I nostri blog

Eric Schmidt dal keynote del MWC “La rivoluzione smartphone sarà universale, un Android in ogni tasca in 12 anni”

Di il 29 febbraio 2012

Ieri sera abbiamo assistito al keynote di Google con il suo ex CEO, Eric Schmidt, che ha illustrato ai giornalisti e ai presenti gli ambiziosi piani che l’azienda si prefigge di portare avanti nel corso dei prossimi anni grazie ai servizi e alla piattaforma Android per il mondo mobile.

La rivoluzione degli smartphone sarà universale, in 12 anni porteremo almeno un device Android in ogni tasca del mondo.

Senza nascondere le proprie ambizioni, Smith intende espandere la propria piattaforma praticamente ovunque e per chiunque ma soprattutto per tutte le tasche.

Chrome e Android sono due degli investimenti più significativi che Google ha fatto nella storia della società.

Ampio spazio è stato dato anche a Google Chrome con l’entrata sul palco di Hugo Barra, Android Product Director, che spiega come tutto il lavoro nella creazione della versione di Chrome per Android si sia rivolto in primo luogo alla reattività, alla semplicità e all’interfaccia chiara e pulita, annunciando inoltre che il browser è stato recentemente rilasciato in altri 20 altri paesi.

Schmidt ha continuato spiegando che dove vi sono 2 miliardi di persone collegate nel mondo, moltissime altre non lo sono ed è qui che la società sta spingendo con ingenti investimenti per portare connessioni ad alta velocità e reti ultra veloci. Il numero di nuovi data center è nel pieno del suo boom. Le fibre ottiche saranno sempre più diffuse e meno costose e i cavi esistenti trasporteranno ancora più dati, spiega il CEO.

“Ho sempre creduto che il web è più di una rete di macchine …. Guardate il modo in cui le persone si sono riunite lo scorso anno per aiutare le popolazioni afflitte dal terremoto giapponese”. “E ‘il web che ci unisce nel sentimento e nell’azione”.

“Non possiamo immaginare il futuro estrapolando il passato”, ha detto Schmidt. “L’esperienza smartphone sarà universale”.

Sostanzialmente quindi Smith ha voluto fare leva sulla nuova esperienza online dettata dagli smartphone, che regala a chi non è provvisto di una connesione dati la possibilità di esplorare il mondo online e il lancio di Chrome per Android non è altro che un ulteriore passo nello sviluppo che Google intende dare al mondo mobile con molti altri servizi nel prossimo futuro.

Una conferenza piacevole, senza nessuna reale novità o “presentazione” speciale, ma con uno Schmidt piacevole e lungimirante.

Storie:
Scopri i prezzi più convenienti
Al momento non sono disponibili offerte

Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

Regolamento
^ Torna in cima