I nostri blog

HTC HERO: La guida completa dall’ acquisto al completo utilizzo – parte 2 -

Di il 21 settembre 2009

Nella parte iniziale della nostra guida, che trovate in questo articolo, abbiamo visto quanto sia semplice, intuitivo ed immediato configurare e impostare il proprio terminale Android trasferendo informazioni, contatti foto ed altro (ovviamente per ottenere il massimo delle funzionalità messe a disposizone dall’OS Google, non si può prescindere da una connessione “Always On”, cioè perennemente connessa al web).

inizio-hero

Proviamo ad approfondirne la conoscenza in generale, cominciando da una delle molteplici configurazioni possibili per la nostra Home (per Home intendiamo quello che in ambito pc viene comunemente definito Desktop). A tutti gli effetti le Home disponibili sui terminali Android son ben più di una (il loro numero dipende dalla configurazione proposta dalla casa costruttrice); nel caso di Hero sono addirittura 7! Di seguito una serie di screen della mia configurazione tipica (chiaramente ognuno di noi personalizzerà le Home a proprio gusto); in pratica sulle varie Home potremo posizionare a piacere sia widget, collegamenti o anche cartelle (addirittura cartelle dinamiche!!):

Home 1)


null

widget dedicato alla musica, disponible a pagine intera (come in questo caso), oppure dimezzato, per far posto ad un ulteriore widget.

Home 2)

null

2 widget dedicati al social: in questo caso l’applicativo per Facebook è stato aggiunto da me, in quanto non presente nella configurazione iniziale (per la verità, nella configurazione originale, è possibile la syncro con il network di Facebook, vedremo dopo in che modo influisce sul nostro database di contatti).

Home 3)


null

SMS! Questo widget permette di previsualizzare i messaggi inviati/ricevuti, consentendo anche la risposta diretta (pigiando sopra l’sms), l’apertura del client (pigiando sopra alla serie di righe sovrapposte, sulla sx in basso), oppure la scrittura di un nuovo sms pigiando sopra al pennino, in basso a dx. Comodissimo!

Home 4)


null

La mia Home principale, quella visualizzabile in default; il bellissimo widget HTC, in alto, oltre a previsualizzare la data odierna, la posizione attuale, l’ora ed il Meteo (singola giornata) è pure interattivo: pigiando sull’ora si raggiungerà una schermata completissima, cioè:

(orologio internazionale)


null

(Sveglie)


null

(Cronometro)


null

(Timer)


null

(pigiando o tenendo premuti i tab in basso, potrete scorrere/vedere le diverse schermate mostrate in questi screen, in pieno stile Manila!).

Home 5)


null

La mia “zona” dedicata all’interattività con il resto del mondo; potete vedere un widget dedicato ai contatti ed uno a Footprints, più le applicazioni da me giudicate utili allo scopo: Places Directory (non compreso), il Browser Web (nel caso dell’Hero sfrutta pienamente le funzionalità del player Flash di Adobe!), il famosissimo Google Maps ed infine un navigatore (la mia scelta è andata a Copilot, a pagamento).

Home 6)


null

Non poteva mancare un widget dedicato interamente al Calendario (in questo screen vedete la versione completa che occupa tutta la pagina, ma è possibile sostituirla con una versione ridotta); su questo punto mi soffermerei un pò di più per soddisfare, nei limiti del possibile, tutta quella gente che utilizza uno smartphone/palmare per lavoro, e la loro scelta verso un nuovo prodotto è strettamente legata a questa possibilità.

Partendo dal widget impostato sulla Home e pigiando sul giorno corrente

null

apparirà questa schermata

null

dove avrete la possibilità di creare un nuovo evento previsualizzando addirittura le previsioni per quel giorno; pigiando su Aggiungi evento, sarete proiettati verso questa visuale

null

null

null

dove potrete personalizzare l’evento secondo le vostre necessità. La visualizzazione del calendario è possibile in modalità Agenda, Giorno, Mese.
Con Gmail potrete sincronizzare anche più d’un calendario (appositamente settato dal client su pc)…questo lo screen:

null

Mi preme ricordare che l’interagibilità con il sistema Android è studiata appositamente per essere sfruttata pienamente con le dita delle mani, senza bisogno alcuno di ricorrere a pennini od altri accessori esterni (per questo, nel mio scritto, sostituisco il classico “clicckare” con “pigiare”).

Home 7)


null

la mia centrale di comando…! Da qui controllo ogni funzione del sistema; gli applicativi non compresi in deafult sono:

  • 3 widget: (all’estrema sx in basso): serve a controllare il traffico residuo ed il credito disponibile.
  • Phone Search: a mio parere il miglior programma dedicato ad Android per quanto riguarda la ricerca di testo in qualsiasi modalità: contatti (uno dei pochissimi programmi che consente la ricerca di informazioni anche nelle note del contatto), Mail, Web, Musica, Sms, Note e molto altro ancora…
  • SUFBS: un file manager dotato di funzionalità Root che permette di accedere anche ai file di sistema.
  • Wireless Tether: (conociutissimo e freeware)
  • ES File Explorer: un file manager che vi permette di interagire con il vostro pc via rete WiFi: leggero, stabile, free! (un must).

Ok, per finire la carellata sulle Home, possiamo ancora citare la possibilità di personalizzarla ulteriormente sostituendo lo sfondo sia al Bloccho Schermo (che si attiverà automaticamente allo spegnimento del device) che alla Home; infatti, se dalla Home premiamo il pulsante Menù presente sullo chassis dell’Hero, appariranno queste opzioni:

null

per cambiare sfondo premete sulla voce “Sfondo”, e vi troverete questa doppia possibilità:

null

null

In pratica, oltre a definire dove vorrete cambiare lo sfondo, potrete poi scegliere tra le vostre foto oppure tra quelle proposte dal sistema (nel caso volgiate cimentarvi voi stessi nella realizzazione di uno sfondo, la risoluzione adatta dev’essere di 640×480 pixel (per la Home), mentre per il blocco schermo di 320×480 pixel.

Cartelle: un’altra chicca, un altro must proposto dall’OS di mamma Google (!); se dalla Home, qualsiasi posizione voi siate, decidete di aggiungere una cartella vi basterà pigiare sul simbolo più in basso a dx del display; apparirà un menù completissimo che vi proporrà le diverse configurazioni possibili:

null

Collegamento: il classico collegamento stile windows (possibile aggiungere, ad esempio, un collegamento atto a creare direttamente un msg indirizzata ad una specifica persona).

Widget HTC: i fantastici widget elaborati dalla HTC, descritti già in parte nella parte Home.

Widget Android: gli widget classici presenti in ogni versione originale Android (ricordiamo che il sistema proposto dalla HTC sull’hero è una pesante rivisitazione del sistema operativo Android, davvero molto ben fatta).

Cartella: ed arriviamo all’argomento interessante: le cartelle dinamiche! Intanto, uno screen esaustivo:

null

Come potete vedere, la dinamicità della cartella consiste nell’interagire direttamente con il suo contenuto, che varierà a seconda della scelta effettuata inizialmente, come da screen precedente (ad esempio nella cartella “Facebook” vedremo tutti i nostri contatti presenti su Facebook, nella cartella “Speciali” i contatti “Preferiti” sincronizzati con Gmail, e così via).
Un particolare che non molti sanno: è possibile rinominare sia una cartella dinamica che “statica” semplicemente tenendo pigiato il bordo alto della stessa (in pratica dove vedete il nome assegnato in default). Successivamente apparirà questa schermata

null

dove potrete assegnare il nome desiderato.

Per quello che concerne i social inclusi nell’OS, essi sono Twitter, Facebook e, per quanto riguarda le fotografie, Flickr.
Su Facebook però la cosa è stata gestita/voluta in maniera differente da quello che vi proporrebbe un classico programma dedicato (e sul Market ne troverete a bizeffe oltre a quello uscito ufficialmente e del quale vi ho mostrato il widget nella Home 2); in pratica la sua funzionalità principale è quella di mantenere aggiornato il vostro database contatti con le informazioni corrispondenti trovate su Facebook; un esempio: in questo screen viene suggerito di sincronizzare un probabile amico:

null

Pigiando sulla voce in alto “Collega Profili” potrete vedere a quale contatto faccia riferimento proponendovi la sincronizzazione dello stato, delle foto e del compleanno:

null

null

Accontentati anche gli appassionati di fotografia: a prescidere dall’ottima fotocamera/videocamera incorporata e dotata di autofocus, il sistema di mette a disposizione un raccoglitore (Album) davvero ben fatto per gestire gli scatti migliori:

null

Oltre alla classificazione presente anche sul sistema classico di Android e visibile nello screen precedente, avrete a disposizione anche la visuale dedicata a Flickr e Facebook!
Un esempio….queste le mie categorie visibili su Flickr:

null

Concludo l’articolo con un riferimento al collegamento al pc via USB (forse non immediato per chi userà per la rpima volta Android):
dopo aver collegato il device al pc (via USB), posizionate il pollice sulla parte superiore del display di modo da poter trascinare in basso il menù a tendina (questo menù riguarda tutte le notifiche di sistema):

null

Senza utilizzare questo menù, il vostro Hero sarà pronto per essere comandato via ADB (la shell presente nell’sdk); se invece premete sulla voce evidenziata nello screen precedente (USB Collegata), vi apparirà il seguente PopUp:

null

Pigiando su collega avrete la posibilità di accedere al contenuto della vostra SD.

Concludiamo qui la seconda parte della guida sperando di levare dubbi o incertezze a chi si avvicina per la prima volta al mondo Android e all’HTC Hero.

Storie:
Scopri i prezzi più convenienti
Al momento non sono disponibili offerte

Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

Regolamento
^ Torna in cima