WINN: lo smartphone di NGM che dopo i dual-sim, debutta nel mondo Android

20 Giugno 2012 19

NGM sembra voler mettere da parte l'infornata di cellulari dual-SIM per dedicarsi a uno smartphone "monosim" che va a sfruttare Android come sistema operativo. Particolare principale di questo modello è sicuramente lo schermo curvo ma non mancano le diverse varianti cromatiche come da tradizione di NGM. WINN sarà infatti disponibile in bianco, rosa, blu e nero e nero e oro.

Sotto la scocca troviamo un processore da 1.2 GHz a core singolo che gestisce Android 2.3 mentre lo schermo è un 4 pollici multi-touch da 800 x 480 pixel. Il parco connessioni ci mette a disposizione HSPA, WiFi con DLNA, GPS e Bluetooth mentre la fotocamera è da 5 megapixel con software di fotoritocco integrato, video HD e VGA anteriore per le videochiamate.

Chiudono la dotazione i vari sensori e la batteria da 1.350 mAh, poco per uno schermo da 4 pollici ma aiutata dalla modalità Ecomode che promette di offrire diversi settaggi per risparmiare energia. NGM WINN è in vendita a 299€ con inclusa nella confezione una microSD da 8GB: peccato che il produttore noto per i vari cellulari dual-SIM non abbia scelto la doppia scheda telefonica anche su questo modello. In questo modo, infatti, il prezzo sarebbe stato più facilmente giustificabile e NGM avrebbe potuto attaccare la nicchia di chi non può rinunciare a Android ma vuole un telefono con due SIM. Cosi non è e difficilmente questo smartphone potrà avere serio mercato contro competito più agguerriti, migliori e anche più economici.

Condividi


19

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

Ekoore GoWatch: la Recensione di HDblog.it

OnePlus One: le tante notizie, smentite, immagini, screenshot e prezzi uscite nelle ultime 12 ore | Foto Scattate

Smash Bandits Racing arriva sul Play Store: corse folli e scontri fuori di testa

Chrome Beta si aggiorna: condividere i link diventa più facile