Acer Liquid E, recensione dopo una settimana di utilizzo

13 Luglio 2010 24

Dopo i dovuti test, video e foto siamo finalmente pronti per tirare le somme e fare una recensione completa dell'Acer Liquid E, l'ultimo nato di casa Acer con sistema operativo Eclair e un potenziamento di ram molto interessante e doppio rispetto alla versione precedente. Di seguito la recensione e i voti.

Acer Liquid E si presenta sul mercato come il gemello di Liquid e da esso riprende in tutto e per tutto hardware ed estetica aggiungendo una quantitativo di Ram importante permettendo cosi di raddoppiare le capacità del device con ben 512MB. Le caratteristiche dunque rimangono invariate e il processore Snapdragon da 1ghz con clock a 768mhz svolge egregiamente tutte le funzioni di Android.

Hardware e Materiali:

Acer Liquid E si presenta interamente in plastica. La versione provata è la all black, molto elegante e la scocca a schermo spento crea un tutt'uno davvero particolare, sembra un monolite. La parte posteriore è divisa a metà dal coperchio della batteria che ne costituisce un 50% della superficie. Essendo il materiale lucido le ditate sarà impossibile evitarle. L'assemblaggio è buono, non eccezionale ma, considerando le plastiche è comunque buono.

A livello hardware troviamo un classico top gamma Android che rispecchia le caratteristiche dei device del momento. Il processore è il famoso Snapdragon, la camera è da 5 megapixel con autofocus ma senza flash e non manca il jack da 3.5 mm. Purtroppo il connettore usb è rimasto lo stesso del fratello Liquid e quindi è in formato Micro USB e non Mini USB.

Valutazione Materiali

Valutazione Hardware

Display:

Lo schermo è un ampio TFT da 3.5 pollici con risoluzione WVGA 800x480 pixel. Ottimo quindi per la visualizzazione di tutti i tipi di documenti e informazioni. La tecnologia capacitiva conferisce un ottima sensibilità che si estende anche ai quattro tasti soft touch frontali (che possono essere settati con maggiore o minore sensibilità). Nessun problema con il multitouch presente nella galleria, in Google Maps nel browser e in altri programmi che supportano il pich-to-zoom scaricabili dal market. Purtroppo non si tratta di un Amoled o IPS e la visibilità al sole non è il punto forte. Discreta comunque la luminosità.

Valutazione Schermo

Software:

Grazie al potente hardware, il sistema operativo si muove con estrema leggerezza e velocità. La ram cosi abbondante permette di eseguire una quantità enorme di applicazione senza preoccuparsi di rallentamenti o saturazioni della memoria. Scendere sotto i 150MB liberi di Ram è praticamente impossibile. Il sistema Eclair 2.1 è stato personalizzato pochissimo dal produttore a livello di interfaccia grafica.

Troviamo alcuni interessanti Widget per il multimedia e i preferiti di internet con un layout a ventaglio molto accattivante. Un orologio personalizzato e una skin per la tastiera virtuale che ne facilita l'utilizzo con le dita. Anche la parte telefonica è state ridisegnata per aiutare l'utente nella ricerca dei contatti grazie allo smart dialer integrato.

Apparte queste modifiche estetiche, troviamo una serie di software interessanti inclusi nel pacchetto Acer (acer Sync, impostazioni rapide, Road Sync e altro per il social networking) mentre il resto è praticamente identico alla classica interfaccia Android. Ottimo anche il Browser Web che supporta nativamente il multi tocco.

Software e sistema

Multimedia e Camera:

La camera e il reparto multimediale rispecchiano la natura di Android e quindi non spiccano per qualità particolari. Acer ha inserito un particolare lettore, Nemo Player, che offre una grafica accattivante e una buona velocità di visualizzazione dei contenuti. Sfortunatamente non supporta il multitouch e difficilmente sarà preferibile alla Galleria originale di Android che invece supporta il pich-to-zoom in maniera nativa.
Da sottolineare la riproduzione video a 720p che risulta ottima senza scatti e con un buon frame rate.
La camera offre buone personalizzazioni anche se Acer non ha lavorato ridisegnando la grafica e quindi avremo le funzioni standard di Eclair che sono sicuramente abbondanti. La mancanza del flash si sente in ambienti chiusi e, sebbene sia presente l'autofocus, la camera da 5 megapixel non risulta la migliore sul mercato anche se in condizioni di luce buona regala scatti soddisfacenti per un telefono. Il reparto video è discreto e la risoluzione di 800x480 Pixel risulta adeguata alle ottiche montate.

Reparto multimediale

Batteria:

La scelta di Acer di settare il processore ad un clock di 768Mhz è sicuramente vincente in relazione ai consumi del device. Difficilmente arriveremo a sera con il telefono scarico grazie proprio all'ottimizzazione fatta a livello hardware e anche software. Eclair infatti consuma sicuramente meno di Donut e quindi un incremento di ore lavorative si sente rispetto alla versione Liquid precedente. I due giorni forse non riusciremo mai a farli, ma la giornata si conclude senza difficoltà se non si abusa della navigazione internet o di giochi particolari.

Autonomia

Uso Telefonico:

L'interfaccia della parte telefonica è stata ridisegnata e questo ha permesso di aggiungere piccole funzioni molto comode. Sarà possibile ricercare i numeri attraverso il tastierino numerico in modo da visualizzare i nomi associati ai tasti che premiamo. La rubrica è molto completa e le icone usate sono molto intuitive. Aggiungendo un contatto è possibile selezionare la memoria del telefono, la sim o l'account Google (se sincronizzato andrà ad aggiungerlo automaticamente al telefono e viceversa).

A livello audio la capsula offre un buon volume mentre il vivace nella parte posteriore manca forse un po di bassi. Difetto comunque in moltissimi telefoni e quindi da considerare una "normalità". Nessun problema di segnale e di aggancio rete che si è dimostrato sempre veloce e preciso.

Chiamate e gestione rubrica/telefono

Difetti:

Sebbene Acer Liquid E sia la naturale evoluzione del fratello uscito alla fine del 2009, alcuni difetti sono rimasti:

  • Mancanza del flash
  • Mancanza di autofocus nei video
  • Materiali plastici
  • Connettore MiniUSB anziche MicroUSB
  • Schermo TFT LCD e scarsa visibilità al sole
  • Multimedialità migliorabile che risente del sistema stesso che, nella versione classica, non offre spiccate doti multimediali.

Conclusioni:

Un prodotto che si rinnova e che offre ottime prestazioni e una quantità di memoria Ram davvero da record. Uno strumento molto completo che sicuramente offre buone caratteristiche e in linea con l'attuale mercato Android. Il prezzo, sotto i 400€ è dimensionato al prodotto anche se, vista l'esperienza di Acer Liquid precedente, ci saremmo aspettati qualche piccola modifica ulteriore. Probabilmente la versione Stream, in uscita alla fine dell'estate, porterà qualcosa di diverso nella linea top gamma Acer.

Un prodotto che comunque non delude, seguito dagli sviluppatori, con un sistema aggiornato e una politica di update veloce e chiara (cosa da non sottovalutare nel mondo Google). Piacerà sicuramente agli amanti del sistema made in Google e delle interfaccie pulite e fedeli alle linee originali di Android. Da sottolineare in ultima analisi l'ottima dotazione della confezione.

Voto finale

Il voto finale è dato dalla media dei voti espressi sopra e il sistema di voti prende in considerazione l'attuale offerta di terminali Top Gamma presente nel mercato Italiano.

Video Acer Liquid E:

Foto Acer Liquid E:


Confronti Acer Liquid E:


Condividi


24

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Paranoid Android: la Video Prova di HDblog su Nexus 5

ZTE Blade Apex 2 la recensione di HDblog.it

NGM Forward 5.5: la Recensione di HDblog.it

Huawei Mediapad X1: la Recensione di HDblog.it