I nostri blog

Galaxy Nexus: unica memoria e niente utilizzo come disco fisso su Mac e Linux

Di il 19 novembre 2011

Avevamo già affrontato in parte questo discorso diverse settimane fa ma adesso arrivano nuovi dettagli che ci permettono di capire alcune importanti novità e scelte fatte con Ice Cream Sandwich. Durante le prove che abbiamo effettuato con il Galaxy Nexus in versione pre-serie, molte cose non funzionavano e tra queste non siamo riusciti ad interfacciare il telefono con il nostro Mac Book Air per trasferire alcuni files. Inizialmente non abbiamo imputato questo problema al Galaxy Nexus, ma piuttosto al fatto che era un pre-serie. 

Oggi invece scopriamo che non era un problema del device provato, ma è una scelta che è stata fatta con Android 4.0.

La memoria su Ice Cream Sandwich non è più divisa in memoria applicazioni e memoria per i file multimediali o altro ma, come abbiamo visto in articoli precedenti, è un unica memoria che si comporta dinamicamente. In teoria potreste avere 16GB di applicazioni e 0 file o viceversa 16GB di file e 0 applicazioni (abbiamo estremizzato il concetto). La memoria interna viene infatti gestita come su Honeycomb creando uno spazio unico che mostrerà come vengono divisi i file ma che può essere usato a piacimento per applicazioni o file.

Una scelta importante che annulla il limite attuale di molti smartphone per l’installazione delle applicazioni. Questa scelta però si porta dietro anche alcuni lati negativi. Non essendoci divisioni interne, i GB di spazio disponibile vengono visti come un unico insieme e non permettono di essere visti come memoria di massa.

In pratica se connettiamo il Galaxy Nexus o un device Android 4.0 ad un Mac o Linux, questo non verrà visto come disco di massa esterno come accade oggi. Fortunatamente Google ha pensato ad una soluzione utilizzando il supporto MTP.

L’utilizzo di MTP al posto del classico MSC (mass storage class) comporta alcuni vantaggi pratici per gli utenti che utilizzano abitualmente Windows Media Player, ma rende di fatto meno accessibile la periferica rispetto ad un utilizzo col protocollo MSC. Ad esempio: un lettore MP3 che viene visto tramite MSC come una comune chiave di memoria (e quindi anche in Risorse del Computer si comporta come tale) è molto più versatile di un lettore MP3 che utilizza il protocollo MTP e che viene visto dalla gestione delle risorse del computer come dispositivo “Hierarchical”, cioè come sotto cartella di risorse del computer. Le sottocartelle poi non portano indicazione sulla data e l’ora di creazione dei file contenuti (molto scomodo se il lettore MP3 è dotato di registratore vocale in quanto si perdono la data e l’ora in cui sono stati registrati i dati; infatti una volta trasferiti sul pc acquisteranno la data e l’ora del momento esatto del trasferimento. Altro difetto sta nel fatto che durante un trasferimento non si deve chiudere la cartella del lettore mp3 dalla quale si stanno prelevando i file altrimenti il trasferimento si interrompe.

Questa scelta, sebbene permetta effettivamente di utilizzare il telefono come archivio di massa (possiamo confermare in quanto lo abbiamo utilizzato con windows senza problemi), non permette di effettuare le stesse operazioni con sistemi Mac o Linux.

Google sta lavorando comunque per la compatibilità anche con i sistemi citati sopra e speriamo possa risolvere il “problema”.

Tutto questo comunque riguarda device che non hanno la memoria SD esterna. Google ha scelto di non inserire una MicroSD nel Galaxy Nexus per non creare dubbi agli utenti nell’installazione delle applicazioni. In pratica la scelta di utilizzare un unica memoria per tutti i file e le applicazioni e di non avere una SD, secondo Google, faciliterebbe l’utente che non avrebbe pensieri di spazio esaurito per le applicazioni e non dovrebbe porsi la domanda se installare le app su SD o sulla memoria interna.

Vedremo comunque sviluppi futuri e sicuramente i produttori interverranno per poter gestire in maniera diversa memoria interna e Micro SD.

Aggiornamento: come fatto notare nei commenti esiste già oggi il modo per poter utilizzate MTP su linux e Mac: www.google.com/support/ics

via

Scopri i prezzi più convenienti
Al momento non sono disponibili offerte

Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

Regolamento
^ Torna in cima