Sviluppare applicazioni Android da device Android: adesso si può con AIDE

06 Marzo 2012 13


Se siete sviluppatori Android, volete portarvi sempre con voi il vostro "strumento di sviluppo" e vi piace programma ovunque, da oggi arriva uno strumento che potrebbe aiutarvi nel creare applicazioni in mobilità grazie a AIDE - Android Java IDE. AIDE è un ambiente di sviluppo integrato che permette gli sviluppatori di scrivere, compilare ed eseguire applicazioni Android direttamente sui propri dispositivi Android. 

Normalmente, se si vuole scrivere applicazioni Android, si utilizza una macchina dedicata con Eclipse (o altro ambiente di sviluppo alternativo). Ora, se si vuole, è possibile programmare direttamente da Tablet e smartphone. Magari non usciranno grandi progetti, ma piccole applicazioni, idee o bozze potrebbero prendere facilmente vita.

AIDE è in realtà più di un semplice editor in quanto offre il completamento automatico del codice, il controllo degli errori, una formattazione completa del testo, strumenti di navigazione intelligente e permette di impacchettare la propria applicazione e installarla in pochi secondi.

Magari non sarà un must have per tutti, ma poter dire di avere creato un'applicazione Android utilizzando solo il proprio Tablet o smartphone potrebbe essere curioso. AIDE - Android Java IDE è disponibile gratuitamente nel Market Android.

Nome: AIDE - Android Java IDE
Sviluppatore: AIDE Team
Prezzo: Gratis
Clicca per installare

via

Condividi


13

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Francesco

Ho prenotato la licenza di un ambiente che si chiama Leonardo hlc, sfrutta il linguaggio umano per programmare... me l'ha consiglito un amico che crede in questo nuovo progetto... non so, volevo pareri! Il sito è http://www.leonardo-hlc.it/. Grazie!

Marco Cattaneo

Con tutto il rispetto preferisco un portatile collegato in debug usb al device in modo da provare le app avendo il logcat sott'occhio così da poter vedere se l'app passa dai vari punti di log; stare li a fare apri e chiudi per passare da ambiente all'applicazione per aggiungere modifiche lo trovo una perdita di tempo, o comunque non vale la pena per aver di guadagnato il poter tenere il terminale con cui si lavora sulle gambe <.<
Cioè tanto di cappello ha chi l'ha fatto, ma non la vedo come un'app di produttività. 

ps: della suite di adobe l'unica che trovo veramente utile è Proto per i wireframe.

Nox

Capisco che non è utile per tutti, ma definirla useless non ha senso!

Può aiutare molti sviluppatori in mobilità e potrebbe migliorare molto in futuro ;)!

Dro1D

PRAISE THE LORD!!!Si ca22o!!

luca

Concordo appieno, poi con un transformer + docikng station è veramente utile. In tutte quelle situazioni in cui non hai con te il portatile, ma il tablet si, puo essere molto molto utile

Giovanni_Recchia

io invece su transformer mi trovo benissimo(però ho la qwerty ) con il compilatore c e spesso uso quello al posto del pc(soprattutto in mobilità visto che il mio notebook ha la batteria fritta XD)
ovviamente sono sempre elaborati semplici da massimo 200 righe per programmi più grandi e complessi il pc è un obbligo

Giovanni_Recchia

senza contare che se hai un tablet asus con l apposita dock; programmare diviene quasi meglio di un pc(dato che la provi al volo sul tab XD)

Mario Sernicola

Non è "useless" affatto!!! 

Finalmente si inizia a intravedere qualcosa per la produttività su Android. È chiaro che programmare su smarphone è un incubo, ma farlo con un tablet, in mobilità, rifinire applicazioni magari iniziate sul proprio PC inizia a dare un senso ai Tablet, così come l'uscita di AutoCad e la suite di Adobe...

glukosio

io tempo fa provai a scrivere qualcosa su un semplice editor di C da android... ci ho messo 15 minuti a scrivere le prime 4 righe con tutte le parentesi etc... D: se uno programma, lo fa su pc!

Lorenzo R.

per la gestione della grafica sarebbe da provare.
Però scrivere codice è masochismo allo stato puro a meno di non avere un tablet con tastiera blututh (o trasformer)

Marco Cattaneo

Useless <.<

luca

La provo subito :)
certo spero regga progetti un po corposi di hello world!

stramaxxa

figata!!!! un bel tablet con tastiera bluetooth e via!!!!
 

Nexus 6: unboxing, prime impressioni e confronti di HDblog.it

Samsung Galaxy Note Edge: la Recensione di HDblog.it

Android One: la Recensione di HDblog.it | Karbonn Sparkle V

YotaPhone 2: la Recensione di HDblog.it