà Luglio, in alcuni siti si è dibattuto sul fatto che Nexus 7 sarà molto limitato come esperienza e servizi disponibili. Sebbene nel Regno Unito sia possibile avere la Musica, i Film e la parte multimediale non sono ancora arrivati. Questo sta facendo storcere un po' il naso a molti utenti che non solo pagheranno leggermente di più il dispositivo rispetto all'America a causa del cambio e della diversa tassazione, ma avranno di fatto meno servizi disponibili.

Clicca per accedere al Play Store

Anche in Italia ovviamente non mancano le lamentele e nel nostro mercato i servizi accessori sono ancora meno. Applicazioni e Libri sono certamente una buona base, ma privarsi di Google Music e dei Film in un prodotto chiaramente votato al multimedia e all'intrattenimento è sicuramente un peccato. Essendo poi tutto integrato nel sistema, sarebbe molto piacevole poter sfruttare tutte le potenzialità hardware e software del Nexus 7.

Purtroppo Google non da segni di speranza, o meglio non si esprime proprio sulle tempistiche dei vari servizi nelle nazioni Europee. Sebbene nelle scorse settimane siano apparse pagine di Google Music in Italiano, alcuni indizzi e immagini, ad oggi tutto tace e non ci sono reali speranze che qualcosa possa muoversi prima della commercializzazione del Tablet. I motivi sono legati sicuramente ad accordi commerciali, territoriali, tasse, SIAE e introiti per gli autori, quantomeno nel nostro paese.

Il fatto che in Italia non siano presenti praticamente la maggior parte dei servizi, può trasformarsi in una minor propensione all'acquisto? E girando la domanda, se ci fossero gli stessi servizi presenti in America, sareste spinti maggiormente verso il Nexus 7?

Condividi


26

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
tarik

speriamo allora

M_90

ricordi benissimo per loro è tutto gratis, pagato da noi contribuenti.

dralsn

Sicuro! Oppure lo useranno come agendina per tenere i numeri di telefono. Anzi no, scusa. Se non ricordo male avevano dato loro anche una microsim con internet illimitato. Probabilmente lo utilizzano anche per andare su Youporn!

M_90

di sicuro hanno imparato a giocare a angry birds :D

dralsn

Beh, visto che tempo fa con le nostre tasse si sono regalati l'ipad (ovviamente non un tablet android di fascia bassa che costava meno della metà!) probabilmente qualcosa avranno anche imparato!:-) Ma dubito!

pelonero111

lento ad adattarmi?non mi pare proprio,semplicemente io non mi faccio convincere dal primo steve jobs che arriva che ho assolutamente bisogno di un aggeggio superfluo come l'ipad tanto per fare un esempio,poi gli occhi sono tuoi,contento tu.......

niciz

credo che ci siano solamente un paio di contrattini da stipulare con le case migliaia di discografiche, cinematografiche ed editrici del mondo.. per il resto nulla di che..

Oliver Thomas Cervera

Non mi importa di tutti questi servizi: la musica e i film che voglio li ho già a casa ;)
Aspetto solo metà luglio per il mio Nexus 7 preso dall'UK :)

Maurizio Mugelli

pensa soltanto a chi possiede le principali catene di distribuzione cinematografiche e home cinema in italia e di quanto sarebbe contento di vedere google fargli concorrenza.
ti suggerisco le iniziali : S. B.

Maurizio Mugelli

io ho iniziato a leggere ebook (inizialmente alquanto amatoriali) sul palm m105 per poi continuare con ogni genere di dispositivo su cui fosse possibile, ti posso assicurare che e' estremamente comodo, specie se ti piace leggere ovunque ti venga offerta l'opportunita' tipo in coda al supermercato.
la possibilita' di avere l'intera biblioteca sempre comodamente in tasca supera qualsiasi lato negativo.
quanto al costo, i prezzi sono sempre inferiori della versione cartacea, spesso notevolmente inferiori - tipo le offerte di amazon a 99 centesimi, senza parlare ovviamente dell'enorme libreria di pubblico dominio.
in altre parole, sei semplicemente lento ad adattarti ed a seguire le novita' del mercato, non sono affatto superflui

Antonio Exidor

"I motivi sono legati sicuramente ad accordi commerciali, territoriali,
tasse, SIAE e introiti per gli autori, quantomeno nel nostro paese." In sintesi... Silvio B. mette i bastoni tra le ruote se non ci può guadagnare.

N#O#R#U#L#E#S

la spiegazione e' semplice google sta a USA come USA sta a google..... il solito fenomeno di "superiorita'" quasi di razzismo tipico degli statunitensi nei confronti degli "altri"...niente di nuovo nell'aria...perche con -un pizzico- di volonta in piu tutte sto sottoinsieme di puttanate in quattro e quattrotto si potevano portare tutte anche qua da noi ;)

rasty++

mmmm... no, vedi itunes funge e funge alla grande anche in italia..grazie alla massa.. e poi bisogna guardare le cose nel complesso per il discorso batteria.. se compro qualcosa sul google play.. esempio un film, me lo posso vedere sul pc, stesso ragionamento la musica non sono limitato allo smartphone.. poi comunque meglio avere una scelta in più..

M_90

che andrebbe anche chiusa visto che ha quasi 1 mld di euro di debiti -.-. e intanto noi paghiamo.

pelonero111

secondo la mia personalissima opinione questi servizi sono un po sopravvalutati,prendete i libri,io MAI comprerei un libro digitale per leggerlo sul cellulare o tablet,perchè ti poccia la batteria col display sempre acceso,perchè hanno perlopiù prezzi identici alla versione fisica del libro
oppure le canzoni,visto che si trovano tutte su programmini assolutamente gratuiti sullo store tipo mp3 music download perchè acquistarla?!?
stesso discorso per i film...
questi servizi da noi saranno sempre assolutamente superflui,perchè noi italiani se possiamo risparmiare,lo facciamo,è inutile imbestialirsi per questi servizi che non si sa se e quando arriveranno da noi,tanto la maggior parte di noi probabilmente neanche li userebbe(emule docet).....l'unica cosa che vedrei realmente positiva sarebbe il nexus in vendita nel playstore

rasty++

infatti il play music è pronto già con le canzoni italiane e tutte cose.. devono solo spingere il bottone veramente :)

konami7

Sinceramente appena ho comprato il tab a febbraio ho fatto abbonamnto a JACK E FOCUS... se avessi htc watch comprerei i film a 5cent. E acquisto le app a pagamento sopratutto quelle con prezzo max 99cent...
Quindi in realtà somno molto deluso da GOOGLE x questo atteggiamento...
Aspetto fiducioso

stramaxxa

ma va..... che ragionamento contorto....
Ovvio che i primi mercati che vengono attivati sono quelli dove vi sarà il maggior guadagno..... ma il sistema è già bello che implementato e sin dall'inizio in multi lingua.... a Goggle basta accendere il bottone....
Meglio guadagnare anche se poco (ma questo lo dici tu....evidentemente apple è stupida...) piuttosto che niente!

M_90

secondo te un parlamentare sa cos'è un reader o un'app?

rasty++

ti dico solo SIAE -.-'

hitokiri

ah questo me l'ero perso... beh almeno non siamo gli unici, questo mi conforta... ma mi spaventa il fatto che sicuramente saremo gli ultimi!

rasty++

no no è stato specificato da google che è colpa della burocrazia di ogni singolo paese... loro hanno interesse a lanciare piu servizi possibili nel minor tempo possibile (server permettendo aggiungo io).. poi se trovo anche l articolo te lo posto :)

hitokiri

non è fatto dell'italia, è già stato detto che molti altri paesi non sono arrivati tutti i servizi... qui è google che decide, probabilmente facendo una ricerca di mercato ha scoperto che aprire i servizi di film o delle riviste gli costava di più di quanto poteva guadagnare... diciamo la verità, quanti di noi poi compreranno le riviste sullo store? davvero pochi, mentre google deve offrire il servizio migliore.
Stesso discorso per i film, io non compro nemmeno i film su HTC Watch a 5 cents, perchè google dovrebbe darmi un servizio che poi non uso??
Finchè noi (italiani e non) culturalmente arretrati verso l'uso di app, tablet o ereader, il servizio non ci sarà mai...

Angelo Sbrissa

eeehhmm.... ragazzi siamo in italia cosa pretendete? :D

rasty++

si spiega con leggi e la burocrazia di ogni stato... pensa te la burocrazia "itagliota"..

Carlo Sana

Ma come si spiega questa differenziazione dei mercati?
Allo stesso modo, google ci può guadagnare di meno col nexus 7 e deve alzare i prezzi per rientrare, ma il motivo?

Sony Xperia T3 la recensione di HDblog.it

Archos 50c Oxygen: la Recensione di HDblog.it

Samsung Galaxy S5 vs Galaxy S5 mini: video Confronto da HDblog.it

Il Nexus 6 si chiamerà Nexus X e sarà il gemello hardware del Moto S, aka Moto XL